188 CONDIVISIONI
Diretta
20 Febbraio 2021
08:02
AGGIORNATO20 Febbraio

Le notizie del 20 febbraio sul Coronavirus: AstraZeneca taglia rifornimento vaccini del 15%

188 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo. Oggi 14.931 contagi su 306.078 tamponi e 251 morti per Covid. In Veneto 1.244 nuovi casi, oltre 900 in Toscana, 1.724 in Emilia Romagna, oltre tremila in Lombardia. Allarme variante inglese: in Puglia scuole chiuse e dad fino al 5 marzo. L'indice Rt nazionale si avvicina a quota 1 (0,99): ragion per cui diverse Regioni da domani cambieranno colore e dovranno inasprire le norme anti contagio per frenare la circolazione del virus. Si tratta di Campania, Emilia Romagna e Molise. Ancora nessuna Regione in zona rossa. Intanto, per quanto riguarda i vaccini, si va verso il via libera ad AstraZeneca anche fino ai 65 anni. Ma l'azienda comunica taglio di circa il 15% su dosi in consegna. Nel mondo 110.822.611 di casi e quasi due milioni e mezzo di morti.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus
20 Febbraio
22:26

Conferenza delle Regioni, Bonaccini: "Con restrizioni anche indennizzi per la popolazione"

Le Regioni chiedono che per ogni territorio al quale si applicano restrizioni particolari si attivino anche indennizzi per le categorie coinvolte. Se ne fa portavoce il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini. "Per ogni territorio che applica restrizioni alle attività commerciali, devono essere introdotti contestualmente anche degli indennizzi per la fetta di popolazione coinvolta da tali restrizioni, in modo da dare alle persone ristoro – ha precisato Bonaccini – A questo scopo è necessario che i provvedimenti restrittivi regionali siano adottati con l'intesa del Ministero della Salute".

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
21:33

In zona arancione Campania, Molise ed Emilia Romagna

A partire da domani, domenica 21 febbraio, la Campania, il Molise e l'Emilia Romagna entreranno in zona arancione a causa dell'aumento dei contagi e dell'indice Rt che sale a 1,16 (dopo l'Rt a 1,25 scatta la zona rossa). Questa sera il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato ufficialmente l'ordinanza: le tre regioni saranno zona arancione a partire da domani per i successivi 15 giorni.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
20:59

Un anno di pandemia, l'ex premier Conte su Facebook: "Dedicato al personale sanitario"

L'ex premier Giuseppe Conte ha ricordato tramite un post Facebook il primo anno di pandemia che il suo governo ha dovuto affrontare in pieno. "Questo primo lunghissimo anni ha potuto contare sul sacrificio di donne e uomini che hanno combattuto in prima linea contro il Covid – ha scritto Giuseppe Conte sulla sua pagina ufficiale -. Sono i nostri medici, i nostri infermieri, il personale sanitario e i volontari che ogni giorno di questo lungo anno hanno lavorato senza mai risparmiarsi con coraggio e dedizione, dimostrando un forte senso di comunità". L'ex presidente del consiglio ha continuato il suo post ricordando le vite salvate e l'assistenza ai malati, ma non solo: un pensiero lo ha rivolto anche ai medici e a coloro che lavorano nella sanità che hanno pagato con la loro vita il prezzo di una dedizione e di un senso del dovere tanto grande.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
20:38

Israele, calo del -95% di nuovi casi tra i vaccinati. Calano anche i decessi

Fra i vaccinati in Israele si registra un calo dei casi del -95,8% e – 98% di mortalità. Coloro che hanno ricevuto le due dosi del siero Pfizer sono attualmente più sicuri e la campagna vaccinale portata avanti in maniera massiccia di Israele ha abbattuto notevolmente la curva epidemiologica. Ad annunciarlo è il ministero della salute. Sotto analisi il gruppo di 1,7 milioni di persone che ha ricevuto entrambe le dosi di vaccino da almeno due settimane. Il siero ha scongiurato anche il 98,9% di ricoveri e decessi

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
19:59

Variante inglese in Sardegna, imposto lockdown fino al 6 marzo a Bono

Imposto il lockdown in un comune sardo a causa della variante inglese del Covid, individuata in alcuni pazienti qualche giorno fa. Il sindaco di Bono, Elio Mulas, ha introdotto il lockdown fino al 6 marzo per contenere i contagi dovuti alla variante nel centro del Sassarese. Stop a tutte le attività tranne tabaccai, giornalai, farmacie, parafarmarcie e generi alimentari. Vietati gli spostamenti se non per lavoro, studio o motivi di salute. Chiusi anche parchi, aree gioco, giardini pubblici e il cimitero. Sospesa inoltre l'attività didattica in presenza nelle scuole. Per bar e ristoranti consentita consegna a domicilio.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
19:45

Astra Zeneca annuncia tagli nelle forniture del vaccino. Fontana: "Draghi intervenga"

"Draghi intervenga: insostenibili i tagli sui vaccini". Attilio Fontana commenta così la vicenda che ha visto protagonista L'Astra Zeneca, che ha annunciato una riduzione del 15% nella fornitura dei sieri all'Italia. Il presidente della Regione Lombardia ha chiesto l'intervento da parte del nuovo premier. "Lo stillicidio dei tagli alle forniture da parte delle aziende produttrici è molto grave – ha dichiarato -. Il presidente Draghi faccia sentire la sua voce in Europa per tutelare gli interessi nazionali e la campagna vaccinale delle regioni. Bisogna garantire stabilità delle forniture, perché i nostri cittadini hanno il diritto di essere al corrente dei tempi della programmazione della somministrazione del siero anti Covid"

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
19:00

In Africa 3,8 milioni di casi e 100 mila morti. Oms: "Cifre sottostimate"

Secondo l'Oms, la portata della pandemia sull'Africa è stata sottostimata. Le cifre che attestano 3,8 milioni di casi da Covid e 100 mila morti sono in realtà molto più alte. "Ci sono state oltre 3,8 milioni di casi confermati di Covid-19 in Africa e oltre 100 mila morti" ha twittato Oms Africa. L'Organizzazione mondiale della Sanità ha sottolineato che la cifra va intesa come una "sottostima". "Non sono stati conteggiati tutti i decessi, specialmente nella seconda ondata" ha fatto sapere ancora l'ente.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
18:52

La Russia ha prodotto ben 3 vaccini contro il Covid-19

La Russia è il primo Paese al mondo ad avere tre vaccini anti Covid realizzati sul proprio territorio nazionale e approvati. Il più conosciuto è lo Sputnik V, ma vi sono anche l'EpiVacCorona dell'Istituto di ricerca per il bilancio federale – Centro di ricerca statale di virologia e biotecnologia Vector e il CoviVac. Quest'ultimo è stato approvato da poco dal Ministero della Salute russo. La campagna vaccinale in Russia andrà avanti grazie a questi tre vaccini e ciò potrebbe significare più dosi anche per gli altri Paesi dello Sputnik V. Dell'EpiVacCorona devono ancora essere resi noti i dati sull'efficacia, ma a dicembre l'agenzia di stampa russa Interfax aveva comunicato l'avvio della sperimentazione su 1.300 volontari di età superiore ai 18 anni che non avrebbero avuto reazioni avverse.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
18:25

Per le varianti del Covid non basta un metro di distanza. CNR: "Servono 40 cm in più"

Con l'arrivo delle varianti del Covid-19, la distanza di 1 metro tra persone non sembrerebbe essere più sufficiente per garantire l'immunità dal contagio. Considerata una misura efficace per contrastare il ceppo originale del Covid, con le varianti emergenti il discorso cambia e secondo i calcoli di un algoritmo sviluppato dagli scienziati del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), per proteggersi dai nuovi ceppi servono 40 centimetri di distanza in più. "Le varianti del virus SARS-Cov-2 sono caratterizzate da un aumento della distanza di trasmissibilità del 40%. Per non essere contagiati ora bisogna tenersi distanti 1,4 metri" spiega il dottor Corrado Spinella, fisico e direttore del Dipartimento di Scienze fisiche e Tecnologie della materia all'Ansa.  La variante inglese ha una trasmissibilità tra il 30 e il 50 percento maggiore rispetto alla variante emersa a Wuhan secondo alcuni studi condotti nel Regno Unito.

A cura di Gabriella Mazzeo
20 Febbraio
17:53

Ema: "In arrivo linee guida per i vaccini anti varianti"

"L'Ema, l'Agenzia europea del Farmaco, ha già delineato delle linee guida che pubblicheremo nei prossimi giorni e che abbiamo concordato con la FDA americana per facilitare nuovi vaccini contro le varianti". Lo ha annunciato Marco Cavaleri direttore del Dipartimento Vaccini dell'EMA, partecipando a "Covid19 Domande e Risposte" su Rainews24. Cavaleri ha aggiunto che 2″la Commissione snellirà il processo amministrativo per approvare questi nuovi vaccini. Ci sarà bisogno di studi più semplificati e su un gruppo minore di soggetti vaccinati, quello sarà sufficiente per noi per arrivare all'autorizzazione".

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
17:32

Vaccino, nuovo taglio del 15% delle dosi di AstraZeneca. Zingaretti: "Gravissimo"

Nuovo taglio nazionale, comunicato a varie regioni, sulle dosi in consegna questa settimana del vaccino AstraZeneca, si aggirerebbe sul 15%. L'ennesimo ritardo nella consegna dei vaccini, comunicato in queste ore alle Regioni, potrebbe essere oggetto anche della Conferenza delle Regioni prevista oggi. "Gravissima la riduzione improvvisa della consegna di vaccini AstraZeneca. Noi ce la stiamo mettendo tutta ma con questa incertezza è tutto più difficile. L'Italia tuteli gli interessi nazionali e le programmazioni delle Regioni, intanto prepariamoci alla produzione di vaccini validati da Ema e Aifa da parte delle nostre aziende", è stato presidente della Regione Lazio e segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
17:13

Milleproroghe, più tempo a studenti universitari per esami e lauree

Più tempo agli studenti universitari per finire gli esami e laurearsi in corso nonostante gli stop imposti dall'emergenza Covid: le commissioni Affari Costituzionali e Bilancio hanno approvato emendamenti a firma Fusacchia e Fratoianni, riformulati, che spostano l'ultima sessione utile dell'anno accademico 2019/2020 al 15 giugno 2021.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
17:01

In Italia +4 terapie intensive e -106 ricoveri in 24 ore

Sono 2.063 le persone ricoverate in terapia intensive in Italia per il Covid-19, con un aumento di 4 unità nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 137. Nei reparti ordinari sono ricoverate ora 17.725 persone, in calo di 106 unità rispetto a ieri. È quanto emerge dal bollettino di oggi, sabato 20 febbraio, del Ministero della Salute.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
16:58

Bollettino Covid, oggi in Italia 14.931 positivi e 251 morti

I casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 14.931 (ieri erano stati 15.479) su un totale di 306.078 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. Altri 251 morti. È quanto emerge dal bollettino di oggi, sabato 20 febbraio. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia, seguita dall’Emilia Romagna.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
16:45

Covid Campania, oggi 1.677 contagi e 11 morti

Sono 1.677 i nuovi casi di Coronavirus emersi in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 20.893 tamponi analizzati. I decessi superano quota 4.100 mentre i guariti sono 170mila. Da inizio pandemia, 251.458 casi positivi in Campania. Domani 21 febbraio la regione torna invece nella zona arancione.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
16:06

A Campobasso chiuse le scuole di ogni ordine e grado fino al 28 febbraio

Il sindaco Roberto Gravina ha disposto la sospensione a Campobasso delle attività didattiche in presenza per gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, pubblici, parificati, paritari e degli asili nido pubblici e privati, a partire da lunedì 22 febbraio fino al 28 febbraio. Il provvedimento è stato preso dopo il passaggio del Molise nelle aree definite arancioni, a partire da domenica 21 febbraio.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
16:03

Coronavirus Abruzzo, oggi altri 387 casi: Pescara-Chieti l'area più colpita

Sono 387 i nuovi casi di Coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 4.636 tamponi molecolari: è risultato positivo l'8,35% dei campioni. Si registrano due decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 1.610. Le aree più colpite sono ancora una volta il Chietino e il Pescarese – attualmente in zona rossa – dove dilaga la variante inglese: nel caso della provincia di Pescara si stima che sia responsabile del 70% dei contagi, percentuale che scende al 60 considerando anche la provincia di Chieti.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
15:58

Ordine dei Medici: "Chi rifiuta il vaccino incompatibile con la professione"

"Abbiamo un atteggiamento molto chiaro: chi rifiuta il vaccino è incompatibile con la professione". Lo ha detto il presidente della federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli, a Rainews24.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
15:54

Covid Emilia Romagna, 1.724 nuovi casi e 23 morti nelle ultime 24 ore

Resta alto l'aumento giornaliero di nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna, ma diminuiscono i ricoveri. I nuovi contagiati sono 1.724, di cui 692 asintomatici, rilevati con 31.943 tamponi. La provincia con il numero più elevato è Bologna, 517 nuovi casi, seguita da Modena (261). L'età media è 40,8 anni. I guariti sono 1.489 in più rispetto a ieri, i casi attivi sono 35.133 (+212), di cui il 94,1% in isolamento a casa. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 176 (-7), 1.899 quelli negli altri reparti Covid (-1). Si registrano inoltre 23 nuovi morti.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
15:23

Vo' ricorda la prima vittima italiana del Covid: maxi-cuore tricolore su facciata Municipio

Un cuore tricolore fatto a maglia del diametro di 20 metri è stato fissato oggi sulla facciata del municipio di Vo' Euganeo, il comune del veneto che il 21 febbraio ricorderà la prima vittima italiana di Covid-19, Adriano Trevisan. A promuovere l'iniziativa è stata l'associazione De Leo Fund, una onlus nata nel 2007 per fornire gratuitamente supporto psicologico a coloro che hanno dovuto vivere un importante lutto. A realizzare materialmente il cuore sono state invece 14 donne che hanno lavorato per 1.200 ore all'uncinetto, confezionando il cuore con 26 mila metri di filo.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
15:12

Trovata a Modena rara variante Covid presente in soli 142 casi nel mondo

Il laboratorio di Pievesestina, in provincia di Cesena, diretto dal professor Vittorio Sambri, ha isolato, in queste ore, una nuova variante nel tampone di una paziente della provincia di Modena, ora in isolamento domiciliare, denominata B1.525, una mutazione del nuovo Coronavirus identificata in soli altri 142 casi nel mondo. A darne notizia, in queste ore, è Il resto del Carlino. In un campione inviato dalla città emiliana è stata quindi individuata un'altra variante e come chiarito da Giovanni Casaletti, direttore del Servizio Igiene pubblica dell'Azienda Usl, è stata già avviata l'indagine epidemiologica.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:58

Coronavirus in Puglia, 905 nuovi casi e 23 morti nelle ultime 24 ore

Oggi in Puglia sono stati effettuati 9.880 test per l'infezione da Covid-19 e registrati 905 casi positivi. Sono stati, inoltre, registrati 23 decessi: 5 in provincia di Bari, 8 in provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto, un residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.487.903 test, 102.858 sono i pazienti guariti e 33.084 sono i casi attualmente positivi.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:54

In Abruzzo la prima vittima italiana della variante brasiliana del Covid

Era stato trasferito all'ospedale di Chieti, da una struttura di riabilitazione neurologica dell'Umbria, un paziente di 67 anni, originario dell'India, prima vittima in Abruzzo della variante brasiliana del Coronavirus, come accertato dalle analisi del laboratorio di genetica molecolare dell'Università Gabriele D'Annunzio Chieti-Pescara. L'uomo è deceduto, pochi giorni dopo il ricovero, per una grave forma di polmonite. Era ricoverato nel reparto di medicina Covid dell'ospedale di Chieti. Le analisi hanno confermato i sospetti che il paziente fosse infettato da una variante del Covid19.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:45

Covid Friuli Venezia Giulia, oggi 326 nuovi contagi e 8 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.783 tamponi molecolari sono stati rilevati 216 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,74%. Sono inoltre 4.009 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 110 casi (2,74%). I decessi registrati sono 8 e i ricoveri nelle terapie intensive sono 60, mentre si riducono quelli in altri reparti (348). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:36

Variante inglese, due nuove zone rosse nel Lazio

Due nuove zone rosse nel Lazio per l’alta incidenza di casi di variante inglese. Le ordinanze della Regione hanno disposto le misure di massima restrizione per Colleferro e Carpineto, due comuni in provincia di Roma. Le due nuove zone di massima restrizione si aggiungono a quella già attivata per Roccagorga, in provincia di Latina.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:31

Coronavirus in Veneto, 1.244 contagi e 18 morti nelle ultime 24 ore

Nuovo balzo in avanti del numero di contagi giornalieri in Veneto, che oggi registra 1.244 casi di positività al Covid. Era da diverse settimane che non accadeva. Il report della Regione segnala anche 18 vittime in più rispetto a ieri, a conferma di un trend dei decessi che continua ad abbassarsi. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale così a 325.789, quello dei morti a 9.701. Scende anche il dato dei ricoveri ospedalieri: nei normali reparti medici si trovano oggi 1.211 malati Covid (-30); resta stabile infine il numero dei pazienti in terapia intensiva, 133.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:27

Follia a Bologna, 63enne minaccia con la pistola un passante con mascherina abbassata

Ha puntato una pistola contro un passante, per obbligarlo a indossare la mascherina che si era abbassato. È successo a Bologna, in zona Mazzini, dove la Polizia è intervenuta ieri pomeriggio per sedare una lite, sfociata in un'aggressione con minacce, scoppiata fra un 50enne e un 63enne. I due, entrambi italiani che a quanto pare non si conoscevano, si sono incrociati per strada in via Protti. Il 50enne aveva la mascherina momentaneamente abbassata perché – come ha poi spiegato alla polizia – non c'era nessuno a distanza ravvicinata. Il 63enne lo ha redarguito per il suo comportamento, innescando la discussione che è poi degenerata. Il più anziano ha estratto una pistola, che aveva addosso, e l'ha puntata contro l'altro uomo, ordinandogli di mettere la mascherina, per poi allontanarsi. È stato lo stesso 50enne, spaventato, a chiamare il 113. Gli agenti del commissariato Bolognina-Pontevecchio sono intervenuti e hanno riportato gli animi alla calma. L'arma – una Remington calibro 45 carica – era regolarmente detenuta dal 63enne, ma gli è stata sequestrata insieme alle munizioni, quelle all'interno della pistola e altre trovate nella disponibilità dell'uomo, che è stato denunciato per minacce gravi e aggravate.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
14:02

Le Regioni in cui si può vaccinare contro il coronavirus dal medico di base

Sono circa una decina le Regioni dove sono già stati firmati con i sindacati dei medici di famiglia degli accordi per la partecipazione alla campagna vaccinale. Che si prepara alla fase due, in cui anche i medici di base potranno somministrare il farmaco anti-Covid. I protocolli regionali “prevedono che il medico di base effettui la vaccinazione nel proprio studio o, se non ci sono le condizioni, presso ambienti individuati dalle Asl”, spiega il vicesegretario nazionale della Fimmg, Domenico Crisarà.

A cura di Annalisa Girardi
20 Febbraio
14:01

Covid Umbria, oggi 363 nuovi casi e 13 morti

In Umbria sono stati registrati nelle ultime 24 ore 363 nuovi casi su 1.423 test antigenici e 3.306 tamponi molecolari processati, con un tasso di positività complessivo del 7,67 per cento (ieri 4) e del 10,98 (era 7,7) sui soli tamponi molecolari. È quanto emerge dai dati giornalieri della Regione aggiornati al 20 febbraio. Sono stabili a 545 i ricoveri per Covid, dei quali 86 (tre in più) in terapia intensiva. Si registrano altri 13 morti (972 in tutto) e 269 guariti.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
13:42

Iss: "L'85% casi Covid da inizio pandemia è concentrato in 10 regioni"

L'85% dei casi diagnosticati in Italia da inizio pandemia sono stati registrati in 10 regioni: Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Campania, Piemonte, Lazio, Sicilia, Toscana, Puglia e Liguria. Otto regioni (Friuli-Venezia Giulia, Marche, Abruzzo, PA Bolzano, Umbria, Sardegna, Calabria e PA Trento) hanno riportato tra 30.000 e 70.000 casi; tre regioni/PA (Basilicata, Valle d'Aosta e Molise) hanno riportato meno di 15.000 casi ciascuna. Lo certifica il ‘report esteso' pubblicato dall'Iss.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
13:30

Morto l'ex campione dell'Inter Bellugi: aveva perso le gambe per il Covid

Mauro Bellugi è morto pochi giorni dopo il suo 71° compleanno. Una vita per il calcio, quella dell’ex difensore che in carriera ha indossato le casacche di Inter, Bologna, Napoli e Pistoiese, oltre a quella della Nazionale. Solo pochi mesi fa aveva subito l’amputazione di entrambe le gambe per le conseguenze del Covid.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
13:22

Il Ministro Speranza: "Investire sul Sistema sanitario per ringraziare i sanitari"

"Oggi, un anno dopo i primi casi di Codogno, è la Giornata nazionale dei professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato. Investire sul Servizio Sanitario Nazionale è il modo migliore di dire grazie a chi ogni giorno si prende cura di noi". Lo scrive su Facebook il ministro della Salute Roberto Speranza.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
13:08

Covid in Francia, grave la situazione a Nizza: "Cinquecento malati in più al giorno"

Il ministro della Salute francese, Olivier Veran, ha annunciato un rafforzamento delle misure anti Covid nel dipartimento delle Alpes-Maritimes, il cui capoluogo è Nizza. La cittadina della Costa Azzurra registra, infatti, il più alto numero di casi diagnosticati in relazione alla popolazione in Francia: 750 ogni 100 mila abitanti. "A Nizza abbiamo 500 malati Covid in più al giorno", ha sottolineato Veran nel corso di una visita. Tra le misure allo studio c'è anche un lockdown totale o parziale per tutto il dipartimento; una opzione più "light" sarebbe quella di rafforzare il coprifuoco.

A cura di Ida Artiaco
20 Febbraio
12:56

Per Crisanti il modello è l'Australia: lockdown e tamponi a tappeto

Per combattere il coronavirus e l'arrivo delle nuove varianti, secondo il virologo di Padova Andrea Crisanti, il modello è l’Australia, dove due settimane fa si sono registrati cinque casi e sono state messe in lockdown mezzo milione di persone, facendo nel frattempo tamponi a tappeto: “Si fa così. Dopo un anno ancora non abbiamo imparato”, ha detto in un'intervista con Sky Tg24.

A cura di Annalisa Girardi
20 Febbraio
12:45

Positivo un chitarrista di Sanremo: prove sospese per qualche minuto

Un chitarrista dell'orchestra di Sanremo è risultato positivo al tampone che ha riscontrato l'infezione da CoViD-19. L'organizzazione della kermesse ha quindi decretato la sospensione delle prove al Teatro Ariston per qualche minuto, ma la sua positività non coinvolge nessun artista. L'orchestrale sarebbe risultato positivo al tampone rapido effettuato prima di entrare all'interno dell’Ariston e dunque al momento non ci sono rischi per gli altri orchestrali né tantomeno per gli artisti.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
12:21

Boom di contagi a Pescara, la Procura apre un'inchiesta

C'è un'inchiesta della Procura di Pescara sull'ondata di contagi che si è registrata nell'ultimo periodo nel capoluogo adriatico e nei comuni limitrofi. I carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Pescara sono stati negli uffici della Regione Abruzzo di Pescara e dell'Aquila, oltre che in quelli dell'Azienda Sanitaria Locale e in ospedale: i militari dell'Arma hanno portato un decreto di esibizione, firmato dai pubblici ministeri Sciarretta e Benigni. Nel corso dell'intervento, acquisiti anche i verbali delle riunioni dell'Unità di Crisi, gli atti relativi all'emergenza ed i dati sui contagi. Secondo il quotidiano "Il Centro", il reato ipotizzato sarebbe quello di omissione di atti d'ufficio.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
12:16

Pier Ferdinando Casini: "Sono ancora positivo, ma torno a casa in isolamento"

Pier Ferdinando Casini torna a casa in isolamento domiciliare: lo ha comunicato lo stesso senatore sui propri profili social. Casini era risultato positivo alcuni giorni fa, ed era finito ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma: poi questa mattina la notizia delle due dimissioni, per tornare a casa dove completerà il percorso di guarigione. "A casa finalmente! Ancora positivo purtroppo, ma sereno e tranquillo", ha spiegato il senatore, "L'isolamento domiciliare è comunque meglio. Desidero ringraziare chi si è preso cura di me, i fantastici operatori sanitari, ed anche i tanti che si sono preoccupati e mi hanno mandato messaggi di affetto! L'amore aiuta sempre!", ha aggiunto ancora Casini.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
12:08

Covid, il ministro Speranza: "Dopo un anno abbiamo le armi per combattere"

Quella contro il Coronavirus è una battaglia "non facile", dove "non possiamo pensare di aver già vinto". Lo ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza, durante le celebrazioni a Roma per la Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socio assistenziale e del volontariato, in memoria dei medici e degli odontoiatri scomparsi per Covid-19. "Un anno fa mancavano respiratori e mascherine, oggi abbiamo vaccini e le prime cure. Ma non dobbiamo pensare che sia finita. Siamo però più forti di prima e possiamo guardare con fiducia al futuro. Perché anche grazie alla scienza abbiamo potuto fare passi avanti importanti ed ora abbiamo strumenti con cui vincere", ha detto ancora Speranza.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
11:37

Il virologo Pregliasco a Fanpage.it: "Un anno fa il Covid ci trovò impreparati"

Il virologo Fabrizio Pregliasco
Il virologo Fabrizio Pregliasco

"Un anno fa ci siamo scoperti permeabili e siamo caduti in un precipizio. Oggi ci siamo "anestetizzati" e siamo abituati ai morti, e rischiamo così di sottovalutare la situazione". Così il virologo Fabrizio Pregliasco, intervistato da Fanpage.it ad un anno esatto dal "paziente uno" identificato a Codogno. "Oggi pensiamo di essere già fuori dal tunnel, ma la luce che ci sembra di vedere può anche essere un treno che arriva in senso opposto", ha spiegato nella lunga intervista concessa a Fanpage.it: qui l'intervista completa.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
11:30

Covid, in Toscana 953 nuovi casi positivi: il tasso in lieve aumento al 4,42%

Lieve aumento del contagio da Coronavirus in Toscana: sono 953 i nuovi casi positivi su 21.572 tamponi analizzati, di cui 13.471 molecolari e 8.101 test rapidi. Il tasso di positività risale al 4,42% in aumento rispetto a ieri (4,16%). In aumento anche il dato sui singoli nuovi casi (ieri erano 924) su un numero minore di tamponi (ieri erano stati 22.225). Lo ha comunicato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
10:43

Oggi la giornata dei camici bianchi in memoria dei 326 medici morti per fermare il virus

Si celebra oggi, ad un anno esatto dal primo caso di Coronavirus diagnosticato in Italia, la giornata nazionale del Personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato. Sono 326 i medici e gli odontoiatri che hanno perso la vita nella battaglia contro il Coronavirus, come ha ricordato il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli. "Doveroso per noi ricordare il loro sacrificio", ha aggiunto ancora Anelli, che poi spiega come la giornata nazionale dedicata ai camici bianchi sia fondamentale affinché "i nostri concittadini, almeno una volta l'anno, si fermino a riflettere sull'importanza della professione medica e delle professioni sanitarie, quali garanti dei diritti e fautrici della cosiddetta democrazia del bene". Presenti a Roma anche il ministro Speranza e diverse istituzioni politiche, per prendere parte alla prima giornata che si tiene ad un anno esatto dal 20 febbraio 2020, giorno dell'annuncio del "paziente uno" a Codogno.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
10:36

Germania, 9.164 nuovi casi e 490 morti nelle ultime 24 ore

Sono poco meno di diecimila i nuovi casi di coronavirus in Germania. Lo ha comunicato il Robert Koch Institute. Oltre ai 9.164 nuovi casi di positività a CoViD-19, si registrano anche, sempre nelle ultime ventiquattro ore, anche 490 morti. Il bilancio totale della Germania è di 2.378.884 casi da inizio pandemia, con 67.696 morti totali. I due Länder più colpiti dello stato teutonico restano la Renania Settentrionale-Vestfalia e la Baviera, entrambe sopra i 12mila casi cadauno e che assieme comprendono quasi un milione di casi totali del paese. Terzo, ma molto più distaccato, il Baden-Württemberg (7.926) davanti alla Sassonia (7.433).

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
10:26

Spostamenti tra Regioni, verso la proroga del blocco fino al 5 marzo

Il blocco degli spostamenti tra Regioni è in scadenza al 25 febbraio, ma sarà prorogato almeno fino al 5 marzo, giorno della scadenza naturale dell'ultimo DPCM di Conte. Questo quanto trapela dagli ambienti di governo, che già avevano disposto con una riunione lampo poco dopo l'insediamento del consiglio dei ministri formato da Mario Draghi. La situazione epidemiologica è tale che, dunque, almeno fino al 5 marzo ci sarà il blocco della mobilità tra le regioni, di cui si discuterà anche nella riunione delle 15 tra i presidenti delle regioni.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
10:14

Mattarella: "Il nostro sistema sanitario è un patrimonio su cui investire"

"Il nostro sistema sanitario nazionale, pur tra le tante difficoltà, sta fronteggiando una prova senza precedenti e si dimostra più che mai un patrimonio da preservare e su cui investire, a tutela dell'intera collettività". Questo il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, Filippo Anelli, in occasione della prima giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, che Mattarella ha definito "una importante occasione per rinnovare la più profonda riconoscenza del Paese verso tutti coloro che con professionalità e abnegazione si sono trovati, e tuttora si trovano, in prima linea nel fronteggiare l'emergenza pandemica che, a distanza di poco più di un anno dalla sua comparsa, ancora ci affligge". Proprio oggi 20 febbraio, infatti, è il primo anniversario della scoperta del "paziente uno" di Codogno, al quale venne diagnosticato il Coronavirus in Italia.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
10:09

Covid, oggi vertice dei presidenti delle regioni sul nuovo DPCM

Con il DPCM Conte, l'ultimo prima della caduta del Governo, in scadenza al 5 marzo, si attende ora un nuovo decreto che disciplini l'emergenza Coronavirus in Italia. Quest'oggi si terrà una videoconferenza tra i presidenti delle regioni, che alle 15 faranno il punto della situazione. Probabile che verrà discusso anche il sistema dei colori, che già da tempo è nel mirino di diversi presidenti di regione: anche ieri, il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che è anche presidente della Conferenza delle Regioni, ha parlato della possibilità di "qualche settimana" di restrizioni omogenee in tutta Italia. Se non un lockdown totale, qualcosa di simile alle regole viste a Natale e Capodanno, che furono appunto uguali per tutti le regioni. Quasi certa, invece, la proroga del blocco alla mobilità tra regioni, già esteso fino al 25 febbraio e che, con ogni probabilità, verrà portato almeno fino al 5 marzo, giorno di scadenza "naturale" dell'ultimo DPCM Conte.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
09:54

Covid, tutta l'Italia verso la zona arancione: "Situazione contagi in peggioramento"

La situazione epidemiologica in Italia "è in peggioramento", con le variante del Coronavirus che potrebbero far schizzare nuovamente alle stelle i contagi, vista la loro più veloce diffusione. Gli esperti sono in allarme, e ora il rischio è che tutta Italia torni almeno zona arancione, in modo da rallentare la curva del contagio prima che corra troppo veloce verso l'alto. "Lo scenario è in peggioramento", ha spiegato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, "Per la terza settimana consecutiva abbiamo incremento dell'incidenza e dell'Rt. Ciò richiede misure di mitigazione e attenzione perché la circolazione di varianti, sia di quella inglese, che diventerà dominante, che di quella brasiliana, presente nel Centro Italia, e di quella sudafricana, di cui conosciamo pochi e piccoli cluster di importazione, impongono di continuare con la prudenza".

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
09:45

Puglia, torna la didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado

La Puglia torna alla didattica a distanza: si attende solo l'ordinanza del presidente Michele Emiliano, che verrà pubblicata già nelle prossime ore. Dunque dal 22 febbraio al 5 marzo, tutti gli studenti pugliese di ogni ordine e grado torneranno alla didattica a distanza, con la consueta eccezione delle attività di laboratorio e della didattica inclusiva per studenti disabili e per gli alunni con bisogni educativi speciali, per i quali resta prevista una presenza massima fino al 50% per ogni classe. Lo ha fatto sapere la sezione pugliese dell'ANP, Associazione Nazionale Presidi, che ha parlato anche di un "peggioramento generale del rischio di contagio". Revocato anche lo sciopero indetto da lunedì 22 febbraio dai sindacati della scuola.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
09:14

In Lombardia salgono a 565.927 le dosi di vaccino somministrate

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Altre 15mila circa le dosi di vaccino somministrate nelle ultime 24 ore in Lombardia: salgono così a 565.927 le dosi totali utilizzate sulle 773.800 consegnate alla regione lombarda. I dati sono del Governo italiano, disponibili nel report aggiornato quotidianamente da Palazzo Chigi e che fornisce i dati di tutte le regioni: utilizzate dunque il 73,1% delle dosi finora giunte a quella che è stata da un anno a questa parte la regione più colpita dal Coronavirus in Italia. La maggior parte delle dosi sono state somministrate nella fascia d'età 50-59 anni, ad oggi 146.827 persone, mentre la fascia over 80 vede circa 65mila persone vaccinata al Covid.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
09:00

Russia, registrato un terzo vaccino: il CoviVac

In Russia il ministero della Salute ha registrato un terzo vaccino contro il Coronavirus: il CoviVac, realizzato dal centro Chumakov di San Pietroburgo. L'annuncio è stato dato dal premier Michail Vladimirovič Mišustin e poi rilanciato da tutte le agenzie di stampa russe. Si tratta del terzo vaccino registrato dopo lo Sputnik V realizzato dal Centro Gamaleya e l'EpiVacCorona realizzato dal Centro Vektor. Il premier russo ha poi spiegato che entro metà marzo "le prime 120mila dosi" di vaccino CoviVac "saranno distribuite tra la popolazione civile".

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
08:40

Locatelli: "Investire nella sanità permette di salvare vite umane"

Gli investimenti nel settore della sanità permettono di salvare vite umane ma anche di attutire, quanto più possibile, l'impatto economico e sociale durante "eventi così catastrofici" come la pandemia da coronavirus. Lo ha spiegato, in una intervista rilasciata al Corriere della Sera, il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, che ha fatto il punto di dodici mesi di lotta al Coronavirus, che proprio un anno fa (20 febbraio 2020) veniva diagnosticato per la prima volta in Italia, in un paziente di Codogno, nel lodigiano.

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
08:29

Vaccini, Luca Zaia: "Non questo ritmo, finiremo tra 3-4 anni"

"Con questi ritmi, finiremo di vaccinare tutti gli italiani nel giro di 3-4 anni": lo ha spiegato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia (Lega), in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, che spiega come il problema principali riguardi proprio la mancanza di quella che definisce "la materia prima", ovvero i vaccini veri e proprio. Zaia ha poi ribadito la massima fiducia nel nuovo presidente del consiglio Mario Draghi, "figura di grande standing internazionale", nonché "in grado di rilanciare l'economia e l'occupazione". Tornando poi sui vaccini, Zaia ha sottolineato come Draghi possa "far valere tutta la sua autorevolezza", visto che "con queste quantità e questi ritmi", per vaccinare tutti gli italiani ci vorrebbero "almeno tre o quattro anni".

A cura di Giuseppe Cozzolino
20 Febbraio
08:14

Da domani Campania, Emilia Romagna e Molise in zona arancione

Aumentano le Regioni in zona arancione. Preoccupano ancora molto i contagi di coronavirus in Italia e in alcuni territori, dove la circolazione dell'infezione è particolarmente alta, le regole anti-contagio dovranno essere inasprite: è il caso di Campania, Emilia Romagna e Molise che da domani, domenica 21 febbraio, passeranno in zona arancione. Si vanno quindi ad aggiungere a Toscana, Abruzzo, Liguria, Umbria e provincia autonoma di Trento. Tutte le altre Regioni restano in zona gialla, ancora nessuna in zona rossa.

A cura di Annalisa Girardi
20 Febbraio
08:08

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid 19 di oggi, sabato 20 febbraio

In Italia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 15.479 contagi su 297.128 tamponi effettuati. Questo il quadro che emerge dal bollettino di ieri, venerdì 19 febbraio. Per quanto riguarda i decessi, invece, ieri ne sono stati registrati 348.

Ecco la situazione Regione per Regione:

Lombardia: +3.724

Veneto: +657

Piemonte: +1.307

Campania: +1.616

Emilia Romagna: +1.821

Lazio: +990

Toscana: +924

Sicilia: +440

Puglia: +874

Liguria: +274

Friuli Venezia Giulia: +310

Marche: +488

Abruzzo: +494

Sardegna: +44

P.A. Bolzano: +524

Umbria: +301

Calabria: +177

P.A. Trento: +256

Basilicata: +136

Molise: +114

Valle d'Aosta: +8

A cura di Annalisa Girardi
188 CONDIVISIONI
27125 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni