23 aprile 14:02 Di Maio: “Fico interpreterà al meglio il mandato che riceverà da Mattarella”

"Oggi il presidente Mattarella ha convocato il presidente della Camera Roberto Fico per assegnargli un mandato. Faccio un grosso in bocca al lupo a Roberto e sono sicuro che interpreterà al meglio quanto sarà richiesto dal capo dello Stato". Lo scrive su Twitter il capo del M5s Luigi Di Maio.

23 aprile 12:37 Mattarella convoca Fico al Quirinale: gli affiderà il mandato esplorativo

Foto: Twitter/Quirinale
in foto: Foto: Twitter/Quirinale

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato al Quirinale per oggi pomeriggio, alle ore 17, il presidente della Camera Roberto Fico. Dopo il fallimento del mandato esplorativo affidato alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il capo dello Stato dovrebbe conferire un compito molto simile anche a Fico. L'ipotesi più probabile è che al presidente dell'aula di Montecitorio spetti il compito di verificare la possibilità di un accordo tra MoVimento 5 Stelle e Partito Democratico.

23 aprile 11:33 Di Maio: “Voto in Molise è richiesta di cambiamento, fiduciosi di dare un governo al Paese”

Nonostante la sconfitta alle elezioni regionali in Molise, ma con la contemporanea affermazione del MoVimento 5 Stelle come primo partito (col 31,5%), Luigi Di Maio si dice ottimista sulla formazione del nuovo governo e sul ruolo del M5s al suo interno. "Questo risultato – afferma su Facebook riferendosi alle elezioni in Molise – è la dimostrazione che una larga parte del Paese ci chiede con forza di archiviare la vecchia politica e di far partire un governo del cambiamento. Non intendo lasciare questa richiesta inascoltata. Rimaniamo concentrati su questo obiettivo, fiduciosi di poter arrivare a dare al Paese un governo che finalmente lavori per i cittadini".

Di Maio ringrazia Andrea Greco, candidato del MoVimento alle regionali ma uscito sconfitto dalle urne: "Voglio dirgli grazie per l’impegno e la passione con cui ha portato avanti una campagna elettorale non facile. Il MoVimento 5 Stelle si è presentato da solo mentre dall’altra parte c’erano grandi ammucchiate che ora rischiano di sciogliersi come neve al sole, come la Sicilia insegna, e che difficilmente potranno lavorare per il bene dei molisani. Donato Toma era sostenuto da una coalizione composta da 9 liste, di queste nemmeno una è riuscita a raggiungere il 10% dei voti. I partiti che insieme rappresentano il centrodestra a livello nazionale – Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia – insieme superano appena il 22%.  Il nostro Andrea Greco, da solo, supera il 38%. Il MoVimento 5 Stelle si conferma anche in Molise prima forza politica della Regione".

23 aprile 11:07 Gli appelli di Salvini: “Di Maio si sieda al tavolo con me, con Mattarella facciamo veloce”

Dopo le elezioni regionali in Molise, riparte la campagna elettorale in vista del voto in Friuli Venezia Giulia e riprendono le trattative per la formazione del nuovo governo. Da Trieste, il leader della Lega Matteo Salvini fa un doppio appello: da una parte chiede al capo politico del MoVimento 5 Stelle Luigi Di Maio si sedersi con lui a un tavolo, dall’altra invita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a fare in fretta.

Lo dico a Di Maio, lo dico da leader del centrodestra – afferma Salvini – mettiamoci al tavolo. Riforma delle pensioni, riforma del lavoro, riduzione delle tasse, blocco degli aumenti dell'Iva e delle accise, blocco e controllo dei confini e in qualche giorno si dà un governo che dura cinque anni a questo Paese”. Salvini “consiglia ai secondi arrivati di smetterla di imporre veti e di metterci intorno ad un tavolo. Centrodestra e 5 Stelle comincino a governare già da questa settimana”.

Salvini si rivolge anche a Mattarella: “Facciamo veloce, noi abbiamo le idee chiare e infine se ognuno scende dal piedistallo in una settimana daremo il governo agli italiani”. "Auguriamo buon lavoro al presidente Mattarella – continua Salvini – che ovviamente farà le sue scelte. Sottovoce ci tengo che da Trieste gli arrivi questa indicazione: facciamo veloce, noi le idee ce le abbiamo chiare ed il programma è pronto”.

23 aprile 10:02 Governo, Mattarella oggi decide: verso l’incarico esplorativo a Fico per alleanza M5s-Pd

Dopo le elezioni regionali in Molise, con la vittoria del candidato del centrodestra, Donato Toma, oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella riprende in mano la palla e decide cosa fare per provare a uscire dallo stallo per la formazione del nuovo governo. Nella mattinata il capo dello Stato dovrebbe sciogliere le riserve e affidare un nuovo mandato esplorativo, dopo quello fallito della presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, al presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico. Anche in questo caso potrebbe trattarsi di un incarico mirato, ovvero il compito del presidente d'aula di Montecitorio potrebbe essere quello di verificare se ci sono le condizioni per una trattativa e un eventuale governo tra MoVimento 5 Stelle e Pd. Ma non è da escludere che Mattarella prenda un'altra decisione o dia altre indicazioni a Fico.

Intanto la vittoria elettorale del centrodestra in Molise rinvigorisce la coalizione guidata da Matteo Salvini. La presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, rivendica il risultato su Facebook, scrivendo: "La schiacciante vittoria del centrodestra in Molise con il fondamentale contributo di Fratelli d'Italia, l'unico partito che cresce rispetto alle politiche, è un'altra indicazione chiara per il presidente Mattarella: gli italiani vogliono un governo guidato dal centrodestra e con un programma di centrodestra. Complimenti e buon lavoro al neo governatore Donato Toma! Ora a testa bassa per strappare anche il Friuli Venezia Giulia alla sinistra". Difficile che Mattarella si possa far influenzare dal risultato di una elezione regionale che poco ha a che vedere con i risultati del 4 marzo (ribaltati in Molise con l'esito delle regionali) e con la formazione del nuovo governo, ma una affermazione del centrodestra anche in Friuli Venezia Giulia potrebbe ulteriormente rafforzare la coalizione e la sua unità, nonostante le distanze tra Salvini e Berlusconi siano decisamente aumentate negli ultimi giorni, con un nuovo riavvicinamento del leader della Lega al capo politico del MoVimento 5 Stelle Luigi Di Maio. Proprio Di Maio questa mattina ha presentato una bozza del contratto di governo da proporre a Lega e Pd.