26 settembre 22:57 Coronavirus in Belgio, nuove restrizioni a Bruxelles: bar e caffè chiusi alle 23

Nuove misure restrittive a Bruxelles, capitale del Belgio, a causa dell’emergenza Coronavirus. A partire da lunedì i bar e i caffè della città dovranno chiudere alle 23, due ore prima dell’orario attualmente previsto. Il provvedimento è stato annunciato dalle autorità regionali, che temono le conseguenze di un nuovo aumento dei contagi. Tutte le altre attività commerciali che vendono cibo e bevande dovranno chiudere alle 22, mentre il consumo di cibo sarà vietato nei mercati. Viene inoltre rafforzato anche il divieto sugli assembramenti: vietati i raduni con più di 10 persone sulle strade pubbliche, con particolare attenzione per quelli che si verificano quando i bar sono chiusi.

26 settembre 22:12 Manifestazione anti-lockdown a Londra: polizia sgombera piazza, 16 arresti e 9 agenti feriti

La manifestazione contro il lockdown a Londra si è conclusa con la polizia metropolitana che, in assetto antisommossa, ha sgomberato Trafalgar Square. Alla manifestazione partecipavano migliaia di persone. Sono almeno 9 gli agenti rimasti lievemente feriti, mentre le persone arrestate sono 16. La polizia aveva chiesto ai manifestanti di abbandonare la piazza, non avendo rispettato le regole previste sul distanziamento sociale. Nessuno dei partecipanti indossava le mascherine né rispettava le distanze di sicurezza.

26 settembre 21:13 In Francia 14mila nuovi casi nelle ultime 24 ore: i decessi sono 39

Sono 14.412 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Francia, circa mille in meno rispetto a ieri e 2mila in meno rispetto a due giorni fa (quando si registrò una cifra record). I decessi registrati sono stati invece 39, portando così il totale a 31.700. Il tasso di positività aumenta al 7,2%, in crescita costante dalla scorsa settimana. I ricoverati in più rispetto a ieri sono 33, quelli in rianimazione 16.

26 settembre 19:42 Positivo al Covid un marittimo sulla Costa Diadema: sbarcato a Genova

Un marittimo di Costa Diadema è stato fatto sbarcare oggi a Genova dopo esser risultato positivo al Covid. Anche altre cinque persone, che erano state a stretto contatto con l’uomo, sono scese. Il marittimo positivo è di nazionalità indiana ed era stato imbarcato da pochi giorni e poi messo in isolamento preventivo. È poi risultato positivo in seguito allo screening: sarebbe comunque asintomatico. La crociera della Costa Diadema era partita da Genova il 19 settembre e aveva fatto tappa a Civitavecchia, Napoli, Palermo, Cagliari e La Spezia. La crociera era dedicata solamente a passeggeri italiani.

26 settembre 17:43 Nel Regno Unito altri 6.042 casi di Coronavirus: i morti sono 34

Nel Regno Unito sono stati registrati altri 6.042 nuovi casi di persone positive al Coronavirus nell'ultima giornata e 34 morti. Lo riferisce il Guardian. I numeri risultano in calo rispetto al picco di oltre 6.800 contagi e 40 morti di ieri. Intanto, il Paese può aspettarsi 100 morti al giorno per Covid-19 entro tre o quattro settimane, secondo uno dei consulenti scientifici del governo, l'esperto di modelli di malattie infettive, Graham Medley, che partecipa allo Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage). "I trattamenti sono migliorati – ha detto alla Bbc Radio 4 -, il modo in cui il virus si sta trasmettendo sarà diverso, ma inevitabilmente ci sarà un incremento. Le cose che facciamo ora non impediranno a 100 persone di morire ogni giorno, ma eviteranno numeri molti più alti".

26 settembre 17:11 In Italia 1.869 nuovi casi su oltre 104mila tamponi effettuati

In leggera diminuzione in Italia il numero dei nuovi positivi al Coronavirus: nelle ultime 24 ore se ne sono registrati 1.869 (ieri ne era 1912), che portano il totale a 308.104. Altri 17 i morti. È qaunto emerge dall'ultimo bollettino del Ministero della Salute con i dati aggiornati a oggi, sabato 26 settembre. Più di 104mila i tamponi effettuati.

26 settembre 16:56 Coronavirus nel Regno Unito, 127 positivi all’Università di Manchester: 1.700 in quarantena

A circa 1.700 studenti residenti in due alloggi universitari della Manchester Metropolitan University è stata imposta una quarantena di 14 giorni dopo che 127 di loro sono risultati positivi al Covid-19. Gli studenti dei due blocchi, scrive la Bbc, dovranno rimanere in isolamento nelle loro stanze, anche se non hanno sintomi. Un portavoce dell'università ha detto che sarà intrapresa un'azione disciplinare contro eventuali violazioni. Alcuni studenti hanno riferito che all'esterno dell'edificio sono stati schierati agenti di polizia che impediscono a chiunque di uscire.

26 settembre 16:29 Nel Lazio 219 casi nelle ultime 24 ore: “Rispettare regole o obbligo mascherine”

Diminuisce lievemente il numero dei nuovi positivi nel Lazio. "Su circa 10 mila tamponi oggi si registrano 219 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi casi erano stati 230. Dei 219 nuovi positivi di oggi, precisa D'Amato, 129 sono a Roma. Due i decessi. Sempre D'Amato ha poi aggiunto, dopo aver dato i numeri dell'epidemia a livello regionale: "Mantenere alta l'attenzione, la gran parte dei casi in ambito conviviale ed extra scolastico. Se non si rispettano le regole inevitabili altre misure di contenimento come l'obbligo di mascherine sempre".

26 settembre 16:12 Molise, dipendente positivo: chiuso distaccamento dei Vigili del Fuoco

Il Distaccamento dei Vigili del fuoco di Santa Croce di Magliano, in provincia di Campobasso, da oggi e fino a diversa disposizione, resterà chiuso per motivi precauzionali, su disposizione del Comando molisano, a seguito dell'accertata positività di un dipendente al Coronavirus. Gli interventi operativi nelle zone di competenza saranno comunque garantiti dal personale in servizio nelle sedi di Termoli (Campobasso) e di Campobasso.

26 settembre 15:43 L’Olanda estende misure contenimento a otto aree

L'Olanda ha aggiunto otto nuove regioni alle sei aree già sottoposte a misure speciali anti-Covid 19, e nuove iniziative di contenimento potrebbero essere introdotte già da lunedì ad Amsterdam, Rotterdam e L'Aia. Lo riporta il giornale online Dutchnews. Secondo gli ultimi dati diffusi dalle autorità sanitarie nazionali,  il numero dei contagi è in crescita per la terza settimana consecutiva: nel periodo tra il 16 ed il 22 settembre  sono stati rilevati 13.471 nuovi casi.

26 settembre 15:40 Maxi corteo a Londra contro le nuove restrizioni anti-Coronavirus

Migliaia di persone si sono radunate nel centro di Londra, a Trafalgar Square, per manifestare contro il lockdown. Il quotidiano The Guardian scrive che nessuno dei dimostranti ha indossato la mascherina o rispettato la distanza di sicurezza. Molti gli striscioni esposti con slogan sulle teorie della cospirazione e contro il vaccino. Risale a una settimana fa un evento analogo in cui sono state arrestate 32 persone.

26 settembre 15:29 L’appello degli infettivologi: “Stop al doppio tampone per la guarigione”

Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Rimodulare i criteri per certificare la completa guarigione dal Covid-19, eliminando lo step del doppio tampone negativo, che spesso e volentieri costringe all'isolamento per molti giorni pazienti già del tutto guariti. È questa l’indicazione della Simit, la Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali. Secondo gli esperti, andrebbero riconsiderati "i criteri dell’Oms per la sospensione dell'isolamento dei casi Covid guariti o asintomatici", ha sottolineato proprio il presidente di Simit, Marcello Tavio.

26 settembre 14:56 L’ipotesi degli esperti di Londra: “Lockdown per gli over 45”

Un lockdown per gli over 45: è l'ipotesi che i consiglieri scientifici del governo britannico hanno elaborato per arginare una nuova ondata di contagi. I documenti del SAGE – Scientific Advisory Group for Emergencies – secondo il Daily Mail fanno riferimento ad un piano per isolare gli over 45 considerati a rischio. Inizialmente, la misura sarebbe stata bocciata. Ora, invece, sarebbe di nuovo tra le ipotesi da valutare, insieme ad un provvedimento che alzerebbe la soglia d'età dei soggetti da tutelare in modo particolare e che farebbe quindi riferimento agli over 50. "Circa due terzi della popolazione del Regno Unito vive in abitazioni nelle quali sono presenti uno o più individui di almeno 45 anni. Ogni segmentazione basata su questo criterio anagrafico avrebbe quindi un impatto su molti nuclei familiari", è un passaggio del verbale redatto dopo il meeting del Sage dello scorso 23 luglio.

26 settembre 14:51 Il premier Conte: “L’Italia deve osare: possiamo vincere la sfida della ripartenza”

"Ripartire significa ritrovare la fiducia nel fatto che l'Italia ha un potenziale enorme: dobbiamo rialzarci per accelerare, non per stare in piedi come prima. L'Italia può, deve osare". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in un videomessaggio all'evento a Bologna di "Riparte l'Italia", aggiungendo che "lo spirito di solidarietà e il senso di comunità che ci hanno unito nei mesi più difficili della pandemia, oggi non vanno dispersi, non dobbiamo disunirci, sfilacciarci, nella fase cruciale della ricostruzione. Credo che oltre alla sfida della resilienza possiamo vincere anche quella della ripartenza".

26 settembre 14:46 Il Cts boccia ufficialmente l’apertura degli stadi al 25% della capienza

Il Comitato Tecnico Scientifico che affianca il Governo nella gestione dell'emergenza Coronavirus ha bocciato ufficialmente l’ipotesi di una parziale riapertura degli stadi di Serie A, sia pure con una capienza ridotta al 25%. La situazione contingente in Italia e le stime ufficiali sulla diffusione dei contagi invitano infatti alla massima cautela. Nella scala delle priorità adesso è metabolizzare la riapertura delle scuole nel Paese, come già sottolineato ieri da Franco Locatelli e Ranieri Guerra.

26 settembre 14:43 A Wuhan si torna in discoteca senza distanziamento e riprende la stagione teatrale

Mentre l'Europa è alle prese con la seconda ondata di Coronavirus e nel resto del mondo ritornano le restrizioni per contenere il contagio, a Wuhan, dove tutto è cominciato alla fine dello scorso dicembre, si sta tornando gradualmente alla normalità. Si ripopolano le discoteche, senza mascherina e senza distanziamento, riprende la stagione teatrale internazionale e tornano anche i treni turistici. Un di questi che trasportava 950 passeggeri è partito ieri mattina dalla Capitale dell'Hubei, per un tour ricreativo di due giorni nella città di Xiangyang.

26 settembre 14:21 Nicola Zingaretti: “Nuovo lockdown? Non escludo nulla”

"Se continuiamo ad avere piena coscienza che il Coronavirus è ancora presente fra noi, ce la faremo, che vuol dire cose molto semplici", ha detto il leader del Pd, e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti al Corriere della Sera. "Continuare ad avere precauzioni e cautele perché questo è il modo di tornare a vivere, lavorare, investire e anche divertirci. L’errore che non dobbiamo fare è confondere l’idea che abbassare la guardia, eliminare precauzioni, significhi accelerare l’uscita dalla tragedia sanitaria. È vero esattamente l’opposto, quindi distanziamento sociale, evitare assembramenti, mascherine, igiene delle mani e degli ambienti, devono essere le quattro regole da cui non dobbiamo discostarci", ha aggiunto. Su un possibile nuovo lockdown nazionale ha detto: "Non escludo nulla". Poi ha fatto anche un appello: "Facciano il vaccino influenzale. Nella mia Regione, forse con eccesso di zelo in attesa del parere del Consiglio di Stato, l’ho messo come obbligatorio. Ma avere un modo per evitare ricoveri inappropriati, in modo da capire diagnosi precoce sul Covid, è molto importante. Io capii di avere il Covid alle prime linee di febbre proprio perché ero vaccinat

26 settembre 14:05 Scuola, appello dei pediatri: “Troppi 5 giorni per i tamponi, rischio è blocco totale”

Il sistema organizzativo dei tamponi per rilevare l'eventuale positività al Sars-Cov-2 di bambini e ragazzi che frequentano le scuole "non sta funzionando: i tempi tra la richiesta del tampone da parte del pediatra e l'arrivo del risultati sono infatti troppo lunghi, in media 5 giorni. Questo denota un deficit organizzativo grave ed il rischio è che si blocchi il Paese, perché i genitori restano bloccati insieme ai figli, magari un'intera settimana per poi avere un risultato del tampone negativo". Ad evidenziare questa "criticità inaccettabile" è il presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp) Paolo Biasci: "Le Regioni – ha detto all'Ansa – devono impegnare più risorse per l'effettuazione rapida dei tamponi, altrimenti si bloccano le famiglie ed il Paese".

26 settembre 13:34 Boom di casi Covid in Iran: a Teheran verso nuove restrizioni per bloccare il contagio

In Iran 172 persone sono morte nelle ultime 24 ore per il Coronavirus,mentre sono 3.204 i nuovi contagi registrati: cifre che portano le cifre totali rispettivamente a 25.394 decessi e a 443.086 casi. Lo ha reso noto in tv la portavoce del ministero della Sanità di Teheran. Per questo il presidente Hassan Rouhani ha autorizzato le province del paese a imporre blocchi ovunque sia necessario per arginare un rapido aumento dei contagi. "Siamo costretti a intensificare i regolamenti e le supervisioni", a partire dalla capitale Teheran, ha detto Rouhani in un intervento in tv. Ha detto che gli uffici della task force sul Coronavirus gestiti dal governo in tutto il paese formuleranno raccomandazioni sulle restrizioni e decideranno se imporre blocchi di una settimana.

26 settembre 13:30 Dopo Rio de Janeiro anche Panama sospende il Carnevale

Panama, che attualmente è il paese con maggior numero di contagi da Coronavirus del Centro America, ha annunciato la sospensione del Carnevale. Ad annunciarlo il ministro della Salute di Panama, Luis Francisco Sucre. Ieri il Paese centroamericano ha registrato 705 nuovi casi e 14 morti, per un totale di 109.431 vittime dall'inizio della pandemia. L’annuncio segue quello del Brasile che ha deciso di posticipare il carnevale più famoso del mondo, quello di Rio de Janeiro, a data da destinarsi.

26 settembre 13:06 Mascherine obbligatorie all’aperto in Calabria: “Segnale di attenzione”

"L'ordinanza di ieri si è resa necessaria perchè abbiamo piccoli focolai, ma soprattutto abbiamo l'inizio delle scuole e l'inizio dell'autunno, quindi serviva un segnale di attenzione e di accortezza a non dimenticare le norme. Mi hanno molto spaventato gli assembramenti che ho visto, anche la sera, nelle città". Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, parlando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa nella sede della Giunta a Catanzaro, con riferimento all'ordinanza con la quale ieri ha disposto in Calabria l'obbligo della mascherina anche all'aperto.

26 settembre 12:52 Berlusconi ancora in isolamento: “Mi sento come un leone in gabbia”

I medici che stanno seguendo Silvio Berlusconi hanno fatto sapere che la confermata positività non deve destare preoccupazioni. Infatti i pazienti clinicamente guariti possono risultare positivi a tampone anche dopo molto tempo. L'ex Presidente del Consiglio deve rimanere in isolamento: “Non ho sintomi. Mi sento come un leone in gabbia”, ha detto ai familiari.

26 settembre 11:11 Impennata di casi in Veneto: 216 nelle ultime 24 ore

Nuova impennata dei casi di Coronavirus in Veneto. Nelle ultime 24 ore sono 216 i nuovi contagi, per un totale che sale a 26.814. Lo rende noto il bollettino della Regione. Costante invece il numero delle vittime, 2.173. Preoccupa tuttavia la netta ripresa dei contagi, oltre 400 in due giorni. Con la scoperta degli ultimi focalai si espande naturalmente il numero delle persone poste in isolamento fiduciario, 9.314 (+263), dei quali 2.324 positivi al tampone. Lievi incrementi infine nei numeri dei ricoverati: sono 200 (+8) quelli nei reparti non critici, 26 (+2) quelli in terapia intensiva.

26 settembre 10:52 Tampone a scuola: tra i sintomi per richiederlo anche il naso che cola

Paolo Biasci, presidente della Fimp, Federazione dei pediatri, torna a parlare del rischio di un boom di contagi nelle scuole nei prossimi mesi. Secondo il sindacalista "al contrario di quanto promesso in estate, il territorio non è stato rinforzato. Bisogna sveltire il percorso dei tamponi, eseguirli rapidamente e rapidamente refertarli. Invece, ovunque ci sono famiglie che si lamentano perché aspettano il test troppo a lungo. E hanno ragione". Rispetto ai sintomi con i quali si richiede il tampone il medico, intervistato da Repubblica, spiega: "Gli stessi di qualunque altro problema virale tipico dell'autunno-inverno: febbre, tosse, cefalea, dolori muscolari, raffreddore, ma intenso. Non basta uno starnuto, come credono alcune maestre, ma ci deve essere muco e congestione nasale. Anche la gastroenterite è un sintomo, ma pure in questo caso non deve esaurirsi in un solo episodio di vomito o diarrea". Anche il naso che cola rientra tra i sintomi sospetti.

26 settembre 08:58 In Brasile 31mila nuovi casi e 729 morti nelle ultime 24 ore

In Brasile si sono registrati 729 morti a causa del Covid 19 nelle ultime 24 ore, con il bilancio dall'inizio dell'emergenza sanitaria che ora supera le 140mila vittime. Secondo i dati forniti dal ministero della Sanità, nella giornata di ieri si sono avuti oltre 31mila nuovi contagi, con un totale dei casi arrivato a quasi 4,7 milioni. Secondo il ministero sono oltre 4 milioni le persone guarite. Lo stato più colpito è quello di San Paolo con oltre 900mila ed oltre 34mila morti.

26 settembre 08:52 Galli: “Il lockdown rigoroso sta proteggendo l’Italia da un boom di nuovi casi”

Come mai i casi di coronavirus in Italia crescono a ritmo più lento rispetto a molti altri paesi europei, Francia e Spagna in primis? A questa domanda ha provato a rispondere il professor Galli in un'intervista al Corriere della Sera: "La mia personale impressione è che il lockdown per come lo abbiamo vissuto e sofferto, più rigoroso che altrove, abbia limitato la circolazione del virus in alcune parti d’ Italia. Parecchie regioni non hanno avuto nuovi casi per un determinato lasso di tempo. Quell’intervento radicale ci ha dato una sorta di onda lunga di protezione, ma l’ equilibrio è fragile".

26 settembre 08:45 I liguri che andranno in Svizzera dovranno sottoporsi a 10 giorni di quarantena

Il governo svizzero ha deciso di includere la Liguria nell'elenco degli Stati e Regioni a rischio elevato di contagio da coronavirus. La nuova "lista rossa" entrerà in vigore lunedì 28 settembre. Chi entra in Svizzera da uno dei Paesi e delle regioni "nel mirino" dovrà trascorrere dieci giorni in quarantena. Complessivamente sono 59 le zone soggette all'obbligo di quarantena, secondo l'elenco aggiornato dall'Ufficio federale della sanità pubblica elvetica. La lista include anche Danimarca, Irlanda, Islanda, Slovenia, Ungheria e Marocco, i territori della Bretagna e i land Alta e Bassa Austria.

Non si è fatta attendere la risposta delle autorità liguri che hanno chiesto alla Svizzera di cambiare "una decisione che risulta falsata da dati disomogenei sul territorio regionale" oppure, in subordine,  che le limitazioni interessino "le sole aree regionali maggiormente colpite dal contagio".

26 settembre 08:36 Lopalco: “Necessaria la proroga dello stato d’emergenza per fronteggiare aumento dei contagi”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

La proroga dello stato d'emergenza secondo il professor  Pier Luigi Lopalco, professore di Igiene generale e applicata all'Università di Pisa e neo assessore della Regione Puglia, è "necessario per gestire una situazione che potrebbe rischiare di aggravarsi. Bisogna saper rispondere alle continue sfide con rapidità. Abbassare la guardia in questo momento sarebbe un'impudenza davvero non giustificabile". Per l'esperto – intervistato dal Messaggero – quindi la proroga è indispensabile: "Bisogna mettere in conto la probabilità che i casi di contagio possano aumentare portando l'epidemia ad un andamento simile a quello della Francia o della Spagna. Ma noi questa evenienza la dobbiamo evitare. Ma se non avremo gli strumenti per muoverci velocemente per rispondere ad una situazione di pericolo, i rischi ai quali andremo incontro saranno peggiori".

26 settembre 08:18 Le ultime notizie sul coronavirus in Italia e nel mondo del 26 settembre

Aumentano ancora i casi di Coronavirus in Italia. Il totale dei positivi dall'inizio dell'emergenza sanitaria è salito a quota 306.235 (+1912 ieri). I guariti sono 222.716 (+954) e i decessi 35.801 (+20). È quanto emerge dal bollettino di oggi, venerdì 25 settembre, reso noto dal ministero della Salute, con i numeri sull’emergenza Covid-19 aggiornati. Nel nostro paese si registrano attualmente 47.718 casi positivi (+938). Di questi 2.737 sono ricoverati in ospedale con sintomi e 244 in terapia intensiva. La Lombardia è la regione che nelle ultime 24 ore ha registrato più casi positivi (+277), seguita da Campania e Lazio. Sono 107.269 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore per un totale di 10.894.963 dall'inizio della pandemia.

Questa la situazione regione per regione:

Lombardia: 105.732 (+277)

Emilia-Romagna: 34.833 (+122)

Piemonte: 34.799 (+120)

Veneto: 26.598 (+196)

Lazio: 15.435 (+230)

Toscana: 14.355 (+139)

Liguria: 12.944 (+73)

Campania: 11.355 (+253)

Marche: 7.851 (+33)

Puglia: 7.394 (+90)

Sicilia: 6.466 (+107)

Trento: 5.829 (+23)

Friuli Venezia Giulia: 4.526 (+37)

Abruzzo: 4.317 (+51)

Sardegna: 3.528 (+57)

Bolzano:  3.438 (+52)

Umbria: 2.318 (+23)

Calabria: 1.906 (+10)

Valle d’Aosta: 1.288 (+1)

Basilicata: 691 (+13)

Molise: 632 (+5)

In questo quadro il Ministro della Salute Roberto Speranza ieri ha ricordato che "il virus circola in maniera significativa. Circola moltissimo in Francia, in Spagna, in tanti paesi del Nord Europa ma anche in Italia. Dobbiamo continuare a tenere alto il livello di attenzione e con le misure e i comportamenti individuali, che sono essenziali". "Sullo stato d'emergenza – ha detto – faremo una valutazione da qui a qualche settimana quando arriverà a scadenza, e ci teniamo pronti a ogni evenienza, abbiamo bisogno di essere pronti a misure, qualora dovessero essere necessarie, a livello di piccoli territori, a livello sub-provinciale, escludiamo in questo momento interventi più larghi", ha assicurato.