18 Ottobre 2021
17:34

Al consiglio regionale lombardo il M5s chiede un codice etico delle istituzioni contro il fascismo

Con una mozione urgente il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in consiglio regionale, Massimo De Rosa, chiederà a tutta la giunta guidata da Attilio Fontana di contrastare “qualsiasi forma di estremismo politico e di violazione dei principi democratici su cui si fonda la nostra Costituzione”, proponendo un codice etico per le istituzioni lombarde.
A cura di Simona Buscaglia

Con una mozione urgente il capogruppo consigliere del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia, Massimo De Rosa, chiederà a tutta la giunta guidata da Attilio Fontana di impegnarsi "in interventi decisi e immediati per promuovere una cultura della legalità a tutti i livelli, contrastando qualsiasi forma di estremismo politico e di violazione dei principi democratici su cui si fonda la nostra Costituzione". La mozione, che verrà presentata domani, martedì 19 ottobre, durante la seduta del consiglio regionale a Palazzo Pirelli, chiederà, inoltre, che venga promulgato il prima possibile un "Codice etico e comportamentale" per le istituzioni lombarde.

De Rosa: "Inaccettabili episodi di estremismo politico, serve intervento istituzioni"

"È inaccettabile – dichiara in una nota De Rosa – che al giorno d’oggi continuiamo ad assistere ad episodi gravissimi di estremismo politico, soprattutto di tipo fascista. Urge un immediato intervento da parte delle Istituzioni". La mozione vuole chiedere a Regione di prevedere adeguati provvedimenti disciplinari per chi "professi ideologie fasciste o neofasciste e controlli e precluda l’accesso alle sedi istituzionali da parte di soggetti vicini, simpatizzanti o promotori di dottrine vicine al fascismo o dichiaratamente fasciste, naziste, neofasciste o di qualsiasi forma di estremismo".

Anche il Pd presenterà una mozione che riguarda gli estremismi politici

Il Partito democratico aveva annunciato una settimana fa che avrebbe presentato, sempre nella seduta di domani in consiglio regionale, una mozione che chiede lo scioglimento di Forza Nuova e di tutti i movimenti politici di chiara ispirazione neofascista. Il capogruppo a Palazzo Pirelli, Fabio Pizzul, aveva motivato così la decisione: "La destra neofascista e neonazista sta tentando di riprendere la scena cavalcando il movimento dei no-vax e no-greenpass – aveva detto – Dalle istituzioni deve arrivare una risposta ferma e immediata".

Regionali Lombardia 2023, la strategia del Pd: coalizione aperta e candidato entro l'estate
Regionali Lombardia 2023, la strategia del Pd: coalizione aperta e candidato entro l'estate
Elezioni Lombardia 2023, Fontana: "Il centrodestra unito ha i numeri per vincere"
Elezioni Lombardia 2023, Fontana: "Il centrodestra unito ha i numeri per vincere"
Dieci giorni dopo l'attacco hacker, ripristinati i sistemi informatici della sanità lombarda
Dieci giorni dopo l'attacco hacker, ripristinati i sistemi informatici della sanità lombarda
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni