L’equipe operatoria che ha realizzato il millesimo trapianto di cuore
in foto: L’equipe operatoria che ha realizzato il millesimo trapianto di cuore

Importante traguardo raggiunto dall'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo che nella mattinata di sabato 19 settembre ha realizzato il millesimo trapianto di cuore. Lo comunica il nosocomio, spiegando che il paziente, un uomo di 63 anni che aspettava un cuore dal luglio del 2019, "si trova ora nella Terapia intensiva cardiochirurgica in buone condizioni e il decorso post operatorio è regolare".

Ecco l'equipe medica che ha realizzato il millesimo trapianto di cuore

Dopo i primi giorni in osservazione, l'uomo verrà trasferito nel reparto di Cardiochirurgia dell'ospedale per completare il ciclo di cure prima di cominciare il percorso di riabilitazione. Il millesimo trapianto di cuore è stato realizzato dall'equipe medica guidata dal responsabile della Chirurgia dei trapianti Andrea Terzi insieme ai cardiochirurghi Samuele Bichi, Caterina Simon e Laura Scarpa. Con loro, gli anestesisti Viviana Macchitelli e Lidia Rota Sperti, le strumentiste Elisabetta Salvi e Francesca Lazzaroni, dagli infermieri Roberto Mazzotta e Angelo Sechi, dai tecnici della perfusione Vincenzo Bruno e Silvia Viscardi e dagli OSS SilviaSibellae Nicola Carratù. La strumentista Lazzaroni era presente anche al primo trapianto di cuore nel novembre del 1985 quando fu operato da Paolo Ferrazzi, attuale primario dell'ospedale.

Il dottor Terzi: C'era un po' di emozione per il traguardo raggiunto

Inevitabile soddisfazione per Terzi che ha ricordato come "quando il cuore trapiantato ha cominciato a battere nel petto del paziente abbiamo applaudito. Solo questa volta con più decisione e anche un po’ di emozione perché sapevamo che il traguardo raggiunto è particolarmente significativo per il nostro ospedale". Stesso entusiasmo anche per Michele Senni, direttore del Dipartimento Cardiovascolare e dell'Unità di Cardiologia del Papa Giovanni XXIII che ha sottolineato: "Oggi celebriamo una tappa significativa di un lungo cammino".

Il direttore generale Stasi: È una pietra miliare della nostra attività

Alla celebrazione del traguardo raggiunto, si accoda anche Maria Beatrice Stasi, direttore generale dell'Asst Papa Giovanni: "Il traguardo appena raggiunto è una pietra miliare della nostra attività e rende onore alla storia dell’Ospedale di Bergamo – ha detto -. Non sono molti i Centri in Italia che possono avvalersi di una simile esperienza e competenza. È un grande lavoro di squadra quello che è stato portato avanti in questi anni: un impegno che vede chirurghi e operatori sanitari in prima linea a gestire operazioni estremamente complesse e che non è mai venuto meno neanche nei giorni più duri dell’emergenza Covid".