Temporali, vento forte e possibili rischi idrogeologici: frane, allagamenti ed esondazioni. A Milano e in tutta la Lombardia scatta l'allerta meteo: dalla serata di oggi ma in particolare nella giornata di domani, venerdì 2 ottobre, un'intensa ondata di maltempo colpirà la regione, per effetto dell'arrivo di un'ampia area depressionaria di origine Nordatlantica con associata aria fredda in quota. Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali ha diramato un'allerta di codice arancione (corrispondente a criticità moderata) per rischio idrogeologico e vento forte e un'allerta di codice giallo (criticità ordinaria) per forti temporali. Sulla zona omogenea del nodo idraulico di Milano, che comprende il capoluogo lombardo, da mezzogiorno di domani scatterà l'allerta arancione per vento forte: già dalle 6 del mattino sarà invece in vigore l'allerta gialla per forti temporali e rischi idrogeologici, che sull'area riguardano in particolare i livelli dei fiumi Seveso e Lambro.

Maltempo su tutta la Lombardia fino al pomeriggio di sabato

A livello regionale, la nota della protezione civile informa che già a partire dalla serata odierna la parte più occidentale della Lombardia "sarà interessata dalle prime precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, che si estenderanno nel corso della notte e della mattinata di domani 2 ottobre a tutta la regione". I fenomeni si intensificheranno a partire dal primo pomeriggio di domani: "Precipitazioni da moderate a forti, più insistenti sulla fascia alpina, prealpina e pedemontana mentre saranno deboli o al più localmente moderate sulla bassa pianura orientale". Tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di domani alla pioggia si aggiungerà il vento: raffiche comprese tra i 60 e i 90 chilomtrei orari soffieranno sull'Appennino e sui rilievi alpini e prealpini, a partire da quota 600-1000 metri. Il maltempo proseguirà anche nella prima parte della giornata di sabato 3 ottobre in particolare sui settori alpini e prealpini. Dal primo pomeriggio si assisterà alla possibile attenuazione ed esaurimento delle piogge in pianura e in parte della fascia alpina e prealpina centro orientale. Anche i venti si attenueranno tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di sabato.

Attenzione alle raffiche di vento

La nota del Centro funzionale monitoraggio rischi naturali invita a prestare la massima attenzione agli scenari di rischio idrogeologico, come colate di detriti e fango, frane e innalzamenti anche improvvisi dei livelli dei corsi d’acqua. In particolare si segnala che a partire dal pomeriggio/sera di domani, venerdì 2 ottobre, sarà possibile il superamento almeno della "soglia 1 di allertamento" sui corsi d'acqua della fascia prealpina e di alta pianura. Per quanto riguarda le raffiche di vento, si invita invece a prestare attenzione all’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni e alberi.