Il Lazio resta zona gialla. La decisione è arrivata a seguito dei dati emersi dal monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità. L'andamento dei parametri considerati indicativi del passaggio delle regioni da un colore all'altro permette al Lazio di restare nello stesso colore, da lunedì 8 marzo almeno fino a quando verrà effettuata una nuova valutazione. L'indice Rt è di 0,98, si mantiene dunque inferiore ad 1, anche se nella regione negli ultimi giorni si è registrato un aumento di contagi da Covid, di focolai e di ricoveri in terapia intensiva. L'attenzione resta alta anche in vista della diffusione delle varianti del virus, in particolare quella inglese e brasiliana. Come ribadito più volte dall'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato inoltre a giocare un ruolo importante nell'andamento della pandemia sono i comportamenti delle persone, il rispetto delle regole come indossare la mascherina anche all'aperto e mantenere la distanza di sicurezza evitando assembramenti.

Le regole della zona gialla

Nel Lazio che resta in zona gialla ci si può muovere tra Comuni all'interno della propria regione di appartenenza, mentre gli spostamenti tra una regione e l'altra sono vietati e concessi solo per motivi di salute, lavoro o necessità. Sono consentite le visite nelle abitazioni private per un massimo di due persone non conviventi alla volta (ad esclusione di minori di quattordici anni, persone non autosufficienti o disabili). Restano aperti musei e mostre, così come i negozi, fino alle ore 21. Aperti anche i centri commerciali, ma solo nei giorni feriali, mentre restano chiusi nei prefestivi e festivi, quindi di sabato e domenica. Per quanto riguarda bar, pizzerie, pasticcerie e ristoranti, potranno aprire al pubblico per il servizio al bancone a pranzo (o merenda e colazione, per bar e pasticcerie) con chiusura alle ore 18. Per la cena consentito l'asporto (fino alle ore 22) e la consegna a domicilio (senza limiti orari). I bar senza cucina chiudono alle 18. Il coprifuoco è confermato tra le ore 22 e le 5 del giorno seguente.

Indice Rt nel Lazio è di 0,98: confermata la zona gialla

L'indice Rt nel Lazio dall'ultima rilevazione dell'Istituto Superiore di Sanità è di 0,98 con dati aggiornati al 3 marzo relativi alla settimana dal 22 al 28 febbraio 2021. I nuovi casi di Covid segnalati nella settimana sono 8737, con un incidenza su 100mila abitanti pari a 151,80. Il trend settimanale vede un aumento sia dei singoli contagi che dei focolai, con una classificazione complessiva del rischio moderata.

Fonte Iss
in foto: Fonte Iss