backstair / Lobby Nera
8 Ottobre 2021
14:14

Inchiesta Fanpage, M5s Lombardia: “Tutti i consiglieri devono prendere le distanze dal fascismo”

Da Regione Lombardia arrivano i primi commenti sull’inchiesta “Lobby Nera” di Fanpage.it che ha svelato la vicinanza di alcuni consiglieri di destra a Lealtà Azione, movimento di estrema destra. “Chiediamo, tramite una mozione, a tutti i consiglieri regionali di prendere pubblicamente le distanze da fascismo e nazismo”, precisa a Fanpage.it Massimo De Rosa, capogruppo di M5s in Consiglio regionale.
A cura di Giorgia Venturini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Immagine Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista

"Chiederemo con qualche atto, magari con una mozione, a tutti i consiglieri regionali di schierarsi apertamente contro il fascismo e nazismo". È pronta a intervenire l'opposizione del Pirellone a poche ore dalla pubblicazione della seconda puntata dell'inchiesta "La Lobby nera" di Fanpage.it che svela anche lo stretto legame tra il consigliere regionale Massimiliano Bastoni e movimento di estrema destra Lealtà Azione. I primi consiglieri a chiedere agli esponenti coinvolti, ma non solo, di schierarsi apertamente contro il fascismo è il Movimento 5 Stelle: "Dopo aver visto l'inchiesta – commenta a Fanpage.it Massimo De Rosa, capogruppo di M5s in Consiglio regionale – la cosa che fa paura è che ci sono gruppi vicini a ideologie fasciste e naziste che si stanno infiltrando nella politica. Alcuni politici si offrono di fare da tramite per persone che puntano a raggiungere ruoli decisionale così da minare la democrazia. Eppure per questa sono morti i nostri nonni".

De Rosa: Speravo che nella Lega ci fossero più controlli

Ormai tutto è stato svelato: la vicinanza di alcuni politici regionali con l'estrema destra è certa. Le telecamere nascoste di Fanpage.it hanno ripreso Bastoni dire: "Si preoccupano di quei fascisti cattivi di Lealtà Azione, ma io sono orgoglioso di collaborare con loro, sono orgoglioso di far parte di questa associazione – arringa il consigliere regionale ai militanti durante un incontro con il gruppo del Barone –. Vengo dalla scuola di mio padre, che sul letto di morte si definì fascista con grande orgoglio, e di un altro grande maestro, che è Borghezio". Mario Borghezio, da sempre lo stratega della corrente di estrema destra all'interno della Lega. "Pensavo che nel partito ci fossero più controlli. Chiediamo che vengano subito prese le distanze", conclude De Rosa.

 

Gli incontri anche nei corridoi del Pirellone

Punto di riferimento per i politici di estrema destra in Lombardia è Roberto Jonghi Lavarini, meglio noto con il soprannome di "Barone nero". Come dimostra l’inchiesta di Fanpage.it "Lobby nera", per anni un gruppo eterogeneo composto tra gli altri anche da "ammiratori di Hitler", secondo la definizione dello stesso Jonghi, ha portato alla politica voti con l'intento di influenzarne l'attività. È proprio Lavarini a dichiarare che "in Regione sono tutti nazisti". La telecamera nascosta di Fanpage.it ha documentato e mostrato come moti di questi politici vicini all'estrema destra si incontrassero nei corridoi del Pirellone.

Invia la tua segnalazione
al team Backstair
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni