Covid 19
19 Marzo 2021
07:15
AGGIORNATO19 Marzo

Le notizie sul Coronavirus del 19 marzo

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo e i dati di oggi, venerdì 19 marzo 2021. Arrivano le nuove ordinanze con il cambio di colore per le Regioni, firmate dal ministero della Salute, Roberto Speranza, dopo il consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità: il Molise passa dalla zona rossa a quella arancione, mentre la Sardegna perde la zona bianca e va in arancione. Resta in zona rossa la Campania. Il bollettino di oggi registra 25.735 contagi e 386 morti. L'indice Rt resta a 1.16 in Italia. Dopo il via libera dell’Ema sul vaccino AstraZeneca alle 15 riprende la campagna vaccinale in Italia. Magrini (Aifa): "Non usare farmaci preventivi come aspirina o eparina". Il vaccino anti-Covid di AstraZeneca “è sicuro, efficace, i benefici sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi" e la somministrazione. Verrà aggiornato il foglietto illustrativo. Rezza: "Dopo lo stop ora raddoppiare i vaccini". Oggi ricevono AstraZeneca il premier britannico Boris Johnson e quello francese Jean Castex. Finora in Italia 7.428.407 somministrazioni di vaccino. Draghi: "La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile”. Gerli rinuncia a incarico in Cts. Nel mondo 121.786.475 contagi, l’Ue lancia il green pass Covid per tornare a viaggiare liberamente. In Francia scatta nuovo lockdown. Record di contagi in India, epidemia fuori controllo in Brasile.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
19 Marzo
22:46

Alto Adige, le superiori tornano in Dad. Lezioni in presenza solo per chi partecipa a screening

In Alto Adige si potrò andare a scuola in presenza solo se si parteciperà al progetto sperimentale di screening. Coloro che non parteciperanno potranno continuare a seguire le lezioni in Dad. Questo è quanto contiene l'ordinanza numero 15 firmata dal governatore altoatesino Arno Kompatscher in materia di scuola. Entra immediatamente in vigore. Le scuole superiori continueranno con la didattica a distanza mentre prosegue il divieto di spostamento dalla propria abitazione dalle 22 fino alle 5 del mattino.

A cura di Gabriella Mazzeo
19 Marzo
21:48

Vaccini nelle aziende, Bonomi di Confindustria: "Aderito più di 7mila aziende"

Sono più di 7mila le adesioni arrivate a Confindustria in poco più di una settimana dalle aziende per vaccinare i lavoratori contro il Covid. Il presidente Carlo Bonomi, in una lettera inviata agli omologhi delle associazioni confederate, ha spiegato che le adesioni arrivano anche da tante realtà non associate a Confindustria. La media sarebbe di una candidatura ogni due minuti."Abbiamo ricevuto la disponibilità di infrastrutture di grande rilevanza logistica come scali aeroportuali e stazioni ferroviarie. Potremmo vaccinare milioni di persone che lavorano nelle nostre imprese".

A cura di Gabriella Mazzeo
19 Marzo
21:21

Alto Adige, stop a spostamenti nelle seconde case. Torna la Dad

L'Alto Adige impone uno stop allo spostamento nelle seconde case per i non residenti  e scatta di nuovo la Dad. Le lezioni in presenza saranno solo per chi si sottoporrà allo screening. Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha firmato un'ordinanza che contiene nuove misure per la gestione dell'epidemia. Nessuna novità sul movimento all'interno del comune di residenza, mentre resta il coprifuoco dalle 22, salvo per comprovate esigenze lavorative, di studio e di salute

A cura di Gabriella Mazzeo
19 Marzo
21:10

Sardegna in zona arancione, Mario Nieddu: "Chiediamo revisione dei criteri di passaggio di zone"

L'Assessore alla Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, ha chiesto la "revisione dei criteri che determinano i passaggi da una zona all'altra". Nieddu, a proposito del ritorno in zona arancione, dice: "Non è pensabile che si cambi fascia per un aumento di rischio da basso a moderato". L'assessore conferma che sulla retrocessione avrebbe inciso l'aumento del numero e della dimensione dei focolai, oltre che il fatto che anche in Sardegna hanno fatto ingresso le varianti, aumentando quindi l'indice di contagiosità. "La maggior parte dei nostri parametri restano da zona bianca – asserisce-. L'occupazione delle terapie intensive è bassissima

A cura di Gabriella Mazzeo
19 Marzo
20:45

Draghi dice no al Mes: “A tassi attuali non è priorità, valutare dopo piano sanità”

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, afferma che ora non serve e non conviene prendere il Mes, almeno fino a che non ci sarà un piano sanitario da discutere e su cui investire le risorse: “Sul Mes mi è stato chiesto da molti partiti cosa pensassi, occorre essere pragmatici. Al momento i tassi di interessi sono tali per cui non è una priorità. Il Mes è investito nella sanità e quando avremo un piano sulla sanità condiviso dal Parlamento e dall’opinione pubblica, allora arriverà il momento di capire se prendere il Mes. Senza un piano vorrebbe dire buttare i soldi”.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:39

Il commissario straordinario Figliuolo si vaccina domani con AstraZeneca

Il Commissario per l'emergenza Francesco Paolo Figliuolo e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio si vaccineranno domani con il siero di Astrazeneca. La somministrazione è prevista alle 10 alla città militare della Cecchignola a Roma. Sia Figliuolo sia Curcio, sottolinea una nota della struttura commissariale, "si sottoporranno al vaccino Astrazeneca contro il Covid19, nell'ambito della regolare programmazione vaccinale".

A cura di Ida Artiaco
19 Marzo
20:39

Draghi pronto a bloccare esportazioni vaccini: “Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo”

In conferenza stampa il presidente del Consiglio, Mario Draghi, comunica che l’Italia tornerà a bloccare l’export dei vaccini anti-Covid in caso di ritardi nelle consegne: “L’Ue prevede che vengano bloccate le esportazioni di quelle ditte che non rispettano gli accordi. Noi lo abbiamo fatto e lo continueremo a fare”.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:35

Scuola, Draghi promette: “Sarà prima a riaprire quando possibile, almeno fino a prima media”

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, assicura l’impegno per far riaprire la scuola al più presto: “Direi che la scuola sarà la prima a riaprire quando la situazione dei contagi lo permetterà. Sarà la prima attività a essere riaperta, riprendendo perlomeno la presenza scolastica fino alla prima media”, afferma in conferenza stampa.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:32

Dl Sostegni, Draghi: “Condono con tetto di reddito, serve riforma riscossione delle cartelle”

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, spiega perché si è deciso di introdurre un condono con il decreto Sostegni: “Questo è un condono di multe di oltre dieci anni fa. L’importo di 5mila euro corrisponde a circa 2.500 di netto, con interessi e sanzioni varie. In più lo abbiamo contenuto in un tetto di reddito. Per cui questo azzeramento delle cartelle da un lato permette di perseguire la lotta all’evasione perché l’Agenzia è molto oberata. Lo Stato ha sbagliato. Nel provvedimento di oggi c’è una parte che dice che bisognerà fare una modifica delle norme di riscossione, ci vuole una piccola riforma della riscossione delle cartelle. Accedere a un condono oggi non avrebbe risolto questo problema, in un paio di anni avremmo di nuovo cartelle impossibili da esigere”.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:22

Draghi annuncia: “Mi vaccinerò con AstraZeneca, mio figlio l’ha già fatto”

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, non ha ancora prenotato il suo vaccino anti-Covid ma assicura che lo farà con quello di AstraZeneca. In conferenza stampa risponde a una domanda sul tema: “Io non ho ancora fatto la prenotazione, la mia classe d’età è entrata tra quelle che mi permettono di fare il vaccino. Farò l’AstraZeneca, mio figlio l’ha fatto l’altroieri in Inghilterra. Non c’è nessun dubbio”.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:15

Draghi annuncia estensione reddito di emergenza: "Aumentano importi e platea beneficiari"

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa annuncia che con il decreto Sostegni ci sarà un’estensione del reddito di emergenza: “Si ha un’estensione del reddito di emergenza, sia della platea che degli importi”. Sono previste tre ulteriori mensilità del reddito di emergenza, mentre ci sarà un miliardo aggiuntivo per il reddito di cittadinanza, con un cambiamento per cui si può sospendere il beneficio per i periodi in cui si trova lavoro, per poi riprendere a ricevere il sussidio una volta terminato questo contratto. Per i lavoratori del turismo e dello spettacolo ci saranno inoltre 2.400 euro, annuncia il ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Per i lavoratori dello sport l’importo sarà tra i 1.200 e i 3.600 euro.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:08

Draghi presenta decreto Sostegni: "Dall'8 aprile partiranno pagamenti per imprese"

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha presentato il decreto Sostegni approvato in Consiglio dei ministri, annunciando che i pagamenti per le imprese arriveranno a partire dall’8 aprile. “I capisaldi di questo decreto sono le imprese, il sostegno alle imprese, il sostegno al lavoro e la lotta contro la povertà. L’obiettivo del decreto è dare più soldi possibile a tutti, più velocemente possibile e quanti più soldi possibile. L’insieme del decreto è 32 miliardi ed è lo stanziamento approvato dal Parlamento su proposta del governo precedente. Siamo consapevoli che molto probabilmente sono risposte parziali e per questo abbiamo già considerato l’ipotesi di avere un secondo stanziamento con la presentazione del Def”, spiega.. Draghi aggiunge: “Tre quarti dei 32 miliardi è destinato alle imprese. C’è una parte di 11 miliardi sulle imprese in particolare e l’obiettivo è abbandonare i codici Ateco, poi velocità dei pagamenti, con l’ufficio delle Entrate che mette a disposizione una piattaforma per i pagamenti. I pagamenti inizieranno l’8 aprile”.

A cura di Stefano Rizzuti
19 Marzo
20:00

Il Premier britannico Boris Johnson si è vaccino nell'ospedale dove era stato ricoverato per covid

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha ricevuto oggi la sua dose di vaccino anti covid. Johnson, 56 anni, si è vaccinato nello stesso ospedale in cui lo scorso anno è stato ricoverato per covid, il St Thomas Hospital di Londra. Dopo l'iniezione è andato via dicendo ai giornalisti che non aveva sentito niente" e ha incoraggiato le persone a farsi vaccinare. Johnson si è fatto iniettare il vaccino AstraZeneca, di cui alcuni Paesi Ue avevano interrotto la somministrazione a causa dei timori di effetti collaterali legati a singoli episodi di trombosi, prima delle rassicurazioni dell'agenzia europea del farmaco (Ema). Ieri Johnson aveva incoraggiato i connazionali sui benefici "largamente superiori ai rischi" dei vaccini approvati: incluso AstraZeneca, mai sospeso nel Regno Unito

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:54

In Italia somministrate 7 milioni e mezzo di dosi di vaccino anti covid 

In Italia somministrate quasi 7 milioni e mezzo di dosi di vaccino anti covid. Secondo l'ultimo aggiornamento del report vaccinati, aggiornato alle ore 19.30 di oggi, infatti nel nostro Paese risultano somministrate 7.484.830 di dosi su 9.577.500 di vaccini distribuiti sul territorio: nel dettaglio 6.610.500 di Pfizer/BioNTech, 493.000 di Moderna e 2.474.000 di AstraZeneca). Le persone completamente vaccinate e cioè che hanno ricevuto due dosi sono invece 2.362.129.

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:46

Scuole superiori in Liguria in Dad al 100% fino al 31 marzo

In Liguria didattica a distanza al 100% per le scuole superiori fino al 31 marzo. Lo prevede un'ordinanza  firmata stasera dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che prolunga  la precedente misura "Abbiamo prolungato l'ordinanza regionale per la Dad nelle scuole superiori fino al 31 marzo perché poi cominciano le vacanze pasquali e scade il decreto legge del Governo Draghi" ha spiegato il governatore ligure.

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:37

Merkel: "Senza l’ok dell’Ema è possibile una strada tedesca sul vaccino covid Sputnik"

"Ogni vaccino che viene autorizzato dall’Ema può essere utilizzato. Questa è per noi la strada preferenziale. Se non dovesse esserci un’autorizzazione, cosa che io non credo accadrà, sarebbe possibile percorrere una strada tedesca" lo ha spiegato oggi la cancellliera tedesca Angela Merkel in conferenza stampa, rispondendo a una domanda su vaccino anti covid russo Sputnik. "Io mi lascerei vaccinare con AstraZeneca. Ma vorrei aspettare che sia il mio turno", ha spiegato Merkel per la quale "Il motto è chiaro: vaccinare, vaccinare, vaccinare". In Precedenza anche il ministro della salute Jens Spahn aveva annunciato la stessa strategia sullo Sputnik. "Sono molto favorevole al fatto che se l'Unione europea non fa qualcosa al riguardo, lo faremo a livello nazionale", ha spiegato Spahn, aggiungendo: "Non appena verranno forniti abbastanza dati, sarà possibile ottenere rapidamente l'approvazione adeguata".

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:29

Oltre un milione di morti per Covid in Europa da inizio pandemia

I morti per Covid in Europa hanno superato il milione conteggiando anche la Russia, secondo il conteggio dell'agenzia di stampa Reuters coni dati di 51 Paesei, il Vecchio Continente ha circa il 35,5% dei decessi nel mondo e il 30,5% del totale dei contagi. Dall'inizio della pandemia ad oggi i morti sono stati 1.000.062 e le infezioni 37.221.978.

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:21

La Sardegna non è più in zona bianca: da lunedì passa in fascia arancione

La Sardegna non è più in zona bianca: da lunedì 22 marzo sull’isola scatterà la fascia arancione. A pesare è stato soprattutto l’indice Rt maggiore di 1 (1.08), e una classificazione del rischio complessivo che passa da basso e moderato, secondo l’ultimo report dell’Iss.

A cura di Antonio Palma
19 Marzo
19:05

Le regioni che cambiano colore, l'ordinanza di Speranza

Arrivano le nuove ordinanze con il cambio di colore per le Regioni, firmate dal ministero della Salute, Roberto Speranza, dopo il consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità: il Molise passa dalla zona rossa a quella arancione, mentre la Sardegna perde la zona bianca e va in arancione. Resta in zona rossa la Campania.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
18:29

Dl sostegni: in ritardo il Consiglio dei ministri, era già stato spostato alle 16

Deve ancora prendere il via la riunione del Consiglio dei ministri chiamata ad approvare il decreto legge ‘Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da Covid 19', cosiddetto Dl sostegni. Oggetto di una serie di riunioni informali tra i ministri sono alcuni nodi ancora da sciogliere, primo tra tutti quello della cancellazione delle cartelle fiscali. Il Consiglio dei ministri, inizialmente convocato per le 15, era poi stato spostato alle 16.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
17:59

OMS, il vaccino AstraZeneca ha un enorme potenziale per prevenire infezioni e ridurre decessi

Il vaccino AstraZeneca ha "un enorme potenziale per prevenire le infezioni e ridurre i decessi", afferma l'OMS. Il comitato per la sicurezza dei vaccini dell'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che i dati relativi al vaccino dell'università di Oxford non indicano alcun aumento complessivo delle condizioni di coagulazione del sangue, ma gli effetti saranno monitorati nel tempo.  "Il vaccino AstraZeneca Covid-19 continua ad avere un profilo rischio-beneficio positivo, con un enorme potenziale per prevenire le infezioni e ridurre i decessi in tutto il mondo", ha detto il comitato consultivo globale dell'OMS sulla sicurezza dei vaccini in una dichiarazione rilasciata dopo che il suo team di esperti ‘indipendenti' si è incontrato martedì e giovedì per esaminare i dati.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
17:30

Scaccabarozzi: "Prime dosi vaccino J&J da seconda metà aprile"

“Noi manterremo gli impegni presi con la Commissione europea, di una fornitura pari a 200 milioni di dosi entro fine 2021. Dovremo essere pronti con le prime consegne nella seconda metà di aprile”. Lo conferma in merito al vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson, l'ultimo autorizzato in Ue, il presidente e amministratore delegato di Janssen Italia (gruppo J&J) Massimo Scaccabarozzi, intervenuto a Sky Tg24. “Non sono mai state comunicate le quantità di dosi che sarebbero state consegnate nei vari mesi”, ha precisato. “Si sta facendo un piano importante e devo dire che anche l'Italia partecipa a una parte della produzione con un'azienda che farà l'infialatura”, ha aggiunto il manager, anche presidente di Farmindustria. “Si stanno facendo tutte le pianificazioni”, ha sottolineato, e anche per la distribuzione in Italia “siamo già in stretto contatto con le organizzazioni del generale Figliuolo”, commissario straordinario all'emergenza coronavirus, “per organizzare e gestire al meglio. Appena conosceremo la prima data di consegna e le quantità lo comunicheremo immediatamente in anticipo sui tempi”.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
17:21

Bollettino Coronavirus di oggi: 25.735 nuovi casi e 386 decessi

Secondo il bollettino di oggi, venerdì 19 marzo, sul Coronavirus sono stati registrati in Italia 25.735 contagi su 364.822 tamponi e 386 morti per Covid. La Lombardia è la regione con il più alto incremento giornaliero di casi. Salgono ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
17:02

Bollettino Coronavirus Piemonte: 33 decessi e quasi 3000 nuovi casi, salgono i ricoveri

Sono 33 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, il totale è ora di 9.844 deceduti risultati positivi al virus. 2.997 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19. L'indice Rt del contagio in Piemonte è passata do da 1,41 a 1,3 e i dati dei ricoveri "sembrano confermare che la curva si appiattisce. Incrociamo le dita". Così il presidente della Regione Alberto Cirio, nella conferenza stampa per fare il punto sulla vaccinazione.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:54

Autorità sanitaria francese, vaccino AstraZeneca solo per over 55

Le autorità sanitarie francesi hanno dato il via libera alla ripresa immediata delle vaccinazioni con il vaccino AstraZeneca ma raccomandano che questo venga riservato alle persone con più di 55 anni. Questo limite è stato imposto alla luce del fatto che i tre casi di trombosi registrati in Francia hanno riguardato solo persone con età inferiore ai 55 anni. Fino ad ora il vaccino AstraZeneca era riservato in Francia agli over 50.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:35

Brindisi, disposto allontanamento degli operatori sanitari non vaccinati: personale in ferie forzate

Richiesto l’allontanamento degli operatori sanitari non vaccinati contro il Covid. Il medico competente dell’ospedale Perrino di Brindisi ha disposto la richiesta di allontanamento di medici, infermieri e operatori socio sanitari che non si sono sottoposti alla vaccinazione anti Covid. Alcuni sono già stati messi in ferie forzate. Si tratta dell’applicazione di un provvedimento regionale per la tutela della salute dei lavoratori sul posto di lavoro, ma anche per garantire la sicurezza delle cure ai pazienti. Al momento la situazione è in itinere perchè si sta valutando la reale situazione sui non vaccinati. Sino a qualche giorno fa erano circa 581 su 5mila operatori sanitari della Asl di Brindisi.

Questo provvedimento viene duramente contestato dalla Funzione Pubblica Cgil. “Le missive inviate a molti infermieri, impegnati in reparti a rischio come la S.A.R. e il blocco operatorio, invita i primari a disporre ferie d’ufficio per i soggetti interessati, in quanto non ritenuti idonei a lavorare nei reparti Covid – afferma il segretario Pancrazio Tedesco – Contestiamo fermamente il contenuto di questi ordini di servizio. La legge Gelli – Bianco ha differenziato la responsabilità della struttura sanitaria da quella degli operatori, prevedendo una responsabilità a titolo contrattuale per le strutture sanitarie e una responsabilità di tipo extracontrattuale per gli operatori. Il rifiuto di vaccinarsi, non è paragonabile al TSO, altrimenti sarebbe stato normato dalla legge italiana, a tal proposito facciamo espresso riferimento al fatto che le disposizioni in materia sanitaria appartengono unicamente alla normativa nazionale e non possono essere derogate da disposizioni non eventi carattere di norma primaria. A nulla può valere la disposizione punitiva di porre in ferie forzate il dipendente anche perché cade in piena contraddizione con il lavoro effettuato da tutti i dipendenti dell’Asl dal febbraio 2020”.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:25

L'ex premier Mario Monti ha avuto il Covid: "Un anno fa sarei morto"

“Ho avuto il Covid, a metà febbraio. Ora per fortuna sto bene, tutto è andato bene dopo qualche giorno di febbre molto alta. Da circa una settimana sono negativo e da qualche tempo ho finito i 21 giorni canonici della quarantena”. A dirlo è Mario Monti, senatore a vita ed ex presidente del Consiglio, intervenuto durante il programma Un giorno da pecora su Rai Radio 1. Monti ha poi proseguito affermando di non essersi ancora “vaccinato perché ho 78 anni e non 80 e quindi non l’ho ancora potuto ricevere”. “Per fortuna”, spiega l’ex premier, “non sono mai stato ricoverato. Mi fosse successo un anno fa sarei stato sicuro di morire, anche se poi magari l’esito sarebbe stato diverso. Stavolta invece è andata bene”. Non solo perché le cure oggi sono più efficaci, ma poi anche psicologicamente: ricordate anche voi i rumori continui di ambulanze e le scene di terapie intensive”.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:19

La Finlandia sospende le vaccinazioni con AstraZeneca

La Finlandia sospende la somministrazione del vaccino AstraZeneca nonostante il via libera di ieri dell'Ema. Lo riferiscono le autorità sanitarie finlandesi.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:13

Il premier francese Jean Castex si è vaccinato in diretta tv con AstraZeneca

Il primo ministro francese Jean Castex, 55 anni, ha ricevuto nel pomeriggio di oggi, 19 marzo, la prima dose del vaccino AstraZeneca. «Non ho sentito niente», ha detto il premier durante la somministrazione, avvenuta in diretta televisiva nazionale dall’ospedale militare di Begin, a Saint-Mande, poco fuori Parigi.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:07

Monitoraggio Iss: 16 Regioni Rt sopra 1. Criticità Campania, Piemonte

Si continua ad osservare un livello generale di rischio alto: dieci Regioni (stesso numero della settimana precedente) hanno un livello di rischio alto. Le altre 11 Regioni/PPAA hanno una classificazione di rischio moderato (di cui sette ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane). Lo evidenzia la bozza di monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute

Sedici Regioni/PPAA hanno un Rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, una Regione (Campania) ha un Rt con il limite inferiore maggiore di 1,5 compatibile con uno scenario di tipo 4, e due (Piemonte e FVG) hanno un Rt con il limite inferiore maggiore di 1,25, compatibile con uno scenario di tipo 3. Dodici Regioni hanno un Rt nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/PPAA hanno un Rt compatibile con uno scenario di tipo uno. Lo evidenzia la bozza di monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
16:01

Campania, il governatore De Luca: "Pronti a vaccinare 16enni"

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto sapere di aver verificato con il suo staff se si potessero vaccinare i ragazzi sopra i 16 anni, perché questo avrebbe consentito di aprire le scuole. Ma ha constatato che "l’unico vaccino che si può somministrare sopra i 16 anni è Pfizer, che però per le dosi limitate che abbiamo deve essere utilizzato per pazienti fragili e personale sanitario". "Quando sarà disponibile anche un vaccino per ragazzi – dice De Luca -, la nostra priorità sarà vaccinare tutto il mondo della scuola, compresi gli alunni. Perché capiamo benissimo che le scuole chiuse sono un problema".

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
15:55

La lista delle regioni con l'indice RT sopra l'1

Secondo l’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss e del Ministero della Salute sulla situazione epidemiologica in Italia, sono molte le regioni in cui l’indice Rt, cioè l’indice di trasmissibilità del contagio, è superiore alla soglia di guardia di 1 e dove l’incidenza supera la soglia dei 250 casi ogni 100mila abitanti: ecco allora chi potrebbe cambiare colore lunedì prossimo sulla base di questi dati aggiornati.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
15:38

Giornata record in Regno Unito, solo ieri vaccinato 1% dei britannici

Gli allarmi innescati sul vaccino di Oxford/AstraZeneca, sospeso per alcuni giorni in diversi Paesi Ue fino al nuovo via libera di ieri, non risultano aver avuto impatto – salvo casi di episodici rifiuti – nel Regno Unito, dove la somministrazione di questo siero – destinato a essere iniettato oggi pure al premier Boris Johnson – non è mai stata interrotta. E dove ieri sono state inoculate in totale – fra AstraZeneca e Pfizer – ben 647.378 dosi, record assoluto giornaliero dall'inizio della campagna vaccinale: pari all'1% dell'intera popolazione britannica, riferisce Sky News citando il servizio sanitario nazionale.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
15:18

Circolare, dalle vaccinazioni esclusi i lotti sotto sequestro di Astrazeneca

Le vaccinazioni con il vaccino COVID-19 AstraZeneca "possono essere riprese con l'esclusione dei lotti al momento posti sotto sequestro, per i quali si resta in attesa delle determinazioni dell'Autorità Giudiziaria". Lo prevede la circolare del ministero della Salute, firmata dal direttore generale della Prevenzione Gianni Rezza, relativa alla trasmissione della nota AIFA sul parere di sospensione e revoca del divieto d'uso del vaccino AstraZeneca.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
15:01

Il foglietto illustrativo di AstraZeneca, cosa c'è scritto

Mal di testa molto forte, problemi alla vista, gonfiore e pesantezza agli arti sono i sintomi in presenza dei quali si consiglia di contattare il medico: ecco cosa ci sarà nel nuovo foglietto illustrativo del vaccino anti Covid AstraZeneca così come stabilito dall’Ema dopo il via libera alla somministrazione delle dosi perché “non c’è legame tra vaccino e trombosi”.

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
14:53

Sono ripartite le vaccinazioni con AstraZeneca in Italia

Sono ripartite dal drive through della Difesa al Parco del Trenno di Milano, il più grande d'Italia, le somministrazioni con AstraZeneca. Ieri l'Ema, dopo la sospensione delle somministrazioni in via precauzionale in Italia e altri Paesi Ue, ha dato il via libera alla ripresa delle inoculazioni del vaccino di Oxford. A breve ripartiranno anche gli altri drive though della Difesa a Roma, Caserta e Cosenza

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
14:43

Brasile, media giornaliera dei decessi raddoppiata in un mese

Con 2.724 vittime nelle ultime 24 ore, il numero complessivo di decessi per patologie riconducibili al contagio da nuovo coronavirus in Brasile raggiunge quota 287.499. Il Paese registra anche la più alta media giornaliera di decessi da inizio pandemia con 2.087 morti al giorno negli ultimi sette giorni. Si tratta del ventesimo giorno consecutivo di record, che indica un chiaro trend di aumento stabile della mortalità per Covid. La media giornaliera di morti per Covid-19 nel Paese è il doppio rispetto a quella registrata un mese fa (1.353

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
14:40

Sileri: "Ci sono regioni che rischiano il cambio colore"

"C'è qualche regione che rischia di cambiare colore, però aspetto che si pronunci la cabina di regia". Cosi' il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. Quali saranno? "Guardando i dati lo intuisco ma aspetto a dirlo per correttezza". Quanto alla Sardegna non è detto che rimarrà in zona bianca: "Ha dei numeri in peggioramento però non so, aspetterei la cabina di regia"

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
14:26

Magrini (Aifa), nesso causale rare trombosi-vaccino non provato, attenzione alta

"Il nesso causale tra i rari eventi trombotici registrati e il vaccino AstraZeneca non è dimostrato, né ci sono rischi per i singoli lotti". Lo ha rimarcato il direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco, Nicola Magrini, rispondendo alle domande durante la conferenza stampa al ministero della Salute in seguito al pronunciamento dell'Agenzia europea del farmaco Ema sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca. "Si sono avuti in Europa – ha ricordato – 7 casi di Cid” o coagulazione intravascolare disseminata, “un evento piuttosto grave che avviene per disordini della coagulazione, e 18 casi di trombosi di seni cavernosi a livello cerebrale. La preoccupazione di questi pochi casi ha portato alla sospensione in Europa perché si potesse avere un primo approfondimento, e ulteriori studi verranno condotti – ha concluso Magrini – Farmacovigilanza e sorveglianza sono essenziali, l'attenzione resta alta".

A cura di Biagio Chiariello
19 Marzo
13:40

Emiliano (Puglia): "Valutiamo di stringere le misure rispetto a quelle previste nella zona rossa"

"Stiamo ragionando sull'ipotesi di stringere ulteriormente le misure rispetto a quelle previste dal Governo nella zona rossa". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario del Tar Puglia. "Dobbiamo spingere tutte le aziende a lasciare a casa il numero più alto possibile di persone per evitare che si contagino sul luogo di lavoro" ha aggiunto. "In questi giorni – ha spiegato Emiliano – noi siamo in zona rossa e però non stiamo ancora utilizzando tutti fino in fondo per tutte le aziende e per tutte le pubbliche amministrazioni lo smart working. Ieri abbiamo avuto il massimo piccolo pandemico della storia pugliese, più di 2 mila. Fino a luglio avevamo avuto non più di 2.000-2.500 contagiati in tutto, oggi li abbiamo in un solo giorno". "Tutte le volte – ha detto ancora il presidente – che si può abbassare il rischio epidemico utilizzando tecnologie, certo non paragonabili alla presenza, nel pieno di una situazione di grande pericolo come quella che stiamo vivendo in questo momento, i poteri delle Regioni non possono che essere usati obbligando tutti all'utilizzo di quelle tecnologie, salvaguardando il diritto alla salute individuale e collettivo".

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
13:22

In Basilicata 121 nuovi positivi e 5 morti per Covid

In Basilicata sono stati analizzati ieri 1.362 tamponi molecolari: 121 sono risultati positivi al coronavirus e di questi 116 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 5 decessi, con il totale delle vittime lucane salito quindi a 393. Sale ancora, da 176 a 180, il numero delle persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali 13 (una in più di ieri) in terapia intensiva, tre al San Carlo di Potenza e dieci al Madonna delle Grazie di Matera. Con 84 guariti di ieri, il numero dei lucani attualmente positivi è di 4.123 (3.943 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 13.130. Dall'inizio dell'epidemia in Basilicata sono stati analizzati 266.674 tamponi molecolari, 246.138 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 161.680 persone.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
13:13

Rt nazionale fermo a 1.16

Nel periodo 24 febbraio-09 marzo 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,16 (range 1,02 – 1,26), sempre sopra uno in tutto il range. È quanto emerge dai dati del monitoraggio della Cabina di Regia sul Covid-19 comunicati in una nota dall'Iss. Si osserva un peggioramento nel numero di Regioni/PPAA che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica (13 Regioni/PPAA vs 11 la settimana precedente). Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in forte aumento e sopra la soglia critica (36% vs 31% della scorsa settimana). Il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in forte aumento da 2.756 (09/03/2021) a 3.256 (16/03/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è arrivato alla soglia critica (40%) con un forte aumento nel numero di persone ricoverate: da 22.393 (09/03/2021) a 26.098 (16/03/2021). Aumenta il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (54.964 vs 50.256 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è 28,2%. Invece, il 37,2% dei casi è stato rilevato attraverso la comparsa dei sintomi. Infine, il 20,5% attraverso attività di screening e per il 14,1% dei casi non era disponibile tale informazione.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
13:05

Francia, Alta autorità per la Salute raccomanda l'uso del vaccino AstraZeneca solo per chi ha più di 55 anni

L'Alta autorità per la Salute francese ha raccomandato l'uso del vaccino AstraZeneca soltanto per chi ha più di 55 anni. L'organismo francese ha aggiornato le raccomandazioni sul vaccino dopo la sospensione per tre giorni a causa di un possibile legame con i casi di trombosi emersi in Europa. L'Alta Autorità (HAS) ha emesso la raccomandazione del limite di età nell'annunciare il via libera alla ripresa della vaccinazione con AstraZeneca, ricordando che l'EMA "ha identificato un possibile aumento di rischio di coagulazione intravascolare disseminata e di tromboflebite cerebrale nelle persone di meno di 55 anni". Per questo motivo l'agenzia "raccomanda, al momento, di utilizzare il vaccino AstraZeneca soltanto per le persone di 55 anni e oltre, che costituiscono la grandissima maggioranza delle persone attualmente prioritarie". Per il vaccino AstraZeneca si tratta di una decisione piuttosto sorprendente, considerando che, quando è stato aperto al pubblico, soltanto 3 mesi fa, era riservato a chi ha meno di 65 anni. "L'età – ha spiegato Dominique Le Guludec, la presidente della HAS – è il fattore principale di rischio che espone le persone a sviluppare forme gravi" di Covid.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
13:00

Covid Veneto: 1.917 nuovi casi e 23 morti, positività al 4,33%

"Nelle ultime 24 ore, in Veneto, si sono registrati 1.917 nuovi casi di positività al Coronavirus". Lo ha detto il presidente della Regione, Luca Zaia, nel corso del punto stampa convocato presso la sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia). "Considerando i 44.254 tamponi effettuati – ha sottolineato Zaia -, si tratta di un'incidenza alla positività pari al 4,33%". "Attualmente – ha detto ancora – i veneti positivi in isolamento sono 37.613". "I pazienti ricoverati in Veneto a causa del Coronavirus sono 1.829, 8 in più rispetto alla giornata di ieri", ha quindi dichiarato il presidente della Regione. "Nello specifico – ha sottolineato Zaia -, in area non critica sono ricoverati 1.610 pazienti, dato invariato rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva sono presenti 219 pazienti, 8 in più rispetto a ieri". "Nelle ultime 24 ore – ha concluso – si sono registrati 23 decessi".

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
12:54

Gelmini: “Garantire in tempi rapidi vaccinazione dei soggetti più vulnerabili”

“Sarà mia cura e impegno sollecitare i presidenti delle Regioni e delle province autonome, nella prima occasione utile, ad aggiornare celermente i rispettivi piani vaccinali, ove adottati, e ad intraprendere ogni altra iniziativa di competenza volta a garantire, in tempi rapidi, la vaccinazione dei soggetti più vulnerabili”: così la ministra Mariastella Gelmini in una lettera della Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (Favo) in cui si sottolineavano le carenze della campagna vaccinale precedente.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
12:41

AstraZeneca, documento Aifa contro l’uso di farmaci: "Non c’è motivo per fare né trattamenti preventivi né post-vaccino"

“Aifa preparerà un documento ufficiale contro l’uso di farmaci come anticoagulanti: non c’è motivo per fare né trattamenti preventivi né post-vaccinali in nessuna categoria di pazienti. Non ci sono avvertenze speciali neppure per chi assume pillola anticoncezionale: i vaccinati devono stare tranquilli”: lo ha detto, rispondendo alla domanda di una giornalista, il direttore generale di Aifa, Nicola Magrini.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
12:27

Rezza: “Ora riprendere e se possibile raddoppiare il numero di vaccini al giorno"

"Dobbiamo dare una accelerazione forte alla campagna vaccinale, a fronte dei rarissimi eventi avversi registrati dobbiamo tener conto del fatto che abbiamo una incidenza di Covid-19 particolarmente elevata in questo momento nel Paese. I vaccini devono rispondere a massimi criteri di sicurezza per cui è giusto il provvedimento cautelativo, basato esclusivamente sul principio di massima precauzione. Una volta che Ema si pronuncia e Aifa ne prende atto è chiaro che il provvedimento di sospensione non può che essere revocato, noi siamo estremamente contenti di questo. Avevamo raggiunto un ritmo sostenuto di vaccinazioni, circa 200mila al giorno, chiaramente abbiamo avuto una battuta di arresto. Ora dobbiamo riprendere e se possibile raddoppiare il numero di vaccinazioni. La campagna di vaccinazione ora può entrare nel vivo": così in conferenza stampa il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
12:16

Vaccino AstraZeneca, Magrini in conferenza stampa: “Aifa ha revocato il divieto d’uso”

Il direttore generale di Aifa, Nicola Magrini, ha aperto la conferenza stampa al ministero della Salute affermando che l’Agenzia italiana del farmaco ha revocato il divieto d’uso emesso qualche giorno fa, un divieto temporaneo e valido fino al pronunciamento dell’Ema.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
12:08

Perché i vaccini potrebbero non bastare a fermare i contagi da Coronavirus

La sola vaccinazione può non bastare a prevenire la diffusione del coronavirus. Questo l’avvertimento che arriva dal Regno Unito, dove un team di ricercatori dell’Università di Warwick ha utilizzato i dati epidemiologici congiuntamente alle stime di efficacia dei sieri approvati per prevedere le possibili dinamiche della pandemia sulla base del programma di immunizzazione con due dosi a distanza di 12 settimane di distanza, ovvero la strategia adottata in Gran Bretagna sia per il siero di Pfizer/BioNtech sia per quello prodotto da Astrazeneca.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:57

In Toscana 1.365 contagi da Coronavirus, tasso nuovi positivi è 5,82%

"Auguri alla bisnonna Matilda, vaccinata nel giorno del suo novantunesimo compleanno. Una grande emozione e un messaggio di speranza per tutti noi!", scrive il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani in un post su Facebook, col quale anticipa anche il bollettino. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.365 su 23.465 test di cui 14.887 tamponi molecolari e 8.578 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 5,82% (12,3% sulle prime diagnosi)", afferma Giani.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:44

Vaccino anti-Covid Astrazeneca, alle 12 conferenza stampa dell'Aifa

Dopo il via libera dell'Ema al vaccino dell'azienda anglo-svedese AstraZeneca, attesa per le 12 al Ministero della Salute la conferenza stampa con il direttore generale di Aifa, Nicola Magrini, il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, e il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli. Ieri, subito dopo il pronunciamento dell'Ema, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha spiegato che la vaccinazione con AstraZeneca riprenderà in Italia oggi dalle 15.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:33

Oggi non ci sarà la conferenza stampa dell'Iss

Non ci sarà oggi la consueta conferenza stampa dell'Iss con il monitoraggio del venerdì. Saranno diffusi, a quanto si apprende, solo i nuovi dati sull'andamento dell'epidemia di Covid-19.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:26

Nelle Marche 822 nuovi contagi Covid-19

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5975 tamponi: 3463 nel percorso nuove diagnosi (di cui 893 nello screening con percorso Antigenico) e 2512 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 23,7%). I positivi sono 822 (153 in provincia di Macerata, 279 in provincia di Ancona, 202 in provincia di Pesaro-Urbino, 75 in provincia di Fermo, 83 in provincia di Ascoli Piceno e 30 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (87 casi rilevati), contatti in setting domestico (193 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (303 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (13 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti in setting assistenziale (3 casi rilevati), screening percorso sanitario (4 casi rilevati). Per altri 218 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 893 test e sono stati riscontrati 69 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari all'8%.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:14

Il governo potrebbe autorizzare i farmacisti a fare i vaccini

Per accelerare la campagna vaccinale il governo si rivolge ai farmacisti: anche loro potranno somministrare le dosi di vaccino anti-Covid. Per fare in modo che anche nelle farmacie diventi possibile vaccinarsi servirà un passaggio normativo, che potrebbe arrivare già con il decreto Sostegni. Probabile che sia comunque richiesta la presenza di un medico per supervisionare il processo e intervenire in caso di necessità. Le sperimentazioni partiranno in Liguria. Qui tutte le informazioni.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
11:01

Scuola, Bianchi dice che vuole far tornare gli studenti in classe il prima possibile

Il ministro dell'Istruzione Bianchi continua a indicare il ritorno a scuola in presenza come una priorità, ma, al momento, non ci sono ancora date. Bisognerà superare il periodo di Pasqua, mentre al ministero dell’Istruzione si lavora per tornare in classe in sicurezza, ma si pianifica anche la possibilità di tenere aperte le scuole l’estate. Il governo ha deciso di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado in zona rossa, ma anche di stabilire il criterio dei 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti per mandare tutti gli studenti in dad.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
10:46

C'è accordo per produrre 200 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik in India

Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha trovato un accordo con Stelis Biopharma per la produzione in India di 200 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik V. Lo riferisce l'agenzia di stampa Ria Novosti citando lo stesso Rdif. "Il Fondo russo per gli investimenti diretti e Stelis Biopharma annunciano un partenariato per la produzione e la fornitura di almeno 200 milioni di dosi del vaccino russo contro il covid Sputnik V che consentirà la vaccinazione di 100 milioni di persone", si legge nel comunicato.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
10:35

Come funzionerà il nuovo lockdown in vigore da oggi in Francia

Nuova stretta anti-Covid a Parigi e in altri 15 dipartimenti della Francia. Il premier Jean Castex ieri si è rivolto ai connazionali per annunciare il terzo lockdown di 7 giorni su 7, in vigore dal oggi per 4 settimane. Le scuole restano aperte, stop ai negozi non ritenuti di prima necessità. I francesi avranno comunque la possibilità di uscire di casa per una durata illimitata di tempo in un raggio di 10 chilometri. Misure più flessibili, dunque, rispetto ai precedenti lockdown. Oltre a Parigi, le nuove misure restrittive riguardano gli altri 7 dipartimenti dell'Ile-de-France, i 5 dipartimenti degli Hauts-de-France, nel nord del Paese, les Alpes-Maritimes, la Seine-Maritime e l’Eure. Nelle altre zone non oggetto delle nuove misure anti-contagio, il coprifuoco in vigore da gennaio viene fatto passare dalle ore 18 alle ore 19.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
10:24

Regno Unito, oggi Boris Johnson sarà vaccinato con AstraZeneca

Il primo ministro britannico Boris Johnson riceverà oggi la prima dose del vaccino AstraZeneca dopo aver ancora una volta rassicurato la popolazione sul fatto che questo farmaco sia "sicuro". Johnson ieri ha chiesto ancora una volta alla popolazione di farsi vaccinare, ribadendo come il percorso del Paese per l'uscita dalle restrizioni sia al momento "sulla buona strada". Johnson ha anche aggiunto che "la cosa che non è sicura è prendere il Covid, che è il motivo per cui è così importante che tutti ci facciamo vaccinare quando viene il nostro turno". Il primo ministro inglese fu ricoverato in ospedale lo scorso anno a causa del Coronavirus.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
10:04

Covid fuori controllo in Brasile, 45mila vittime solo nell'ultimo mese

In Brasile almeno 45mila persone sono morte di Covid-19 solo nell'ultimo mese e negli ospedali di tutto il paese le terapie intensive sono occupate in media al 90%. Ma il presidente Bolsonaro continua a minimizzare: “È vero, gli ospedali sono pieni al 90%, ma dovremmo scoprire quanti sono i ricoverati di Covid e quanti per altre malattie”. Con quasi 290.000 morti il Brasile è uno dei paesi del mondo che stanno pagando il prezzo più alto alla pandemia.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
09:52

L'elenco delle Regioni che hanno vietato lo spostamento verso le seconde case 

Sono diverse le Regioni che, per paura che soprattutto in vista delle festività di Pasqua diverse persone decidano di spostarsi e raggiungere le seconde case, hanno bloccato gli ingressi ai non residenti nonostante le disposizioni del governo consentano sempre di spostarsi verso la propria seconda casa, anche se in un’altra Regione e anche se in zona rossa. Si sono mosse in questo senso la Valle d'Aosta, la Sardegna e l'Alto Adige. 

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
09:38

Come fa il Covid-19 a diffondersi in aereo e nei corridoi degli hotel

Anche le strategie più rigorose possono non essere sufficienti a scongiurare il rischio di contagio da coronavirus. A rilevarlo un nuovo studio in early release su Emerging Infectious Disease, la rivista peer-review dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi, che ha ricostruito la catena di trasmissione a partire dal caso di una persona rientrata con un volo internazionale dall’India a Christchurch, la più grande città dell’Isola del Sud, in Nuova Zelanda. Nonostante il distanziamento in aereo e gli attenti sforzi di isolamento e quarantena in hotel, nove persone sono risultate positive, di cui almeno due contagiate nella struttura ricettiva. L’analisi genomica del virus ha permesso di attribuire tutte le infezioni a un singolo caso indice, fornendo con elevata sicurezza la conferma che si trattava di una singola introduzione del virus in Nuova Zelanda. Questa prima persona aveva trascorso 14 giorni in quarantena in una struttura riadattata, in cui ogni stanza aveva un proprio bagno ma non aveva balconi, ed era risultata per due volte negativa al test per Sars-Cov-2, al giorno 3 e al giorno 12. Successivamente aveva mostrato sintomi risultando positiva quattro giorni dopo. Tra gli altri passeggeri, nonostante la capienza ridotta a un terzo e l’uso di mascherine per tutta la durata del volo, in 8 hanno sono risultati positivi di cui 3 hanno mostrato un’infezione genomicamente correlata al caso indice. Prima del trasferimento nella sezione di isolamento della struttura alberghiera, uno di loro si trovava nella stanzia adiacente a un adulto e un neonato, entrambi per due volte negativi al test per Sars-Cov-2. Tuttavia, in seguito, i due sono risultati positivi mentre si trovavano in hotel.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
09:28

Von der Leyen conferma: "70% di immunizzati entro l'estate" 

L'Europa vaccinerà il 70% dei suoi cittadini entro l'estate. Lo dice la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, in un'intervista a Repubblica, dicendosi "estremamente fiduciosa" che questo obiettivo verrà raggiunto. Nell'intervista Ursula Von der Leyen ha parlato anche del nuovo green pass, non ha chiuso le porte al vaccino Sputnik, e ha attaccato AstraZeneca per il taglio delle dosi rispetto ai contratti: “Abbiamo messo in mora l’azienda con una lettera”.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
09:17

Atteso per oggi in Consiglio dei ministri il via libera al decreto Sostegni

Dovrebbe riunirsi oggi il Consiglio dei ministri per il via libera al decreto Sostegni, il provvedimento contenente le misure economiche per famiglie e imprese in questa difficile fase della pandemia. Tante le aree su cui intervenire: la proroga del blocco dei licenziamenti, la pace fiscale (per alcune cartelle), sostegni specifici per i settori più colpiti dalle chiusure, come quello della montagna, ai fondi per i vaccini anti-Covid. Qui tutte le misure previste.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
09:06

Germania, oltre 17.000 nuovi casi di Coronavirus e 226 morti

In Germania registrate nelle ultime 24 ore 17.482 nuove diagnosi di Covid-19 e 226 decessi secondo i dati aggiornati riportati dall'Istituto Robert Koch. Le vittime totali nel Paese dall'inizio della pandemia sono oltre 74.000.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
08:56

Molise, 40 nuovi casi Covid-19 e 4 vittime

Sono 40 le nuove diagnosi di Coronavirus accertate in Molise (ieri erano 82), 4 i morti per complicanze del Covid-19 e 49 i guariti.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
08:47

AstraZeneca, presidente Commissione tecnico-scientifica Aifa: "Vaccino sicuro, no anomalie su specifici lotti"

"Noi rispetto ai benefici di questo vaccino abbiamo certezze, mentre non c'è una dimostrazione chiara del rischio di trombosi che in generale non è aumentato, è escluso". Lo ha detto Patrizia Popoli, presidente della Commissione tecnico-scientifica dell'Aifa, intervenendo sul vaccino AstraZeneca a Radio anch'io su Rai Radio 1, e sottolineando che "ci sono casi rarissimi, particolari forme di trombosi, ma non ancora correlate al vaccino. Al momento non si può escludere e quindi si è deciso di segnalarlo nel foglietto per trasparenza". "Il vaccino – ha detto ancora – è considerato sicuro oltre che efficace. E non sono state riscontrate anomalie su specifici lotti".

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
08:36

Record di contagi in India: 39.726 nuovi casi Covid, dato più alto da novembre

L'India segnala 39.726 nuovi casi confermati di Covid-19: secondo Ndtv, è il dato più alto mai registrato dal Paese dallo scorso 29 novembre. Nelle ultime 24 ore si sono verificati altri 154 decessi per complicanze legate al Covid-19. Il bollettino ufficiale sale a 11.514.331 contagi dall'inizio della pandemia con 159.370 morti. I casi attivi sono 271.282. L'India, con una popolazione di oltre 1,3 miliardi di persone, è il terzo Paese per numero di contagi a livello globale dopo Stati Uniti e Brasile.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
08:25

Sequestrate da Guardia di Finanza di Treviso 450mila mascherine non conformi

La guardia di finanza di Treviso, nel corso di un controllo al casello autostradale di Venezia Est, ha sequestrato 450mila mascherine, di produzione cinese e non conformi alla legge. Di queste, 205mila mascherine riportavano la marcatura "CE" contraffatta ed erano sprovviste delle certificazioni necessarie. Le altre erano mascherine erano per bambini, riportavano i loghi contraffatti di noti personaggi dei cartoni animati.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
08:13

Ue avverte AstraZeneca: consegnare subito le dosi di vaccino

Dopo il via libera di ieri dell’Ema al vaccino AstraZeneca, la Commissione Ue fa partire una lettera per aprire una disputa sulla questione degli accordi sulla consegna delle dosi non rispettati dall’azienda anglosvedese. Il taglio, secondo la presidente Von der Leyen, è di 110 milioni di dosi nel secondo trimestre. Se non si dovesse trovare un accordo si andrebbe in Tribunale a Bruxelles. Secondo la presidente della Commissione Ue, nel secondo trimestre AstraZeneca consegnerà solo 70 milioni di dosi del suo vaccino, contro le 180 milioni che aveva promesso nel contratto.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
07:58

Monitoraggio Iss, le Regioni che oggi potrebbero cambiare colore

È atteso per oggi il nuovo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità sullo stato dell’emergenza coronavirus nel Paese. A differenza di altri venerdì, oggi però non sono attese particolari modifiche alla mappa dei colori dell'Italia, divisa dall'ultimo decreto Covid del governo in zona bianca, arancione e rossa fino a Pasqua. Sono poche le Regioni che potrebbero effettivamente cambiare colore già dal 22 marzo, come ad esempio la Toscana che rischia un passaggio alla zona rossa. Per quanto riguarda le altre Regioni attualmente in zona arancione, invece, non ci dovrebbero essere cambiamenti in vista: molto probabilmente Valle d'Aosta, Liguria, Umbria, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Sicilia e la provincia autonoma di Bolzano resteranno arancioni per un'altra settimana e a loro potrebbe aggiungersi il Molise, attualmente in zona rossa.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
07:47

Oggi alle 15 in Italia riprenderanno le vaccinazioni con AstraZeneca

Oggi pomeriggio alle 15 in tutta Italia riprenderanno le vaccinazioni con il farmaco di AstraZeneca dopo il via libera arrivato ieri dall’Ema, che ha definito il farmaco sicuro ed efficace escludendo una correlazione diretta tra il suo impiego e i casi di trombosi. Ad annunciare che l'Italia riprenderà già oggi a somministrare il vaccino di AstraZeneca è stata l'Agenzia Italiana del Farmaco poco dopo la raccomandazione del Comitato di Farmacovigilanza (PRAC) dell'Ema. Aifa, sentito il ministro della Salute, la Direzione generale della Prevenzione e il Consiglio Superiore di Sanità, ha fatto sapere che sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo. I cittadini sono invitati a informarsi presso i canali ufficiali della propria regione per conoscere nel dettaglio modalità e tempistiche di convocazione per la vaccinazione.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
07:38

A che punto sono i vaccini in Italia, somministrate finora 7.366.138 dosi

Sono 7.366.138 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia, il 76,9% del totale di quelle consegnate: 9.577.500 (nel dettaglio 6.610.500 Pfizer/BioNTech, 493.000 Moderna e 2.474.000 AstraZeneca). La somministrazione ha riguardato 4.461.393 donne e 2.904.745 uomini. Le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi sono 2.303.002. Il report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria è aggiornato alle 6.01 di oggi. Nel dettaglio le dosi sono state somministrate a 2.825.292 operatori sanitari, 1.169.920 unità di personale non sanitario 502.394 ospiti di strutture residenziali, 2.003.078 over 80, 195.477 unità delle forze armate e 669.977 unità di personale scolastico.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
07:28

Vaccino AstraZeneca, tutti i Paesi che ripartono dopo il via libera dell'Ema

Dopo il via libera da parte dell’Ema che ieri ha confermato l'efficacia e la sicurezza del vaccino di AstraZeneca in molti Paesi, Italia compresa, ripartono dopo lo stop dei giorni scorsi le somministrazioni del farmaco dell'azienda anglo-svedese e dall'Università di Oxford. Norvegia e Svezia hanno fatto sapere di avere bisogno ancora di qualche giorno per decidere se riprendere o meno a somministrare il vaccino, intanto come l’Italia anche la Francia riprenderà oggi. Anche Cipro ha fatto sapere che riprenderà oggi le vaccinazioni con AstraZeneca, così come la Lettonia e la Lituania. Dovrebbe far ripartire presto la campagna vaccinale anti-Covid con AstraZeneca la stessa Germania come anche la Spagna, che riprenderà la distribuzione del siero la settimana prossima. Stesso discorso per Portogallo e Paesi Bassi.

A cura di Susanna Picone
19 Marzo
07:16

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, venerdì 19 marzo 2021

Nell’ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute sull'emergenza Covid-19 sono stati registrato 24.935 nuovi casi di Coronavirus su 353.737 test. Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus i contagi nel nostro Paese sono 3.306.711. Sono state 423 le vittime ieri. Questo il bollettino Regione per Regione:

Lombardia: +5.641
Veneto: +1.761
Piemonte: +2.357
Campania: +2.223
Emilia Romagna: +2.531
Lazio: +1.963
Toscana: +1.513
Sicilia: +789
Puglia: +2.082
Liguria: +324
Friuli Venezia Giulia: +1.058
Marche: +820
Abruzzo: +462
Sardegna: +121
P.A. Bolzano: +165
Umbria: +168
Calabria: +404
P.A. Trento: +256
Basilicata: +179
Molise:  +82
Valle d'Aosta: +37

"La priorità del Governo rimane quella di realizzare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile", le parole del premier Mario Draghi durante la cerimonia per le vittime del Covid-19. Nel pomeriggio l’Ema ha dato il via libera al vaccino Astrazeneca, ritenuto sicuro ed efficace. Oggi in Italia riparte dunque la somministrazione del farmaco contro il Coronavirus. Atteso per oggi anche il nuovo monitoraggio Iss col possibile cambio di colore per le Regioni.

A cura di Susanna Picone
28402 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni