12 luglio 22:51 Bolsonaro: “Brasile sull’orlo della recessione a causa della pandemia”

Il Brasile è sull'orlo della recessione a causa della pandemia di coronavirus: lo ha detto il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, secondo cui "milioni di posti di lavoro sono stati distrutti, decine di milioni di persone sono senza reddito ed il Paese è sull'orlo della recessione". Bolsonaro, anche lui positivo al Covid-19, ha anche denunciato "la disinformazione" che sta creando panico nel Paese, con "la gente che crede di avere un solo problema da affrontare", mentre "gli effetti collaterali del virus potrebbero essere peggiori del virus stesso".

12 luglio 22:11 In Sudafrica tornano coprifuoco e divieto alcol

Il presidente sudafricano, Cyril Ramaphosa, ha deciso di imporre nuovamente un coprifuoco e di sospendere la vendita di alcolici a causa di un aumento dei casi di coronavirus nel Paese. "Mentre ci dirigiamo verso il picco dei contagi, è fondamentale non sovraccaricare le nostre cliniche e ospedali con lesioni prevenibili legate all'alcol", ha detto il capo di Stato in un discorso televisivo.

12 luglio 21:46 La star di Bollywood Aishwarya Rai positiva al Covid-19

La star di Bollywood Aishwarya Rai è risultata positiva al coronavirus. Oltre all'attrice ed ex miss Mondo hanno contratto la malattia anche il suocero e la figlia di 8 anni.

12 luglio 21:20 In Italia 18 regioni senza vittime nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore sono 18 le regioni italiane che non hanno fatto registrare nuovi decessi per coronavirus. Fanno eccezione la Lombardia con 8 vittime e l'Abruzzo con una.

12 luglio 20:11 In Florida oltre 15mila casi in un giorno: è il numero più alto mai registrato da uno Stato Usa

Gli Stati Uniti, il Paese più colpito dal coronavirus, ieri ha registrato 66.528 nuovi casi, mai così tanti in 24 ore, secondo un conteggio della Johns Hopkins University. Il totale dei casi dall'inizio della pandemia sale quindi a 3.242.073. Il bilancio dei decessi è aumentato di 760 unità, portando il totale dei morti a 134.729. Record negativo anche per la Florida, che ha riportato almeno 15.299 nuovi casi nelle ultime 24 ore: è il numero più alto mai registrato da uno Stato americano dall'inizio della pandemia secondo quanto riferisce la Cnn.

12 luglio 19:40 Ungheria vieterà l’ingresso a cittadini di molti Paesi americani, europei, asiatici, africani

L'Ungheria vieterà l'ingresso ai cittadini di una lunga lista di Paesi africani, del Sud America, asiatici e di alcuni Stati europei, per paura del coronavirus. Dalla mezzanotte di martedì, i residenti dei Paesi classificati come ‘zone rosse' non saranno più autorizzati a entrare nel Paese, che finora si è salvato dalla pandemia. I Paesi africani, sudamericani e asiatici, ad eccezione di Cina e Giappone, sono interessati da questa nuova misura, che in Europa riguarda Albania, Bosnia, Macedonia del Nord, Kosovo, Bielorussia, Montenegro e Ucraina.

12 luglio 19:08 Grosseto, festa in villa con violazione del divieto di assembramenti: presenti 350 persone

Una festa organizzata in una villa a Porto Ercole, in provincia di Grosseto, è finita con la denuncia di due persone, padre e figlio. Dovranno rispondere in concorso dei reati di trattenimenti pubblici senza licenza, apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo, disturbo della quiete pubblica e violazione del divieto di assembramenti. Nella villa erano presenti oltre 350 persone che non rispettavano il divieto di assembramenti per l'emergenza Coronavirus.

12 luglio 18:36 Di Maio: “Dalla pandemia abbiamo imparato ad avere coraggio, agosto mese crocevia”

"Da questa pandemia sicuramente abbiamo imparato una cosa: ad avere tanto coraggio", a scriverlo su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che parla delle settimane che ci attendono. "Il coraggio di prendere delle decisioni a volte impopolari ma funzionali alla salvaguardia della vita umana. Il coraggio di parlare sempre con la massima trasparenza con la gente, anche in situazioni di sofferenza. Questo coraggio ci ha fatto crescere, fortificato e fatto capire che anche nei momenti più difficili non bisogna mai abbattersi. Agosto sarà sicuramente un mese crocevia. Dopo settimane buie, la gente ha il diritto di trascorrere un’estate serena, magari in famiglia, con i propri cari e gli amici. E noi dobbiamo garantirgli questo, pensando già a settembre come un momento di ripartenza. Che significa: lavoro. Questa sera sarò a Bruxelles per una riunione con alcuni dei miei omologhi europei. Continuiamo a lavorare senza sosta, anche perché più forte è l’Europa e più forte sarà ogni singolo stato membro. A partire proprio dall’Italia", è il post del ministro.

12 luglio 18:05 Spagna, 800 nuovi contagi in un giorno in Catalogna: torna il lockdown in 8 comuni

Torna il lockdown in Catalogna: il governo regionale ha ordinato i il confinamento totale nella città di Lleida, che conta quasi mezzo milione di abitanti. A questo si aggiunge il lockdown per altri sette comuni della zona di Segrià, a causa di un focolaio che secondo le autorità sarebbe incontrollato. In seguito al nuovo lockdown causato dal Coronavirus la popolazione di questi comuni dovrà restare chiusa in casa e potrà uscire solamente per andare al lavoro e per altri spostamenti indispensabili. La Catalogna, secondo quanto riporta la Vanguardia, ha registrato 816 nuovi contagi rispetto a ieri.

12 luglio 17:52 In Lombardia 77 nuovi casi: in aumento le terapie intensive

Sono 77 i nuovi casi registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore. Dei nuovi positivi 15 sono stati riscontrati a seguito di test sierologico, mentre 16 risultano essere debolmente positivi. I tamponi effettuati sono stati 9.545, su un totale di oltre un milione e 100mila durante l’intera epidemia. Sono in aumento i pazienti ricoverati in terapia intensiva: ad oggi sono 31, due in più rispetto a ieri. Mentre è in calo il numero dei ricoverati: 160 contro i 173 di ieri. I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 8.

12 luglio 17:37 Trump indossa la mascherina per la prima volta in pubblico

Nel giorno in cui negli Stati Uniti si registra un nuovo record di contagi, il presidente Donald Trump si fa vedere per la prima volta in pubblico indossando una mascherina. Trump era in visita all’ospedale militare Walter Reed a Bethesda, nel Maryland. Le immagini di Trump con la mascherina sono state trasmesse dalla tv Usa. In passato Trump aveva indossato la mascherina solo per una visita privata in una fabbrica. Prima di entrare all’ospedale, il presidente Usa aveva detto: “Penso che sia una grande cosa usare la mascherina quando si è in un ospedale, quando si parla con un sacco di soldati e di persone che in alcuni casi sono appena usciti dalla sala operatoria”. Poi ha aggiunto: “Non sono mai stato contro le mascherine, credo che bisogna valutare tempo e luogo”.

12 luglio 17:24 Il bollettino del 12 luglio: tornano a crescere i contagi, sono 234 nelle ultime 24 ore

Tornano a salire i contagi da Coronavirus in Italia, con 234 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, un dato in risalita rispetto ai 188 di ieri. Salgono anche le vittime, con 9 morti accertate contro le 7 di ieri. I casi totali diventano così 243.061, con 194.928 guariti (+349 nelle ultime 24 ore) e 34.954 morti. Gli attualmente positivi sono 124 in meno, per un totale di 13.303 casi attivi. Tra i nuovi contagi se ne registrano 77 in Lombardia, 71 in Emilia Romagna e ben 28 in Calabria, riconducibili tutti ai migranti sbarcati a Roccella Jonica. I tamponi effettuati sono stati solo 38.259, in calo rispetto a ieri.

12 luglio 16:12 Nuovo focolaio nel mantovano: 10 lavoratori di un macello positivi al Covid

Dieci nuove persone positive al Covid in un macello del mantovano. Su 360 lavoratori sottoposti al tampone, sono stati una decina quelli risultati positivi, facendo scattare le misure per l’isolamento domiciliare e la sorveglianza sanitaria di questi dieci pazienti. Il macello, invece, è stato sottoposto a sanificazione. Nella provincia di Mantova sono stati riscontrati in cinque aziende diverse 68 casi di lavoratori positivi al Covid, quasi tutti asintomatici.

12 luglio 15:15 In Inghilterra le mascherine nei negozi potrebbero non diventare obbligatorie

Indossare mascherine nei negozi non diventerà obbligatorio in Inghilterra. A dirlo è il ministro Michael Gove, con dichiarazioni ritenute controverse perché creano confusione nei cittadini, soprattutto dopo le ultime parole del premier Boris Johnson che sembrava voler andare verso maggiori restrizioni proprio sull’uso delle mascherine. L’idea di Johnson, infatti, era proprio quella di rendere le mascherine obbligatorie nei negozi e negli spazi chiusi, ma Gove sostiene che sarebbe meglio basarsi solamente sul senso di responsabilità dei cittadini. Gove afferma: “Non credo che dovrebbe essere obbligatorio, ma incoraggerei le persone a indossare le mascherine quando sono al chiuso”. Al momento l’uso delle mascherine è obbligatorio sui mezzi di trasporto in Inghilterra, Scozia e Nord Irlanda, mentre nei negozi l’obbligo esiste solamente in Scozia.

12 luglio 14:16 I dati Oms: nel mondo superati i 200mila casi quotidiani per tre giorni consecutivi

La pandemia di Coronavirus nel mondo è tutt’altro che sotto controllo. A confermarlo è anche l’Organizzazione mondiale della sanità, i cui dati sottolineano come i casi giornalieri di Covid a livello mondiale abbiano superato la soglia dei 200mila per tre giorni consecutivi, a partire da giovedì. Il primo giorno in cui è stata superata la soglia dei 200mila è stato giovedì 9 luglio, con quasi 205mila contagi, con un aumento del 21% sul giorno precedente. Poi venerdì 10 si è arrivati a 228mila casi, seguito dai 220mila di ieri. Una media, quindi, di quasi 218mila contagi al giorno nel mondo. Il numero di decessi, secondo i dati Oms, è sempre superiore ai 5mila al giorno.

12 luglio 11:26 Coronavirus in Giappone, circa 60 marines americani sono risultati positivi nell’isola di Okinawa

Decine di marines americani sono risultati positivi al coronavirus in due basi giapponesi, nell'isola di Okinawa. Le autorità di Tokyo temono che possa trattarsi di un importante focolaio. Sarebbero circa 60 i militari contagiati. La prefettura dell'isola aveva chiesto alle forze armate statunitensi di fornire informazioni dettagliate circa i nuovi casi, per rispondere alle preoccupazioni della popolazione residente. Ma i marines avevano solo fatto sapere che le truppe stessero adottando ulteriori misure anti-contagio.

Il governatore Denny Tamaki ha quindi protestato: "I cittadini sono scioccati da ciò che ci è stato detto dai militari Usa", chiedendo maggiore trasparenza e ipotizzando che le norme di contenimento messe in campo dai marines americani non fossero così efficaci. A Okinawa ci sono circa la metà dei 50 mila soldati americani di stanza in Giappone: spesso la popolazione dell'isola ha lamentato episodi di criminalità legati alle basi militari.

12 luglio 11:08 Boccia: “Virus non va sottovalutato: da una seconda ondata rischiamo di non rialzarci più”

Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, in un'intervista con il Messaggero, chiede agli italiani di non sottovalutare lo stato dell'epidemia di coronavirus avvertendo sui rischi di una nuova ondata di contagi, dalla quale rischieremmo di "non alzarci più". Il ministro Boccia afferma che i cittadini stiano sottovalutando il virus nelle loro abitudini quotidiane: "Hanno fatto male alcune esternazioni che hanno influenzato la gente a credere che sia tutto finito. Farei parlare ogni giorno un medico o un infermiere di un reparto Covid, vediamo se ci dice che è tutto finito". E rivendica quindi la linea di prudenza adottata durante i mesi del lockdown, a partire da quando si è deciso di chiudere tutto il Paese. "Chi ha sottovalutato i rischi ha fatto pagare un prezzo alto al proprio popolo. Dagli Usa al Brasile, dal Regno Unito a gran parte del Sud America", conclude Boccia.

12 luglio 09:38 Crisanti: “Servono tamponi per tutti in aeroporto. Usiamo i soldi del Mes per quello”

"Incredibile, stiamo commettendo gli stessi errori di inizio epidemia. Non controlliamo le frontiere e veniamo travolti dai casi di importazione": a lanciare l'allarme è il virologo di Padova, Andrea Crisanti, che propone anche di utilizzare i soldi del Mes per "organizzare un sistema di tamponi e tracciamento negli aeroporti". E afferma: "Mi fa imbufalire la storia di chi è andato in giro dicendo che sia tutto finito e che il virus sia scomparso. In questo modo gli italiani pensano che le misure di distanziamento e le mascherine non servano più, e i risultati si stanno vedendo. È una follia".

In un'intervista con il Messaggero, il docente di Microbiologia all'Università di Padova sottolinea la necessità di disporre tamponi in aeroporto per tutti coloro che arrivano da Paesi a rischio. Anche se in Italia il peggio sembra essere passato, il virus circola ancora e nel resto del mondo la situazione rimane gravissima. "Per chi viene da un Paese dove l'epidemia è fuori controllo si deve fare il tampone. Punto. Dobbiamo fare questa cosa, anche se costa miliardi". E conclude: "La percentuale di positivi che vediamo su questi aerei in arrivo dai Paesi con alta circolazione del virus testimonia anche l'ottusità di certe decisioni che furono prese all'inizio di questa epidemia, a febbraio. Proponemmo di testare tutti quelli che venivano dalla Cina e ce l'hanno impedito. Sarebbe andata molto diversamente, chi ce lo ha impedito ha sulla coscienza quello che è successo",

12 luglio 09:19 Coronavirus, aumentano i contagi tra gli under-18: “Ai giovani chiediamo più prudenza”

L'età media delle persone contagiate dal coronavirus si sta abbassando. A lanciare l'allarme è Francesco Vaia, direttore sanitario dell'ospedale Spallanzani di Roma, che ha spiegato al quotidiano Messaggero come nell'ultimo mese si sono quintuplicati gli under 18 che hanno contratto il virus. Dal 2% dei pazienti, i giovani sono passati ad essere il 9,43% dei nuovi casi. "L'abbassamento dell'età nei nuovi positivi è evidente. Da un lato ci preserva da un incremento di casi gravi, dall'altro deve essere un campanello per invitare tutti a maggiore prudenza", afferma Vaia. Che poi aggiunge: "Dovremmo fare attenzioni ai mesi invernali, quando torneremo nei locali chiusi".

Se all'inizio della pandemia l'età media dei casi positivi era di 61 anni, ora questa è scesa a 47 anni. "Ai giovani dobbiamo chiedere maggiore prudenza, perché per loro le conseguenze sono meno gravi, ma se il virus continua a circolare rischia di raggiungere le persone più fragili". Anche se il tasso di mortalità tra i giovani è molto basso (allo scorso 30 giugno sono morti solo 20 persone under-30), preoccupa comunque questa diffusione che si potrebbe poi propagare anche alle fasce di popolazione più vulnerabili, come quella tra gli 80 e i 90 anni, dove la letalità supera la soglia del 40%.

12 luglio 08:56 Galli avverte: “I super diffusori, anche asintomatici, facilitano la diffusione del virus”

Massimo Galli, primario del reparto di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, torna a commentare lo stato dell'emergenza coronavirus nel nostro Paese, evidenziando il "ruolo dei super diffusori, anche asintomatici, che rende più facile la permanenza del virus e la sua possibilità di circolazione". In un'intervista con il Corriere della Sera, Galli commenta anche la situazione nel mondo, sostenendo che la chiusura dei voli da alcuni Paesi sia "un atto quasi dovuto", in quando ora bisogna prestare particolare attenzione "alle infezioni di ritorno".

In Italia il peggio sembra passato, ma Galli avverte: "Il virus circola anche qui,  ma è più difficile che l’infezione raggiunga le persone maggiormente a rischio perché stanno più attente". Difficilmente si tornerà a una situazione drammatica come quanto accaduto a febbraio, "anche se gli evidenti limiti della medicina territoriale non sono stati risolti". Comunque in autunno potrebbe essere "fatale avere una serie di infezioni delle vie respiratorie". Ciò che bisognerebbe fare secondo il primario di Milano è una "vaccinazione di massa" in modo da "evitare che gli ospedali si intasino per complicanze da influenza".

12 luglio 08:44 Coronavirus nel mondo, l’allarme dell’Oms: “Nuovo record di contagi in un solo giorno”

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) comunica un nuovo record di contagi in un solo giorno a livello globale: lo scorso 10 luglio (ultimo dato definitivo disponibile al momento) si sono registrati in tutto il mondo 228.186 casi confermati. I casi confermati in tutto il mondo arrivano quindi a 12.720.028. Anche nei Paesi più colpiti la curva epidemiologica ha toccato nuovi picchi. Negli Stati Uniti ieri sono stati confermati 66.528 nuovi casi di Covid-19: non se ne erano mai contati così tanti in sole ventiquattro ore dall'inizio dell'emergenza. A quanto riporta la Johns Hopkins University, il numero dei casi dallo scoppio della pandemia negli Stati Uniti sale quindi a 3.247.684.

Anche in Brasile, secondo Paese più colpito dall'epidemia, si registrano numeri altissimi: oltre mille morti (precisamente 1.071) in un solo giorno. In totale si sono contati 71.469 di decessi. Il Paese sudamericano si avvicina inoltre alla soglia dei 2 milioni di contagi. Le persone che hanno contratto l'infezione in Brasile sono infatti 1.839.850.

12 luglio 08:31 Locatelli: “Non ne siamo fuori, lo dicono i numeri e i nuovi cluster”

"Non ne siamo fuori. Lo dimostrano i numeri che vediamo ogni giorno, lo dimostrano i cluster che si sono verificati in varie aree, da Mondragone a Palmi, dal Veneto a Bologna": così il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, ha lanciato un avvertimento sulla pandemia di coronavirus. Anche se il peggio è passato, l'emergenza non è ancora finita, afferma Locatelli, che è anche membro del Comitato tecnico-scientifico, in un'intervista a Repubblica. "Dobbiamo dare un messaggio forte: ovviamente e felicemente siamo usciti dal quadro drammatico, ma non siamo fuori dal problema epidemia da coronavirus", ribadisce.

E ancora, sulla possibilità di una nuova ondata dopo l'estate: "Ricordiamoci che siamo nei mesi climaticamente favorevoli. Va sfruttato al meglio questo periodo per ridurre sempre più la circolazione del virus, perché arriveranno mesi tardo-autunnali e invernali con condizioni climatiche che favoriscono la circolazione dei virus respiratori. E il Sars-CoV-2 non fa eccezione".