In provincia di Milano sei ospedali presentano, secondo i dati diffusi da Areu, "situazioni critiche di iper afflusso alle ore 18". Si tratta delle seguenti strutture sanitarie: nel capoluogo lombardo l'IRCCS Policlinico di Milano, IRCCS San Raffaele, l'Ospedale Sacco, gli Ospedali San Carlo e San Paolo di Milano, in provincia l'Ospedale di Cernusco e l'Ospedale di Rho. In condizioni critiche anche il pronto soccorso dell'ospedale di Saronno, Varese. Nei pronti soccorsi c'è stato un incremento importante degli accessi per motivi respiratori e infettivi (più 41 per cento) e soprattutto a partire dal tardo pomeriggio. Areu spiega che l'area metropolitana di Milano è "la più problematica dal punto di vista del soccorso sanitario".

In crescita sono anche le chiamate alla Soreu Metropolitana (il centro di coordinamento territoriale del soccorso sanitario in urgenza ed emergenza): ieri sono state fatte poco più di 2mila telefonate e oggi alle 17 erano già arrivate 1936 chiamate.  In aumento anche gli eventi di soccorso: oggi alle 17 erano 1.215, lo stesso numero dell'intera giornata di ieri.

Il bollettino di oggi in Lombardia: 1393 nuovi casi a Milano città

Sono stati 3211 i nuovi contagi di coronavirus registrati in provincia di Milano, di cui in città 1393. In totale in Lombardia i nuovi casi sono stati 7339 su oltre 42mila tamponi effettuati. Il professore Massimo Galli dell'Università di Milano ha dichiarato a Fanpage.it: "La crescita del fenomeno supera le previsioni. Ora chi di dovere si prenda le sue responsabilità, il margine si assottiglia. In questo momento facciamo fatica e il morale di medici e infermieri è fortemente compromesso. La situazione negli ospedale è al limite del collasso: tutti i posti per pazienti con Coronavirus attivati con la riconversione di altri reparti sono pieni. Solo oggi sono aumentati di 53 unità i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva di tutta la regione. Complessivamente il numero dei ricoveri è salito di oltre 280 pazienti.