Conflitto in Ucraina
2 Giugno 2022
07:00
AGGIORNATO02 Giugno

Le notizie del 2 giugno sulla guerra in Ucraina

Cosa è successo nel 99esimo giorno di guerra in Ucraina. La Russia avvia esercitazioni nucleari nella provincia a nordest di Mosca. Cremlino: "Non chiudiamo la finestra verso l’Europa". Via libera ambasciatori Ue a sesto pacchetto sanzioni. I russi controllano la maggior parte di Severodonetsk: almeno 12mila civili intrappolati. Zelensky ammette: “Perdiamo dai 60 ai 100 soldati al giorno, non abbiamo forze per contrattaccare”.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina
02 Giugno
22:55

Collettivo filo russo Killnet attacca siti web porti italiani

Siti web delle principali autorità portuali italiane sotto attacco informatico nelle ultime ore. L'offensiva – di tipo DDoS – ha ‘saturato' più di un indirizzo ma la difesa si è rivelata efficace e al momento l'unico sito ancora irraggiungibile è quello del porto di Venezia. Polizia postale al lavoro.
La ‘firma' dell'attacco è ancora una volta quella del collettivo filo russo Killnet, che proprio oggi sul suo canale italiano chiama ‘alle armi' i ‘fratelli italiani'.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
22:35

Kiev: Russi hanno rubato attrezzature dalla centrale nucleare di Chernobyl per 135 milioni di dollari

L'esercito russo avrebbe rubato attrezzature dalla centrale nucleare di Chernobyl per 135 milioni di dollari, lo afferma il capo dell'Agenzia di Stato dell'Ucraina per la gestione della zona di esclusione Yevhen Kramarenko. "Dopo la partenza dell'esercito russo, nella centrale sono scomparsi 698 computer, 344 veicoli, 1.500 dosimetri, nonché quasi tutte le attrezzature antincendio e le attrezzature indispensabili per la stazione" ha speigato Kramarenko al Washington Post. Secondo lui, parte dell'attrezzatura rubata era dotata di localizzatori GPS e alcuni di loro stanno ancora trasmettendo dati sulla loro posizione in Bielorussia

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
21:57

Osce vota nuova indagine sui crimini di Bucha 

Durante la riunione del Consiglio permanente dell'Osce, una cordata di 44 Paesi su 56, tra cui Usa e Paesi Ue, hanno nuovamente invocato il cosiddetto meccanismo di Mosca sul conflitto in Ucraina, ovvero l'obbligo di istituire in seno all'Osce una missione di raccolta prove su casi di crimini di guerra e violazione dei diritti umani. Una missione dello stesso genere era già stata portata a termine in aprile con un report che indicava la presenza di "chiare evidenze di violazioni diritti umani", ma i dati presi in analisi non comprendevano le uccisioni di Bucha e Irpin, i cui territori sono tornati sotto il controllo di Kiev successivamente alla chiusura delle indagini dell'Osce.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
21:32

Medvedchuk rischia 15 anni e confisca beni

L'ufficio indagini statale dell'Ucraina ha completato le indagini penali nei confronti dell'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk, catturato ad aprile dopo la fuga dagli arresti domiciliari nei primi giorni della guerra e accusato di tradimento a favore di Mosca. L'ex deputato ucraino rischia fino a 15 anni di carcere e la confisca dei beni. Gli atti d'accusa sono stati trasmessi al tribunale e alla difesa. Lo ha annunciato lo stesso ufficio, citato dai media locali.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
20:58

007 Usa: Putin ha il cancro, sottoposto a cure in aprile 

Vladimir Putin sarebbe malato di cancro e si sarebbe  sottoposto ad alcune cure in aprile. Lo riporta Newsweek citando l'intelligence americana secondo la quale il presidente russo sarebbe scampato a un attentato a marzo. Gli 007 statunitensi sono preoccupati da un Putin sempre "più paranoico" che rende la guerra in Ucraina imprevedibile. Nel riferire le loro valutazioni a Newsweek, i funzionari americani mettono in guardia sul fatto che il crescente isolamento di Putin rende più difficile per l'intelligence fornire una valutazione accurata sullo stato di salute fisica e mentale di Putin.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
20:29

Filorussi annunciano nazionalizzazione di beni statali nella regione occupata di Zaporizhzhia

Funzionari filo-russi nella regione occupata di Zaporizhzhia in Ucraina hanno affermato che è stato emesso un decreto per "nazionalizzare" i beni statali nella regione sud-orientale. Il vice capo dell'amministrazione imposta da Mosca, Andrei Trofimov, ha affermato che la nazionalizzazione influenzerà la terra, le risorse naturali, le strutture in settori strategici dell'economia, nonché le proprietà precedentemente del governo dell'Ucraina fino all'invasione russa.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
20:03

Kiev: in Ucraina più di 30 milioni di ettari da sminare

In Ucraina ci sono di 30 milioni di ettari dell'Ucraina devono essere sminati. Lo ha annunciato oggi il ministro degli Affari interni Denys Monastyrskyi durante il telethon di United News, dove sono state discusse le questioni dello sminamento e della sicurezza dei cittadini. Lo sminamento delle regioni di Kiev, Sumy, Chernihiv e Kharkiv è in corso e sono già stati liberati dagli ordigni oltre 2,7 milioni di ettari. "Coinvolgiamo squadre straniere di pirotecnici e le loro attrezzature – ha detto – Anche perché solo nel mese di maggio ci sono già stati 15 casi di esplosioni che hanno coinvolto i cittadini".

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
19:44

Stoltenberg (Nato): Occidente si prepari a guerra lunga in Ucraina

"L'Occidente si deve preparare a una guerra di usura a lungo termine in Ucraina": lo ha detto a Washington il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. "Spetta all'Ucraina decidere se cedere territorio alla Russia per negoziare la fine della guerra" ha aggiunto Stoltenberg. Il segretario generale della Nato ha affermato che l'alleanza è in contatto con la Turchia per trovare una "via unita" in avanti per affrontare le preoccupazioni di Ankara sulla richiesta di Svezia e Finlandia di aderire al patto. Stoltenberg ha detto che nei prossimi giorni convocherà alti funzionari di Finlandia, Svezia e Turchia a Bruxelles per discutere la questione.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
19:10

La Svezia approva il nuovo pacchetto di aiuti per l'Ucraina

La Svezia approva il nuovo pacchetto di aiuti per l'Ucraina. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri svedese Ann Lindeche . Il pacchetto include missili antinave, armi anticarro e fucili, oltre a munizioni. La Svezia fornirà all'Ucraina anche un sostegno finanziario. L'importo totale dell'assistenza sarà di oltre 95 milioni di euro, ha affermato Linde in una nota. Oggi, il ministro della Difesa svedese Peter Hultkvist ha annunciato il trasferimento di assistenza finanziaria e armi all'Ucraina, ha riferito l'Associated Press. Ha sottolineato che i missili che l'Ucraina può ricevere dalla Svezia sono in grado di colpire obiettivi a terra e in acqua. Il precedente pacchetto di aiuti della Svezia all'Ucraina è stato approvato ad aprile. Comprendeva 5.000 lanciagranate e attrezzature per lo sminamento.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
18:45

Von der Leyen: bene Opec su petrolio, aiuta a diversificare da Russia  

"Do il benvenuto alla decisione dell'Opec di aumentare la produzione perché questo ci renderà il lavoro più facile a diversificare le nostro forniture e a rinunciare al petrolio russo". Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen a Varsavia.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
18:03

L'obiettivo russo ora è la città di Lysychansk

Le forze russe continuano a stringere la morsa su Severodonetsk, che nel 2014 divenne il centro amministrativo ucraino dell'Oblast di Lugansk dopo la caduta del capoluogo in mano ai separatisti. Come a Mariupol, i difensori superstiti sono asserragliati nella zona industriale. Le forze ucraine sembrano però dare la città ormai per persa e si preparano alla difesa di Lysychansk, dall'altro lato del fiume Severij Donec, la cui conquista consegnerebbe ai russi il controllo dell'intero Lugansk. Per evitare combattimenti lungo il corso d'acqua, sul quale i ponti sono stati fatti saltare, le forze del Cremlino stanno attaccando in queste ore il villaggio di Berestove, posizionato sullo snodo autostradale che collega Lysychansk con il resto del Paese.

A cura di Antonio Palma
02 Giugno
17:46

Kiev: "Se perdessimo centrale Zaporizhzhia potremmo spegnerla"

Se dovesse perdere la gestione delle operazioni nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, che si trova in un'area sotto controllo russo, l'Ucraina potrebbe decidere di spegnerla. Lo ha detto un consigliere del primo ministro di Kiev, citato sui media internazionali. "Finche' i comandi di controllo vengono eseguiti, non lo bloccheremo. Ma viene anche preso in considerazione lo scenario in cui potrebbe finire completamente fuori dal nostro controllo e noi lo blocchiamo", ha spiegato.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
17:28

Il missile nucleare russo Yars può colpire a 10 mila chilometri di distanza

I temibili missili RS-24 Yars sono stati testati delle forze armate russe nelle esercitazioni delle ultime ore a Ivanovo, a nord-est di Mosca.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
17:10

Cosa succederà all’economia di Putin con l’embargo sul petrolio UE

L’embargo dell’Ue al petrolio russo può costare a Mosca dai 20 ai 60 miliardi di dollari all’anno, un danno enorme e solo in parte compensato da aumento dei prezzi e maggiori vendite in Asia

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
16:17

Via libera ambasciatori Ue a sesto pacchetto sanzioni

Il sesto pacchetto delle sanzioni anti-russe, che include l'embargo graduale al petrolio in arrivo via mare in Europa con deroghe per il greggio trasportato via oleodotti, è stato adottato dalla riunione degli ambasciatori dei 27 Paesi membri.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
16:04

Fonti Ue, patriarca Kirill escluso da lista nera sanzioni

Il patriarca Kirill è stato tolto dalla lista nera dal sesto pacchetto delle sanzioni Ue. E' quanto si apprende da fonti europee.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
15:00

 Zelensky: "20% del nostro territorio occupato dai russi, oltre 200 mila bambini deportati"

Circa il 20% del territorio ucraino è occupato oggi dalle forze russe. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelenskiy, nel suo intervento al parlamento del Lussemburgo, precisando che le linee del fronte di battaglia si estendono per oltre 1.000 chilometri. "Dobbiamo difenderci da quasi tutto l’esercito russo. Tutte le formazioni militari russe pronte al combattimento sono coinvolte in questa aggressione", ha aggiunto. Zelensky ha poi precisato che ogni giorno nell’est del paese muoiono circa 100 ucraini e altre 450-500 persone rimangono ferite.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
14:48

M5S: "Salvini su Ucraina taccia, sua credibilità sotto zero"

"Con le sue ridicole dichiarazioni Matteo Salvini getta discredito non solo verso il Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana, ma anche verso l'intero governo italiano di cui fa parte. Il Ministro Di Maio e' stato lodato dal collega ucraino Dmytro Kuleba che lo ha definito in una recente intervista ‘un politico capace che rispetta gli impegni'". Cosi' Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Coordinatore del Comitato Relazioni europee e internazionali del M5s, replica al segretario della Lega. "La verita' e' che con questi attacchi Salvini vuole sollevare polveroni per coprire l'assordante fallimento della sua pseudo-missione a Mosca che e' stata criticata, peraltro, persino dentro il suo partito. Consigliamo a Salvini di tacere e di pensare alla credibilita' zero, anzi sotto zero, che ha lui all'estero, visti anche i suoi consolidati rapporti con Le Pen, AfD e Orban, il quale sta peraltro paralizzando l'azione esterna dell'Ue con i suoi ricatti. Al Ministro Di Maio – conclude – e a tutta la rete diplomatica del nostro Paese va invece la nostra solidarieta' e ringraziamento per il costante e assiduo lavoro svolto"

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
14:26

Cremlino, "la Russia non chiude la finestra verso l'Europa"

La Russia non intende "chiudere la finestra" verso l'Europa, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, che ha insistito: "Non abbiamo intenzione di chiudere nulla". Lo riporta la Bbc.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
13:37

Sindaco Mariupol: "Funzionario ucraino giustiziato da russi"

"Nel distretto di Mariupol, le forze russe di occupazione uccidono o mettono in prigione amministratori pubblici, funzionari, volontari ucraini, chiunque si rifiuti di collaborare". Lo ha scritto il Comune di Mariupol su Telegram citando il sindaco Vadym Boychenko, riporta Ukrinform. Secondo il sindaco, un funzionario pubblico è stato giustiziato da un plotone di esecuzione. Inoltre il tribunale della Dpr ha condannato il sindaco di una cittadina a 10 anni di carcere, decine di volontari sono detenuti a Olenivka. "Anche un giudice ucraino è in attesa della sentenza della Dpr, ed è stato torturato", ha detto Boychenko.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
13:14

Colpito monastero a Svyatogorsk, tre morti  

E' stato colpito il monastero ortodosso della Santa Dormizione a Svyatogorsk. Durante il bombardamento, avvenuto il 30 maggio, "sono rimasti uccisi l'archimandrita Galaktion, il monaco Aristokliy e suor Varvara". Altri tre monaci sono rimasti feriti mentre non si conosce il numero di morti e feriti tra i laici. Lo riferisce Hilarion, Metropolita di Donetsk e Mariupol. Lo storico monastero e' della Chiesa ortodossa che e' sotto l'ombrello del Patriarcato di Mosca.

A cura di Biagio Chiariello
02 Giugno
12:40

Il Cremlino: "Le forniture di armi occidentali causeranno più sofferenze all'Ucraina"

"La Russia raggiungerà gli obiettivi della sua operazione speciale, ma le forniture di armi occidentali causeranno più sofferenze all'Ucraina". Il monito è arrivato dal portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. "Il proseguimento di forniture di armi a Kiev porterà ulteriori sofferenze alla stessa Ucraina, che è strumento dei Paesi-fornitori", ha detto il portavoce.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
12:16

Zelensky: "La catastrofe che sta vivendo il mondo è colpa della Russia, aumentare le pressioni su Mosca"

"La catastrofe che sta vivendo il mondo per colpa dello Stato russo ricorda la Seconda guerra mondiale, quando l'aggressione nazista minacciò la vita di intere nazioni. Per questo, dobbiamo aumentare in modo significativo la pressione sulla Russia per fermare questa catastrofe e prevenire tali aggressioni". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo discorso al Parlamento del Lussemburgo.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
11:34

Kharkiv, nei bombardamenti russi morta una civile ucraina

Una donna ucraina ha perso la vita e un uomo è stato ferito a causa dei bombardamenti russi che nella notte hanno colpito la città di Kharkiv, nell'Ucraina orientale al confine con la Russia. Lo rende noto l'amministrazione regionale sottolineando che nell'attacco è stata colpita una scuola.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
11:05

Berlusconi dice che la Russia ha già perso, ma ora l’Europa deve cambiare

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi sostiene che Putin ha già perso la sua partita contro l’unità dell’Occidente, ma invita l’Europa a cambiare e a non dare per scontata la democrazia liberale. "Di fronte ad una innegabile aggressione da parte russa nei confronti di un Paese neutrale, di fronte ad una palese violazione del diritto internazionale e delle stesse regole in vigore anche in tempo di guerra, l'Europa e l'Occidente una volta tanto hanno saputo reagire in modo equilibrato, fermo e soprattutto unitario – sottolinea l'ex presidente del Consiglio – Da questo punto di vista, la Russia ha già perso la sua partita: se considera l'Occidente un avversario, oggi ha di fronte un avversario molto più unito e più determinato di quanto fosse accaduto negli ultimi anni".

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
10:30

Zelensky: "I russi hanno deportato 200mila bambini ucraini"

La Russia ha deportato oltre 200mila bambini dall'Ucraina. A dichiararlo il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un videomessaggio rivolto alla nazione. "La Russia deporta con la forza sia adulti che bambini. Questo è uno dei crimini di guerra più efferati. In totale, più di 200 mila bambini ucraini sono stati deportati finora. Sono orfani dagli orfanotrofi, bambini con genitori e minori non accompagnati", ha sostenuto Zelensky.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
09:59

Peskov: "Cessata qualsiasi interazione tra Cremlino e Casa Bianca"

Qualsiasi interazione tra il Cremlino e la Casa Bianca è praticamente cessata. Lo ha dichiarato questa mattina il portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov, all'agenzia di stampa "Ria Novosti". "Ora tutti i contatti sono praticamente assenti", ha sottolineato Peskov. Ieri l'ambasciatore generale del ministero degli Esteri russo, Grigorij Mashkov, aveva affermato che la possibilità di raggiungere compromessi con gli Stati Uniti in tutte le piattaforme multilaterali è stata ridotta al minimo dopo il 24 febbraio "a causa della posizione di Washington e dei suoi alleati".

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
09:42

Mattarella alla cerimonia del 2 giugno: "La Repubblica è impegnata a costruire la pace"

"La Repubblica è impegnata a costruire condizioni di pace e le sue Forze Armate, sulla base dei mandati affidati da Governo e Parlamento, concorrono a questo compito". Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone in occasione della Festa della Repubblica.

Scrive Mattarella:

L’attuale contesto internazionale ci interroga profondamente su come sia possibile garantire oggi il bene indivisibile della pace. Le aggressioni ai civili, le devastazioni delle città nel cuore della nostra Europa, pensavamo appartenessero a un passato remoto, ma la drammatica cronaca di questi giorni ci ricorda come stabilità e pace non sono garantite per sempre.

La pace non si impone da sola ma è frutto della volontà e dell’impegno concreto degli uomini e degli Stati. Una pace basata sul rispetto delle persone e della loro dignità, dei confini territoriali, dello stato di diritto, della sovranità democratica; una pace basata sull’utilizzo della diplomazia come mezzo di risoluzione delle crisi tra Nazioni; una pace basata sul rispetto dei diritti umani.

L’Italia e tutta la comunità internazionale, hanno un ruolo centrale nel favorire il dialogo. Dobbiamo farlo uniti, insieme. La nostra esperienza ci ha mostrato come si possa costruire una convivenza stabile e duratura, anche all’indomani di conflitti sanguinosi.

Lo ribadiamo oggi mentre siamo a fianco dell’aggredita Ucraina. La Repubblica è impegnata a costruire condizioni di pace e le sue Forze Armate, sulla base dei mandati affidati da Governo e Parlamento, concorrono a questo compito.

Come settantasei anni fa ribadiamo le ragioni che hanno spinto il popolo italiano, dopo le sofferenze di due guerre mondiali e della dittatura, a percorrere il lungo cammino verso uno Stato democratico, i cui valori di libertà, pace, uguaglianza e giustizia, diventarono i principi di supremo riferimento per i cittadini e il Paese.

Le Forze Armate, protagoniste in questo percorso, in Italia e all’estero, si confermano una risorsa preziosa, come evidenziato anche dalle vicende della gestione della pandemia.

I riconoscimenti che pervengono alle nostre Forze Armate sono la prova eloquente della qualità del loro impegno e della credibilità che si sono conquistati.

Ai soldati, marinai, avieri, carabinieri, finanzieri e al personale civile, di ogni ordine e grado giungano, in questo giorno di festa, l’apprezzamento e la gratitudine per il servizio offerto alla comunità.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
09:05

La ministra Lamorgese dice che il blocco del grano ucraino causerà l’arrivo di migranti dall’Africa

La ministra dell’Interno lancia l’allarme sulla crisi alimentare che rischia di colpire i Paesi più poveri, per via del grano bloccato in Ucraina: “Bisogna agire in fretta, altrimenti ci troveremo di fronte a un’emergenza umanitaria con un aumento dei flussi migratori diretti verso le frontiere della Ue”.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
08:57

Il Cremlino: "Kiev ha congelato i negoziati su pressione dei suoi curatori"

La Russia ha chiaramente espresso le sue richieste all'Ucraina, ma Kiev ora ha scelto di "congelare" i negoziati, probabilmente sotto pressione dei "suoi curatori" esterni. A dirlo a Ria Novosti il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, riferendosi pur senza nominarli esplicitamente agli Stati Uniti. "La parte russa ha espresso chiaramente le sue richieste. Sono ben note a Kiev, ma le autorità ucraine stanno congelando i negoziati", ha detto Peskov, aggiungendo che Kiev rifiuta i colloqui. "A quanto pare, sotto la pressione dei suoi curatori, l'Ucraina preferisce un'altra opzione", ha sottolineato il portavoce della presidenza russa.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
08:28

Grano, domani il presidente dell'Unione africana incontrerà Putin

Il presidente senegalese, Macky Sall, anche attuale presidente dell'Unione africana, terrà domani a Sochi, sul Mar Nero, colloqui con il suo omologo russo Vladimir Putin. Lo ha reso noto l'ufficio dello stesso Sall in una nota. Questa visita "fa parte degli sforzi compiuti dalla presidenza di turno dell'Unione per contribuire a sedare la guerra in Ucraina e a liberare le scorte di cereali e fertilizzanti, il cui blocco colpisce in particolare i Paesi africani", si spiega nella nota.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
08:17

Il Regno Unito fornirà a Kiev sistemi missilistici M270 a lungo raggio

Il Regno Unito ha confermato che fornirà all'Ucraina sistemi missilistici M270 a lungo raggio. Ad annunciarlo il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace alla Cnn, precisando che questo passaggio è stato "strettamente coordinato" con la decisione degli Stati di fornire all'Ucraina il sistema HIMARS.   Il governo britannico ha anche affermato che l'esercito ucraino verrà addestrato a utilizzare i lanciarazzi nel Regno Unito in modo da massimizzarne l'efficienza.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
08:04

I russi controllano l'80% di Severodonetsk

Proseguono i combattimenti nelle strade di Severodonetsk: le forze russe controllano ormai circa l'80% di questa città strategica dell'Ucraina orientale. A rivelarlo il  capo dell'amministrazione militare regionale del Lugansk, Serhiy Gayday, secondo quanto riporta la Cnn.  "In alcune strade, i nostri difensori hanno successo", ha detto Gayday sottolineando che sei soldati russi sono stati catturati. I combattimenti continuano anche nei villaggi a sud e a ovest della città, mentre le truppe di Mosca cercano di circondare completamente le difese ucraine.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
07:42

Breccia: "10mila soldati ucraini rischiano di rimanere intrappolati in una sacca"

Il professor Gastone Breccia
Il professor Gastone Breccia

Il professor Gastone Breccia, storico ed esperto di teoria militare: “Diecimila soldati ucraini rischiano di restare intrappolati in una sacca la cui estremità nordorientale è rappresentata da Severodonetsk, mentre la base si trova nei pressi di Bilohorivka”.

A cura di Davide Falcioni
02 Giugno
07:06

Russia-Ucraina, le news di oggi 2 giugno sulla guerra

In Ucraina si continua a combattere. I russi hanno ormai il controllo di Severodonetsk: almeno 12mila civili intrappolati. Mosca avvia esercitazioni nucleari nella provincia a nordest di Mosca. Gli StatiUniti pronti a inviare a Kiev sistemi missilistici avanzati HIMARS. Zelensky ammette: “Perdiamo dai 60 ai 100 soldati al giorno, non abbiamo forze per contrattaccare”. Gazprom blocca forniture di gas a decine di aziende europee. Bombe russe colpiscono impianto chimico a Severodonetsk. Draghi: "Italia accontentata sul tetto al prezzo del gas".

A cura di Davide Falcioni
2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni