video suggerito
Guerra in Ucraina

Le notizie del 22 luglio sulla guerra in Ucraina

23 CONDIVISIONI

Le notizie del 22 luglio sulla guerra in Ucraina. Mosca e Kiev firmano l'accordo sul grano di Istanbul. Onu: "L'accordo un faro nel Mar Nero". Kiev: "Guerra può finire solo alle nostre condizioni". Lavrov: "Negoziati ora senza senso. Obiettivo non solo Donbass". Riaperto gasdotto Nord Stream 1. Casa Bianca stanzia altri 270 milioni in aiuti militari a Kiev

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
22:07

Zelensky: "Russia potrebbe provocare e screditare, Onu garantisca rispetto accordi su grano"

"Tutti capiscono che la Russia potrebbe provocare, screditare gli sforzi ucraini e internazionali. Ma abbiamo fiducia nelle Nazioni Unite. Ora è loro responsabilità garantire il rispetto dell'accordo" ha riferito Volodymyr Zelensky, presidente ucraino. Il leader di Kiev è convinto che l'Onu debba garantire il rispetto dell'accordo sull'esportazione di cereali ucraini raggiunto a Istanbul.

A cura di Gabriella Mazzeo
22:00

Usa-Ucraina: Blinken a colloquio con il ministro degli Esteri Kuleba

Il segretario di Stato usa, Antony Blinken, ha parlato con il ministro degli Esteri dell'Ucraina, Dmytro Kuleba. Blinken, riferisce il portavoce Ned Price, ha "espresso il suo apprezzamento per il viaggio della First Lady ucraina Olena Zelenska a Washington", con incontri che hanno permesso di approfondire la conoscenza dei costi umani causati dall'aggressione "russa e sottolineare il continuo impegno degli Stati Uniti per l'aiuto umanitario e l'assistenza al recupero per Ucraina. I due leader hanno anche parlato degli sforzi per risolvere la crisi globale della sicurezza alimentare derivante dal blocco deliberato da parte del Cremlino delle esportazioni agricole ucraine". Blinken ha quindi garantito ulteriori impegni di Washington a sostegno della sicurezza del popolo e del territorio ucraino.

A cura di Susanna Picone
21:31

Ucraina, Zelensky sente Johnson: "Sostegno Gb a Kiev resterà forte"

"Ho contatti regolati con Boris Johnson, un grande amico dell'Ucraina. Abbiamo parlato di come intensificare la formazione dei militari ucraini. Ho ricevuto assicurazioni sul fatto che il sostegno del Regno Unito all'Ucraina resterà forte e inequivocabile". Lo ha scritto su Twitter il presidente Zelensky.

A cura di Susanna Picone
21:00

Accordo sul grano "un passo positivo" secondo la Casa Bianca

Il portavoce della Casa Bianca, John Kirby, ha commentato l'accordo sul grano con l'Ucraina, definendolo "un passo positivo" e auspicando che "abbia un effetto favorevole sul mercato del grano". L'accordo concluso oggi a Istanbul è stato accolto con favore dagli Stati Uniti.

A cura di Susanna Picone
20:23

Zelensky accusa la Russia: "Hanno ucciso, distrutto città. Sono coperti di sangue"

Un cessate il fuoco che permetta alla Russia di mantenere il controllo sui territori ucraini occupati dall'invasione della Russia iniziata in febbraio prolungherà solo la guerra. Lo afferma il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky in un'intervista al Wall Street Journal, nella quale plaude agli alleati per continuare a consentire alla resistenza Ucraina di difendersi dalla Russia. Zelensky liquida le accuse di Mosca a Kiev per il rifiuto di trattare come un "delirio totale" di Putin. "Hanno ucciso, distrutto città. Sono coperti di sangue, e questo sangue è impossibile da sciacquare via".

A cura di Susanna Picone
19:52

Usa verso altri 270 milioni aiuti a Kiev, anche droni

La Casa Bianca si avvia ad annunciare ulteriori 270 milioni di dollari di aiuti all'Ucraina in assistenza militare. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali il pacchetto include droni Phoenix Ghost e quattro sistemi missilistici ad alta mobilità Himars.

A cura di Susanna Picone
18:52

Accordo sul grano, Draghi: "Ottima notizia, speriamo sia primo passo per la pace"

"Gli accordi firmati oggi a Istanbul da parte dell'Ucraina, della Russia, della Turchia e delle Nazioni Unite sono un'ottima notizia per tutta la comunità internazionale. Il successo di questo piano dipenderà dalla rapida e piena attuazione degli accordi firmati oggi. L'Italia si è fortemente impegnata negli scorsi mesi per sostenere l'iniziativa di mediazione della Turchia con il ruolo centrale delle Nazioni Unite. Auspichiamo che questi accordi rappresentino un primo passo verso concrete prospettive di pace, in termini che siano accettabili per l'Ucraina". Lo dice Mario Draghi in una dichiarazione.

A cura di Susanna Picone
18:39

Accordo sul grano, Erdogan: “Evitato incubo fame per il mondo”

"Oggi è una giornata storica, siamo fieri del nostro ruolo svolto in questa iniziativa che ha risolto la crisi alimentare mondiale. L'accordo di oggi riguarda tutte le nazioni del mondo, dall'Africa all'Asia, e stiamo evitando insieme l'incubo della fame globale" ha dichiarato il presidente Recep Erdogan dopo la firma a Istanbul.

A cura di Susanna Picone
18:19

Ucraina, per Mosca possibile sblocco del grano nei prossimi giorni

Ci sono le condizioni per sbloccare l'esportazione del grano dall'Ucraina "nei prossimi giorni". Lo dice il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, commentando l'accordo firmato a Istanbul da Russia e Ucraina. "Oggi ci sono i requisiti e tutte le soluzioni affinché questo processo inizi nei prossimi giorni", ha affermato Shoigu. "Stiamo parlando non solo dell'inizio dell'esportazione di prodotti agricoli dai porti ucraini, ma ovviamente anche di quella dei prodotti agricoli e dei fertilizzanti dai porti russi", ha aggiunto Shoigu.

A cura di Susanna Picone
17:27

 Onu: potranno uscire 5 milioni di tonnellate di grano ucraino al mese

Le Nazioni Unite prevedono che 5 milioni di tonnellate di grano al mese possano essere esportate dai porti ucraini. "Puntiamo a esportazioni mensili di circa 5 milioni di tonnellate", ha affermato un alto funzionario delle Nazioni Unite ai giornalisti presenti a Istanbul, come riportano le agenzie russe, osservando che questo era il livello prima dell'inizio dell'operazione speciale russa.

A cura di Susanna Picone
16:58

Guterres: "Accordo su export grano negli interessi di tutto il mondo"

"Un faro di speranza nel Mar Nero risplende" e "dobbiamo fare in modo che ci guidi verso il raggiungimento della pace". Lo ha dichiarato il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, commentando la firma dell'accordo tra Russia e Ucraina, con la mediazione di Onu e Turchia, che permette le esportazioni del grano attraverso corridoi sicuri nel Mar Nero e che scongiura una crisi alimentare mondiale. L'intesa "pone fine a un incubo per i Paesi in via di sviluppo", ha aggiunto sottolineando che il percorso che ha portato all'intesa è stato "arduo", i negoziati "estenuanti" e gli sforzi profusi "enormi". Secondo Guterres, "sono stati messi da parte gli interessi di parte ed è prevalso interesse dell'umanità" dal momento che "favorisce chi soffre la fame e la sete e stabilizza i prezzi". "Questa iniziativa deve essere pienamente attuata, perché il mondo ne ha un disperato bisogno per affrontare la crisi alimentare globale", ha proseguito Guterres, esortando "tutte le parti a non risparmiare sforzi per attuare i propri impegni". "Si tratta di un accordo senza precedenti tra due parti coinvolte in un sanguinoso conflitto – ha concluso – Ma questo conflitto continua e le persone muoiono ogni giorno".

A cura di Susanna Picone
16:28

Grano, Russia e Ucraina firmano l'accordo di Istanbul

La Russia e l'Ucraina hanno firmato oggi a Istanbul l'accordo per il trasporto in sicurezza attraverso i porti ucraini sul Mar Nero del grano e delle derrate alimentari e dei fertilizzanti dagli scali russi. Ad assistere alla firma tra i due Paesi in guerra il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, e il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan.

A cura di Susanna Picone
16:12

Onu dice che l'accordo di oggi sul grano "è un faro nel Mar Nero"

"L'accordo di oggi sul grano è un faro nel Mar Nero". Così il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres definisce l'intesa a Istanbul tra Russia, Ucraina e Onu con la mediazione della Turchia per lo sblocco del grano dai porti ucraini.

A cura di Susanna Picone
15:44

Il ministro russo Shoigu a Istanbul per firma accordo export grano

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu è a Istanbul per firmare l'accordo con Ucraina, Turchia e Onu per facilitare le esportazioni di grano attraverso il Mar Nero. Lo ha reso noto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, chiarendo tuttavia che la Russia "non farà le cose in modo affrettato". Peskov ha poi citato le parole del presidente russo sull'importanza dell'accordo: "Putin ha detto che, sullo sfondo della crisi alimentare che si sta avvicinando, è molto importante sbloccare le rotte di approvvigionamento verso i mercati mondiali di fertilizzanti, cibo e grano".

A cura di Susanna Picone
15:14

L'accordo sul grano tra Russia e Ucraina è una buona notizia per l’Ispi

Fanpage.it ha intervistato Davide Tentori, ricercatore presso l’Osservatorio Geoeconomia di Ispi sull’accordo sull’export del grano tra Russia e Ucraina: “Intesa importante per la crisi alimentare globale. È segnale che lascia trasparire un certo ottimismo anche per l’evoluzione della guerra”.

A cura di Susanna Picone
14:46

Ucraina, Erdogan su crisi grano: "Daremo buone notizie al mondo"

"A breve", con la cerimonia di firma dell'accordo a Istanbul, saranno "superati i problemi sulla questione del grano" e "daremo buone notizie al mondo". Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, durante un evento a Istanbul, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Anadolu.

A cura di Susanna Picone
14:06

L'Ucraina ha firmato l'accordo sul grano con Turchia e Onu

L'Ucraina ha firmato la sua parte dell'accordo sul grano con la Turchia e l'Onu, come riporta il media ucraino ‘Strana.ua', ripresa da Tass. "Ucraina, Turchia e Onu hanno firmato l'accordo sull'export di grano. Il documento è stato firmato dal ministro delle Infrastrutture ucraino Oleksandr Kubrakov, dal ministro della Difesa turco
Hulusi Akar e dal segretario generale dell'Onu António Guterres", afferma il quotidiano sostenendo che lo stesso documento dovrebbe essere firmato dai russi.

A cura di Susanna Picone
13:57

Ucraina, arrivata a Istanbul delegazione di Kiev per accordo grano

La delegazione ucraina guidata dal ministro per le Infrastrutture, Oleksandr Kubrakov, è arrivata a Istanbul, in Turchia, per la prevista firma dell'accordo sul grano. "La parte ucraina ha avuto un incontro con il Segretario
generale dell'Onu, Antonio Guterres – ha fatto sapere il ministero delle Infrastrutture sui social – il
Segretario generale ha ancora una volta espresso il proprio sostegno perché vengano sbloccati i porti ucraini e ha assicurato che la sicurezza è una priorità assoluta per le Nazioni Unite".  "Da parte sua, l'Organizzazione farà del suo meglio per garantire che questo principio sia rispettato da tutti i partecipanti ai negoziati", ha aggiunto il ministero.

A cura di Susanna Picone
13:33

Kiev firmerà l'accordo con Turchia e Onu, non con Mosca

L'Ucraina firmerà l'accordo sul grano con Turchia e Onu, stessa cosa farà la Russia. Quindi non ci sarà un accordo diretto tra le Kiev e Mosca. Lo precisa l'ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato dalla Tass. L'accordo sul grano non presuppone che navi russe scortino i cargo ucraini. Lo specifica un consigliere presidenziale ucraino citato dalla Tass. Inoltre, in caso si rendessero necessarie ispezioni ai cargo di Kiev nel Mar Nero a condurle saranno gruppi congiunti.

A cura di Susanna Picone
13:07

Gas, anche Italia orientata a dire no al piano Ue

Anche l'Italia è orientata a dire ‘no' al piano Ue per il taglio del 15% del consumo di gas, nel periodo dal primo agosto al 31 marzo, concepito sui principi di unità e solidarietà. Lo apprende l'Agi da fonti di governo.

L'orientamento è emerso da una mattinata di contatti avuti con gli altri governi europei, come la Spagna, al termine della quale, pur restando fermi i principi di solidarietà, è stato giudicato troppo "drastico" il taglio del 15% dei consumi di gas. Per questo motivo, l'Italia è orientata a esprimere il suo dissenso.

A cura di Ida Artiaco
12:54

Scholz (Germania): "Prezzi del gas aumenteranno, pronti a misure di aiuto"

I prezzi del gas aumenteranno, anche come conseguenza del pacchetto di salvataggio di Uniper. Lo ha detto Olaf Scholz garantendo che ci saranno nuove "misure di alleggerimento per i cittadini". Gli aumenti sono previsti per l'1 settembre e per l'1 ottobre.

A cura di Ida Artiaco
12:40

Ue sanziona anche il club motociclistico dei Nightwolves

Il Consiglio Ue allunga ancora la lista dei soggetti sanzionati in Russia per la guerra in Ucraina, aggiungendo 54 persone fisiche e 10 persone giuridiche, in aggiunta al pacchetto di mantenimento e allineamento approvato ieri. Tra i sanzionati, spiega l'Alto Rappresentante Josep Borrell, c'è anche il club motociclistico dei Nightwolves, Nochnye Volki in russo, nato negli anni 80 in Unione Sovietica e ispirato agli Hells Angels americani.

Diversamente dai bikers californiani, però, i Lupi della Notte russi sono molto vicini al potere, tanto da essere soprannominati ‘Putin's Angels‘, gli angeli di Putin. Il presidente russo è membro onorario dei Nochnye Volki, che hanno un piccolo impero commerciale, e ha anche sfilato con loro a bordo di una Harley Davidson a tre ruote, riferisce lo storico militare Joseph Micallef su Militaria.com.

Devoti alla Chiesa ortodossa, sono anti-gay, anti-femministi e antioccidentali. In più, funzionano come una milizia di complemento per Putin. Oltre al club, viene colpito con il congelamento dei beni e il divieto di viaggiare nell'Ue il suo fondatore, Alexander Zaldostanov, nato in Crimea nel 1963.

A cura di Ida Artiaco
12:30

Cremlino: "Accordo sul grano importante contro crisi alimentare"

La Russia ritiene che l'accordo sul grano con l'Ucraina sia "importante perché i canali di approvvigionamento del mercato globale dovrebbero essere sbloccati a causa dell'incombente crisi alimentare". Lo afferma il Cremlino, come riporta la Tass.

A cura di Ida Artiaco
11:51

Oggi telefonata Putin-Lukashenko

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo bielorusso, Alexander Lukashenko. I due leader, riferisce il Cremlino, hanno discusso dell'agenda bilaterale e di questioni internazionali alla luce di quanto emerso durante il vertice in Iran al quale ha partecipato Putin.

A cura di Ida Artiaco
11:44

Cos’è il piano di razionamento del gas che sta preparando l’UE e quali sono le alternative

Gianni Silvestrini, Direttore scientifico di Kyoto Club: “Dobbiamo ‘prepararci all’impatto’, Putin potrebbe chiedere del tutto i rubinetti del gas. Giusto il piano di razionamento, serve maggiore sobrietà da parte dei cittadini. E soprattutto: urge spingere sulle energie rinnovabili”.

A cura di Ida Artiaco
11:43

Ministro russo Shoigu a Istanbul per firmare l'accordo sul grano

Il ministro della Difesa russo Shoigu è arrivato a Istanbul per firmare l'accordo sul grano raggiunto tra Russia, Ucraina e Onu con la mediazione della Turchia. Lo riferisce la Tass che riporta Haberturk tv.

A cura di Ida Artiaco
11:29

Lavrov: "Non siamo responsabili crisi alimentare, manteniamo impegni"

La Russia non è responsabile della crisi alimentare e continuerà a fornire cibo ed energia, rispettando gli accordi internazionali. Lo ha sottolineato  il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, in un editoriale pubblicato da diversi giornali alla vigilia della sua missione in Africa. "Le speculazioni della propaganda occidentale e ucraina secondo cui la Russia sta esportando la fame sono assolutamente infondate", ha scritto Lavrov, precisando che i problemi sono iniziati durante la pandemia di coronavirus, quando "l'Occidente ha utilizzato i suoi soldi" per deviare le catene di merci e alimentari, "peggiorando così la situazione dei Paesi in via di sviluppo dipendenti dalle importazioni di cibo. La Russia continuerà ad adempiere coscienziosamente ai propri obblighi ai sensi dei trattati internazionali in merito all'esportazione di cibo, fertilizzanti, fonti energetiche e altri beni vitali per l'Africa", ha aggiunto.

A cura di Ida Artiaco
11:12

Mosca: "Da sanzioni Ue conseguenze devastanti per sicurezza"

La portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova reagisce duramente al nuovo pacchetto di sanzioni Ue sostenendo che "tale approccio comporta conseguenze devastanti per l'economia e la sicurezza globale. Il Consiglio dell'Ue ha annunciato – afferma Zakharova  in un commento pubblicato sul sito web del Ministero degli Esteri – l'estensione delle misure restrittive unilaterali contro la Russia. È quindi con immancabile perseveranza che l'Ue continua a portarsi in una situazione di stallo. Sullo sfondo della chiara mancanza di speranza e dell'inutilità della politica di pressione sulla Russia che dura da anni, le conseguenze devastanti delle sanzioni dell'UE per vari segmenti dell'economia e della sicurezza globale, compresi gli Stati membri dell'Ue, stanno diventando sempre più evidenti". Le nuove restrizioni "perseguono esplicitamente l'obiettivo di minare le attività economiche esterne del nostro Paese, anche nel settore agricolo", sostiene la portavoce del ministero degli esteri russo. Tra gli obiettivi dell'Ue vi è quello di "limitare l'uso dei fondi nei conti presso le banche dell'UE e al di fuori di essa e di rendere impossibile il transito senza ostacoli delle merci attraverso il territorio/le acque dei Paesi membri dell'UE", ha aggiunto.

A cura di Ida Artiaco
11:01

Regioni separatiste filo-russe bloccano Google 

Le regioni separatiste filo-russe nell'Ucraina orientale bloccano Google. Lo riferiscono le autorità ribelli. Le autorità delle due regioni separatiste filorusse nell'est dell'Ucraina hanno annunciato di aver bloccato sul loro territorio il motore di ricerca Google accusandolo di "promuovere" la violenza contro i russi. Google "promuove il terrorismo e la violenza contro i russi, in particolare la popolazione del Donbass. Noi abbiamo deciso di bloccare Google sul territorio" del Donetsk, ha affermato uno dei responsabili separatisti, Denis Pouchiline, in un comunicato. Ieri, uno dei responsabili in Lugansk, Leonid Passetchnik, aveva annunciato di aver preso lo stesso provvedimento.

A cura di Ida Artiaco
10:59

Usa: "Bene intesa per sblocco export grano"

Gli Stati Uniti "accolgono positivamente" la notizia dell'accordo per lo sblocco delle esportazioni del grano dall'Ucraina. Lo ha dichiarato alla stampa il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price, alla vigilia della firma dell'intesa a Istanbul alla presenza delle delegazioni russa e ucraina, del presidente turco Recep Tayyip Erdogan e del segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.

A cura di Ida Artiaco
23 CONDIVISIONI
4346 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views