09 Novembre 22:46 Decreto ristori-bis, il presidente Mattarella ha firmato

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto Ristori-bis. Lo si è appreso al Quirinale.

09 Novembre 22:41 ISS: “La situazione peggiora ovunque, subito misure più restrittive in tutte le Regioni”

La situazione epidemiologica legata all’emergenza coronavirus sta peggiorando rapidamente in tutto il Paese. Lo afferma l’Iss nel suo monitoraggio settimanale, in cui avverte che molte Regioni sono pericolosamente vicine alla soglia di rischio per la tenuta dei servizi ospedalieri. E consiglia quindi ai territori più colpiti di innalzare tempestivamente le restrizioni per frenare la curva.

09 Novembre 22:29 Salvini: “Perché Campania è gialla? Qualcuno intervenga”

"Spiegatemi come la Campania può essere zona gialla? Questo non è un ragionamento politico, è qualcosa che dovrebbe allarmare in primis i napoletani e i campani. Per assurdo, se una regione non fornisce tutti i richiesti, non viene dato il voto peggiore. Chi segnala tutto passa per fesso. Mi auguro che qualcuno intervenga". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a Quarta Repubblica, su Rete 4.

09 Novembre 22:12 Calabria: Cdm rinvia regionali tra 10/2 e 15/4 2021

 Via libera del Cdm al rinvio, causa emergenza Covid, delle elezioni Regionali calabre. La tornata elettorale, necessaria dopo la morte della presidente Jole Santelli, è prevista tra il 10 febbraio e il 15 aprile 2021. La norma sul rinvio delle elezioni sarà inserita nel decreto Calabria sul commissariamento della sanità. Le elezioni si sarebbero dovute tenere entro 60 giorni dal congedo del Consiglio regionale, previsto per domani.

09 Novembre 22:11 Vaccino Pfizer, ministro Usa: diverse settimane per autorizzazione FDA

Pfizer dovrà presentare i dati sul suo candidato vaccino alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti e attendere una revisione, due fasi che richiederanno ciascuna diverse settimane: a dichiararlo oggi a Fox News il segretario americano alla Sanità e i Servizi umani, Alex Azar. Pfizer ha reso noto stamattina che i primi dati mostrano che il suo candidato vaccino è efficace al 90%, ma Azar ha precisato che la società dovrà comunque fornire dettagli alla FDA per un processo di revisione indipendente prima dell'autorizzazione. "Bisogna pensare a un periodo di diverse settimane, sia per la presentazione dei dati che per la revisione da parte della FDA", ha sottolineato Azar, citato dalla Cnn.

09 Novembre 21:57 Vaccino Pfizer: ecco quando (e se) arriverà in Italia

Quando arriverà il vaccino in Italia? Se quello in via di sperimentazione della casa farmaceutica Pfizer confermerà nelle prossime settimane la sua efficacia la sua produzione potrebbe essere imminente. Tuttavia questo non vuol dire che la fine dell’emergenza è vicina. Non per tutti almeno: infatti non tutti i Paesi hanno prenotato le dosi e difficilmente l’azienda riuscirà a soddisfare a breve la domanda, già ingente allo stato sperimentale. Per quanto ci riguarda non è chiaro quando e in che portata il farmaco potrebbe arrivare in Italia, anche perché il nostro paese sta investendo su un altro vaccino, quello di Oxford-AstraZeneca.

09 Novembre 21:45 L’immunologa Antonella Viola: “L’efficacia al 90% è davvero impressionante”

La dottoressa Antonella Viola, immunologa dell'Università di Padova, ha definito "davvero impressionante" l'efficacia del 90% per il vaccino anti-Covid annunciata da Pfizer. Secondo la scienziata "la Food & Drug Administration americana si sarebbe accontentata di un misero 50% per approvarlo". L'ordinario di Patologia generale all'Università di Padova e direttrice scientifica all'Istituto pediatrico Città della Speranza ha aggiunto. "Ora però – prosegue Viola – bisogna terminare gli studi per essere certi della sua sicurezza e dell'efficacia complessiva, soprattutto nelle persone che sono a rischio di sviluppare sintomi gravi. Questo è infatti l'aspetto critico sul quale si misureranno i vari vaccini che arriveranno all'autorizzazione. Se però andrà tutto bene, le prime dosi dovrebbero essere disponibili presto anche se, come sempre detto, per avere una reale copertura nel nostro paese dovremo pensare a un periodo che va dalla primavera all'autunno del 2021. Speriamo quindi davvero – conclude – che questo annuncio sia seguito presto dai dati e dall'approvazione".

09 Novembre 21:30 La seconda ondata arriva a New York: tasso di positivi in forte aumento

A New York i contagi da coronavirus tornano a livelli allarmanti. "Il tasso di positività ha superato il 2 per cento – ha dichiarato oggi il sindaco De Blasio – ed è un problema. Siamo ben oltre la soglia dei nuovi casi che avevamo previsto: stiamo vedendo nuovi contagi all'interno dei gruppi familiari, nelle comunità, nei quartieri. Stiamo assistendo a un ritorno alla situazione di qualche mese fa, e dobbiamo impedire che si vada oltre". Per questo da oggi i newyorchesi hanno di nuovo accesso alla mappa che illustra in tempo reale la situazione dei contagi dettagliata in base al codice postale di appartenenza. La mappa interattiva, consultabile sul sito del Comune, mostra quanti sono risultati positivi zona per zona nell'ultima settimana ed è possibile anche confrontare i dati con quelli del passato, fino a tre mesi fa. New York City ha a oggi un indice di positività del 2,36 per cento, per una media settimanale del 2,2. La soglia di attenzione stabilita dagli esperti è di 550 nuovi casi in media in una settimana, ma adesso siamo già a quota 779. La nuova situazione potrebbe modificare le decisioni da prendere sulla riapertura all'interno dei locali. "Bisogna evitare in ogni modo una seconda ondata", ha detto il sindaco.

09 Novembre 21:19 La notizia di un vaccino ha fatto crollare in borsa Netflix e Zoom

La notizia di un possibile vaccino contro il coronavirus non è stata accolta da tutti allo stesso modo: sono infatti crollate le quotazioni delle compagnie che in questi mesi hanno maggiormente tratto beneficio dei lockdown e dello smart working globale. Come spiega Milano Finanza "dopo aver quintuplicato la sua capitalizzazione da inizio anno, oggi Zoom sta perdendo il 13,4% a Wall Street, Netflix cede quasi il 7% e Peloton circa il 16%. Più contenuti, ma comunque significativi i cali delle big tech americane che, già forti prima della pandemia, si sono rivelate indispensabili per consumatori e imprese durante la crisi sanitaria. Amazon tratta così in rosso del 2,4%, Facebook del 2,8% e Microsoft dello 0,5%, mentre si mantengono in rialzo Alphabet (+1,7%) e Apple (+0,6%)".

09 Novembre 20:14 Viaggiare in auto coi non-conviventi: ecco le nuove regole in base al dpcm

È possibile viaggiare in auto con altre persone non conviventi, a patto che si rispettino tutte le precauzioni in vigore anche per il trasporto non di linea. Solo chi guida può sedersi nella parte anteriore della vettura e dietro ci possono essere al massimo due passeggeri per ogni fila di sedili. Tutti devono indossare la mascherina.

09 Novembre 19:44 Usa, superata soglia dei 10 milioni di contagi da inizio pandemia

Gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 10 milioni di contagiati di coronavirus dall'inizio della pandemia. Il nuovo triste record arriva dieci giorni dopo che erano stati raggiunti i 9 milioni di casi, sottolinea il Washington Post. La media giornaliera dei contagiati dell'ultima settimana è arrivata ormai a 104mila casi, secondo i dati del Post, e l'epidemia è in crescita in tutto il paese con 15 stati che stanno superando i loro precedenti record. Oklahoma e Tennessee hanno avuto una crescita del 100% dei contagi in una settimana. La crescita minore, il 12%, si è registrata in Texas.

09 Novembre 19:34 Francia: oggi 551 morti

"Il picco dell'epidemia deve ancora arrivare", nelle ultime 24 ore ci sono stati "551 decessi" in Francia: lo ha detto il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon, in una conferenza stampa a Parigi, precisando che sono 40.987 le vittime fino ad oggi. Salomon ha detto che la Francia è il quarto paese al mondo per numero di casi, "questo anche perché – ha precisato – abbiamo effettuato 24 milioni di tamponi dall'inizio dell'epidemia, di cui 2,3 milioni questa settimana".

09 Novembre 19:21 Rezza: “Situazione in peggioramento, aumento ricoveri giustifica più restrizioni”

"La situazione epidemiologica" per quanto riguarda il Coronavirus "continua a peggiorare con un Rt di 1,7". Così ha detto il direttore della prevenzione del ministero della salute, Gianni Rezza. In un video il professore spiega: "Abbiamo oltre 500 casi per 100mila abitanti e quasi tutte le Regioni italiane sono pesantemente colpite". Poi "si registra un aumento dei ricoveri soprattutto in terapia intensiva". Di fronte a "questa situazione" si giustifica l'adozione di "ulteriori provvedimenti più restrittivi soprattutto nelle regioni più colpite e naturalmente di comportamenti prudenti da parte di tutti i cittadini".

09 Novembre 19:10 Zona gialla, arancione o rossa? Domani si deciderà situazione Campania

In questo momento, secondo quanto apprende l'Ansa, è in atto una ulteriore verifica dei dati epidemiologici che riguarderà tutte le altre Regioni italiane. La giornata di domani sarà dedicata interamente alla situazione della Regione Campania.

09 Novembre 19:05 Le nuove regioni in zona arancione: stasera arriva la firma del Ministro Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto apprende l'ANSA, firmerà in serata un'ordinanza che – sulla base dei dati elaborati dalla Cabina di regia – prevede il passaggio in zona arancione di 5 Regioni: Abruzzo, Basilicata. Liguria, Toscana e Umbria a partire da mercoledì 11 novembre.

09 Novembre 18:57 Provincia di Bolzano finisce in zona rossa

Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto apprende l'ANSA, firmerà in serata una ordinanza, che andrà in vigore dall'11 novembre con la quale la Provincia di Bolzano passerà in area ‘rossa'

09 Novembre 18:46 Il governatore Marsilio: “Abruzzo, Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana diventano zona arancione”

"Il ministro Speranza mi ha anticipato poco fa l'esito della riunione che ha stabilito il passaggio dell'Abruzzo, insieme ad altre quattro Regioni – Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana – nella zona arancione. Gli effetti del provvedimento che il ministro si appresta a firmare in serata avranno decorrenza dalla giornata di mercoledì". Lo ha dichiarato il presidente dell'Abruzzo, Marco Marsilio.

09 Novembre 18:37 Palermo, focolaio in due case di riposo

Sono 66 i positivi, tra degenti e operatori, nella Rsa di via Messina Marine a Palermo, e tra loro una ventina di operatori. Lo riferisce la Funzione Pubblica Cgil, aggiungendo che "sono solo tre, in questo momento, gli infermieri che si alternano nei cinque piani dell’edificio, con turni massacranti". La Fp segnala inoltre un altro focolaio presso la Casa di Riposo SS. Salvatore di via Altarello 2, ancora a Palermo, che ha coinvolto degenti e operatori.

09 Novembre 18:17 Svezia, situazione fuori controllo: i medici chiedono il lockdown totale

La politica per fronteggiare l’emergenza sanitaria in Svezia ha chiaramente fallito: la curva non scende nonostante le nuove restrizioni. E la colpa sarebbe degli stessi cittadini: “Abbiamo un 20-40% che non ha seguito due delle principali raccomandazioni del governo: evitare trasporti pubblici non necessari ed evitare il contatto fisico con persone esterne alla propria famiglia”.

09 Novembre 17:58 Vaia: “Servono lockdown chirurgici utili in questa fase”

"I lockdown ‘chirurgici', così come le quarantene ‘chirurgiche', sono uno strumento utile in questa fase per coniugare due esigenze: la tutela della salute pubblica ed evitare che il Paese possa deprimersi. Ma questi lockdown chirurgici devono essere accompagnati da azioni di contrasto al virus sul territorio". Così il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia."Non possiamo lasciare i cittadini disorientati, dobbiamo dare le risposte giuste con ‘l'esercito' che abbiamo messo in campo contro questo nemico subdolo che è il nuovo Coronavirus" sottolinea Vaia.

09 Novembre 17:34 L’allarme dei medici: “Il rischio è di vedere 30mila persone in ospedale nel prossimo mese”

"Il lockdown può rappresentare una risposta importante alla necessità di bloccare la curva perché i dati ci dicono che se non si dovesse raffreddare questa curva fra 30 giorni avremo circa altre 30mila persone in ospedale, le rianimazioni supererebbero i 5mila posti occupati e addirittura, se il trend dovesse essere quello dell'ultima settimana, si potrebbero contare 10mila morti in più. Questo non ce lo possiamo permettere, dobbiamo valutare qualcosa da fare". Così a Timeline, su Sky TG24, il presidente della Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri Filippo Anelli.

09 Novembre 17:29 Covid Lazio, il bollettino di oggi: 2153 nuovi positivi e 16 decessi

Sono 2153 i nuovi contagi da coronavirus che si sono registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore. 1132 sono i casi nella città di Roma, mentre 442 sono quelli in provincia. 16 è il numero delle persone decedute, mentre 241 sono i guariti. Sono stati processati oltre 22mila tamponi, mentre il rapporto tra questi e positivi è al 9%.

09 Novembre 17:28 Ricciardi (Ministero Salute): “Aziende facciano meno annunci sui vaccini”

 "Sarebbe il caso che queste aziende non facessero annunci, che peraltro hanno implicazioni importanti sui loro bilanci: li facessero in maniera più riservata e dessero alle autorità regolatorie le informazioni tempestivamente, al momento giusto e ci consentissero di valutare la loro sicurezza". Così Walter Ricciardi, consulente scientifico del ministro della Salute poco fa su Rai Radio1 all'interno nel programma In Vivavoce, condotto da Eleonora Belviso e Claudio De Tommasi.

09 Novembre 17:22 Covid Lombardia, il bollettino di oggi: 4.777 contagi e 99 morti

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati segnalati 4.777 nuovi contagi di Coronavirus e 99 morti. I ricoveri in ospedale fanno registrare un nuovo forte aumento (più 189 rispetto a ieri) così come quelli in terapia intensiva (più 20 rispetto a ieri, per un totale di 670): ecco il bollettino con i dati di oggi 9 novembre sui contagi Covid in Lombardia.

09 Novembre 17:14 Le regioni con l’incidenza più alta di positivi su casi testati: Lombardia, Veneto, Bolzano, Liguria, Trento tra 40 e 50%

Lombardia, Veneto, Bolzano, Liguria, provincia di Trento. Sono alcune dei territori con la percentuale più alta di positivi su casi testati. C'è poi il caso della Valle d'Aosta che con 146 nuovi casi su 201 test fa segnare il 73,9% di positivi.

09 Novembre 17:04 Il bollettino di oggi: 25.271 nuovi casi, ma molti meno tamponi effettuati (147.725)

I nuovi contagi da Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 25.271, per un totale di 960.373 casi dall’inizio dell’emergenza Covid-19. Sono 356 i morti nell’ultima giornata. La Regione con più casi positivi su base giornaliera rimane la Lombardia, con 4.777 contagi, seguita da Campania e Piemonte.

09 Novembre 16:50 Chiara, 21 anni, muore per complicanze da Coronavirus a Torino. Aveva un bimbo di 13 mesi

Una giovane mamma di soli 21 anni, Chiara Cringolo, è morta a causa di complicazioni legate al Coronavirus. A darne notizia è stato il sindaco di Romano Canavese, a pochi passi da Ivrea, in Piemonte, dove la ragazza viveva: “Questo decesso ci testimonia che il virus è letale non solo per una certa fascia della popolazione”.

09 Novembre 16:47 Ucraina, il premier Zelensky è positivo al Covid

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è risultato positivo al test per il Covid-19, lo ha annunciato la Presidenza ucraina. "Sfortunatamente, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy è risultato positivo al test per l'infezione da coronavirus", si legge in una nota postata su Facebook in cui si aggiunge che il presidente "si sente bene" e continuerà a lavorare in auto-isolamento.

09 Novembre 16:40 Coronavirus Puglia, 730 nuovi casi di contagio oggi

Su 4.103 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 730 casi positivi: 276 in provincia di Bari, 62 in provincia di Brindisi, 81 nella provincia BAT, 155 in provincia di Foggia, 98 in provincia di Lecce, 54 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione. Sette i decessi, tutti in provincia di Bari.

09 Novembre 16:30 Si aggravano le condizioni del cardinale Bassetti

Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, ricoverato dal 3 novembre in Terapia Intensiva 2 presso l’Azienda Ospedaliera di Perugia “Santa Maria della Misericordia”, ha subito un aggravamento complessivo del quadro clinico. Sono in corso gli approfondimenti diagnostici e tutte le cure del caso. Lo scrive Avvenire.

09 Novembre 15:59 Coronavirus Toscana: 2.244 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

In Toscana sono 65.190 i casi di positività al Covid, 2.244 in più rispetto a ieri (1.780 identificati in corso di tracciamento e 464 da attività di screening). I nuovi casi sono il 3,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 6,6% e raggiungono quota 19.116 (29,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.227.725, 13.690 in più rispetto a ieri.

09 Novembre 15:49 Nuova proroga per il Covid: carte identità e patenti, valide fino a 30/4

Nuova proroga per le carte d'identità e per le patenti scadute o in scadenza durante l'emergenza Coronavirus: con un emendamento all'ultimo dl Covid approvato in commissione Affari costituzionali in Senato il nuovo termine viene rinviato da dicembre al 30 aprile 2021. Per quanto riguarda però l'espatrio la validità resta quella indicata sul documento alla data di scadenza.

09 Novembre 15:22 Coronavirus Abruzzo: oggi 625 nuovi casi di contagio

Sono complessivamente 15143 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.Rispetto a ieri si registrano 625 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 96 anni) con  3951 tamponi.Dei nuovi casi, 208 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

09 Novembre 15:04 In Italia un ricovero su due negli ospedali è per Covid

In Italia ormai circa la metà dei ricoveri in ospedale è per covid. Lo segnalano i dati  dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali (Agenas) aggiornati all'8 novembre, da cui emerge anche che i posti di terapia intensiva occupati da pazienti Covid toccano il 34% a livello nazionale, 4 punti oltre la soglia critica del 30%, superata da 11 regioni. Il numero di posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti dell'area medica degli ospedali dunque continua a crescere. A superare la soglie del 40% sono 11 regioni, dove la saturazione dei posti porta a far ricorso a quelli dovrebbero essere dedicati a persone con altre patologie.

09 Novembre 14:57 Ministro Speranza: “Le notizie di oggi sul vaccino anticovid sono incoraggianti. Ma serve ancora tanta prudenza”

"Le notizie di oggi sul vaccino anticovid sono incoraggianti. Ma serve ancora tanta prudenza" così il ministro della salute Roberto Speranza cerca di smorzare i toni dopo l'euforia alla notizia che il vaccino covid messo a punto da Pfizer-Biontech e arrivato alla fase 3 sta dimostrando una efficacia al 90 per cento. "La ricerca scientifica è la vera chiave per superare l’emergenza. Nel frattempo non dobbiamo dimenticare che i comportamenti di ciascuno di noi sono indispensabili per piegare la curva" ha aggiunto Speranza sui social.

09 Novembre 14:52 “Anestesisti rianimatori usati per altri incarichi” la denuncia dell’associazione di categoria

"Anestesisti rianimatori e medici dei pronto soccorso comandati a prestare cure a pazienti ricoverati in reparti Covid a media e bassa intensità di cura, che non competono a questi specialisti", nonostante la "nota carenza" negli ospedali di questi medici. La denuncia arriva dal sindacato degli Anestesisti rianimatori, Aaroi-Emac, a cui sono arrivate segnalazioni di questa prassi, e che ha diffidato "gli enti pubblici e privati del Servizio sanitario nazionale dal ricorrervi". Queste "prassi – si legge nella diffida – lì dove si sono o si fossero verificate, risultano non solo gravissime alla luce delle note carenze di personale medico specialista in anestesia e rianimazione, ma anche vergognosamente sprezzanti dei sacrifici che tale personale sta facendo ormai da mesi, rinunciando alle ferie, ai riposi, al diritto alla formazione. Analoga considerazione valga per i medici in servizio nei pronto Soccorso, anch'essi sottoposti a tali sacrifici". In presenza di tali situazioni "l'associazione si troverà costretta ad agire presso le sedi competenti, intraprendendo le opportune iniziative anche legali a tutela dei suoi associati"

09 Novembre 14:37 La previsione dell’esperto per la Sicilia: “Fra un mese 3.300 ricoveri e 470 intubati”

"Fra un mese esatto, l’8 dicembre, in Sicilia il numero di ospedalizzati Covid sfiorerà quota 3.300 e i ricoverati in terapia intensiva saranno nell’ordine dei 470" i numeri da brividi arrivano da uno studio di Giuseppe Natoli, statistico e data manager dell’unità di Medicina interna dell’ospedale Civico di Palermo. "La curva continua ad avere un andamento esponenziale senza alcun accenno di rallentamento: in questo momento il fantomatico plateau non è visibile" ha spiegato l'esperto al Quotidiano La Sicilia sottolineando che si tratta di previsioni "al netto delle ultime misure di contenimento e di quelle che verranno eventualmente introdotte".

09 Novembre 14:25 Fidanzatini si baciano all’aperto, 400 euro di multa per le Leggi anti-Covid: non avevano la mascherina

Quattrocento euro a testa di multa perché non avevano la mascherina dato che si stavano dando un bacio. È accaduto a una coppia di Prato sorpresa sul pontile di Forte dei Marmi dai vigili urbani. La multa è di 400 euro per la coppia e anche per un amico che era con loro che li stava fotografando. Stando a quanto riportato dai media locali e come ha confermato anche il sindaco Bruno Murzi, ci sono stati momenti di grande concitazione dato che i giovani hanno fortemente contestato la multa.  Per i vigili urbani i ragazzi si erano assembrati e per di più non indossavano la mascherina. Il sindaco di Forte dei Marmi, Bruno Murzi, ha difeso l'operato dei vigili urbani: "L'Increscioso episodio sul pontile, ragazzi senza mascherina contestano con arroganza la polizia municipale mentre li sanziona. “Nessuno si permetta di dettare le regole a casa nostra. L’amministrazione e la Polizia Municipale sono unite nel perseguire chi non rispetta le regole”

09 Novembre 14:07 Associazione chiropratici: “Aumento disturbi da stress emotivo nell’era Covid”

Lo stress emotivo nell'era Covid diventa una delle prime cause dell'aumento dei disturbi dell'apparato muscolo scheletrico. Un trend riscontrato negli studi dei dottori Chiropratici italiani che mettono in guardia da quella che può diventare una vera e propria piaga nei prossimi anni e che vede acuirsi i sintomi disfunzionali dei pazienti, tanto da poter creare una nuova quanto diffusa casistica categorizzabile come "Paziente dell'era Covid". "La visione globale del Chiropratico rispetto allo stato di salute del paziente non lascia dubbi su questo fenomeno – dice John Williams, presidente dell'Associazione Italiana Chiropratici – rispetto al periodo pre-Covid in tutti gli studi associati si sta verificando un netto aumento dell'intensità della sintomatologia riconducibile a un generalizzato senso di paura e di visione negativa del futuro. Proprio per questo stiamo intensificando le collaborazioni interdisciplinari con altre figure sanitarie, come psicologi e fisioterapisti, nell'ottica di offrire al paziente un aiuto in più, limitando il ricorso ai farmaci".

09 Novembre 13:54 Pregliasco: “Quello che preoccupa è il negazionismo strisciante”

"Siamo ancora in una fase di crescita di Covid-19, e per vedere gli effetti delle misure occorre attendere qualche settimana. Ma quello che preoccupa è il negazionismo strisciante, che porta le folle in piazza al centro, nei parchi o nelle spiagge e spinge a minimizzare gli effetti di Covid-19". Lo ha detto all'Adnkronos Salute il virologo dell'Università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco. "Ormai c'è una fetta di italiani che è convinta che Covid non esista o non comporti rischi. L'ho toccato con mano intervenendo a una trasmissione dove si rispondeva alle domande delle persone: ho rilevato una faziosità e una dicotomia pericolosa. C'è infatti chi ha paura ed è arrabbiato, e chi è altrettanto arrabbiato perché convinto che si tratti di un falso problema che sta bloccando l'Italia", le parole di Pregliasco. "Purtroppo i negazionisti sono saldi nelle loro convinzioni: non credono al virus, ma al pericolo del 5G. Ma noi dagli ospedali non inventiamo numeri e dati: la situazione è grave. E vedere le folle in strada o in spiaggia non fa ben sperare", conclude Pregliasco.

09 Novembre 13:46 Positivo il direttore degli Uffizi Eike Schmidt

Il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, è risultato positivo al Coronavirus. Il direttore tedesco è asintomatico e sta bene. Lo ha annunciato lui stesso durante un collegamento da casa, dove è in in quarantena domiciliare, per un’iniziativa legata ai cinquant’anni del dipartimento didattico delle Gallerie.

09 Novembre 13:39 Perché gli studenti al primo anno all’università devono seguire le lezioni in presenza

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Luiss Guido Carli di Roma e ha parlato dell'importanza del mondo accademico in questa fase. "Avverto la vicinanza di tutta la comunità accademica", ha detto Conte in collegamento da Palazzo Chigi. "Sono sicuro l'università aiuterà gli studenti in questa fase, anche se privati della condivisione. L'interazione diretta e personale è fondamentale". Conte ha annunciato una deroga alla didattica a distanza: “Nella consapevolezza di quanto sia decisivo il contatto umano e intellettuale, stare in presenza e guardarsi negli occhi, gli studenti del primo anno avranno la possibilità di seguire in presenza”.

09 Novembre 13:27 Vaccino anti-Covid, l’annuncio di Pfizer: “Efficace al 90%”. Borse euforiche

Pfizer ha annunciato che il vaccino candidato contro il coronavirus che sta sperimentando è risultato efficace nel prevenire il 90 percento delle infezioni. Al momento la preparazione viene somministrata a migliaia di volontari coinvolti in un fondamentale studio clinico di Fase 3, che è ancora in corso. Euforia sui mercati sulle notizie di un vaccino in arrivo da parte di Pfizer e BioNTech. Milano vola in rialzo del 5%,, Londra del 3,99%, Parigi del 5,39%, Francoforte del 4,8%, Madrid del 6%.

09 Novembre 13:24 Picnic in campagna senza mascherina, 13 ragazzi multati nel Parmense

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

La domenica pomeriggio in campagna senza distanze e senza mascherine, per fare un picnic, è costata a un gruppo di 13 ragazzi, tra loro ci sono anche dei minorenni, una multa complessiva di 5.200 euro, 400 euro a testa, per il mancato rispetto delle restrizioni anti-Covid. Il gruppo, residente a Parma, ieri ha deciso di spostarsi in campagna per organizzare un picnic in un'area verde di Felino. La loro presenza è stata però segnalata al 112. Sul posto i militari hanno trovato i ragazzi stesi sull'erba con alcuni teloni pieni di cibo e bevande. Il gruppo si stava godendo il pomeriggio senza mascherine e senza distanziamento. Nel weekend diversi altri controlli dei carabinieri di Parma hanno portato a multe e denunce per inottemperanza delle misure anti-Covid. Quindici giovani sono stati multati, ognuno per 400 euro, in una piazze del centro di Langhirano per essere rimasti fuori da un bar dopo l'orario di chiusura, parlando fra loro senza mascherina né distanziamento. A Parma invece una donna di 74 anni è stata denunciata perché fuggita da una clinica dove era ricoverata con sintomi, positiva al coronavirus. Dopo l'allarme del personale sanitario è stata rintracciata nei pressi della sua abitazione. All'invito a ritornare in ospedale ha risposto negativamente e così è stata invitata a restare in quarantena a casa. Nel frattempo è stata denunciata.

09 Novembre 13:17 Anestesisti: “Terapie intensive sotto pressione, proposta lockdown nazionale è ragionevole”

"Ci attendiamo un raddoppio dei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva nella prossima settimana se il trend non muterà, ed in attesa degli eventuali benefici derivanti dalle misure dell'ultimo dpcm che potranno però evidenziarsi non prima di altri 10 giorni". Lo dice all'Ansa il presidente dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri (Aaroi) Alessandro Vergallo. Le terapie intensive "sono già sotto pressione. A fronte di ciò e dell'assenza di una medicina territoriale, la proposta di lockdown nazionale – rileva – è a questo punto ragionevole". I ricoveri ospedalieri e dunque anche quelli in terapie intensiva, ha spiegato Vergallo, "purtroppo aumenteranno fino a quando le misure più restrittive dell'ultimo dpcm non porteranno gli auspicati effetti positivi, ma per vederli ci vorranno ancora una decina di giorni". Intanto, "a trend epidemico invariato finora abbiamo visto appunto un raddoppio dei casi in media ogni 10 giorni". Se "pensiamo ad una proiezione a breve termine, la situazione appare al limite. Le terapie intensive iniziano ad essere in crisi per il superamento della soglia limite del 30% di posti letto occupati per malati Covid". Ma la crisi, precisa Vergallo, "riguarda l'intero sistema ospedaliero, per l'enorme pressione cui è sottoposto in questo momento". Tale situazione, precisa, "è dovuta anche al fatto che la Medicina del territorio, che coinvolge circa 50mila medici di base, non sta funzionando". Dunque, "visto che dalla Medicina del territorio non sta arrivando aiuto concreto e visto che gli ospedali cominciano ad essere saturi – ha concluso il presidente degli anestesisti rianimatori – la proposta della Fnomceo ci sembra a questo punto ragionevole. Si tratta di una proposta che accogliamo a malincuore per le implicazioni che ha, ma allo stato in cui siamo è ragionevole".

09 Novembre 13:13 Coronavirus Alto Adige, 4 decessi e 598 nuovi casi: verso lockdown duro

Sono 598 i nuovi casi positivi e 4 i decessi  covid registrati in  Alto Adige  nelle ultime 24 ore. Sono i dati del bollettino quotidiano dell'epidemia da coronavirus nele provincia di Bolzano. Nelle ultime 24 ore, i laboratori dell'Azienda sanitaria provinciale hanno processato 2.241, di cui 1.373 sono nuovi test. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 320 (17 in più rispetto ad ieri) e, nelle strutture private convenzionate, 91 (4 in meno). In terapia intensiva sono ricoverati 41 pazienti (2 in più), mentre 113 (3 in più) sono in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in isolamento domiciliare sono 8.312

L'alto Adige, che da oggi è zona rossa, intanto è pronto a un  lockdown duro. "Non abbiamo alternative, altrimenti collassa l'intero sistema sanitario" ha detto all'Ansa l'assessore alla sanità Thomas Widmann. "I danni collaterali sarebbero devastanti, se gli ospedali non dovessero più garantire chemioterapie e interventi chirurgici", aggiungendo: "La questione sarà analizzata domani dalla giunta provinciale. "Siamo oltre il tempo massimo, i campanelli d'allarme non possono più essere ignorati".  "A marzo – prosegue Widmann – abbiamo chiuso tutto con 42 casi Covid in Alto Adige, ora registriamo 750 nuovi contagi al giorno e c'è ancora chi non capisce e si lamenta delle restrizioni".

09 Novembre 12:44 Coronavirtus Veneto, 2.223 nuovi positivi e 21 decessi nelle ultime 24 ore

Sono 2.223 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore mentre i morti covid accertati nell'ultima giornata sono 21. Sono i dati dell'ultimo bollettino della Regione Veneto di oggi, lunedì 9 novembre, comunicati dal presidente Luca Zaia nella consueta conferenza stampa. Dall'inizio della pandemia i casi in Veneto sono stati 81.492. mentre gli attualmente positivi sono 53.145

09 Novembre 12:36 Bonus Pc, da oggi via alle richieste di incentivo fino a 500 euro

Via al bonus Pc, da oggi infatti i cittadini possono iniziare a richiedere un bonus da 500 euro per l’attivazione di una connessione a Internet a banda ultralarga e l’acquisto di un dispositivo pensato per sfruttarla. Il voucher va riscosso rivolgendosi agli operatori accreditati che stanno ideando offerte ad hoc, ma non è rivolto a tutti. La prima fase dell'erogazione è pensata per i nuclei famigliari con reddito ISEE inferiore a 20.000 euro, mentre in una seconda fase dell'erogazione saranno ammesse anche le richieste da parte dei nuclei con reddito fino a 50.000 euro. Inoltre, l'attivazione di una offerta Internet a banda ultralarga con un contratto di almeno un anno è un requisito fondamentale per l'erogazione: chi ha già un abbonamento a Internet attivo, può comunque utilizzare il voucher per passare a una offerta di connettività più veloce.

09 Novembre 12:28 A Milano 2.000 chiamate al giorno al 118, ben 800 presentano sintomi Covid

Duemila cittadini al giorno, in media, chiamano il 118 nel Milanese. Di queste, come confermato da fonti sanitarie a Fanpage.it, circa 800 sono da parte di cittadini che presentano sintomi da Covid-19, ovvero il 40 per cento del totale. Ciò significa che su dieci chiamate, quattro sono potenziali casi di contagio. Per questo l’Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia ha i centralini in tilt: le ambulanze non bastano, gli ospedali sono saturi. Nel capoluogo di regione si sta vivendo un momento di crisi senza precedenti. La battaglia di Milano si fa più serrata ma non è aiutata nel pratico.

09 Novembre 12:15 Oggi alle 15 riunione con Cts per capire quali regioni passeranno a una zona diversa

"Oggi alle 15 ci sarà un momento di confronto con il Cts e da lì potremo capire quali regioni passeranno o meno a una fascia diversa" lo ha annunciato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà. ntervenuto a a Start, su Sky TG24 il Ministro ha spiegato : "Cerchiamo di far sì che vi siano dei passi in avanti rispetto alle soluzioni del lockdown generale di marzo. Attraverso 21 indicatori con dati precisi, attraverso la verifica, il Cts e la cabina di regia, individuiamo quali passaggi ci debbano essere per portare una regione in fascia gialla, arancione o rossa, perché all'interno le libertà individuali sono molto diverse. Queste soluzioni passano per dei dati che vanno controllati e verificati".

09 Novembre 11:58 A scuola sempre con la mascherina anche seduti al banco, la circolare del Ministero dell’Istruzione

A scuola sempre con la mascherina anche se si è seduti al proprio banco, lo precisa una circolare del capo dipartimento del ministero dell'Istruzione, Marco Bruschi, ai dirigenti scolastici.  "A partire dalla scuola primaria la mascherina dovrà essere indossata sempre da chiunque sia presente a scuola durante la permanenza nei locali scolastici e nelle pertinenze anche quanto gli alunni sono seduti al banco e indipendentemente dalle condizioni di distanza previste dai precedenti protocolli (1 metro tra le rime buccali), salvo che per i bambini di età inferiore ai 6 anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina" precisano dal Ministero. Secondo la circolare, "è possibile abbassare la mascherina  per bere, per i momenti della mensa e della merenda". Il capo dipartimento del Ministero dell'Istruzione, nella circolare ai dirigenti scolastici, aggiunge che sulla particolare situazione delle attività di educazione fisica interverrà una specifica nota.

09 Novembre 11:40 A Messina scuole e asili chiusi per controlli covid

A Messina scuole e asili chiusi per oggi e domani per controlli covid. Lo ha stabilito una ordinanza sindacale del primo cittadino che ha imposto la chiusura di tutti i plessi e di tutti gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, pubblici, privati e paritari, compresi gli asili nido con l’obiettivo di "consentire all’Asp (Azienda sanitaria provinciale) di Messina di svolgere in sicurezza i controlli sui contatti stretti di caso ed emettere i relativi provvedimenti anche ai fini del loro tracciamento".

09 Novembre 11:18 “Oltre 2.400 chiamate di soccorso al giorno a Bari”, 118: “Situazione critica”

"Stiamo ricevendo anche 2.400 chiamate di soccorso al giorno, i nostri soccorritori stanno gestendo un flusso enorme. Purtroppo, in queste condizioni, i tempi d’intervento possono dilatarsi e possono esserci delle criticità" lo ha dichiarato Gateano Dipietro, direttore del 118 di Bari e Bat, sottolineando: "Al numero elevato di persone da soccorrere  si aggiungono altre due problematiche: i tempi di ricovero non sono quelli normali, siamo in una situazione emergenziale e ci sono criticità e protocolli rigidi da rispettare. E poi, se il paziente risulta essere positivo al Covid l’ambulanza deve essere sanificata"

09 Novembre 11:04 Antonella, l’infermiera morta di covid nello stesso ospedale dove lavorava

Addio ad Antonella, infermiera del Cardarelli di Napoli in prima linea contro il Covid. La donna è morta a 57 anni a causa del coronavirus, che l’aveva contagiata due settimane fa. Dopo 15 giorni di ricovero nello stesso ospedale dove lavorava, Antonella non ce l’ha fatta: sposata, lascia un figlio di 19 anni. Si tratta dell’ennesima vittima tra il personale sanitario che lotta quotidianamente contro il covid.

09 Novembre 10:54 Zaia: “Basta negazionisti sul covid, qualcuno vive un’altra realtà”

"Inutile fare i negazionisti e pensare sempre ‘piove governo ladro', perché il virus c'è", lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia a Studio 24 su Rainews24. "Abbiamo oltre 1.500 ricoverati covid  e almeno202 in terapia intensiva. Non abbiamo ancora i picchi di marzo, però la tensione c'è. Ho l'impressione che c'è qualcuno che vive un'altra realtà" ha aggiunto Zaia

09 Novembre 10:35 A Vercelli task force di medici e infermieri dalla Cina

Per combattere la seconda ondata di contagi da coronavirus che sta colpendo l'Italia dalla Cina pronta ad arrivare a Vercelli una task force di medici e infermieri. A prendere l'iniziativa per organizzare la trasferta è stato Carlo Olmo, avvocato che già durante la prima fase della pandemia è stato protagonista di una lunghissima serie di azioni solidali  al punto che il presidente della Repubblica lo ha insignito del titolo di Cavaliere. Olmo ha messo in moto i contatti che porteranno nei prossimi giorni porteranno in Piemonte 6 medici rianimatori e 28 infermieri dalla Cina.

09 Novembre 10:10 Calabria, Cotticelli: “Piano Covid l’ho fatto io, ero in stato confusionale, forse mi hanno drogato”

Non connettevo, non so cosa sia successo. Sto cercando di capire con un medico se ho avuto un malore o se è successo qualcosa di strano”. Con queste parole tenta di giustificarsi Saverio Cotticelli, ormai ex commissario alla sanità in Calabria dopo l'intervista che lo ha vista protagonista e ha scatenato molte polemiche. "In realtà il Piano anticovid in Calabria è già pronto da giugno e l'ho fatto io", ha detto il generale durante la trasmissione Non è L'Arena su La7 condotta da Massimo Giletti. Il riferimento è all'intervista che gli è costata il posto, andata in onda nel corso della trasmissione di Rai Tre ‘Titolo V', durante la quale Cotticelli ha dichiarato di non aver realizzato il piano Covid per la Calabria, dicendo di non sapere che il compito spettava al commissario alla Sanità.

09 Novembre 09:50 Puglia, Emiliano: “Evitate di mandare i bambini a scuola, non è sicura”

"Faccio mio l'appello dei pediatri: evitate di mandare i bambini a scuola in presenza, questo è più sicuro sia per i bambini che per la salute pubblica. Scegliete, se possibile, la Dad, e da casa – sia pure con tutti i limiti – cercate di fare il possibile, fino a quando i dati epidemiologici non scenderanno", è l'appello rivolto alle famiglie dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano nel giorno in cui gli istituti pugliesi – elementari e medie – devono riaprire per effetto della decisione di venerdì scorso del Tar della Puglia ha sospeso l'ordinanza della Regione che aveva disposto la dad in tutte le scuole a partire dalle elementari. Dopo la decisione del Tar, il presidente della Regione ha emesso una nuova ordinanza che dispone la possibilità per le famiglie di scegliere se avvalersi della didattica in presenza o di quella digitale.

09 Novembre 09:30 Massimo Galli: “Bisogna chiudere subito, situazione già fuori controllo”

Massimo Galli rilancia l’appello dell’Ordine dei medici, che ha chiesto un lockdown totale in Italia, sottolineando che la situazione è già fuori controllo. “Può essere ancora ragionevole considerare alcune differenze regionali ma con estrema attenzione per non correre il rischio di vanificare i risultati ottenuti. In ogni caso, dopo un eventuale lockdown nazionale, non è che subito dopo si potrà fare come quest’estate altrimenti saremmo daccapo" ha spiegato l'infettivologo dell'ospedale Sacco-università Statale di Milano intervenuto ad ‘Agorà' su Rai 3. "Temo che non ci sia alcun dubbio sul fatto che la situazione sia ampiamente fuori controllo: le misure adottate vanno applicate con estrema attenzione ed efficacia se vogliamo riuscire ad invertire la tendenza e non trovarci in una situazione ancora più complessa", ha aggiunto Galli.

09 Novembre 09:14 In Campania Marcianise e Orta di Atella non sono più zona rossa

A partire da ieri, 8 novembre, Marcianise e Orta di Atella, nella provincia di Caserta, non sono più zona rossa. “Resta però la gravità dell’emergenza covid non solo a Marcianise, ma in ampie parti della provincia di Caserta e della Campania. Ciò deve indurci a non abbassare la guardia” fanno sapere dall’amministrazione comunale di Marcianise. La decisione di istituire la zona rossa a Marcianise e Orta di Atella era stata presa dal governatore De Luca lo scorso 25 ottobre, a fronte dei tanti nuovi contagi che si erano registrati nelle due cittadine. Istituita inizialmente fino al 4 novembre, come detto la zona rossa era stata prorogata fino al 7.

09 Novembre 08:57 In Germania ricoveri in terapia intensiva vicini al picco di aprile

La nuova ondata di contagi da coronavirus sta colpendo anche la Germania dove ormai i ricoveri nei reparti di terapia intensiva sono vicini al picco registrato ad aprile. Attualmente, si tratta di 2.904 casi di cui 1.605, ossia il 55 per cento, sottoposti a respirazione artificiale. Nel Pese il picco vi era stato il 18 aprile scorso, quando il totale era di 2.933 ricoveri. Lo ha reso noto l'Associazione tedesca di terapia intensiva e medicina d'urgenza. A preoccupare però è anche il numero di pazienti  dcovid nei reparti diversi dalla terapia intensiva che è infatti notevolmente superiore alla prima ondata. In Germania attualmente sono disponibili circa 7.500 letti di terapia intensiva, con tecnologia e personale sufficienti e possono essere attivati altri  posti in sette giorni.

09 Novembre 08:40 Conte: “Abbiamo raddoppiato le terapie intensive, il Governo non si è mai fermato”

"Il Governo non si è mai fermato durante l'emergenza copvid, tra le altre cose abbiamo raddoppiato le terapie intensive" ad affermarlo è il premier Giuseppe Conte che in una lettera a Repubblica rigetta le accuse di aver mollato la presa durante l'estate favorendo poi la seconda ondata di contagi da coronavirus di oggi. "Si può certo mettere in discussione la piena efficacia degli sforzi organizzativi sin qui compiuti. Ma non è corretto paragonare l'azione dell'esecutivo a quella delle cicale, che oziano e friniscono nella canicola" ha scritto il Presidente del Consiglio, aggiungendo: "Qualche esempio: oggi abbiamo il doppio dei posti letto in terapia intensiva rispetto all'inizio dell'emergenza; abbiamo immesso nei servizi sanitari 36.000 nuovi medici e infermieri; mentre all'inizio dell'emergenza riuscivamo a fare 25.000 tamponi oggi arriviamo a farne 230.000 e siamo predisposti a farne molti di più". "Personalmente, durante la pausa estiva, ho preferito rinviare eventi e sospendere interviste investendo tutte le energie nell'efficientamento di una macchina amministrativa che non è mai stata sollecitata, dal dopoguerra ad oggi, in modo così duro, complesso e repentino. Peraltro, quando si valuta l'impatto di questo intervento di efficientamento bisognerebbe tenere in debito conto i pesanti dazi che il "sistema-Italia" è stato costretto a pagare in anni passati con la destrutturazione di comparti fondamentali quali sanità, scuola e mobilità pubblica" ha concluso Conte.

09 Novembre 08:30 Richeldi (Cts): “Un terzo dei ricoverati covid potrebbe rimanere a casa, stiamo intasando gli ospedali”

In Italia un terzo dei ricoverati Covid potrebbero rimanere a casa e non intasare i reparti come invece sta accadendo oggi. Ad affermarlo è Luca Richeldi, pneumologo del  Policlinico Gemelli e componente del comitato tecnico scientifico (Cts) per l'emergenza covid in Italia. "Il problema ora non sono più solo le terapie intensive ma il grande numero di pazienti che, spontaneamente o su consiglio del medico curante, arrivano al pronto soccorso con sintomi. Sono spaventati, spesso è difficile rimandarli a casa e vanno ricoverati. Credo che il fenomeno riguardi almeno un terzo di quelli che entrano in ospedale" ha spiegato Richeldi al Corriere della Sera ricordando che "Le persone con sintomi non gravi dovrebbero essere curate a casa quanto più possibile e gestite a distanza". Per questo "La società italiana di pneumologia sta avviando una campagna di donazione. Verranno distribuiti attraverso la rete delle farmacie 40mila saturimetri in modo da misurare autonomamente l'ossigenazione nel sangue. Con valori sopra il 92%, si può escludere ragionevolmente la polmonite".

09 Novembre 08:11 Le Regioni che rischiano di finire in zona rossa o arancione: Speranza pronto a firmare l’ordinanza

Altre Regioni potrebbero finire in zona rossa o arancione con il nuovo report settimanale dell’Iss, che proprio per questo appare in ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia. È il caso per esempio di Campania, Veneto, Liguria, Emilia-Romagna, Umbria e Toscana, che attualmente si trovano tutte in zona gialla ma dai nuovi dati potrebbero essere sottoposte a misure più restrittive per il contrasto alla diffusione  del contagio. La riunione della cabina di regia era prevista inizialmente per venerdì, e invece verrà convocata nelle prossime ore perché  fase di validazione dei dati da parte delle stesse Regioni, che devono rispondere entro 24 ore, alcune hanno chiesto più tempo. Il ministro della Salute Speranza si è detto comunque pronto a emanare le nuove ordinanze.

09 Novembre 07:56 Walter Ricciardi: “Servono Lockdown nelle grandi città o è blocco totale, posti letto sono già saturi”

Servono i Lockdown nelle grandi città ma devono imporlo i governatori delle regioni" , lo ha dichiarato Walter Ricciardi, super consulente del ministro della Salute Roberto Speranza e professore ordinario di Igiene alla Cattolica, da sempre sostenitore delle misure più rigide per il controllo del contagio da coronavirus. Per Ricciardi l'epidemia è fuori controllo soprattutto nei grandi centri urbani dove servirebbero misure più restrittive. "Servono dei veri lockdown cittadini e spetta ai governatori proclamarli. Vedo troppa gente ancora in giro per le strade. Nelle grandi città, penso soprattutto a Milano, Genova, Torino e Napoli serve agire con decisione e farlo presto" ha spiegato in una intervista a La Stampa. L'esperto però difende la suddivisione in 3 fasce decisa dal Governo, sottolineando che "è l’ultimo tentativo prima di dover chiudere tutto". "I posti letto sono già saturi, il rinvio di ricoveri e interventi sta già facendo aumentare del 10% la mortalità per malattie oncologiche" ha avvertito Ricciardi.

09 Novembre 07:17 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, lunedì 9 novembre

I calo la curva dei nuovi  contagi da coronavirus in Italia dove nelle ultime 24 ore si sono registrati registrati ulteriori 32.616 casi ma  a fronte di una diminuzione sostanziale dei tamponi analizzati. Nell'ultimo bollettino del ministero della salute per l'emergenza covid diffuso ieri, in Italia si è raggiunto quota 935.104 casi dall’inizio dell’emergenza sanitaria.  I guariti sono invece  335.074 (+6.183), mentre i morti sono 41.394 (con un incremento di 331 decessi nelle 24 ore). I casi attualmente positivi sono 558.636 (+26.100), i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi sono 26.440, quelli in terapia intensiva sono 2.749. La Regione in cui si registrano più nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore è ancora una volta la Lombardia, con 6.318 nuovi contagi, seguita da Piemonte e Calabria. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 191.144.  Questa la situazione regione per regione:

Lombardia: +6.318

Piemonte: +3.884

Campania: +4.601

Veneto: +3.362

Emilia-Romagna: +2.360

Lazio: +2.489

Toscana: +2.479

Liguria: +886

Sicilia: +1.083

Puglia: +766

Marche: +502

Umbria: +660

Abruzzo: +584

Friuli Venezia Giulia: +504

P.A. Bolzano: +781

Sardegna: +424

P.A. Trento: +182

Calabria: +359

Valle d'Aosta: +55

Basilicata: +246

Molise: +91

In Italia è attesa per la riunione della cabina di regia  che dovrà valutare i nuovi dati in arrivo dalle regioni che potrebbero portare al cambiamento di zona per alcune regioni. A rischio la Campania ma anche la Toscana l'Emilia, l'Umbria e il Veneto mentre l'lato Adige ha anticipato tutti e si proclamerà autonomamente zona rossa.  Non si fermano le polemiche sulla trasmissione dei dati da parte delle regioni e sull'analisi da parte del Governo con relativa assegnazione delle zone in fasce Rosse arancioni e gialle.  "In certe aree metropolitane il lockdown va fatto subito. Io avrei fatto Napoli zona rossa due settimane fa"  ha affermato Walter Ricciardi, consulente scientifico del ministro della Salute. "L'impegno del governo non si è mai fermato" ha assicurato invece il Premier Conte.

Nel mondo la nuova ondata di contagi covid ha portato a superare i 50 milioni di casi accertati inclusi gli 1.2 milioni di decessi. Lo stato più colpito restano gli Stati Uniti dove il vice presidente uscente Pence ha convocato la task-force che non si riuniva da 15 giorni per via degli appuntamenti in campagna elettorale. L'Epicentro della seconda ondata resta l'Europa e in particolare la Francia dove nelle ultime 24 ore3 si sono registrati altri 38.619 nuovi casi. Secondo i dati dell'Oms aggiornati all'8 novembre, la nazione che ha fatto registrare il maggior incremento giornaliero infatti è la Francia seguita da India e Italia. Preoccupano anche Polonia, Regno Unito e Russia.