Ha ricattato la famiglia di una minore di 14 anni affermando di aver ottenuto delle immagini intime della ragazza e chiedendo 1.200 euro per evitarne la divulgazione. Dopo averli ricevuti ne avrebbe chiesti altri 5mila. Un ragazzo di 21 anni è stato arrestato, nella giornata di oggi martedì 19 gennaio, dalla polizia di Brescia con l'accusa di estorsione.

Chiesti altri 5mila euro ai genitori

Stando a una prima ricostruzione delle forze dell'ordine, il ragazzo avrebbe affermato di essere in possesso di foto intime della 14enne. Avrebbe chiesto prima 1.200 euro alla famiglia e poi, dopo aver ricevuto i soldi, ne avrebbe voluti altri 5mila. Inoltre il presunto estorsore – come riporta una nota stampa della polizia postale – avrebbe preteso dalla giovane di compiere atti sessuali: se lo avesse fatto in cambio avrebbe ricevuto la distruzione delle fotografie. Esasperati dall'ennesima richiesta del 21enne, i genitori della giovane hanno denunciato il tutto alla polizia.

Nel suo cellulare trovate immagini pedopornografiche

Gli agenti hanno quindi detto ai genitori di chiedere un appuntamento al ragazzo in cui effettuare lo scambio. Dopo aver concordato ora e luogo, la famiglia ha incontrato il 21enne. La transazione è stata però fermata dalla polizia e il giovane è stato arrestato in flagranza di reato proprio mentre riceveva il denaro. Durante l'arresto, il 21enne è stato perquisito. Gli agenti gli hanno così sequestrato lo smartphone. All'interno del cellulare sono state trovate diverse immagini pedopornografiche. La polizia sta continuando con le indagini così da accertare un eventuale coinvolgimento di altre persone.