3.659 CONDIVISIONI
3 Ottobre 2021
13:26

Aereo da turismo si schianta contro palazzo: resti umani nell’area, 8 vittime. Tra loro un bimbo

Un aereo da turismo è precipitato nella giornata di domenica 3 ottobre a San Donato Milanese (Milano). Nello schianto sono rimaste uccise otto persone, tra queste anche un bambino. L’aereo si è schiantato contro un palazzo in costruzione: fortunatamente non c’era nessuno. Ecco cosa si sa finora del tragico incidente.
A cura di Ilaria Quattrone
3.659 CONDIVISIONI
Il palazzo alle fiamme (Fonte: Marco Paretti Fanpage.it)
Il palazzo alle fiamme (Fonte: Marco Paretti Fanpage.it)

Un aereo da turismo è precipitato a San Donato Milanese (Milano) oggi, domenica 3 ottobre. Stando alle informazioni raccolte da Fanpage.it sul luogo dell'incidente, il velivolo è caduto a 50 metri dalla fermata della metropolitana: si è schiantato contro un edificio in costruzione che domani sarebbe stato pieno di operai al lavoro. A causa dell'incidente, le fiamme e il fumo sono stati visibili anche a chilometri di distanza. Purtroppo sono otto le persone rimaste vittime nello schianto: a bordo dell'aereo monomotore da turismo Pc-Pilatus c'erano sette persone più il pilota. Tra queste anche un bambino. Si tratterebbe di persone partite da Linate e in viaggio verso la Sardegna: il pilota è di origini romene. Non ci sono state persone coinvolte oltre a quelle sul velivolo: i vigili del fuoco informano che l'aereo era partito da Linate e sarebbe dovuto arrivare a Olbia.

Chi sono le vittime

Dopo poche ore dall'incidente aereo sono state già tutte identificate le otto vittime: ai comandi dell'aereo, nonché il proprietario del mezzo, c'era noto imprenditore romeno Dan Petrescu. Ovvero uno degli uomini più ricchi della Romania con un patrimonio stimato in 3 miliardi di euro. Non era però solito ostentare le sue ricchezze tanto che era soprannominato il "miliardario ombra": viaggiava infatti spesso sui mezzi pubblici. Con lui a bordo dell'aereo Pilatus Pc-12 decollato da Linate e diretto a Olbia c'era anche la sua famiglia: ovvero la moglie Regina Dorotea Balzat Petrescu di 65 anni con cittadinanza francese e il figlio di 30 anni, Dan Stefan, nato a Monaco di Baviera ma dunque con doppia. Gli altri passeggeri erano amici di famiglia: l'italiano Filippo Nascimbene, di 32 anni e originario del Pavese, la moglie Claire Alexandrescou, cittadina francese, e il figlio di appena un anno Raphael. Infine la nonna del piccolo, Miruna Anca Wanda Lozinschi, e un amico del figlio dell'imprenditore, il canadese Julien Brossard. Tutti erano diretti in Sardegna, ospiti nella villa del noto imprenditore.

Non è ancora chiara la dinamica della vicenda

L'allarme alla centrale operativa di Areu è arrivato alle 13.09: sul posto sono stati inviati i medici e i paramedici del 118 a bordo di diversi mezzi. Tra via Marignano e via 8 ottobre 2001 (intitolata alla strage di Linate) sono arrivate quattro ambulanze, un'automedica e un elicottero. Sul posto anche gli agenti della polizia di Milano, i vigili del fuoco e la polizia locale. Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente: nelle prossime ore importanti informazioni potranno arrivare dall'analisi della scatola nera, già recuperata, e dai video delle telecamere di sorveglianza della zona. Intanto il procuratore di Milano che indaga sull'accaduto, Tiziana Siciliano, ha fatto sapere ai microfoni di Fanpage.it che nessun allarme è stato lanciato dal pilota mentre un'anomalia è stata segnalata dalla torre di controllo.

L'aereo aveva motore in fiamme

Alcuni residenti hanno avvertito un grande rumore e poi il botto: "L'ho visto da Rogoredo. Ho sentito il rumore dell'aereo che precipitava e poi lo schianto", commentano alcuni utenti su Facebook. Secondo quanto apprende Fanpage.it, il palazzo era in costruzione, sarebbe stato adibito per parcheggi e uffici. I vigili del fuoco si sono dati subito da fare per spegnere velocemente l'incendio. Non è ancora chiaro cosa possa aver causato lo schianto se un problema al motore o altro. Alcuni testimoni infatti hanno affermato di aver visto l'aereo che "aveva il motore in fiamme".

I testimoni: Ho visto il corpo di un bambino

La proprietaria di Crazy Pizza ha raccontato di essere stata la prima a essere accorsa sul posto e aver visto il corpo di un bambino e quello di un'altra persona: "È stato sconvolgente". Anche un 26enne ha raccontato di aver visto le finestre tremare e di aver visto l'aereo precipitare: "Sembrava la scena di un film. Ho chiamato subito i soccorsi".

La rotta del velivolo

Quale rotta stava facendo il velivolo che è precipitato per poi schiantarsi contro un edificio in costruzione? Alle 13.04 l'aereo da turismo è partito da Milano Linate con a bordo otto persone, sette passeggeri e il pilota, purtroppo tutte decedute. Il velivolo era arrivato il 30 settembre nel capoluogo lombardo proveniente da Bucarest. La destinazione dopo la partenza di Linate era l'aeroporto di Olbia. Sono ancora in corso gli accertamenti, intanto l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta sull'incidente.

3.659 CONDIVISIONI
L'aereo precipitato a San Donato: cosa sappiamo della tragedia in cui sono morte 8 persone
L'aereo precipitato a San Donato: cosa sappiamo della tragedia in cui sono morte 8 persone
Morto il fondatore dello Studio Zeta e di Radio Zeta: addio ad Angelo Zibetti
Morto il fondatore dello Studio Zeta e di Radio Zeta: addio ad Angelo Zibetti
A Milano alberghi vuoti e disdette per i ristoranti: stimate perdite per 25 milioni di euro
A Milano alberghi vuoti e disdette per i ristoranti: stimate perdite per 25 milioni di euro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni