Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Le avrebbe aggredite, picchiandole, e a una di loro avrebbe portato via il cellulare: a Milano un uomo di 25 anni è stato arrestato con l'accusa di lesioni e rapina nei confronti di due donne. Gli agenti del Nucleo Duomo del Comando Decentrato Uno e dal Nucleo Tutela Donne e Minori della Polizia Locale di Milano lo hanno infatti fermato nella mattinata di oggi, venerdì 19 febbraio, intorno alle 4.20.

Dopo aver picchiato una vittima, le ha portato via il cellulare

Il 25enne avrebbe aggredito le donne in due momenti diversi: la prima aggressione è avvenuta il 6 febbraio in Piazza Fedele, la seconda il 15 febbraio nello stesso luogo. In quest'ultima occasione l'uomo avrebbe raggiunto e bloccato la donna, l'avrebbe percossa e le avrebbe portato via il cellulare. Le due, dopo essersi recate dalle forze dell'ordine, lo hanno identificato. La Procura ha quindi disposto il fermo.

L'uomo trovato con indosso altri sei cellulari

Gli agenti della Polizia locale, dopo averlo individuato, lo hanno arrestato in piazzetta Pattari all'angolo con via Marino: il ragazzo è stato trovato con lo stesso giubbotto, indossato al momento dell'aggressione, e con sei cellulari. Gli inquirenti stanno quindi cercando di capire la loro provenienza. “L'impegno e la professionalità dei nostri agenti hanno permesso di fermare il presunto responsabile di due aggressioni a due donne – hanno affermato la vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo e il Comandante della Polizia Locale Marco Ciacci in una nota stampa -. Atti violenti ai danni di donne fragili, al contrasto dei quali la Polizia Locale lavora con determinazione e impegno”.