Erano positivi al Covid e dovevano quindi rimanere in isolamento domiciliare come previsto dalle norme. Invece erano per strada a passeggio. Per questo due persone – un uomo e una donna – sono state denunciate dai carabinieri in provincia di Como.

Donna di 55 anni fermata e denunciata dai carabinieri: doveva essere in quarantena

Il primo intervento è stato condotto a Moltrasio, sul lago di Como, dai carabinieri della stazione di Cernobbio. L'uomo fermato per un controllo di routine – un ottantenne – è risultato essere positivo al Coronavirus e quindi in violazione delle disposizioni anti contagio. È quindi scattata la denuncia. Nel secondo caso hanno proceduto i carabinieri di Brunate, che nel corso di un controllo hanno trovato una 55enne che camminava per strada mentre doveva essere in quarantena. Entrambi sono stati denunciati per violazioni delle norme in tema di mobilità. La loro posizione potrebbe aggravarsi se dovesse emergere che hanno infettato qualcuno a causa della loro imprudenza.

Dall'inizio della pandemia si ripetono i casi di segnalazioni e multe per mancato rispetto della quarantena. È il caso per esempio di un 18enne di Bagnolo Cremasco, in provincia di Cremona, stato denunciato dai carabinieri per violazione della quarantena fiduciaria. Il giovane era in isolamento fiduciario perché contatto stretto di un positivo al Coronavirus: anziché restare a casa però è uscito in auto con altri tre amici. Simile anche il caso di otto amici di 20 anni che avevano partecipato a una festa di compleanno in casa in otto, infrangendo tutte le regole anti Coronavirus, venendo quindi multati dalla polizia. Tre ragazzi erano invece finiti nei guai a Viadana perché sorpresi a viaggiare tra due province senza permesso.