05 Marzo 23:02 Campania, a Castellammare “zona rossa rafforzata”: coprifuoco per i giovani tra 14 e 24 anni dalle 18 alle 20

In alcuni comuni della Campania spunta la “zona rossa rafforzata” con lo stop alla circolazione per i giovani tra i 14 e i 24 anni dalle 18 alle 20. Lo prevede una ordinanza dei sindaci di Castellammare di Stabia, Gragnano e Santa Maria la Carità, nel Napoletano. Il provvedimento per contrastare il diffondersi del contagio prevede dalle ore 18 alle ore 20 di ogni giorno il divieto per i giovani tra i 14 ed i 24 anni di circolare sul territorio ma anche il medesimo divieto esteso a tutti dalle ore 20 alle 5 del giorno successivo.  Oltre la coprifuoco esteso anche l’attività degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio è consentita solo fino alle ore 18. "Ho concertato diversi provvedimenti con i Comuni a noi limitrofi affinché l’area di azione e di incisioni risulti quanto più efficace possibile" ha spiegato il sindaco di Castellamare di Stabia

05 Marzo 22:44 La Sardegna zona bianca impone test covid obbligatori per chi arriva sull’Isola

La Sardegna impone test covid obbligatori per chi arriva sull'Isola per evitare il diffondersi del contagio e preservare la zona bianca. Il governatore Christina Solinas infatti ha firmato questa sera l'ordinanza che impone a chi vorrà fare il suo ingresso nell'Isola e non è stato vaccinato o non è in grado di certificare di essersi sottoposto al tampone prima dell'arrivo, i controlli sul posto. Si avranno tre alternative per poter restare nella regione: recarsi presso le aree dedicate nei porti e aeroporti per sottoporsi al tampone rapido antigenico; recarsi, entro 48 ore in struttura autorizzata e sottoporsi al tampone molecolare; isolamento fiduciario per 10 giorni.

05 Marzo 22:27 Tutte le regioni con terapie intensive oltre la soglia d’allerta

Da oltre una settimana si assiste a un nuovo picco di accessi giornalieri di malati covid nei reparti ospedalieri che negli ultimi giorni è arrivato a tre cifre tra reparti critici e reparti non critici. Complessivamente a livello nazionale si resta sotto la soglia del 30 per cento ma ci sono situazioni molto critiche come quella dell’Umbria che ha una percentuale di occupazione del 62%. Tutte le regioni con terapie intensive oltre la soglia d’allerta

05 Marzo 21:59 Scuole chiuse in Calabria, didattica a distanza per tutti

Scuole chiuse in Calabria e didattica a distanza per tutti, lo prevede la nuova ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Calabria Nino Spirlì, che dispone ulteriori misure per la gestione dell'emergenza da Covid-19. I provvedimento dispone la "Sospensione in presenza delle attività scolastiche e didattiche delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado, nonché delle scuole di istruzione e formazione professionale che pertanto continuano a svolgersi esclusivamente con modalità a distanza". La sospensione delle attività scolastiche sarà in vigore dall'8 marzo al 21 marzo 2021. L'ordinanza tiene conto che "a partire dalla settimana di monitoraggio 22-28 febbraio 2021 si è registrata una inversione di tendenza nella curva dei contagi regionale, in cui si evidenzia una crescita in termini assoluti nel numero dei nuovi casi confermati settimanali pari al 12,5 %, con trend che si conferma nella settimana in corso. Analogamente risulta in crescita la proporzione di nuovi casi confermati rispetto al totale dei test effettuati, che registra valori superiori all'8,5% sul totale dei soggetti sottoposti a test".  Si dispone, inoltre, che "le Aziende sanitarie provinciali, nell'ambito del Piano regionale campagna di vaccinazione anti-Sars-Cov-2, procedano tempestivamente a organizzare la vaccinazione del personale scolastico dell'intero territorio regionale e che i dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali, monitorino costantemente l'andamento epidemiologico dei rispettivi territori, segnalando con immediatezza l'aumento dei nuovi casi e i link epidemiologici inerenti le varianti, affinché si possa procedere all'adozione delle ulteriori misure contingibili e urgenti consequenziali".

05 Marzo 21:49 Islanda primo paese europeo Covid Free: nessun nuovo contagio

A un anno dal primo caso confermato di coronavirus nel Paese, l’Islanda si appresta a diventare il primo Paese europeo Covid free. Lo Stato-isola ieri non ha fatto registrare nessun nuovo caso di contagio da trasmissione interna. Attualmente nel Paese sono 17 le persone contagiate dal coronavirus di cui 10 in isolamento domiciliare e sette ricoverate in ospedale.

05 Marzo 21:30 Tutta la Romagna diventa zona rossa, ordinanza di Bonaccini

Da lunedì 8 marzo tutta la Romagna diventa zona rossa, lo prevede una nuova ordinanza regionale annunciata dal governatore dell'Emilia Romagna  Stefano Bonaccini. La decisione è arrivata a seguito dell'ordinanza del ministro Speranza che confermava invece la regione in fascia arancione e dopo un vertice in videoconferenza, tenutosi questa sera tra lo stesso Bonaccini, i presidenti di Provincia e i sindaci di capoluogo. Gran parte della Romagna era già zona rossa per precedenti provvedimenti che ora saranno estesi anche alle altre province. Interessate le province di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna. La misura sarà in vigore dall'8 marzo  fino a domenica 21 marzo. Tra le altre cose da lunedì 8 marzo saranno chiusi asili nidi e materne, inoltre serrata per i negozi e i parrucchieri. Per gli spostamenti sarà necessaria l'autocertificazione. "Si tratta di decisioni difficili, che si susseguono, ma che dobbiamo prendere per circoscrivere e frenare il contagio, lavorando insieme al governo al cambio di passo della campagna vaccinale"  ha dichiarato Stefano Bonaccini annunciando il provvedimento per tutti i comuni dell'Ausl della Romagna insieme all'assessore regionale alla salute, Raffaele Donini.

05 Marzo 20:54 Lecce, focolaio Covid all’Oncologico, stop alle cure chiemioterapiche

Il Covid blocca le terapie salvavita per i malati di tumore. Dopo l'accertamento di un cluster nel reparto di Oncologia dell'ospedale di Lecce, è stata disposta la sospensione delle cure chemioterapiche anche per quei malati che raggiungono il reparto ogni giorno o settimanalmente, dai paesi della provincia, per sottoporsi alle terapie sotto stretto controllo medico. Lo riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia. Sono dodici i pazienti risultati positivi al covid all’Oncologico di Lecce, insieme a 4 infermieri.

05 Marzo 20:22 Bari, vietato asporto di bevande dalle 18 nei fine settimana

Per i prossimi due weekend a Bari sarà vietato l’asporto di bevande a partire dalle 18 per tutti gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). Questa una delle misure previste dalla nuova ordinanza anti-Covid del sindaco, Antonio Decaro, finalizzata ad evitare pericolosi assembramenti in città. Sarà in vigore da domani fino al 14 nelle giornate di sabato e domenica.

05 Marzo 20:18 Risse al parco e assembramenti: fermati dei minorenni a Roma

Rissa e assembramenti a Roma: fermati alcuni giovani che si erano ritrovati in un parco a Ponte di Nona, nella periferia della Capitale, per fare a botte. Alcuni agenti della polizia locale sono riusciti a bloccare alcuni ragazzi di un gruppo numeroso nel pieno di una rissa. Altri si sono dileguati. Si tratta di minori, i cui genitori sono stati avvisati dagli agenti che li hanno fermati. In tutto il territorio sono in atto controlli davanti ai locali del centro storico per verificare il rispetto delle norme anti-Covid. Le attività di controllo hanno permesso di sgomberare assembramenti anche a piazza Bologna e nelle principali piazze di Trastevere e San Lorenzo.

05 Marzo 20:00 Ministero della Salute, Gianni Rezza: “Contro varianti servono contenimento e vaccini”

"La situazione epidemiologica mostra questa settimana una tendenza al peggioramento con un aumento sensibile dell'incidenza e un rialzo dell'Rt: dopo 7 settimane supera di nuovo l'unità". Questo è quanto detto dall'esperto Gianni Rezza del Ministero della Salute a proposito dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di Regia. "Per l'occupazione della terapia intensiva siamo intorno al 26%, anche questo un dato in salita anche se di poco sotto la soglia critica. Le varianti spaventano e la loro circolazione rafforza la necessità di interventi di contenimento con l'accelerazione della campagna vaccinale"

05 Marzo 19:56 Regione Lombardia: “Una dose di vaccino a tutti entro giugno”

"Entro giugno almeno una dose di vaccino a tutti i Lombardi". Sarebbe questo il nuovo obiettivo della campagna vaccinale anti-Covid della Regione Lombardia secondo quanto annunciato dalla vicepresidente Letizia Moratti nel corso della conferenza con le Regioni alla quale hanno partecipato anche i ministri Maria Stella Gelmini e Roberto Speranza. Presente in video anche il neo commissario per l'emergenza Coronavirus Francesco Paolo Figliuolo e il nuovo capo dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio. La Moratti è entrata poi nel dettaglio: "Dobbiamo fornire una prima protezione a tutti i nostri cittadini per evitare pressione negli ospedali e soprattutto l'aumento dei decessi". La Regione Lombardia, secondo quanto sottolineato anche dal presidente Fontana, deve "cercare di anticipare il Covid e correre più veloce del virus". "Giocare d'anticipo – spiega – è la soluzione migliore quando l'avversario è forte e non imbattibile"

05 Marzo 19:34 Toscana, ancora in zona rossa la provincia di Pistoia fino al 12 marzo

La provincia di Pistoia sarà zona rossa fino a venerdì prossimo compreso. La Toscana resta in zona arancione, mentre la provincia sarà nella fascia di rischio più alta secondo l'ordinanza firmata questo pomeriggio dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Preoccupato dall'andamento dei contagi, ha deciso di estendere ancora le restrizioni al territorio pistoiese.

05 Marzo 19:28 Piemonte, una sola persona per nucleo familiare nei negozi

Una sola persona per nucleo familiare nei negozi e la raccomandazione di preferire la consegna a domicilio rispetto all'asporto per la ristorazione. Sono i nuovi provvedimenti decisi dalla Regione Piemonte per una stretta anti-Covid in vigore fino al 20 marzo. "L'accesso alle attività commerciale sarà consentito a una sola persona per famiglia, ad eccezione della necessità di portare con sé minori, disabili o anziani

05 Marzo 19:16 Le province italiane con più casi di Covid-19 nella giornata di oggi

Tra le province italiane che hanno fatto segnalare un numero di contagi molto alto con un incremento giornaliero che fa paura c'è Milano, con una crescita di 1.593 unità, Napoli, con 1.469 infezioni, Torino con 1.302 e Brescia con 1.122. Roma migliora con 773 nuovi positivi contro i 1.594 di ieri. Preoccupa invece l'Emilia Romagna con due province in pericolo: Bologna con 753 in più, 14 in aggiunta al circondario imolese e Modena con 701 nuovi casi. Un aumento si segnala anche tra Bari con 610 in più, Udine (524), Salerno (506) e Trento (406)

05 Marzo 18:55 Lazio in zona gialla: non cambia la fascia di colore dall’8 marzo

Il Lazio resta in zona gialla. La decisione è arrivata in seguito ai dati riportati dal monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità.L'andamento dei parametri considerati indicativi del passaggio delle regioni da un colore all'altro consente al Lazio di restare nella fascia gialla da lunedì 8 marzo per le prossime due settimane. L'indice Rt è inferiore alla soglia di allarme 1 e resta al 0,98. Nella regione si è registrato comunque un aumento dei contagi rispetto agli ultimi giorni. L'attenzione è alta soprattutto a causa delle varianti inglese e brasiliana, ma per ora la fascia di rischio resta moderata.

05 Marzo 18:41 Sanremo, serrata di bar e ristoranti per protesta: “Organizzazione scellerata”

Gli esercenti del settore alimentare a Sanremo, così come bar e ristoranti, hanno affisso alla serranda dei locali chiusi volantini di protesta. "I commercianti di Sanremo ringraziano sentitamente il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti per averci fatto aprire di lunedì e chiudere il mercoledì della stessa settimana, portandoci al dissanguamento dopo un anno di apri e chiudi. Grazie all'assessore Gianni Berrino che non ha aperto bocca o preso posizione dando voce a chi a Sanremo lo ha eletto e portato in Regione". La protesta arriva dopo la decisione di Toti di emanare un'ordinanza con maggiori restrizioni in città a causa dell'impennata di contagi. Da mezzanotte di giovedì, Sanremo è zona arancione con i locali costretti a chiudere anche durante il giorno. Solo l'asporto sarà consentito. "Siamo coscienti – scrivono nel volantino – della presenza della pandemia, non neghiamo gli sforzi fatti, ma non tolleriamo un'organizzazione così scellerata e lontana dalla realtà di tutti"

05 Marzo 18:34 Vaccini anti-Covid: Figliuolo annuncia 7 milioni di dosi in Italia entro fine marzo

Nelle prossime due-tre settimane, entro la fine di marzo, dovrebbero arrivare in Italia oltre 7 milioni di dosi di vaccini secondo il commissario per l'emergenza Francesco Paolo Figliuolo. Lo ha annunciato nella riunione di stamani con le Regioni. Il generale ha sottolineato che la velocizzazione sulla distribuzione delle dosi è necessaria e cruciale, così come l'individuazione degli spot per somministrarle.

05 Marzo 18:31 Abruzzo, parrucchieri e scuole aperti in zone rosse locali

In Abruzzo scuole materne e dell'infanzia saranno aperte nelle zone rosse locali. Anche barbieri parrucchieri e centri estetici resteranno aperti nelle zone istituite dalla Regione come rosse. Il presidente, Marco Marsilio, sta per firmare una nuova ordinanza che proroga le maggiori restrizioni per determinate aree, ma le misure e i divieti verranno elencate nel provvedimento e non faranno più capo alle norme stabilite nei Dpcm.

05 Marzo 18:25 Firmata l’ordinanza: Campania in zona rossa. Arancioni Friuli e Veneto dall’8 marzo

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato le ordinanze che andranno in vigore da lunedì 8 marzo. Passano in arancione Friuli Venezia Giulia e Veneto. In zona rossa la Campania. La Campania si aggiunge a Basilicata e Molise, già nella fascia delle restrizioni più impegnative. In zona rossa chiudono anche tutte le scuole di ordine e grado e l'esclusione di barbieri e parrucchieri dai servizi essenziali.

05 Marzo 18:15 Piemonte, si torna in Dad in 20 aree su 38

La Regione Piemonte attua l'ultimo Dpcm in materia di Coronavirus e ha deciso di rafforzare l'arancione con le misure previste per la scuola: torna quindi la didattica a distanza per le materne e le elementari in 20 distretti su 38. "Sono misure dolorose, che vorremmo evitare – ha dichiarato il governatore Alberto Cirio – per questo stiamo facendo un valore certosino cercando di applicare i parametri del Dpcm distretto per distretto.

05 Marzo 18:11 Brasile, oggi 1.699 decessi per Covid. Da oggi scatta il coprifuoco a Rio de Janeiro

In Brasile sono state registrate ieri 1.699 vittime e 75.102 contagi legati al Covid. Lo rende noto il ministero della Salute. Il dato dei decessi è in caso, ma resta allarmante. Il totale delle persone colpite dal virus nel Paese sale a 10.793.732 mentre i decessi raggiungono 260.970 vittime. Il numero maggiore registrato a San Paolo e Rio de Janeiro. Da oggi scatta infatti il coprifuoco a Rio de Janeiro per limitare spostamenti e attività

05 Marzo 18:09 Vaccino anti Covid prodotto in Italia, Scaccabarozzi: “Non prima di gennaio”

"Il lavoro che stiamo facendo adesso sicuramente andrà a regime l'anno prossimo" ha dichiarato il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi a Sky Tg24 Economia. Prima di gennaio, dunque, potremmo non vedere un vaccino prodotto in Italia. "Con questa catena sicuramente no – spiega -.Se inizio a produrre un vaccino oggi, dobbiamo essere consapevoli che quando accendo il bottone della macchina, il siero esce dopo 4-6 mesi. Le macchine dobbiamo trovarle, impiantarle e renderle compatibili. Poi abbiamo bisogno di ispezioni e autorizzazioni fatte per garantire che questi beni siano prodotti nel rispetto della norma". Bisogna, secondo il presidente di Farmindustria, fare in modo che il vaccino sia corrispondente alle caratteristiche stabilità dalle autorità che regolano i sieri anti Covid.

05 Marzo 17:54 Italia, superati 3 milioni di casi dall’inizio della pandemia: contagiato 1 italiano su 20

I casi registrati nel nostro Paese dall'inizio della pandemia sono 3.023.129. Abbiamo quindi superato i 3 milioni di contagi in totale di Coronavirus dall'inizio dell'emergenza dovuta il virus: finora 1 italiano su 20 ha contratto il virus. Questi dati emergono dal bollettino quotidiano emesso dal ministero della Salute riguardo la situazione Coronavirus sul suolo italiano.

05 Marzo 17:52 Piemonte, oggi 2.283 contagi e 5 morti

In Piemonte oltre 2.000 casi di positività al Covid: oggi sono 2.283 ma il tasso è del 6%, la metà rispetto a quello di ieri. I tamponi processati sono 37.508 contro i 17.984 di ieri con 2,167 positivi. In lieve calo anche i ricoverati in terapia intensiva: -3 rispetto a ieri, il totale scende a 185. Ancora in aumento i pazienti negli altri reparti con +52. I morti registrati oggi sono 5 mentre i guariti +915

05 Marzo 17:36 Umbria, oggi dati in calo: 295 nuovi positivi e 7 morti

In Umbria, in base ai dati della Regione, i nuovi positivi sono scesi ancora e sono attualmente 7.603, 134 in meno di ieri. Nell'ultimo giorno sono stati 295 i nuovi positivi, 422 i guariti e 7 i morti. Sono stati effettuati 3.738 tamponi e 2.763 test antigenici. Stabile il quadro dei ricoveri in regione: 517 persone (-1) con 86 in terapia intensiva (dato in aumento di +4)

05 Marzo 17:32 Lombardia, oggi 5.210 nuovi casi e 61 morti

Sono 5.210 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati in Lombardia a fronte dei 57.154 tamponi effettuati. Lo riporta il bollettino regionale di oggi 5 marzo reso noto dal Ministero della Salute. Aumentano i positivi rispetto a ieri (5.174 nuovi casi). In totale dall'inizio della pandemia nella Regione si sono eseguiti 6.878.580 tamponi tra test molecolari e antigenici. Nelle ultime 24 ore sono stati confermati altri 61 decessi, in aumento rispetto al dato di ieri di 59 nuovi morti

05 Marzo 17:29 In aumento dati su ricoveri ospedalieri: +222 ingressi in Terapia intensiva

Aumentano i dati relativi ai posti letto occupati nei reparti Covid ordinari e in Terapia intensiva: sono 20374 i ricoverati, mentre i letti occupati in terapia intensiva sono 222 in più nelle ultime 24 ore. Il totale ha raggiunto quindi i 2.524

05 Marzo 17:22 Bollettino, oggi 24.036 nuovi contagi e 297 morti in Italia

Sono 24.036 i nuovi casi di positività al Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Dati in aumento secondo quanto riportato dal bollettino di oggi, venerdì 5 marzo: nella giornata di ieri ne erano stati diagnosticati 22.865. Dall'inizio dell'epidemia i contagi nel nostro Paese sono 3.023.129. I decessi registrati sono  297, mentre i guariti sono 2.467.388 (con +13.682). La Regione con più casi è la Lombardia seguita da Campania ed Emilia Romagna. Effettuati nella giornata di oggi 378.463 tamponi tra antigenici e molecolari.

05 Marzo 17:17 La Lombardia è zona “arancione scuro”

La Regione Lombardia resta in fascia arancione, con la modifica di arancione scuro per effetto dell'ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana. Lo hanno rivelato fonti del Palazzo di Regione a Fanpage.it. Niente passaggio in zona rossa, ipotizzato nei giorni scorsi per via del rapido peggioramento dell'epidemia nei confini regionali. Proprio a seguito dell'analisi della situazione epidemiologica sul territorio, Fontana aveva deciso di estendere l'arancione scuro a tutta la Lombardia e non più solo da Brescia, Como e altri comuni della regione. Le restrizioni saranno in vigore fino al prossimo 14 marzo

05 Marzo 17:09 Anche il Canada approva vaccino Johnson&Johnson

Anche il Canada, dopo gli Stati Uniti, ha dato il via libera all'utilizzo del vaccino prodotto da Johnson&Johnson contro il Covid-19.

05 Marzo 17:00 Campania ed Emilia-Romagna in zona rossa, Lombardia arancione scuro, Piemonte e Friuli in arancione

Campania ed Emilia-Romagna entrano da lunedì in zona rossa, arancione scuro confermato per la Lombardia, Piemonte e Friuli-Venezia Giulia in arancione: sono le valutazioni emerse dalla cabina di regia sull'andamento dell'epidemia da Covid-19. In serata attesa la firma dell'ordinanza del ministro Speranza. Restano in fascia gialla Lazio e Liguria.

05 Marzo 16:44 ISS, Brusaferro: “Casi in crescita quasi ovunque”

I casi di contagio da Coronavirus crescono "quasi ovunque", fa sapere il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Brusaferro. In particolare aumentano i casi anche nella fascia d'età scolare, così come i focolai negli ospedali, anche – spiega – a causa della presenza delle varianti. Diminuiscono invece i contagi nelle Rsa.

05 Marzo 16:33 Le regioni dove la seconda ondata ha fatto più decessi

I dati del rapporto dell’Istat e dell’Istituto Superiore di Sanità sull’impatto dell’epidemia covid-19 sulla mortalità totale in Italia nella seconda ondata pandemica. Spetta ancora al Nord l’eccesso di mortalità più alto (+40%), ma sul dato totale ha pesato molto anche quello delle regioni del Centro (24% di decessi in più) e del Sud (+26%).

05 Marzo 16:28 Covid Campania: oggi 2.842 casi e 13 decessi

Il bollettino sull’andamento della pandemia di Coronavirus in Campania, diramato dall’Unità di Crisi regionale e aggiornato a oggi, venerdì 5 marzo: sono 2.842 i nuovi casi nelle ultime 24 ore, a fronte di 25.327. Nelle ultime 24 ore si sono registrati anche 13 nuovi decessi, mentre sono 577 le persone guarite

05 Marzo 15:52 Quali sono le regioni italiane ad alto rischio di contagio

Sono sei attualmente le regioni italiane ad alto rischio di contagio. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lombardia e Marche, mentre sono 10 quelle in cui l’indice Rt, cioè l’indice di trasmissione del contagio, ha superato la soglia di guardia di 1 così come emerge dal monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute. Ecco quali potrebbero cambiare colore sulla base dei dati aggiornati al 25 febbraio dalla Cabina di regia, che tengono in considerazione anche incidenza e pressione sugli ospedali.

05 Marzo 15:30 Gli indici Rt regione per regione: il più alto in Molise, il più basso in Sardegna

Ecco di seguito gli indici Rt di tutte le regini italiane comunicate nell'odierno monitoraggio dell'Istituto Superiore della Sanità. L'Indice Rt medio è pari a 1.06, la scorsa settimana era 0,99.

Abruzzo: 0,96
Basilicata: 1,16
Calabria: 0,81
Campania: 0,96
Emilia Romagna: 1,13
Friuli Venezia Giulia: 0,92
Lazio: 0,98
Liguria: 0,96
Lombardia: 1,13
Marche: 1,08
Molise: 1,66
Piemonte: 1,15
P.A. Bolzano: 0,75
P.A. Trento: 1,1
Puglia: 0,93
Sardegna: 0,67
Sicilia: 0,79
Toscana: 1,18
Umbria: 0,79
Val D'Aosta: 1,21
Veneto: 1,08

05 Marzo 15:16 Appello dell’ISS alla popolazione: “Rimanete a casa più possibile”

"È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile". È quanto si legge nella bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Istituto Superiore della Sanità, che ribadisce, "anche alla luce dell'aumento sostenuto della prevalenza di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità", di mantenere "la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e della mobilità".

05 Marzo 14:52 Marche: accordo Regione-medici di famiglia per la somministrazione del vaccino

È stato approvato questa mattina nelle Marche l'accordo con i medici di medicina generale per la somministrazione dei vaccini: fatta salva la disponibilità delle dosi, i 1.200 professionisti della regione saranno operativi entro la fine di marzo, utilizzando gli studi medici o raggiungendo a domicilio i diretti interessati, a partire dagli over 80 che non possono raggiungere i punti di somministrazione. Secondo l'assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini, "il sistema duale costituito dai punti di vaccinazione e dal territorio attraverso i medici di famiglia potrebbe vaccinare fino a 10 mila marchigiani al giorno, ma le dosi di Pfizer-Moderna previste per il mese di marzo saranno complessivamente solo centomila".

05 Marzo 14:31 Vaccini, Botenga: “La salute delle persone non può dipendere dai profitti delle case farmaceutiche”

Marc Botenga, europarlamentare belga del gruppo La Sinistra.
in foto: Marc Botenga, europarlamentare belga del gruppo La Sinistra.

"Le case farmaceutiche sono delle imprese multinazionali con scopo di lucro. L’Ue ha però obiettivi diversi, o dovrebbe averceli, che sono quelli della salute pubblica e di avere più vaccini possibili nei tempi in tempi brevi. Soprattutto in tempo di pandemia. La domanda da porsi è questa: è normale che oggi per la nostra salute e per farmaci essenziali la nostra salute dipenda da attori che abbiano come obiettivo il profitto?". A dirlo, in un'intervista a Fanpage.it, Marc Botenga, europarlamentare belga del gruppo Gue – Sinistra Unita.

05 Marzo 14:05 In Italia più di 700mila morti nel 2020: è il numero più alto dal secondo dopoguerra

Nel 2020 il totale dei decessi per il complesso delle cause è stato il più alto mai registrato in Italia dal secondo dopoguerra: 746.146 decessi, con 100.526 decessi in più rispetto alla media 2015-2019. È quanto emerge dal quinto Rapporto prodotto congiuntamente dall'Istituto nazionale di statistica (Istat) e dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss) che hanno presentato un'analisi della mortalità dell'anno 2020 per il complesso dei decessi e per il sottoinsieme dei soggetti positivi al Covid-19 deceduti. Rispetto alle classi di età, il contributo più rilevante all’eccesso dei decessi dell’anno 2020, rispetto alla media degli anni 2015-2019, è dovuto all’incremento delle morti della popolazione con 80 anni e più: in totale sono decedute 486.255 persone di 80 anni e oltre (76.708 in più rispetto al quinquennio precedente).

05 Marzo 13:46 Monitoraggio Iss, Rt supera l’1 dopo sette settimane: aumentano contagi fuori tracciamento

Per la prima volta in quasi due mesi l’indice di contagio Rt in Italia supera l’1: è passato infatti da 0,99 della scorsa settimana a 1,06. È quanto emerge dal monitoraggio settimanale di oggi venerdì 5 marzo sulla situazione epidemiologica del nostro Paese realizzato da Istituto superiore della Sanità e Ministero della Salute. Preoccupa la diffusione di contagi fuori tracciamento così come l’aumento delle terapie intensive (+26%).

05 Marzo 13:14 Il Veneto passa in zona arancione, Zaia: “Ci davano degli zotici, ma dovevamo chiudere le scuole”

In Veneto il passaggio della regione in zona arancione non comporterà chiusure delle scuole, "ma valuteremo i parametri fino in fondo". Ad annunciarlo il presidente regionale Luca Zaia. "Abbiamo il Dpcm – ha aggiunto – che vincola a 250 casi su 100 mila abitanti però apre una finestra interpretativa ai Dipartimenti di sanità, che abbiamo voluto adottare cercando di trovare aree omogenee. Non abbiamo ancora deciso – ha concluso Zaia – se la dimensione sarà provinciale o distrettuale". "Siamo stati attaccati sulle scuole, ma sta succedendo quel che avevamo detto: le scuole vengono chiuse. La preoccupazione mia e dello staff è che questo virus guarda i giovani. Eravamo chiamati zotici per voler chiudere le scuole, ma siamo davanti a un fatto sanitario doppiamente grave", ha sottolineato Zaia. "Oggi non abbiamo provvedimenti in animo – ha concluso – ma dobbiamo tutelare la salute dei nostri ragazzi e se serve chiudere le scuole, si chiudono".

05 Marzo 13:03 Che cosa sappiamo della nuova variante Covid identificata in UK

Gli scienziati inglesi hanno identificato un’altra nuova variante del coronavirus, chiamata B.1.1.318 e classificata come “variante sotto investigazione” dal Public Health England (PHE) che ha designato la mutazione come “Variant under Investigation (VUI) 202102/04”. Finora, secondo l’ultimo rapporto dell’Agenzia esecutiva britannica, sono stati confermati 16 casi, tutti in Inghilterra, anche se al momento, le autorità sarebbero meno preoccupate da questo ceppo.

05 Marzo 12:46 Veneto, 1.505 nuovi positivi. Zaia: “Entriamo in zona arancione”

Sono 1.505 i nuovi positivi al coronavirus trovati in Veneto a fronte di 43 mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore (3,44%). I ricoverati totali sono 1.359, in leggero aumento rispetto a ieri con un più 4 area non critica e meno tre in terapia intensiva. Sono 25 i decessi verificatisi nelle ultime 24 ore. Zaia: "Entriamo in zona arancione"

05 Marzo 12:41 UE: “Nessuno stop all’export per le aziende che onorano gli impegni”

Nella telefonata tra il vicepresidente della Commissione europea con delega al Commercio Valdis Dombrovskis e la controparte australiana Dan Tehan, Dombrovskis ha "spiegato il funzionamento del meccanismo di autorizzazione all'export dell'Ue e ha rassicurato che non c'è nessun rischio di blocco per i vaccini di case farmaceutiche che onorano gli impegni con l'Ue". A riferirlo una portavoce della Commissione europea, confermando che le dosi bloccate dall'Italia d'intesa con la Ue sono 250mila.

05 Marzo 12:35 Monitoraggio ISS: “Indice Rt nazionale aumentato a 1,06”

L'indice Rt medio nazionale è passato da 0,99 della scorsa settimana a 1,06: l’indice di trasmissibilità del virus ha quindi subito un aumento significativo. Cresce anche l’occupazione dei posti nelle terapie intensive e sulla curva pesa sempre di più l’incidenza delle varianti. È quanto emerge dal monitoraggio dell'Istituto Superiore della Sanità di oggi, venerdì 5 marzo.

05 Marzo 12:18 Alto Adige, 230 nuovi casi e 4 morti per Covid

Nelle ultime 24 ore in Alto Adige sono stati registrati 4 morti e 230 nuovi casi covid. Sono stati infatti analizzati 1.713 tamponi pcr e 15.016 tamponi antigenici, rilevando nel primo caso 161 e nel secondo 69 positivi. Nei normali reparti ospedalieri sono ricoverati 194 pazienti, 161 nelle cliniche private e 44 in terapia intensiva, di cui 3 in Austria. Cala invece a 7486 il numero degli altoatesini in quarantena.

05 Marzo 12:15 Speranza: “Oggi supereremo le 5 milioni di dosi di vaccino”

"Oggi superiamo 5 milioni di dosi di vaccino Covid somministrate in Italia. Grazie alle donne e agli uomini del Servizio Sanitario Nazionale al lavoro ogni giorno per dare più forza alla nostra campagna di vaccinazione". Lo scrive su Twitter il ministro della Salute, Roberto Speranza.

05 Marzo 12:03 L’OMS: “La pandemia non finirà nel 2021”

"Non è realistico ed è prematuro pensare di poter porre fine alla pandemia entro la fine dell’anno". A dirlo Michael Ryan, direttore del programma emergenze dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: "Credo però che si possano ridurre i ricoveri e le morti, per porre fine alla paura e alla tragedia di questa emergenza".

05 Marzo 11:52 Quali sono le varianti del coronavirus più resistenti ai vaccini

Tra le molte mutazioni osservate nel coronavirus SARS-CoV-2, quella considerata più preoccupante dagli esperti è la E484K, emersa indipendentemente in diversi lignaggi. Questa mutazione, infatti, conferirebbe al patogeno una certa resistenza agli anticorpi neutralizzanti, sia quelli indotti da una precedente infezione naturale che quelli dovuti ai vaccini. Ecco quali sono le varianti che la presentano.

05 Marzo 11:39 Ecco come si farà a entrare in Sardegna da lunedì 8 marzo

La Sardegna prova a difendere il suo status di "zona bianca", l'unica in Italia. In una bozza di ordinanza che il presidente della Regione Christian Solinas dovrebbe adottare nelle prossime ore si elencano tre modalità per recarsi sull'isola a partire da lunedì 8 marzo. La prima: recarsi presso le aree dedicate in porti e aeroporti per sottoporsi a tampone antigenico rapido. Seconda: fare il test entro 48 ore dall'arrivo in una struttura pubblica o privata accreditata a proprie spese. Terza: entrare in quarantena per dieci giorni.

05 Marzo 11:07 Marche, 1.027 nuovi casi di coronavirus: rapporto positivi/test del 22%

Nelle Marche nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 1.027 nuovi casi di coronavirus su 7.062 tamponi: 4.678 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.594 nello screening con percorso Antigenico) e 2.384 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 22%). I positivi sono così distribuiti: 257 in provincia di Macerata, 346 in provincia di Ancona, 228 in provincia di Pesaro-Urbino, 74 in provincia di Fermo, 93 in provincia di Ascoli Piceno e 29 fuori regione.

05 Marzo 10:59 Toscana, 1.231 casi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Toscana sono stati registrati  1.231 casi: ieri erano stati 1.239, due giorni fa 1.136, ma nelle ultime 24 ore sono stati effettuati anche un maggior numero di tamponi. I 1.231 nuovi casi di oggi sono emersi dall'analisi di  25.341 test (ieri 23.744) di cui 15.140 (ieri 15.165) tamponi molecolari e 10.176 test rapidi (ieri 8.604). Il tasso dei nuovi positivi è 4,86% (ieri 5,22) e 9,6% sulle prime diagnosi (ieri 9,5%).

05 Marzo 10:51 Pregliasco: “In un mese rischiamo di tornare ai livelli della seconda ondata di ottobre”

"Siamo in una fase che si sovrappone alla rampa iniziale della seconda ondata di ottobre. All'epoca avevamo circa ‘solo' 450 persone in terapia intensiva e ora siamo oltre 2.200. Il rischio è che, come si vede dalle proiezioni, nell'arco di poche settimane", nell'arco di "3-4 settimane, di questo mese, si possa arrivare ai livelli della seconda ondata di ottobre". A dirlo il virologo Fabrizio Pregliasco ad Agorà. In merito alle misure contenute nel nuovo dpcm, in vigore da domani, ha auspicato possano funzionare "seppur, questi interventi, sono come sempre un po' tardivi perché l'azione del virus è istantanea e continua a seconda di come regoliamo il rubinetto dei contatti. In questo momento dobbiamo considerare che ogni contatto è un rischio" ha ribadito.

05 Marzo 10:29 Germania, il ministro della Salute Spahn: “Entro aprile netto aumento dell’offerta di vaccini”

Entro aprile "al più tardi", in Germania sarà disponibile "molto più vaccino" contro il Covid-19 "di quanto i Laender possano somministrare". A dichiararlo il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn. Come riferisce il quotidiano "Der Tagesspiegel", Spahn ha aggiunto che i medici di base verranno coinvolti nella campagna di vaccinazione. "Test, vaccinazioni, cautela: questa triade sarà particolarmente importante nelle prossime settimane", ha infine affermato Spahn.

05 Marzo 10:25 Cuba, arriva il quinto candidato vaccino anti Covid: Soberana 01A, riservato ai convalescenti

Con il nuovo Soberana 01A, riservato ai convalescenti, diventano cinque i candidati vaccini sviluppati nei centri di ricerca cubani. Sviluppato dall’Istituto Finlay, si affianca a Soberana 01 e Soberana 02, la cui produzione su larga scala è già in corso. A questi si aggiungono il siero Abdala e lo spray nasale Mambisa del Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologie, in fase avanzata di sperimentazione.

05 Marzo 10:12 Italia blocca vaccini AstraZeneca a Australia, la replica: “Capiamo ansia, hanno 300 morti al giorno”

"In Italia, le persone muoiono al ritmo di 300 al giorno. E quindi posso certamente capire l’alto livello di ansia in Italia e in molti Paesi in tutta Europa. Sono in una situazione di crisi senza freni. Questa non è la situazione in Australia": a dirlo il primo ministro australiano Scott Morrison in merito alla decisione di Roma di bloccare l'esportazione di 250 mila dosi di vaccino AstraZeneca destinate a Canberra. "Questa è una dimostrazione di quanto bene continui a fare l’Australia rispetto alla disperazione di altri Paesi", ha aggiunto il ministro delle Finanze, Simon Birmingham.

05 Marzo 10:07 Francia, il Ministro della Salute: “Quasi normalità in 4-6 settimane”

Olivier Véran, ministro della Salute francese, ha ribadito stamattina la previsione del governo di un ritorno "ad una quasi normalità" fra 4-6 settimane, di fronte alle obiezioni di molti rappresentanti del mondo medico: "Abbiamo motivi per pensarlo – ha detto Véran – fra 4-6 settimane avremo vaccinato gran parte delle persone vulnerabili, i più anziani, i più malati. Già registriamo una diminuzione della circolazione del virus in questa fascia. Fra 4-6 settimane arriverà anche la primavera ed abbiamo già visto che questo comporta un calo della circolazione del virus". Quanto alla possibilità, chiesta dal settore della ristorazione, di una riapertura dei bar e ristoranti fino all'ora di pranzo (sono chiusi completamente dal 29 ottobre, ndr), Véran lo ha per ora escluso: "Non mi sembra la decisione adeguata in un momento in cui decidiamo il lockdown di alcuni dipartimenti nel weekend. Riapriremo ristoranti e bar quando potremo farlo, ma oggi non è il caso"

05 Marzo 09:57 Iniziato vertice tra governo, regioni e commissario Figliuolo per cambiare il piano vaccini

Ha avuto inizio la riunione per aggiornare il piano vaccini anti-Covid 19 tra i ministri Mariastella Gelmini (Affari regionali) e Roberto Speranza (Salute), i presidenti di Regione, il commissario all'emergenza, generale Francesco Figliuolo, e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. Si tratta di un primo confronto per rinnovare la campagna di somministrazioni, centralizzando e uniformando le scelte sulle categorie da vaccinare. All'incontro in videoconferenza partecipano anche il presidente dell'Associazione Comuni (Anci) Antonio Decaro e quello dell'Unione delle Province (Upi) Michele de Pascale.

05 Marzo 09:29 Perché le persone con il gruppo sanguigno A rischiano di ammalarsi di più

Svariati studi suggeriscono che le persone con determinati gruppi sanguigni possono essere più vulnerabili all’infezione da coronavirus Sars-Cov-2. Alcune ricerche, in particolare, hanno evidenziato che il gruppo sanguigno può influenzare, seppur il leggera misura, la suscettibilità al contagio, e influire sulla gravità della malattia, indicando che le persone con gruppo sanguigno A o AB sono quelle che, in percentuale, hanno maggiori probabilità di sviluppare forme gravi di Covid-19.

05 Marzo 09:24 In Umbria verso una proroga delle scuole chiuse: i contagi calano troppo lentamente

L'Umbria continua ad essere alle prese con un grande numero di contagi causati soprattutto dalle varianti: per questa ragione è altamente probabile una proroga delle restrizioni in atto per altre due settimane soprattutto per quanto concerne l'apertura delle scuole, senza escludere l’istituzione di zone rosse in quei distretti dove l’incidenza cumulativa settimanale risultasse particolarmente elevata. "La curva sta decrescendo molto lentamente rispetto alla prima e alla seconda ondata epidemica – spiega il direttore regionale dalla Salute, Claudio Dario  – e serve grande attenzione nel pensare a ogni possibile riapertura in più".

05 Marzo 09:09 Nuova Zelanda, Auckland esce dal lockdown

Domenica la Nuova Zelanda revocherà il lockdown che ha coinvolto quasi due milioni di persone, deciso una settimana fa dopo che era emerso un nuovo misterioso caso di positività al Covid-19, che il tracciamento dei contatti non era stato in grado di spiegare. Il cluster sembra essere stato contenuto, secondo le autorità sanitarie locali. In seguito era emerso che i familiari della persona infetta non avevano rispettato gli ordini di isolamento, incontrando amici che in seguito risultarono positivi al Covid-19.

05 Marzo 08:15 Il Consiglio dei Ministri ha rinviato le elezioni in autunno

Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri il decreto legge che rinvia le elezioni amministrative e suppletive a una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre a causa dell'emergenza sanitaria. Nel decreto si detta la disciplina dello svolgimento delle operazioni di voto, previste su due giornate (domenica dalle ore 7 alle 23 e lunedì dalle ore 7 alle 15), nonché dello spoglio delle schede e dell'ordine dello scrutinio.

05 Marzo 08:04 Quali regioni potrebbero cambiare colore dopo il monitoraggio ISS di oggi

Dopo il monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità di oggi il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà una nuova ordinanza per cambiare i colori alle Regioni: i dati sui contagi peggiorano, e molti territori rischiano nuove chiusure. Quattro Regioni potrebbero passare da gialla ad arancione, cinque, invece, da arancione a rossa. I nuovi colori entreranno in vigore lunedì 8 marzo.

05 Marzo 07:54 Perché l’Italia ha bloccato l’esportazione in Australia dei vaccini AstraZeneca

L’Australia non è un Paese vulnerabile e sono ancora troppi i ritardi che stanno lasciano i Paesi Ue senza le dosi di vaccini concordate. Sono queste le ragioni, spiega il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, per cui l’Italia ha deciso di bloccare l'esportazione di 250 mila dosi di vaccino AstraZeneca, prodotto all’interno dell’Ue, destinate all’Australia.

05 Marzo 07:37 In Italia somministrate 4.944.619 dosi di vaccino contro il Covid-19, il 75,6% di quelle consegnate

In Italia sono state somministrate 4.944.619 dosi di vaccino contro il Covid-19, il 75,6% del totale di quelle consegnate: 6.542.260, nello specifico, 4.537.260 sono quelle Pfizer/BioNTech, 493.000 Moderna e 1.512.000 AstraZeneca. La somministrazione ha riguardato 3.044.312 donne e 1.900.307 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 1.540.475. È quanto riferisce il report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle sei di stamattina. Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 2.443.341 operatori sanitari, 820.444 unità di personale non sanitario, 424.294 ospiti di strutture residenziali, 870.410 over80, 98.690 unità delle forze armate e 287.440 unità di personale scolastico.

05 Marzo 07:30 Da oggi la Lombardia entra in zona arancione rafforzata

Anche la Lombardia a partire da oggi entra in zona arancione scuro. L’istituzione della fascia rafforzata, subito antecedente alla zona rossa e decisa dal governatore Fontana, resterà in vigore fino a domenica 14 marzo. Dagli spostamenti ai negozi e alle scuole: sono molte le regole che cambieranno. Ecco quali e come.

05 Marzo 07:13 Le ultime notizie sul coronavirus Covid-19 di oggi, 5 marzo 2021

Prosegue l'aumento dei nuovi casi di coronavirus in Italia: nell'ultimo bollettino rilevate 22.865 infezioni su un totale di 339.635 test, tra antigenici e molecolari. Dall’inizio dell’epidemia i contagi nel nostro Paese sono 2.999.119. Nell’ultima giornata sono stati registrati 339 morti per Covid, per un totale di 98.974 decessi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I guariti diventano 2.453.706 (+13.488). I casi attualmente positivi sono 446.439 (+9.018). La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è la Lombardia, seguita da Campania ed Emilia Romagna. Le dosi di vaccino anti-Covid somministrate finora sono state 4.944.619, mentre a ricevere entrambe le dosi ed essere quindi completamente vaccinati sono state 1.540.475 persone.

Questa la suddivisione dei contagi regione per regione:

Lombardia: +5.174
Veneto: +1.487
Piemonte: +2.167
Campania: +2.780
Emilia Romagna: +2.545
Lazio: +1.702
Toscana: +1.239
Sicilia: +560
Puglia: +1.438
Liguria: +414
Friuli Venezia Giulia: +
Marche: +919
Abruzzo: +552
Sardegna: +81
P.A. Bolzano: +253
Umbria: +267
Calabria: +226
P.A. Trento: +229
Basilicata: +122
Molise: +55
Valle d'Aosta: +11

Nel mondo i contagi accertati sono 115.616.238, i morti 2.569.285. Gli Stati Uniti sono il paese largamente più colpito, seguito da India, Brasile, Russia, Regno Unito, Francia, Spagna e Italia.