Piogge, addirittura nevicate in alta quota e un persistente calo delle temperature interesseranno l'Italia anche nelle giornate di oggi e domani grazie a nuove correnti fredde in arrivo dal Nord Europa: la situazione meteorologica continuerà, soprattutto al centrosud, a essere caratterizzata da una forte instabilità con numerosi improvvisi temporali e un calo termico decisamente insolito per il periodo. Venerdì giornata di tregua, con piogge per lo più confinate al Nord-Ovest: il sole tornerà a splendere nelle regioni centro-meridionali, le temperature subiranno un generale rialzo con valori non lontani dalle medie stagionali. Questa relativa tranquillità meteorologica tuttavia durerà poco: già sabato si affaccerà da ovest una nuova perturbazione che favorirà un peggioramento del tempo al Centro-Nord.

La giornata di oggi sarà complessivamente soleggiata solo su Valle d’Aosta e Piemonte, mentre nel resto del paese la situazione sarà decisamente diversa. Al mattino piogge deboli e sparse più probabili su Friuli, Veneto, sud-est della Lombardia, Emilia Romagna, nord delle Marche e della Sardegna. Nel pomeriggio i fenomeni si esauriranno nelle regioni nord-orientali, mentre aumenterà il rischio di piogge, rovesci e locali temporali sulle regioni peninsulari, est della Sicilia e Sardegna. Come spiega Meteo.it la quota neve è in deciso calo lungo l’Appennino centro-settentrionale, fin verso i 1000 metri su quello emiliano-romagnolo, intorno ai 1400-1500 su quello centrale. In serata tendenza a rasserenamenti su gran parte delle regioni settentrionali. Temperature in diminuzione al Nord, regioni centrali Tirreniche e Sardegna.

Anche domani, giovedì 16 maggio, persisteranno condizioni di instabilità al sud con precipitazioni in Calabria e Sicilia. Ampie schiarite fin dal mattino al Nord-Ovest e in Toscana; nel pomeriggio anche nel resto del Centro e in Sardegna. Il Nord-Est sarà coperto dalle nuvole e nel pomeriggio sviluppo di temporali sparsi su Alpi e Prealpi. Dalla serata qualche pioggia raggiungerà alto Piemonte e Valle d’Aosta, mentre al Sud l’instabilità sarà limitata alle zone Ioniche.