Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Sono riusciti a scappare dall'incendio scoppiato nel loro appartamento durante la notte tra il 4 e il 5 gennaio, ma non hanno fatto in tempo a salvare il loro cagnolino. È il triste epilogo di quanto successo a Bernareggio, in provincia di Monza e Brianza. Stando alle prime informazioni, una coppia di quarantenni stava dormendo nel loro appartamento quando è divampato l'incendio. I due sono stati svegliati dal fumo che si stava facendo via via sempre più intenso. Una volta svegli hanno subito chiamato il 112: sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del comando provinciale di Monza che sono riusciti in poco tempo a portare in salvo moglie e marito e a spegnere le fiamme.

Il cagnolino è morto a causa delle esalazioni tossiche

La coppia è stata soccorsa sul posto e trasportata in ospedale per alcuni accertamenti dal momento che avevano inalato troppo fumo. Sono stati poi ricoverati all'ospedale di Vimercate, ma le loro condizioni non sarebbero gravi. Per il loro cagnolino invece non c'è stato nulla da fare: è morto a causa delle esalazioni tossiche. Nulla, dunque, sono serviti i tentativi per salvalo. Restano invece ancora ignote la causa che ha fatto scoppiare l'incendio: i tecnici sono ora al lavoro per capire l'esatta dinamica dell'accaduto ed evitare così che possa succedere una seconda volta.

Ieri un uomo ha colpito con un calcio un cane uccidendolo

Solo ieri un altro cagnolino è morto dopo che un uomo di 50 anni lo ha preso a calci uccidendolo sul colpo. Stando alle informazioni fornite della forze dell'ordine, il 50enne era in compagnia del suo cane quando ha incontrato per le vie di Spino D'Adda, in provincia di Cremona, una conoscente anche lei a passeggio con il suo amico a quattro zampe. I due animali avrebbero iniziato ad azzuffarsi. Così l'uomo, temendo il peggio per il suo cane, ha sferrato un calcio al collo all'altro animale uccidendolo sul colpo. La donna ha provato di tutto per rianimarlo, ma senza successo: allertate le forze dell'ordine ha poi denunciato il conoscente.