29 Ottobre 23:01 In Gran Bretagna 23.056 nuovi casi di coronavirus e 280 morti nelle ultime 24 ore

La Gran Bretagna ha riportato oggi 23.056 nuove infezioni da coronavirus e 280 nuovi decessi. I dati comunicati dal governo di Londra portano a 1.608 il totale dei morti negli ultimi sette giorni, con un aumento del 52,6% rispetto ai 7 giorni precedenti.

29 Ottobre 22:49 Covid, la Liguria vieta gli spostamenti serali durante il weekend

Nuove misure restrittive in Liguria per l'emergenza covid. Nella Regione vietati gli spostamenti superflui durante le serate del prossimo weekend. Lo prevede la nuova ordinanza anti-Covid firmata dal governatore Giovanni Toti che estende le limitazioni in vigore a Genova a tutta la Regione durante il weekend di Ognissanti e la serata di Halloween. Nel dettaglio, il provvedimento vieta le passeggiate "senza giustificato motivo" in tutta la Liguria per tre sere, a partire da venerdì, dalle 21 alle 6.

29 Ottobre 22:34 In Usa superati i nove milioni di casi di coronavirus, New York pronta a nuovo lockdown

Gli Stati Uniti hanno superato i nove milioni di casi di coronavirus a 282 giorni dal primo contagio registrato nel Paese confermandosi come il paese più colpito dalla pandemia. Il dato quanto emerge dalla banca dati del New York Times. Nelle ultime 24 ore si registrano oltre 80mila nuovi contagi e quasi mille morti. Solo nell'ultima settimana sono stati oltre mezzo milione i nuovi casi e sono oltre 20 gli stati Usa che hanno conosciuto un'impennata dei contagi così  come New York dove il sindaco Bill de Blasio valuta un nuovo lockdown. Nella Grande Mela L'indice dei positivi in rapporto ai test è salito all'1,92 per cento. Se nei prossimi giorni "si supererà la soglia del 2 per cento, scatterà un nuovo blocco, con il divieto di cenare all'interno di pub e ristoranti" ha spiegato il  priom cittadino. "La crescita è preoccupante – ha aggiunto de Blasio – Non possiamo permettere che i numeri crescano ancora. Le aree sensibili sembrano essere bar, ristoranti e night club. Vedremo come intervenire".

29 Ottobre 22:14 Covid, neonato positivo in pediatria d’urgenza a Trieste

Purtroppo c'è anche un neonato di un mese e mezzo tra le persone ricoverate per Covid-19 a Trieste. il piccolo è stato soccorso ieri all'ospedale pediatrico Burlo Garofolo dopo aver accusato febbre e altri disturbi mentre era ricoverato nel reparto di Pediatria dell'ospedale di Tolmezzo (Udine). Lo riporta il sito del quotidiano Messaggero Veneto. Il piccolo, figlio di genitori positivi al coronavirus, è giunto al Burlo Garofolo ieri notte. Al momento è ricoverato in Pediatria d'urgenza/Pronto soccorso ma le sue condizioni sono stabili e non preoccupanti.

29 Ottobre 22:02 l virologo Crisanti si trasferisce allo Spallanzani e lascia il Veneto dopo lo scontro con Zaia

Il virologo Andrea Crisanti si sposta dall’Università di Padova a Roma, dopo la rottura con il presidente della Regione Luca Zaia. L’arrivo di Crisanti, scrive l’Espresso, avrebbe “la benedizione del governo di centrosinistra; di Nicola Zingaretti, governatore del Lazio nonché segretario del Pd; di Roberto Speranza, ministro della Salute”. Crisanti dal canto suo non commenta. A fine anno va in pensione la dottoressa Maria Rosaria Capobianchi, direttore del dipartimento di virologia dello ‘Spallanzani', la scienziata che con la sua squadra ha isolato e mappato il coronavirus poi chiamato Covid-19. Origini e formazioni romane, Crisanti ha diretto la sezione malattie infettive e immunologia dell'Imperial College di Londra, soltanto due anni fa è rientrato in Italia, a Padova.

29 Ottobre 21:50 Alto Adige ci ripensa: no alla chiusura dei bar alle 18, resteranno aperti

L'Alto Adige cambia idea: non ci sarà alcuna chiusura dei bar, che da sabato resteranno aperti fino alle ore 18. Il contrordine è arrivato in serata dopo un pomeriggio di forti polemiche sia da parte dei baristi sia di qualche componente della giunta provinciale Svp-Lega, che avevano criticato la decisione annunciata dal governatore Arno Kompatscher di chiudere bar, pasticcerie e gelaterie fino al 24 novembre alle 18, in linea con le disposizioni nazionali, e non più alle 20 (o alle 22) come era stato stabilito finora.

Dunque, ad eccezione dei negozi di generi alimentari e delle farmacie, negozi, bar e ristoranti dovranno abbassare la saracinesca alle ore 18. Domani mattina il presidente Kompatscher entrerà nel dettaglio delle singole restrizioni che riguardano anche il mondo dello sport.

29 Ottobre 21:41 Covid, Putin: “In Russia nessun lockdown”

In Russia non c'è nessun piano di lockdown per l'emergenza covid, lo ha dichiarato il presidente russo, Vladimir Putin, durante il forum ‘Russia Calling'. "Abbiamo un'idea chiara del piano d'azione e quindi non stiamo valutando misure restrittive generalizzate, ovvero l'avvio di un cosiddetto lockdown nazionale, che porterebbe di fatto a una completa chiusura dell'economia e delle operazioni delle aziende", ha affermato Putin. Qualora si renda necessario, il presidente russo non esclude però lockdown locali in regioni o città specifiche.

29 Ottobre 21:34 Ministra Bellanova in isolamento: “L’App Immuni mi ha avvertito di un contatto”

La ministra delle politiche agricole Teresa Bellanova è in isolamento fiduciario dopo essere venuta in contatto con una persona positiva al coronavirus, lo ha annunciato lei stessa spiegando di essere stata avvertita del contatto dall'App immuni. "Grazie all’app Immuni installata sul mio cellulare ho appena saputo di essere venuta in contatto il 21 ottobre scorso con una persona risultata positiva al Covid. Da ora sono in autoisolamento fiduciario. E invito tutti a installare Immuni. Un gesto semplice per proteggere le persone care e se stessi. Facciamolo!" ha scritto la Ministra su Facebook.

29 Ottobre 21:12 La Francia supera i 36mila morti per covid, da stasera scatta il lockdown

La Francia ha superato i 36mila morti per covid dall'inizio dell'epidemia. Secondo quanto riferisce il bollettino delle autorità sanitarie di Parigi, infatti, nelle ultime 24 ore nel Paese registrati ulteriori 235  decessi per un totale di 36.020 morti. Sono invece 47.637 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore per un totale di 1.282.769 persone. Al momento vi sono 21.183 ammalati di covid -19 ricoverati in Francia, dei quali 3.156 nei reparti di terapia intensiva. Da stasera in tutto il Paese scatta il lockdown con possibilità di spostamento solo per lavoro e altre necessità.

29 Ottobre 21:05 Entro fine 2020 un milione di dosi dell’anticorpo monoclonale dell’americana Eli Lilly

Eli Lilly and Company ha annunciato ieri un accordo con il governo degli Stati Uniti per la fornitura di 300.000 fiale di bamlanivimab, un anticorpo neutralizzante Covid-19 attualmente in fase di sperimentazione. I dati dello studio di Fase 2, BLAZE-1, che valuta l'efficacia e la sicurezza, pubblicati ieri su The New England Journal of Medicine, mostrano che il farmaco può essere efficace nel trattamento dell'infezione riducendo la carica virale, i sintomi e il rischio di ospedalizzazione. L' accordo con il governo americano è subordinato all'autorizzazione all'uso d'emergenza (EUA) dalla Food and Drug Administration (FDA), richiesta dalla Lilly per il trattamento di Covid-19 da lieve a moderato in pazienti ad alto rischio. L'accordo prevede la consegna del farmaco entro due mesi dal rilascio dell' EUA e contiene anche l'opzione per il governo degli Stati Uniti di acquistare fino a 650.000 fiale aggiuntive fino al 30 giugno 2021. "Lilly ha messo in gioco tutta la sua capacità scientifica per combattere questa pandemia e siamo orgogliosi dei nostri sforzi per sviluppare potenziali farmaci per combattere il Coronavirus. Gli accordi di fornitura con i governi – come questo con il governo degli Stati Uniti – sono fondamentali per consentire accesso diffuso ed equo alla nostra potenziale terapia", ha dichiarato David A. Ricks, presidente e CEO di Lilly, il quale ha aggiunto: "Crediamo che bamlanivimab possa essere un'importante opzione terapeutica di valore per il sistema sanitario generale, in quanto ha dimostrato un potenziale beneficio nei risultati clinici con una riduzione della carica virale e dei tassi di sintomi e di ospedalizzazioni". Lilly prevede di produrre fino a un milione di dosi di bamlanivimab 700 mg entro la fine del 2020 – con 100.000 dosi pronte per la spedizione entro pochi giorni dall'autorizzazione – per l'uso in tutto il mondo. La fornitura della terapia anticorpale di Lilly dovrebbe aumentare in modo sostanziale a partire dal primo trimestre del 2021, poiché saranno disponibili durante tutto l'anno risorse aggiuntive di produzione.

29 Ottobre 20:51 L’Oms: “In Europa 1,7 milioni di casi nell’ultima settimana e aumento della mortalità”

Secondo Hans Kluge, direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità per l’Europa, il Vecchio Continente è tornato ad essere l’epicentro della pandemia di Coronavirus, con 1,7 milioni di nuovi casi registrati solo nell’ultima settimana. Ma il lockdown deve essere una opzione di ultima istanza: “Bisogna mettere in pratica tutte le misure che già ci sono. Qualche esempio? Le mascherine, che, secondo uno studio dell’Ihme, se indossate in maniera generalizzata, possono arrivare a salvare 266.000 vite entro il 1 febbraio negli Stati membri”.

29 Ottobre 20:44 Locatelli (Css): “Rischio di contagio dipende da carica virale, tempo di contatto e mascherine”

"Il rischio di infettarsi è condizionato da tre variabili: la carica virale del contagiante, il tempo di contatto e la presenza dei dispositivi di protezione individuale, i quali proteggono sia dalla diffusione, sia dall'acquisizione del contagio". Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Cts Franco Locatelli a Porta a Porta. "E' chiaro – ha aggiunto – che il trasporto locale pubblico ha meritato più di un'attenzione, ma se guardiamo ai dati diffusi venerdì scorso l'ambito famigliare è quello in cui maggiormente c'è questa diffusione". Sulla possibilità che il governo chieda al Cts un parere su ulteriori misure, Locatelli ha chiarito: "Al momento non abbiamo indicazioni in questa direzione, poi magari vista la situazione così severa questo tipo di richieste possono arrivarci ad horas".

29 Ottobre 20:02 Coronavirus in Lombardia, a Milano 6 ospedali in condizioni critiche per afflusso di pazienti

Secondo i dati di Areu sette ospedali in Lombardia, di cui sei a Milano e provincia, alle 18 di oggi presentavano "situazioni critiche di iper afflusso" di pazienti con problemi respiratori. Nei pronti soccorsi, spiega Areu, c'è stato un incremento importante degli accessi per motivi respiratori e infettivi (più 41 per cento) e soprattutto a partire dal tardo pomeriggio.

29 Ottobre 19:54 In Spagna 23.580 nuovi casi nelle ultime 24 ore

La Spagna ha fatto registrare 23.580 nuovi casi di positività al Coronavirus nelle ultime 24 ore, con 173 decessi: si tratta del dato giornaliero più elevato dall'inizio dell'epidemia. Il bilancio complessivo dell'epidemia nel Paese è di 1.136.503 positivi, con 35.639 decessi.

29 Ottobre 19:51 Francia in lockdown, in arrivo 15 miliardi al mese di aiuti alle imprese

Il governo francese stanzia 15 miliardi di euro al mese di aiuti alle imprese per superare le difficoltà legate al lockdwon. Lo ha annunciato il ministro dell'Economia, Bruno Le Maire, nella conferenza stampa dell'esecutivo per illustrare i dettagli delle nuove misure anti-Covid.

29 Ottobre 19:46 Il governatore della Sicilia Musumeci: “Sappiamo che andiamo verso nuovo lockdown”

"Sappiamo benissimo che andiamo verso la chiusura totale. È inutile essere ipocriti ed è inutile fingere di non capirlo. Tutti vorremmo scongiurare questa ipotesi ma tutti sappiamo che appare sempre più ineluttabile". Lo ha detto a I numeri della Pandemia su Sky TG24 il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. "In questo momento – ha aggiunto – parlare di riaperture mi sembra ineluttabile anche se non finisco mai di dire il 23 di ottobre la chiusura dei ristoranti e di alcune attività alle 18 mi è sembrata davvero un non senso, soprattutto in una Regione come la Sicilia in cui si va a cenare non prima delle 21 e questo non determina un pendolarismo o un assembramento che sono i veri complici del Covid".

29 Ottobre 19:42 Palermo, infermiera positiva lavora per 7 giorni nel reparto di ostetricia

Una infermiera del reparto di ostetricia dell'ospedale Cervello di Palermo ha scoperto casualmente che era positiva al Covid-19. Aveva eseguito un primo tampone di controllo il 19 ottobre. Non era arrivato l'esito dell'esame e la donna ha continuato a lavorare nel reparto a stretto contatto con i pazienti. Dopo 10 giorni ieri l'impiegata è andata per un secondo tampone e a quel punto ha chiesto di conoscere l'esito del primo tampone. Non poteva immaginare che il risultato fosse positivo. "E' un fatto gravissimo – dice Vincenzo Munafò, segretario provinciale della Fials-Confsal – L'infermiera è stata per una settimana a stretto contatto con altre persone che potenzialmente non dovrebbero essere infette". Ieri è stata eseguita la sanificazione dei corridoi e delle stanze in cui la professionista sanitaria avrebbe girato per giorni. L'azienda sanitaria sta eseguendo tutte le verifiche sul caso.

29 Ottobre 19:35 Pregliasco: “Speriamo che molti si vaccinino contro l’influenza, aiuta la diagnosi”

Il virologo Fabrizio Pregliasco
in foto: Il virologo Fabrizio Pregliasco

"Sars-Cov2 ha fatto capire, certo non a tutti, come una patologia a basso rischio specifico – come sono il Covid e l'influenza – possa determinare effetti pesanti sulla salute. La speranza è che quest'anno ci sia una richiesta più alta del vaccino contro l'influenza, e già c'è perchè lo vedo anche tra gli operatori sanitari del mio ospedale. Questo aiuta anche la diagnosi differenziale". Lo ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco intervenendo al webinar "Influenza stagionale o Covid: questo è il dilemma", organizzato dall'Associazione Dossetti. "Spero che alla vaccinazione ci sia sempre più un'adesione progressiva. Anche se ho visto che da uno studio sulla futura vaccinazione anti-Covid, se ci sarà un vaccino, c'è un 40% di intervistati che nutre dubbi", ha aggiunto. Pregliasco ha poi affermato che in questo momento "in Lombardia la situazione non è delle migliori, il sistema tiene ma ci sono degli ospedali che sono in stress. Tra una settimana, 15 giorni dovremmo vedere una mitigazione della situazione per le misure prese. C'è quindi un'esigenza di responsabilizzazione delle persone, ma senza allarmismo eccessivo che porterebbe a ricoveri e accessi nei pronto soccorso che porterebbe alla riduzione della qualità degli interventi".

29 Ottobre 19:30 Anche l’Austria verso il lockdown light dopo record di nuovi casi

Dopo il boom di nuovi contagi nella giornata odierna, 4.453, l'Austria va sempre di più nella direzione di un ‘lockdown light' sul modello tedesco che scatterà sabato, quando il cancelliere, Sebastian Kurz, annuncerà ufficialmente le nuove misure di contenimento. Il primo ministro della Repubblica d'Austria, dopo un colloquio telefonico con la cancelliere tedesca, Angela Merkel, ha detto che "tutta Europa è nel mezzo della seconda ondata", aggiungendo che "è importante una stretta collaborazione con la Germania perché vogliamo procedere in maniera strettamente coordinata e mantenere aperte le frontiere". Nel frattempo su tutto il territorio austriaco – ad eccezione della Carinzia – c'è un'allerta contagio da Covid-19 molto alto e per questo motivo il ‘semaforo indicatore' è stato posto sul colore rosso. In Austria dovrebbero restare aperti i negozi mentre la gastronomia – bar e ristoranti – potrebbe subire un blocco salvi i servizi di asporto o consegna. Chiuderanno i centri fitness e i saloni di bellezza. Asili e scuole resteranno aperti. Rispetto al lockdown di primavera dovrebbero restare aperti i parrucchieri. Cancellato definitivamente il Mercatino di Natale di Salisburgo mentre il sindaco di Innsbruck, il verde Georg Willi ha detto che "in questo momento non abbiamo intenzione di cancellare i nostri Mercatini, ma di tenerli aperti con norme rigidissime".

29 Ottobre 19:25 Arcuri: “Raffreddare la curva dei contagi altrimenti il sistema sanitario non regge”

Domenico Arcuri, commissario straordinario dell’emergenza Covid-19 in Italia, ha fatto il punto della situazione dell’epidemia nel corso della conferenza stampa di oggi: “Crescita impetuosa del virus. Con questi numeri, se non si abbassa la curva, nessun sistema sanitario sarebbe in grado di reggere. Serve un patto di responsabilità ritrovata. Misure Dpcm non bastano: bisogna muoversi il meno possibile”.

29 Ottobre 18:34 Burioni: “Nessuna evidenza clinica su utilità della lattoferrina contro il Coronavirus”

Roberto Burioni
in foto: Roberto Burioni

Non vi sarebbe alcuna evidenza clinica sull'utilità della lattoferrina per prevenire o curare la Covid-19. A dirlo su Twitter è il virologo Roberto Burioni. "Ricevo molte richieste in merito, per cui rispondo collettivamente a tutti – ha scritto -. Non esiste nessuna evidenza clinica che indichi l'utilità della lattoferrina nel prevenire o curare Covid-19". La lattoferrina è una proteina che trasporta il ferro nel sangue, che si può anche assumere in via orale come integratore alimentare. A maggio un lavoro dell'Institute of East West Medicine e dell'Università di Hong Kong, condotto in vitro, sosteneva che avesse effetti immunomodulatori e antinfiammatori unici, rilevanti per le modifiche organiche causate dalle forme gravi di Covid-19. Poi a settembre uno studio condotto dall'università Roma Tor Vergata, in collaborazione con la Sapienza di Roma e l'Università di Padova, sembrerebbe aver dimostrato, sempre in vitro, che la lattoferrina può ridurre i tempi di eliminazione del virus nei soggetti con pochi sintomi o paucisintomatici.

29 Ottobre 18:05 Record di casi di Coronavirus in Svezia: 3.254 contagi in 24 ore

Le autorità sanitarie della Svezia, tra i pochi paesi europei a non essere mai andato in lockdown, raccomandano ormai agli abitanti di Stoccolma e a quelli delle regioni nel sud del Paese di limitare i contatti ed evitare i luoghi chiusi nel giorno in cui è stato registrato il record di 3.254 nuovi casi di Covid-19. Si tratta del secondo record quotidiano consecutivo per il Paese che ha 10,3 milioni di abitanti e ha avuto un totale di 121.167 contagi e 5.934 morti. Secondo l'epidemiologo Anders Tegnell, la diffusione del virus in primavera era "probabilmente da 10 a 15 volte più importante" rispetto ad oggi, ma con i test molto meno diffusi. Però "nel corso delle ultime due o tre settimane, la propagazione è volata" dopo la pausa estiva.

29 Ottobre 17:57 Coronavirus Sicilia: 789 i nuovi positivi, 13 i morti

Sono 789 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Con i nuovi casi salgono così a 12745 gli attuali positivi. Di questi 954 sono i ricoverati: 839 in regime ordinario e 115 in terapia intensiva con un incremento di quattro ricoveri. Sono 13 invece i nuovi decessi che portano il totale a 472. I guariti sono 219. I tamponi effettuati sono 7226. Su fronte della distribuzione territoriale Palermo 258, Catania 242, Messina 88, Trapani 53, Ragusa 68,  Siracusa 39, Agrigento 1, Caltanissetta 30, Enna 10.

29 Ottobre 17:49 Svezia, record di 3.254 casi

Le autorità sanitarie svedesi raccomandano ormai agli abitanti di Stoccolma e a quelli delle regioni nel sud del Paese di limitare i contatti ed evitare i luoghi chiusi nel giorno in cui è stato registrato il record di 3.254 nuovi casi di Covid-19. Si tratta del secondo record quotidiano consecutivo per la Svezia che ha 10,3 milioni di abitanti e ha avuto un totale di 121.167 contagi e 5.934 morti. Secondo l'epidemiologo Anders Tegnell, la diffusione del virus in primavera era "probabilmente da 10 a 15 volte più importante" rispetto ad oggi, ma con i test molto meno diffusi. Però "nel corso delle ultime due o tre settimane, la propagazione è volata" dopo la pausa estiva

29 Ottobre 17:43 Miozzo (Cts): “Lockdown, ipotesi realistica”

“Sono allo studio tutte le misure. Oggi siamo entrati nello Scenario 3, c'è anche lo Scenario 4. Quindi, che il lockdown sia una delle ipotesi previste – generale, parziale, localizzati, o come quello che abbiamo visto a marzo – era previsto. Speravamo, auspicavamo di non arrivare a quelle ipotesi. Ma se guardiamo anche ai paesi accanto a noi, sono purtroppo ipotesi realistiche”. Lo ha detto a Radio Popolare il coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Agostino Miozzo. “Ora – ha proseguito – stiamo uscendo da una decisione sofferta come l'ultimo Dpcm che già dà delle limitazioni piuttosto rigorose. Vediamo se avranno un minimo impatto, altrimenti saremo costretti a prendere misure diverse”.

29 Ottobre 17:25 Covid Lazio, 1.995 casi e 15 decessi nelle ultime 24 ore

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. "Su oltre 25mila tamponi oggi si registrano 1.995 casi", rende noto l'assessore alla Sanita' regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.963 su quasi 23mila tamponi eseguiti. Diminuisce invece il numero dei decessi: oggi sono 15 a fronte dei 19 di ieri. Per quanto riguarda i guariti, nelle ultime 24 ore sono stati 214.

29 Ottobre 17:21 Covid Lombardia: 7.339 contagi e 57 decessi

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati segnalati 7.339 nuovi contagi di Coronavirus e 53 morti. Aumentano ancora i ricoveri complessivi in ospedale (più 283 in totale) e in terapia intensiva (più 57 da ieri, per un totale di 345): ecco il bollettino con i dati di oggi giovedì 29 ottobre sui contagi Covid in Lombardia.

29 Ottobre 17:16 Covid, il bollettino di oggi 29 ottobre: 26.831 nuovi contagi, 200mila i tamponi effettuati

Nuovo record in Italia: sono 26.831 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, ma è anche record di tamponi effettuati, +201.452 rispetto a ieri. I morti sono 217, mentre aumenta il numero degli ospedalizzati e dei ricoveri in terapia intensiva. La Lombardia ha superato ancora i 7000 contagi, seguita dalla Campania, con oltre 3100, e ancora Piemonte e Veneto tra i territori più colpiti dalla seconda ondata.

29 Ottobre 17:08 Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 29 ottobre: 1.545 casi in più

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 52.038 casi di positività, 1.545 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.860 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 7,1%. Si registrano 8 nuovi decessi nella giornata di ieri: 3 in provincia di Modena (3 donne, una di 94 e 2 di 80 anni), 2 in provincia di Parma (1 donna di 94 e 1 uomo di 72 anni), 2 in provincia di Bologna (1 uomo di 94 anni e 1 donna di 87 anni) e 1 in quella di Piacenza (1 donna di 65 anni).

29 Ottobre 17:01 Coronavirus Abruzzo, cresce ancora la curva dei contagi. Oggi +482 casi rispetto a ieri

Sono complessivamente 9674 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.Rispetto a ieri si registrano 482 nuovi casi. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi e sale a 540.

29 Ottobre 16:55 Covid Campania, allarmante impennata di contagi: 3.103 nuovi positivi in 24 ore

Nuovo record di positivi in Campania: numeri mai così alti dall’inizio della pandemia. I dati contenuti nel quotidiano bollettino diffuso dall’unità di crisi regionale sono da paura. Nelle ultime 24 ore, infatti, si registrano 3.103 nuovi positivi.

29 Ottobre 16:47 Coronavirus Puglia, 716 nuovi casi e 7 decessi

Sono 716 i nuovi casi di Covid 19 registrati in Puglia, a fronte di 7083 test effettuati. I casi sono così suddivisi: 240 in provincia di Bari, 41 in provincia di Brindisi, 48 nella Bat, 208 in provincia di Foggia, 48 di Lecce, 129 di Taranto, 1 attribuito a residente fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 7 decessi: 2 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 544.675 test e risultate positive 17.069 persone. 6361 sono i pazienti guariti. 10.002 sono i casi attualmente positivi.

29 Ottobre 16:40 Spagna, via libera ad altri sei mesi di emergenza

Il Parlamento spagnolo ha approvato una proroga per altri sei mesi dello stato di emergenza legato alla pandemia di coronavirus. Domenica il governo di sinistra del primo ministro Pedro Sanchez aveva dichiarato uno stato di emergenza iniziale di 15 giorni. L'estensione approvata dal Parlamento si spinge invece fino al 9 maggio del prossimo anno. La misura consente ai governi regionali, ai quali è affidata la salvaguardia della salute, di limitare i movimenti delle persone, anche, se necessario, imponendo il coprifuoco notturno e chiudendo i confini.

29 Ottobre 16:19 Giappone, contagiati oltre quota 100mila

Il numero totale di casi confermati di Covid in Giappone ha superato oggi la soglia delle 100mila unità, secondo quanto riportato dall'emittente pubblica NHK. Il numero di persone infettate è arrivato infatti a 100.516, comprese quelle che hanno contratto il virus a bordo della nave da crociera Diamond Princess all'inizio dell’anno.

29 Ottobre 15:59 Oristano, 12 suore contagiate: una è morta

 E' morta una delle 12 suore missionarie dell'Istituto Sacro Costato di Oristano contagiate dal Covid-19. L'ha reso noto il sindaco Andrea Lutzu, che ha annunciato anche la chiusura della scuola paritaria ospitata nell'istituto di via Vittorio Veneto. Stamane era stato riferito che le religiose non hanno prestato attivita' nella scuola, la prima ad essere stata chiusa in citta', il mese scorso, per alcuni giorni dopo un contagio tra gli alunni. Altre 10 persone nella giornata di oggi sono risultate positive al coronavirus a Oristano, dove il totale dei contagiati nelle ultime 24 ore sale, dunque, a 22. Si tratta, comunque, di persone sottoposte a controllo negli ultimi giorni e i cui esiti di tali controlli si sono conosciuti stamane.

29 Ottobre 15:41 Rsa Susa, procura apre inchiesta: 106 positivi

La Procura di Torino ha aperto un fascicolo K, ovvero riguardante "atti relativi a fatti nei quali non si ravvisano reati allo stato degli atti, ma che possono richiedere approfondimenti", sulla situazione della Rsa ‘San Giacomo' di Susa (Torino). Nella struttura, 190 posti letto, 81 anziani e 25 del personale addetto risultato positivi al Covid. Un aumento rapido dei contagiati, che solo pochi giorni fa erano 40. Comunque molti dei positivi al tampone sono asintomatici. La segnalazione alla Procura arriva dai carabinieri, ma non ci sono stati esposti.

29 Ottobre 15:08 Brasile, i morti superano quota 158 mila

Il Brasile ha superato i 158mila decessi causati dal coronavirus, con una media giornaliera (calcolata su sette giorni) in calo di oltre il 10%, mentre cresce il numero medio di contagi. Lo riportano le segreterie sanitarie dei governi statali, che segnalano 499 morti tra martedì e ieri. Il dato porta il bilancio complessivo delle vittime a quota 158.480. Il totale dei contagi, intanto, ha raggiumto quota 5.469.755, inclusi i 28.852 nuovi casi segnalati nelle ultime 24 ore. La media giornaliera dei contagi negli ultimi sette giorni è stata di 24.158, il 20% in più rispetto alla media precedente.

29 Ottobre 15:03 Russia, Putin: “Non faremo nessun lockdown. Spero vaccinazione di massa a fine anno”

La Russia non prevede un lockdown a livello nazionale a causa dell'epidemia di Covid-19: lo ha dichiarato Vladimir Putin. “Abbiamo un'idea chiara della nostra linea d'azione – ha detto Putin – e quindi non stiamo pianificando misure restrittive radicali, l'avvio di un cosiddetto lockdown a livello nazionale, che porterebbe praticamente alla chiusura completa dell'economia e delle operazioni aziendali”. Lo riportano le agenzie russe. Vladimir Putin auspica che la vaccinazione di massa contro il Covid-19 possa iniziare in Russia alla fine del 2020. Lo riporta l'agenzia Interfax. “Spero che potremo iniziare la vaccinazione di massa alla fine dell'anno”, ha dichiarato il presidente russo intervenendo in collegamento video a un forum economico.

29 Ottobre 14:46 USA, ieri oltre 80mila nuovi casi

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri 81.181 nuovi casi e almeno 1.016 morti a causa del coronavirus, secondo i calcoli del New York Times. Nell'ultima settimana, la media giornaliera è stata di 75.522 casi, pari a un aumento del 41% rispetto alla media di 14 giorni prima. Si tratta di numeri mai raggiunti dall'inizio della pandemia. Il numero di ricoverati, nell'ultimo mese, è aumentato di quasi il 50%. In tutto, quasi 9 milioni di persone sono state contagiate e oltre 227.600 sono morte negli Stati Uniti.

29 Ottobre 14:39 Salvini: “Chiusura totale disastro. Evitare a ogni costo”

"Chiusura totale? Sarebbe un disastro, non tanto per Conte (cosa ha fatto per sei mesi?) ma soprattutto per gli italiani. Bisogna lavorare per evitarlo, a ogni costo, tra le altre cose con cure e tamponi a casa". Così il segretario leghista Matteo Salvini su Twitter.

29 Ottobre 14:02 Ibrahimovic diventa testimonial contro il Covid: “Tu non sei Zlatan, usa la mascherina”

Il calciatore Zlatan Ibrahimovic è il protagonista di una campagna di sensibilizzazione della Regione Lombardia sull’importanza di usare la mascherina e di rispettare le norme per contenere la diffusione del Covid. Sul suo profilo Instagram lo svedese ha riservato un messaggio a tutti i followers: “Il virus mi ha sfidato e io ho vinto. Ma tu non sei Zlatan, non sfidare il virus”.

29 Ottobre 13:56 Francia, dopo il lockdown ipotesi feste di Natale con il coprifuoco

In Francia spunta l'ipotesi di feste di Natale con il coprifuoco. Secondo il presidente del comitato tecnico scientifico francese, Jean-Francois Delfraissy, le feste di fine anno "le faremo in piccoli gruppi" e "probabilmente ci sarà ancora il coprifuoco". "Le feste di fine anno – ha detto Delfraissy il giorno dopo l'annuncio del nuovo lockdown in Francia – penso che quest'anno saranno diverse dagli altri anni". Ha anche aggiunto che la situazione diventerà estremamente difficile "per il sistema ospedaliero nelle prossime 2 o 3 settimane a causa della seconda ondata dell'epidemia di Covid-19, in diverse regioni della Francia" o la "prospettiva è quella di un lockdown per un mese, poi dopo un controllo degli indicatori uscire dal lockdown con un coprifuoco" che resterebbe in vigore fino a inizio gennaio. Non escludendo una terza ondata, Delfraissy si dice ottimista sul futuro: "Ne usciremo – ha detto – poiché arriveranno innovazioni, ma non prima della primavera 2021".

29 Ottobre 13:50 Cava dei Tirreni, muore a 48 anni 24 ore dopo la mamma

Una doppia tragedia ha sconvolto l’intera comunità di Cava de’ Tirreni, nella provincia di Salerno. Gerardo Memoli, 48 anni, è morto di Covid appena 24 ore dopo sua madre, Lucia, 86 anni. L'uomo era ricoverato all'ospedale "Giovanni da Procida" di Salerno a causa di complicazioni legate alla Covid-19 quando si è verificato il decesso.

29 Ottobre 13:46 Immuni, nasce il call center nazionale per chi ha ricevuto la notifica

Per Immuni è stato istituito un call center nazionale che possa occuparsi delle persone che ricevono la notifica, che finora erano costrette a rivolgersi al proprio medico. Per il call center sono stati stanziati un milione di euro per il 2020 e tre milioni per il 2021, come si può leggere sul Decreto Ristori. “Il Ministero della salute attiva un servizio nazionale di supporto telefonico e telematico alle persone risultate positive al virus Sars-cov-2, che hanno avuto contatti stretti o casuali con soggetti risultati positivi o che hanno ricevuto una notifica di allerta attraverso l’applicazione Immuni”. Le cifre dell’app di contact tracing sono in aumento. Le notifiche di possibile esposizione al coronavirus inviate da Immuni hanno superato quota 5.000 in un solo giorno.

29 Ottobre 13:39 Coronavirus Toscana, 1.966 nuovi casi e 13 decessi

In Toscana sono 38.958 i casi di Coronavirus, 1.966 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono il 5,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 2,6% e raggiungono quota 13.678 (35,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.056.864, 15.594 in più rispetto a ieri. Sono 9.904 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 19,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 842 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 23.970, +7,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.093 (106 in più rispetto a ieri), di cui 137 in terapia intensiva (7 in più). Si registrano anche 13 nuovi decessi: 7 uomini e 6 donne con un'età media di 84,4 anni.

29 Ottobre 13:30 Alto Adige annuncia restrizioni più dure rispetto al Dpcm del Governo

L’Alto Adige, dopo aver varato misure meno restrittive rispetto all’ultimo dpcm, annuncia di voler mettere in campo limitazioni più dure, anche rispetto al decreto del presidente del Consiglio. “Ci muoviamo in linea con la Germania e l’Austria”, ha annunciato il presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher.

29 Ottobre 13:13 Positivi al Coronavirus 46 dei 76 migranti giunti ieri nella Locride

Quarantasei dei 76 migranti arrivati ieri mattina a Camini, nella Locride, con una barca a vela e in seguito trasferiti in un centro di prima accoglienza di Roccella Ionica sono risultati positivi al Covid-19. Tra i positivi ci sono anche donne, bambini e interi nuclei familiari. Il dato è emerso a seguito dell'esito del primo giro di tamponi rinofaringei a cui ieri pomeriggio sono stati sottoposti tutti i migranti di nazionalità irachena e iraniana. Non appena il dato è stato reso noto dall'autorità sanitaria competente i positivi sono stati isolati dagli altri e collocati in apposite tende poste a debita distanza dalla struttura messa a disposizione dal Comune, dove da ieri sono sistemati gli altri 30. Nella stessa struttura ci sono ancora altri migranti (27) giunti nella cittadina ionica in precedenti e recenti sbarchi. Non è escluso che la Prefettura di Reggio Calabria disponga il trasferimento in altre strutture più attrezzate sul piano sanitario i 103 migranti attualmente presenti a Roccella.

29 Ottobre 13:02 La ministra Azzolina al governatore della Puglia Emiliano: “Riaprire subito le scuole”

"La scuola non è un problema come qualcuno ha scritto. La scuola è futuro e speranza". Lo scrive su Facebook la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, che invita a riaprire "al più presto le scuole, evitando conseguenze gravi, presenti e future, per gli studenti e per le famiglie". "La Regione Puglia – scrive Azzolina – ha sospeso le attività didattiche in presenza definendo ‘impressionante’ il numero dei contagi. Eppure, secondo quanto ci ha comunicato, si tratta di 417 studenti risultati positivi (su una popolazione studentesca di 562 mila). La stessa Regione ha poi ammesso che il problema in realtà non è la diffusione del virus all’interno delle scuole ma l’organizzazione del lavoro della Sanità regionale". "Pensare di risolvere il problema chiudendo le scuole – sottolinea la ministra – è una mera illusione. Perché i ragazzi escono, anzi usciranno di più e rischieranno di contagiarsi. A scuola invece, non solo ci sono misure di sicurezza, ma anche protocolli che permettono controllo e tracciamento.Si riaprano al più presto le scuole, evitando conseguenze gravi, presenti e future, per gli studenti e per le famiglie. Sono sommersa in queste ore da messaggi di sconforto, delusione e amarezza. La comunità scolastica pugliese nei mesi scorsi ha lavorato tantissimo, per preparare le scuole alla riapertura. Dimostrando spirito di sacrificio e responsabilità. La stessa che oggi è richiesta a tutti gli attori istituzionali per non togliere alle bambine e ai bambini momenti di socialità, studio, impegno e crescita".

29 Ottobre 12:55 Allarme dei cardiologi: “Più morti con i reparti chiusi per Covid”

"La sospensione degli ambulatori cardiologici, dei reparti e delle unità di terapia intensiva coronarica (Utic) dovuta al Covid rischia di avere conseguenze catastrofiche, con un aumento della mortalità dei pazienti cardiologici già dal prossimo mese". L'allarme arriva dalla Società italiana di cardiologia (Sic). "In alcune regioni, soprattutto al Sud, gli ambulatori cardiologici sono stati chiusi e i reparti di cardiologia svuotati perché è in aumento il numero del personale sanitario contagiato o perché molti reparti cardiologici sono stati convertiti in reparti Covid-19", è quanto spiega il presidente Ciro Indolfi. Durante la prima ondata della pandemia aveva provocato la riduzione di oltre il 50% dei ricoveri cardiologici – secondo i dati della Sic – accompagnata da un aumento di tre volte della mortalità ospedaliera. "In questo scenario se i numeri dei contagiati aumenteranno ulteriormente, è prevedibile un impatto della pandemia sulle malattie cardiovascolari ancora maggiore rispetto allo scorso marzo. Infatti, il rinvio di visite, controlli e ricoveri per interventi di angioplastica coronarica e di altre procedure elettive, come la Tavi, la Clip mitralica, i pacemakers, defibrillatori, le ablazioni per fibrillazione atriale, sommandosi ad arretrati difficili da smaltire, rischia già dal prossimo mese di portare ad un aumento della mortalità e della disabilità superiore a quello della prima ondata, a cui si aggiunge un rischio due volte maggiore di non sopravvivere al virus per chi soffre di malattie cardiovascolari". Pasquale Perrone Filardi, ordinario di Cardiologia alla Federico II di Napoli, e Presidente eletto SIC: "Servono riforme strutturali e organizzative sostanziali e immediate, nuovi finanziamenti per assunzione di personale medico e sanitario, l'aggiornamento tecnologico degli ospedali e un mantenimento dei posti letto in cardiologia, per scongiurare conseguenze peggiori della scorsa primavera". "Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte in Italia con più di 240.000 morti ogni anno. "Una sanità bloccata dal virus rischia di annullare i progressi della terapia farmacologica e dell'interventistica e far ritornare la cardiologia ai risultati di 20 anni fa", conclude la Sic.

29 Ottobre 12:45 Aumento record dei nuovi casi Covid in Umbria: 694 in 24 ore

Aumento record dei nuovi casi di Coronavirus individuati in Umbria nell'ultimo giorno: sono 694, 8.967 dall'inizio della pandemia. Dato mai toccato nelle due fasi dell'emergenza e fornito dal commissario Antonio Onnis nella conferenza stampa settimanale per illustrare la situazione. Segnalati anche altri cinque morti, 119, e 117 guariti, 3.272, con gli attualmente positivi passati da 5.004 a 5.576. Riguardo ai ricoverati in ospedale sono passati a 292 a 301, 41 dei quali in rianimazione (ieri erano 37). Nell'ultimo giorno sono stati eseguiti 4.584 tamponi, 290.964.

29 Ottobre 12:37 Le restrizioni che verranno messe in campo in Italia per evitare il lockdown

Prima del lockdown generalizzato il governo valuterà gli effetti delle restrizioni messe in campo. Si affiderà inoltre alle ipotesi predisposte dagli esperti per mettere in campo ulteriori misure da attuare prima di arrivare a una chiusura generalizzata. Quali potrebbero essere le prossime tappe pensate per evitare un lockdown? Delle decisioni che potrebbero essere dei segnali di allarme, a partire dalle chiusure territoriali, magari in alcune città più colpite che potrebbero essere isolate su richiesta delle Regioni. La mossa successiva potrebbe essere quella di chiudere i confini regionali. Quindi altre limitazioni potrebbero riguardare il mondo della scuola.

29 Ottobre 12:29 Coronavirus Croazia, record di 2.776 casi in 24 ore: il primo ministro esclude un lockdown

La Croazia ha registrato un record di 2.776 casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, un dato che ha portato il bilancio complessivo dall'inizio della pandemia a quota 40.999. In aumento anche i decessi, che hanno raggiunto quota 511, di cui 18 solo nella giornata di ieri. Ai massimi anche il numero dei pazienti con l'infezione attiva, poco più di 14.000, e delle persone in isolamento domiciliare, quasi 22.000. Destano preoccupazione i ricoveri ospedalieri, che in tre settimane sono passati da poco meno di 300 persone ai mille odierni. Da ieri sono in vigore nel Paese nuove misure, che per ora però riguardano solo gli assembramenti (non oltre 50 persone) e i consigli alle aziende di organizzare, se possibile, il lavoro da casa. I bar e i ristoranti possono operare fino a mezzanotte. Il primo ministro Andrej Plenkovic ha per il momento escluso un lockdown, spiegando che il governo continuerà a mantenere un equilibrio tra la protezione della salute pubblica e il mantenimento delle attività economiche. "Con la crescita dei casi di infezione ci saranno nuove restrizioni, ma faremo tutto il possibile per evitare un lockdown", ha concluso Plenkovic.

29 Ottobre 12:19 L’allarme di Gimbe: “Senza chiusure locali si va verso lockdown”

Epidemia "fuori controllo senza immediate chiusure locali", servirà "un mese di lockdown nazionale". Lo dice Gimbe alla luce del monitoraggio per la settimana 21-27 ottobre: rispetto alla precedente, c'è stato un aumento del 108% dei decessi e dell'89% dei casi. Stimati oltre 30.000 ricoveri dall'8 novembre. "Le misure dei 3 dpcm sono insufficienti e tardive. È sottostimata la velocità di diffusione", è l'allarme della fondazione.

29 Ottobre 12:08 Il ristorante di Potenza che dalle 18 regala pasti a chi è in difficoltà

A Potenza il bistrot “Crusco’s” ha deciso di distribuire dopo le ore 18 “l’eccedenza del non venduto”e anche pasti cucinati nel pomeriggio per le persone in difficoltà. L’iniziativa, partita il 27 ottobre, dopo l’entrata in vigore delle restrizioni dell’ultimo Dpcm sull’emergenza coronavirus, sta riscuotendo grande successo sui social e già almeno altri due locali del capoluogo lucano ne hanno seguito l’esempio. “In questo momento – ha detto all’Ansa Salvatore Conte, proprietario di Crusco’s – il nostro lavoro è al minimo storico, pari quasi a ‘zero’ e così abbiamo deciso di consegnare tutta l’eccedenza del non venduto alle famiglie che hanno bisogno di essere aiutate. Ed è bastato un solo giorno per capire quante stiano affrontando un momento di grande difficoltà. Regalare quello che non vendiamo invece di buttarlo nella spazzatura ci pare molto più intelligente e umano”. “Speriamo con tutto il cuore – ha aggiunto – che a nessuno manchi mai il cibo a tavola, con l’aiuto di alcune associazioni di volontariato, siamo solo una goccia in un mare di disperazione”.

29 Ottobre 11:56 Coronavirus Marche, impennata di casi: 686 nuovi contagi

 Impennata dei casi positivi nelle Marche (ma con più tamponi) e cresce anche il rapporto dei positivi/testati. Sono 686 i nuovi positivi in 24 ore (205 nella provincia di Macerata, 158 nella provincia di Ancona, 62 nella provincia di Pesaro-Urbino, 146 nella provincia di Fermo, 92 nella provincia di Ascoli Piceno e 23 da fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (81 casi rilevati), contatti in setting domestico (114 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (228 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (19 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/divertimento (27 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (10 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (14 casi rilevati), screening percorso sanitario (5 casi rilevati), rientro dall'estero (Bangladesh: n. 2 casi); per altri 186 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

29 Ottobre 11:45 Coronavirus Veneto, oltre 2.000 contagi nelle ultime 24 ore

Per il secondo giorno consecutivo si contano più di duemila nuovi casi di coronavirus in Veneto. Sono 2.109 le diagnosi nelle ultime 24 ore secondo il bollettino diffuso dalla Regione (ieri erano state 2.143). Sedici i decessi nelle 24 ore sale il numero dei posti di terapia intensiva occupata (102 in totale). I guariti in un giorno sono 67. Il Veneto supera dunque la quota psicologica dei 50.000 contagi Covid dall'inizio dell'emergenza: il dato complessivo è salito a 51.244. Le vittime totali sono 2.371. Gli attuali positivi sono 23.626 (+2.026).

29 Ottobre 11:33 Coronavirus Bulgaria, nuovo record di contagi: 2.760 in un giorno

Nuovo record dei contagi in Bulgaria, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.760 nuovi casi a seguito di 9.946 test diagnostici effettuati. Il maggior numero di infezioni (1.075) si registra sempre nella capitale Sofia. Il totale dei casi dall'inizio della pandemia è di 45.461. Da ieri sono stati segnalati 36 decessi, che portano il numero complessivo delle vittime a quota 1.197.

29 Ottobre 11:17 Coronavirus Belgio, più di 21.000 nuovi contagi: è record dall’inizio della pandemia

Il Belgio segnala 21.048 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, il numero più alto dall'inizio della pandemia, con 132 nuovi decessi. Nel Paese è record assoluto anche di ricovero.

29 Ottobre 11:00 Galli a Fanpage.it: “Facciamo fatica, morale di medici e infermieri compromesso”

“Il margine si assottiglia. In questo momento facciamo fatica e il morale di medici e infermieri è fortemente compromesso”. Lo ha detto a Fanpage.it Massimo Galli, responsabile malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, parlando di una situazione al limite del collasso. Tutti i posti per pazienti con Coronavirus attivati con la riconversione di altri reparti sono pieni. “Ora tocca a chi di dovere, cioè alla Regione e alle direzioni degli ospedali. Ognuno si assuma le sue responsabilità”, ha detto Galli. Il virologo ha denunciato una situazione al limite del collasso nel suo ospedale, dove tutti i trecento letti attivati per pazienti con coronavirus in pochi giorni, riconvertendo altre sezioni in reparti covid, sono pieni.

29 Ottobre 10:44 In Russia picco di contagi e morti in 24 ore

La Russia registra un nuovo picco di contagi e di decessi provocati dal Covid-19 in 24 ore. Nel corso dell'ultima giornata, sono stati accertati 17.717 nuovi casi di Covid-19 e 366 vittime. Secondo i dati ufficiali, in Russia dall'inizio dell'epidemia si contano 1.581.693 casi di Covid-19 e 27.301 decessi provocati dal virus.

29 Ottobre 10:29 Salvini apre all’ipotesi lockdown: “Se ci sono le necessità di farlo è giusto farlo”

Il leader della Lega Matteo Salvini, dopo le tante critiche al governo per le restrizioni imposte per contrastare la pandemia, ora apre all’ipotesi di un lockdown. “Se ci sono le necessità di farlo è giusto farlo”, afferma a Radio Anch’io, su Rai Radio 1, rispondendo a chi gli chiede cosa pensa dell’ipotesi di un nuovo lockdown. Ovviamente Salvini si augura “che non ci sia questo bisogno, ma, siccome la vita viene prima di tutto, se serve si fa”. Salvini aggiunge ancora: “Però bisogna fare scelte razionali. Mi si spieghi qual è la ragione di chiudere alle 18 bar e ristoranti”.

29 Ottobre 10:18 Trasporti, De Micheli: “Nessuna Regione ha mai chiesto più risorse”

“Nelle riunioni di monitoraggio tutte le scelte sono state condivise anche con le Regioni e nessuna di loro ha mai chiesto una revisione delle linee guida, quindi prevedendo una percentuale di capienza minore di quella prevista. E nessuno ha mai chiesto più risorse al governo”: è quanto ha detto la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, in audizione al Senato. La ministra ha spiegato perché con i tempi di permanenza a bordo e le linee guida di sicurezza previste (con una capienza sui mezzi di trasporto dell’80%) i trasporti non possano essere considerati come luoghi a rischio contagio.

29 Ottobre 10:01 Conte: “Numeri preoccupanti, non abbiamo mai sottovalutato la pandemia”

Le misure hanno l'obiettivo di "mitigare e raffreddare" la curva del contagio "al fine di alleviare il carico già pesante" sul sistema sanitario. Le misure si basano sui "principi di massima precauzione, proporzionalità e adeguatezza. Non abbiamo mai affermato di essere fuori dal pericolo e da una condizione di necessaria allerta".  Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso dell'informativa alla Camera. Conte ha spiegato che è stato necessario varare nuove misure per contrastare "la diffusione subdola e repentina" del virus. "I dati delle ultime settimane indicano una rapida crescita. Il numero dei nuovi positivi è preoccupante, risulta complesso" il tracciamento, "questo quadro sta determinando una pressione severa sul servizio sanitario", osserva il presidente del Consiglio, "per questo occorre mitigare la curva di crescita". "Le misure adottate si pongono in continuità sul piano di metodo e di merito" sulle misure adottate dal governo, "non abbiamo mai sottovalutato la pandemia. Non abbiamo mai affermato di essere fuori dal pericolo. Non siamo mai stati fuori" dalla pandemia.

29 Ottobre 09:51 Merkel: “Siamo in una situazione drammatica che ci riguarda tutti, senza eccezione”

"Siamo in una situazione drammatica che ci riguarda tutti, senza eccezione". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel presentando al Bundestag le decisioni di ieri con i ministri-presidenti dei Laender. Merkel ha di nuovo sottolineato che l'alto numero di infezioni si rispecchia anche negli ospedali, dove "il numero dei pazienti nelle terapie intensive è raddoppiato in 10 giorni". "Nel giro di alcune settimane il sistema sanitario potrebbe essere sopraffatto", ha aggiunto. Le misure restrittive "sono adeguate alla situazione", ha aggiunto.

29 Ottobre 09:37 Galli: “Situazione limite al Sacco, attivati oltre 300 letti per il ricovero Covid”

"Autorizzato dalla direzione sanitaria, dico semplicemente che a ieri sera" all'ospedale Sacco di Milano "avevamo 19 pazienti intubati, 47 persone in Cpap su 300 ricoverati, ed eravamo già arrivati ad aver riempito tutto quello che avevamo ulteriormente aperto". A lanciare l'allarme è l'infettivologo Massimo Galli, ospite di ‘Agorà' su Rai 3. Il Sacco, ha aggiunto Galli, "a oggi ha attivato oltre 300 letti per il ricovero Covid. Abbiamo già riconvertito di tutto e di più. L'ortopedia non è più un'ortopedia, ma è un reparto Covid per capirci". Nonostante gli sforzi, la situazione è al limite.

29 Ottobre 09:26 Coronavirus Lazio, D’Amato: “Ci stiamo preparando alla battaglia su Roma”

"Ci stiamo preparando alla battaglia su Roma. Dobbiamo essere pronti ad affrontare lo scenario peggiore, sempre con la speranza che non si verifichi". In una intervista l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato ha espresso preoccupazione riguardo l'andamento della pandemia nel Lazio, con il numero di casi positivi ormai altissimo ogni giorno. Anche il rapporto tra tamponi e positivi è aumentato, arrivando all'8,5%. "Non voglio essere ansiogeno, ma non posso neanche essere confortante. Devo essere realistico e dire le cose come stanno – ha aggiunto – È vero che stiamo tenendo rispetto ad altre realtà come la Lombardia, il Veneto e la Campania, anche se la nostra rete ospedaliera è sottoposta a un grande stress. Ma tutto dipenderà dal raffreddamento della curva epidemiologica".

29 Ottobre 09:17 Zangrillo: “Italia reagisce in modo positivo”

“Il messaggio è che dobbiamo essere tranquilli, l’Italia sta reagendo in modo positivo”. Lo ha detto Alberto Zangrillo, primario all’ospedale San Raffaele di Milano, intervenuto a “Stasera Italia”. "Il messaggio che deve passare all’opinione pubblica è che dobbiamo essere tranquilli perché comunque l’Italia sta reagendo in modo positivo. Perché il Coronavirus non è un fenomeno italiano ma europeo e mondiale. Noi abbiamo la brutta abitudine di guardare i nostri difetti prima di confrontarsi con l’estero e noi siamo stati un modello, pur con tutti gli errori commessi nella prima fase”, così il medico.

29 Ottobre 09:06 Coronavirus India, oltre 8 milioni di contagio: nella capitale New Delhi in un giorno 5.000 casi

L'India ha superato gli otto milioni di casi di coronavirus. Il Paese asiatico è il secondo più colpito dalla pandemia dopo gli Stati Uniti, con quasi 9 milioni di casi. L'India ha anche un totale di oltre 120.000 decessi ufficialmente attribuiti al Covid-19, contro i quasi 230.000 degli Usa. New Delhi ha registrato ieri 5.000 nuovi contagi, il numero più alto dall'inizio della pandemia. Le autorità temono che presto supereremo i 10.000 nuovi casi al giorno nella capitale. Bombay, la capitale finanziaria del Paese, è la città più colpita dell'India con oltre 250.000 casi e più di 10.000 decessi: conta attualmente circa 2.000 nuovi casi al giorno.

29 Ottobre 08:55 In Belgio nuovo record assoluto di ricoveri per Coronavirus

Nuovo triste primato in Belgio: con 5.924 pazienti ricoverati negli ospedali del Paese è stato superato il picco registrato il 9 aprile scorso (5.759 ricoverati) durante la prima ondata della pandemia. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie del Paese. Le persone in terapia intensiva sono attualmente 993, un livello che si sta pericolosamente avvicinando al massimo (1.235) raggiunto durante la prima ondata. E per il secondo giorno consecutivo i morti hanno superato quota 130: 139 ieri e 132 oggi. La media nazionale del tasso di positività è al 23,6% ma occorre tenere conto che ormai i test vengono effettuati solo sulle persone che presentano sintomi sospetti.

29 Ottobre 08:45 Governo dichiara guerra alle ordinanze regionali che aggirano il Dpcm

“Tutte le ordinanze che provano ad aggirare il Dpcm saranno impugnate immediatamente”: lo ha annunciato il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. Il governo punta il dito contro le ordinanze regionali che hanno introdotto misure meno restrittive di quelle contenute nell’ultimo Dpcm emanato per contenere i contagi di coronavirus. “Con l’aumento esponenziale di contagi e l’aumento delle vittime, rinnovo ancora una volta la richiesta di massima collaborazione. È dovere di ognuno di rispettare le regole”, ha aggiunto Bocciaa.

29 Ottobre 08:35 Coronavirus Germania, 16.774 casi in 24 ore: è il numero più alto dall’inizio della pandemia

Nuovo record di casi in 24 ore in Germania: le nuove infezioni sono state 16.774, stando al Robert Koch Institut, il numero più alto dall'inizio della pandemia. Il totale dei positivi è di 481.013, quello dei decessi 10.272, 89 in più rispetto al giorno prima.

29 Ottobre 08:10 Applicava tassi del 120% a ristoratori in crisi per il lockdown, arrestato usuraio a Catania

L'ombra della mafia dietro i prestiti usurari ai ristoratori in difficoltà durante il lockdown. Sono state le indagini del Nuceo di polizia economico e finanziaria della Guardia di finanza di Catania a far emergere il ruolo di uno strozzino del posto arrestato per usura aggravata dal metodo mafioso. Si tratta di Giuseppe Luigi Celi, 32 anni, che applicava tassi del 120 per cento. Nella stessa operazione è stato denunciato il padre Antonino Celi perché in casa aveva una pistola calibro 7.65 e 40 cartucce. Giuseppe Luigi Celi, secondo gli investigatori delle Fiamme gialle, ha numerose frequentazioni con personaggi appartenenti alle famiglie mafiose del clan Santapaola-Ercolano. Ecco perché all'uomo, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, è stata contestata l'aggravante di aver agito con metodo mafioso, oltre a quella che il reato di usura è stato commesso a danno di un imprenditore in difficoltà economica.

29 Ottobre 08:01 Coronavirus Cina, altri 47 nuovi contagi: è livello più alto dal 9 agosto

La Cina ha registrato mercoledì 47 nuovi casi di Covid-19, di cui 23 di trasmissione domestica per il focolaio dello Xinjiang e 24 importati. Secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale, si tratta del livello più alto dai 49 contagi del 9 agosto, ma sempre una piccola frazione del picco della crisi, a febbraio. I casi dello Xinjiang sono l'evoluzione di un numero analogo di asintomatici emersi nei test di massa fatti nell'area di Kashgar su 4,7 milioni di persone. Il numero di nuovi asintomatici è sceso così a 16. Il totale dei contagi confermati di Covid-19 in Cina è salito a 85.915 dall'inizio della pandemia, mentre i decessi restano fermi a quota 4.634.

29 Ottobre 07:50 Renzi sul Dpcm: “Non è basato su dati scientifici. Non diminuirà i contagi, aumenterà i disoccupati”

Matteo Renzi torna a criticare il Dpcm del governo, contenente misure restrittive per frenare la curva di contagi di coronavirus nel Paese. "È un decreto che non riduce il numero dei contagiati, ma aumenta il numero dei disoccupati", ha detto il leader di Italia Viva in un'intervista con Repubblica. E ancora: "Il decreto è tecnicamente sbagliato perché non poggia su dati scientifici, ma sulle ansie di alcuni ministri". Renzi quindi ha concluso: "Servono decisioni basate su valutazioni scientifiche e non su emozioni irrazionali. Dovremo convivere con il virus ancora per qualche mese: occorre organizzarsi in modo lucido, non con scelte improvvisate".

29 Ottobre 07:43 Miozzo (Cts): “Rispettare le regole per due settimane o si torna al lockdown”

“Imputare al Cts responsabilità di una situazione figlia delle sofferenze imposte al sistema sanitario italiano nei decenni passati è, non solo scorretto, ma direi disonesto. Dov’erano questi esperti di gestione delle emergenze dell’ultima ora, quando venivano tagliati ospedali pubblici e letti di terapia intensiva, quando la politica penalizzava il sistema di sanità pubblica. Non ricordo le voci di questi nuovi urlatori di professione alzarsi forti per denunciare i tagli”. A dirlo al Corriere della Sera è Agostino Miozzo del Comitato tecnico scientifico, accusato di aver “coperto” gli errori del governo. Per Miozzo il Dpcm “risponde alla situazione attuale del Paese che è in rapidissimo peggioramento”. Secondo l’esperto, è necessario orientare i comportamenti dei cittadini al rispetto rigoroso del distanziamento, alla riduzione di tutti i contatti a rischio, alla limitazione di tutte le possibili occasioni di contagio. “È la gradualità di comportamenti da mettere in atto come ultimo tentativo per evitare la ben più dolorosa decisione del lockdown generale”. Riguardo il trasporto pubblico, Miozzo ha spiegato che da aprile il Cts chiede di “attuare ogni misura per ridurre i picchi di utilizzo del trasporto pubblico” ma non è stato fatto abbastanza. Riguardo l'importanza di Immuni: "Se vuoi entrare in Università devi avere l’applicazione. So di andare contro la libertà dei singoli e i diritti costituzionali, ma dobbiamo convincerci che il bene dell’intera comunità passa anche dalla riduzione, tutto sommato marginale, di alcuni aspetti delle nostre libertà. Con una notifica di Immuni scatta l’isolamento e si interrompe la catena del contagio". E alla domanda "tra quanto tempo sapremo se le misure funzionano" Miozzo risponde così: "Almeno due settimane, poi saremo pronti per decidere se abbiamo raggiunto il limite non compatibile e si deve passare ad un intervento più radicale come quello che abbiamo già dolorosamente sperimentato a marzo e aprile". Il limite per non arrivare al lockdown è rispettare le regole.

29 Ottobre 07:33 Trump: “Usa stanno svoltando la curva della pandemia”. Ma nel Paese è record di contagi

Gli Usa "stanno svoltando la curva" nella pandemia: lo ha detto in un comizio in Arizona il presidente americano Donald Trump, che continua a insistere sui progressi del Paese nonostante i record giornalieri dell'ultima settimana, che ha registrato complessivamente oltre 500.000 nuovi casi di contagio da Covid-19.

29 Ottobre 07:23 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid 19 di oggi, 29 ottobre

Nuovo record per i contagi secondo il bollettino di ieri sull'emergenza coronavirus in Italia. I positivi sono 24.991, i morti sono 205. Nuovo balzo dei pazienti in terapia intensiva. Sono 125 in più nelle ultime 24 ore per un totale di 1.536 persone in rianimazione. Nei reparti ordinari ci sono ora 14.981 pazienti, con un incremento di 1.026. Gli attualmente positivi sono arrivati a 276.457. Record assoluto anche di tamponi realizzati in un giorno: sono stati 198.952. Stabile al 12,5% il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi al coronavirus trovati. Le cifre riportate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi relativi alle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: +7.559

Piemonte: +2.827

Emilia-Romagna: +1.212

Veneto: +2.143

Campania: +2.427

Lazio: +1.963

Toscana: +1.708

Liguria: +926

Sicilia: +708

Puglia: +772

Marche: +351

Friuli Venezia Giulia: +406

Abruzzo: +439

Sardegna: +362

P.A. Trento: +191

Umbria: +401

P.A. Bolzano: +190

Calabria: +196

Valle d'Aosta: +77

Basilicata: +120

Molise: +20

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha annunciato la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, si torna alla didattica a distanza. Approvato il decreto Ristori, per dare un aiuto immediato alle categorie colpite dall’ultimo dpcm, come ristoranti e teatri. Sarà l’Agenzia delle entrate a erogare le somme dovute sul conto corrente bancario o postale. Francia in lockdown da venerdì, ma le scuole restano aperte. Lo ha annunciato il presidente francese Emmanuel Macron. Stretta anche in Germania, con un lockdown "light". Le regioni di Madrid, Castilla-La Mancha e Castilla y León hanno deciso di chiudere i loro confini fino al 9 novembre.