18 Novembre 22:58 Rt, cos’è l’indice di contagio Covid

Tra gli indicatori di cui più si discute e che vengono presi in considerazione per stabilire la collocazione delle Regioni nelle zone gialle, arancioni e rosse c’è l’indice Rt. Si tratta di un valore che rappresenta il numero medio di persone a cui un paziente infetto da Covid trasmette la malattia. Vediamo cos’è nello specifico e come si calcola, sulla base di quanto spiegato dall’Osservatorio Cpi.

18 Novembre 22:39 Brasile: 34.091 nuovi casi, 756 morti

Il Brasile ha registrato 34.091 nuovi casi confermati di covid nelle ultime 24 ore e 756 morti, come riferisce il ministero della Salute. Il Brasile ha registrato più di 5,9 milioni di casi di virus dall'inizio della pandemia, mentre il bilancio ufficiale delle vittime è salito a 167.455, secondo i dati del ministero.

18 Novembre 22:25 Il piano vaccini contro il Coronavirus

Inviato, ai presidenti delle Regioni e per conoscenza ai ministri della Salute e degli Affari Regionali, il Piano per i vaccini anti-Covid dal Commissario per l’Emergenza, Domenico Arcuri, che ha spiegato: “Appare prioritario salvaguardare quei luoghi che nel corso della pandemia hanno rappresentato il principale canale di contagio e diffusione del virus”.

18 Novembre 21:59 Dal Decreto Ristori-ter dovrebbe arrivare oltre un miliardo

Il decreto Ristori ‘ter' dovrebbe arrivare sul tavolo del prossimo Consiglio dei ministri e valere oltre 1 miliardo. È quanto si apprende da diverse fonti dell'esecutivo. In queste ore governo e maggioranza lavorano in vista del nuovo scostamento di bilancio per finanziare altre misure in deficit. Ma il decreto Ristori ter dovrebbe arrivare prima dello scostamento, forse già in un Cdm giovedì o venerdì, perché dovrebbe sfruttare risorse già stanziate quest'anno ma non impegnate su altre misure anti Covid. Il terzo decreto sui Ristori dovrebbe quindi valere tra 1 e 1,5 miliardi e poi confluire in Parlamento nei decreti Ristori 1 e bis che sono già in conversione. L'obiettivo è allargare la lista degli Ateco con le aziende che accedono ai ristori e dare risarcimenti alle aziende delle aree diventate ‘rosse' negli ultimi giorni.

18 Novembre 21:48 Toti: “In Liguria si verso la chiusura dei primi reparti Covid”

"La direzione imboccata dall'epidemia fino a pochi giorni fa in crescita è in riduzione, sempre che tutti rispettino le regole con grande serietà. Se così fosse resteremmo al di sotto dei 1.600 posti letto occupati in Liguria, senza intaccare i duemila a disposizione". Lo spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. "Ove il trend dell'epidemia si confermasse e le misure di contenimento sociale facessero da calmiere – ha detto -, la situazione ci consentirebbe di chiudere i primi reparti covid".

18 Novembre 21:42 Miozzo (Cts): “Scordiamoci Natale tradizionale”

"Se anche la curva dovesse scendere nelle prossime settimane, noi un Natale tradizionale ce lo dobbiamo scordare. Possiamo immaginare un Natale più sereno, più legato alle tradizioni squisitamente familiari". Lo ha detto Agostino Miozzo, coordinatore del comitato tecnico scientifico intervenendo a Porta a Porta. "L'andamento della pandemia è ancora molto pesante – ha spiegato -, i numeri sono molto forti anche se apparentemente questa curva sembra stabilizzarsi. Le centinaia di vittime che abbiamo tutti i giorni ci stanno a ricordare che siamo ancora nel pieno del problema".

18 Novembre 21:19 New York chiuderà le scuole a partire da domani

New York chiuderà le scuole a partire da domani, giovedì 19 novembre, in seguito all'aumento dei casi di Covid-19. Lo annuncia il sindaco Bill de Blasio. Per New York, che ha il distretto scolastico pubblico più grande degli Stati Uniti, si tratta di un duro colpo nell'ambito della riapertura decisa nei mesi scorsi. A Nyc scatta la chiusura delle scuole quando il rapporto positivi / tamponi supera il 3%.

18 Novembre 21:06 Francia, oggi 25mila nuovi casi e 425 morti

Continuano a diminuire in Francia le rianimazioni, stasera 4.775 (-79 rispetto a martedì) per Covid-19, e i ricoveri, 32.482 (-328). Il numero dei nuovi casi positivi da martedì è di 25.506, ai quali si aggiungono 2.877 casi di positività ai test antigenici. Scende al 16,2% il tasso di positività. I decessi sono stati 425, che portano il totale a 46.698 dal 1 marzo, tra ospedali, case di riposo e istituti per disabili.

18 Novembre 20:53 Che cosa sono le USCA e perché sono fondamentali nell’emergenza covid-19

Tra i più importanti presidi durante l’emergenza Coronavirus c'è quello delle Usca, le Unità speciali di continuità assistenziale. Si tratta di team medici che si occupano di seguire i pazienti Covid nelle loro case, attraverso visite e consulti a distanza. Andiamo a vedere quali sono, nello specifico, i loro compiti e perché i medici chiedono di potenziarle.

18 Novembre 20:42 Emiliano chiede a Speranza di istituire zone rosse provinciali a Foggia e Barletta-Andria-Trani

Michele Emiliano, governatore pugliese, ha inviato una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, chiedendogli di istituire due zone rosse provinciali, a Foggia e a Barletta-Andria-Trani. Si tratterebbe delle prime zone rosse provinciali in deroga alle suddivisioni esistenti su base regionale introdotte dopo il dpcm del 3 novembre.

18 Novembre 20:23 Milano, finite le scorte di vaccino antininfluenzale

Ancora caos sui vaccini influenzali in Lombardia. L’Ats di Milano ha comunicato oggi con una mail ai medici di medicina generale che le dosi per gli anziani over 65, che avrebbero dovuto essere garantite, sono esaurite: “Non è stato comunicato al momento quando vi potranno essere ulteriori rifornimenti”.

18 Novembre 19:55 Morti altri 4 medici di Covid, il totale delle vittime sale a 198  

Altri 4 medici uccisi dal Coronavirus in Italia: il totale delle vittime tra i camici bianchi sale così a 198. A darne notizia è la Fnomceo, Federazione degli ordini dei medici, che sul suo portale listato a lutto tiene costantemente aggiornato l'elenco dei colleghi vittime del virus.

18 Novembre 19:39  Il Belgio è il primo Paese per numero di morti pro capite

Il Belgio ha registrato il maggior numero di morti pro capite per Covid-19. Secondo i dati riportati dalla Johns Hopkins University, il Paese ha registrato 129 decessi ogni 100.000 persone. Seguono Spagna (89), Argentina (81), Brasile (79,5), Gran Bretagna (79,4), Messico (78), Italia (76,8) e Stati Uniti (76).

18 Novembre 19:26 Coronavirus Calabria: nuovo picco di contagi, 936 in 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Calabria si sono registrati 936 nuovi casi di coronavirus, il numero più alto dall'inizio della pandemia. I tamponi eseguiti sono stati 5.906. In aumento anche le vittime, che solo oggi sono state 10. Diminuiscono invece i pazienti in terapia intensiva che scendono a 46 (-7). In crescita di 35 unità i ricoverati negli altri reparti Covid. I guariti sono stati 133.

18 Novembre 18:57 Il cardinale Bassetti sta meglio: “Non ho mai perso la speranza di guarire”

"Ho voluto condividere con gli altri malati umbri quindici giorni di questa dura prova, confortandoci a vicenda, senza mai perdere la speranza della guarigione con l'aiuto del Signore e della Beata Vergine Maria". È quanto ha confidato il cardinale Gualtiero Bassetti a un suo collaboratore, dopo essere uscito dalla Terapia intensiva dell'ospedale di Perugia dove è ancora ricoverato a causa del Covid. È quanto riporta il sito del settimanale cattolico umbro La Voce.

18 Novembre 18:38 In un mese la letalità è cresciuta dall’1,25 all’1,70%

Nell’arco di circa un mese, dal 18 ottobre al 15 novembre, l’indice di letalità della pandemia di Covid-19 è aumentato dall’1,25% all’1,70%. Lo segnala il fisico Giorgio Sestili, fondatore e fra i coordinatori della pagina Facebook ‘Coronavirus – Dati e analisi scientifiche', riferendosi al rapporto tra i decessi e i casi positivi.  Se fino al 18 ottobre l’indice di letalità è stati pari all’1,25%, "nelle ultime settimane è salito all’1,34% registrato dal 19 a 25 ottobre all’1,40% nella settimana dal 2 all’8 novembre e all’1,70% nella settimana dal 9 al 15 novembre". La causa più probabile di questo aumento, secondo il fisico è che "si stiano sottostimando i casi positivi, che aumentano più velocemente rispetto alla capacità di fare i tamponi: la letalità aumenta perché i casi in circolazione sono più di quelli che ci aspettiamo".

18 Novembre 18:20 Allarme sulle terapie intensive: in 17 Regioni è stata superata la soglia critica

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

E' occupato da pazienti Covid il 42% dei posti in terapia intensiva, ovvero il 12% oltre la soglia critica del 30%. Un dato quasi stabile rispetto al giorno precedente ma che ormai riguarda ben 17 regioni su 21: una settimana fa erano ‘solo' 10. I posti nei reparti di medicina occupati da pazienti Covid sono il 51% a livello nazionale, rispetto a una soglia del 40%: anche questo un dato stabile ma che ora riguarda 15 regioni, a fronte delle 12 di 7 giorni prima. A mostrare una criticità diffusa da nord a sud è il monitoraggio Agenas, aggiornato con i dati del 17 novembre.

18 Novembre 18:12 Regno Unito, oggi 19.609 positivi e 529 vittime

Continua a rallentare la diffusione del Covid-19 in Gran Bretagna. Nelle ultime 24 ore sonostati registrati 19.609 casi di positività contro i 20.051 del giorno precedente. Ancora pesante però il bilancio delle vittime: 529 contro le 598 di due giorni fa.

18 Novembre 17:51 Covid Lombardia: 7.633 nuovi casi e 182 decessi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono stati segnalati 7.633 nuovi contagi di Coronavirus e 182 morti. I ricoveri in ospedale fanno registrare un nuovo forte aumento (più 172 rispetto a ieri) così come quelli in terapia intensiva (più 9 rispetto a ieri, per un totale di 903): ecco il bollettino con i dati di mercoledì 18 novembre sui contagi Covid in Lombardia.

18 Novembre 17:46 Il bollettino di oggi: 34.283 nuovi casi su 234.834 tamponi

Secondo l'ultimo bollettino del Ministero della Salute sono 34.283 i nuovi contagi da Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 234.834 tamponi analizzati per un totale di 1.272.352 casi dall’inizio dell’emergenza Covid-19. I morti nell’ultima giornata sono invece 753. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è la Lombardia con 7.633 casi seguita da Piemonte e Campania con oltre tremila nuovi casi.

18 Novembre 17:28 Vaccino Pfizer, Garattini: “Contenti dei risultati, ma vogliamo vedere i dati”

pillola contraccettiva

"Va bene" se Pfizer e BionTech hanno concluso il primo studio globale di fase 3 su un candidato vaccino anti coronavirus, ma "vogliamo vedere i dati". Silvio Garattini, fondatore e presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs, non cede all'entusiasmo dopo l'annuncio – da parte del colosso Usa e del suo partner tedesco – dei nuovi risultati che indicano un'efficacia del 95% a 28 giorni dalla prima dose di prodotto-scudo contro il coronavirus Sars-CoV-2, di una protezione superiore al 94% anche negli over 65 e di un profilo di sicurezza rassicurante.

18 Novembre 17:09 Covid in Campania, oggi 3.657 contagi e 75 morti

Sono 3.657 i nuovi casi di Coronavirus che si registrano in Campania nelle ultime 24 ore, come reso noto dall’ultimo bollettino diramato dall’Unità di Crisi regionale. Si registrano purtroppo anche 75 morti, mentre sono 1.169 le persone guarite. Sale a 121.942 il numero complessivo delle persone che hanno contratto il Coronavirus in Campania dall’inizio della pandemia.

18 Novembre 16:59 Covid Piemonte, 3.281 nuovi casi e 63 morti nelle ultime 24 ore

In Piemonte si registra una crescita dei positivi, che nelle ultime 24 ore sono stati 3.281 secondo quanto riferito dal bollettino odierno, di cui il 33% asintomatici. Oggi si registra anche un aumento delle persone ricoverate in terapia intensiva di quattro unità con il totale attuale che è di 388, +54 le persone ricoverate non in terapia intensiva. Sono 1940 i guariti e 63 i morti.

18 Novembre 16:54 Coronavirus in Sardegna, oggi 422 contagi e 10 decessi

In Sardegna sono stati registrati nelle ultime 24 ore 422 nuovi casi di Coronavirus, in calo rispetto a ieri quando ne erano 502, su un totale di 3.551 tamponi effettuati. Dieci invece i decessi mentre i guariti sono 51. Diminuiscono di 1 i pazienti ricoverati in terapia intensiva e di 7 quelli ospedalizzati con sintomi.

18 Novembre 16:47 Azzolina: “Evitare chiusure, fondamentale la didattica in presenza”

"La scuola è importantissima anche per le relazioni e la socialità, difenderò gli studenti e il loro diritto allo studio, perché la didattica in presenza è fondamentale", ha detto la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina alla Camera durante il question time, nel corso del quale ha difeso l’operato del Governo e annunciato: "Questo esecutivo crede che il diritto alla salute e all’istruzione non siano in contrapposizione".

18 Novembre 16:38 Giovedì incontro governo-Regioni sui parametri per i colori delle zone

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha convocato, per giovedì alle 16, una riunione in videoconferenza sui parametri per le "zone", come richiesto dalle Regioni. Al vertice parteciperanno anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro.

18 Novembre 16:17 Covid Toscana, 2.508 contagi e 55 decessi nelle ultime 24 ore

In Toscana sono stati registrati nelle ultime 24 ore 2.508 nuovi casi di Coronavirus (+3% rispetto a ieri) e 55 decessi, alcuni dei quali avvenuti nei giorni scorsi. L'età media dei contagiati si aggira intorno ai 47 anni.

18 Novembre 16:08 Coronavirus Puglia, oggi 1.368 nuovi casi e 28 decessi

Su 10.265 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati 1.368 nuovi casi positivi in Puglia. I decessi, invece, sono stati 28: sette in provincia di Bari, uno in provincia BAT, uno in provincia di Brindisi, 14 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 676.224 test; 9.385 sono i pazienti guariti e 27.614 sono i casi attualmente positivi.

18 Novembre 16:06 Cecconi (Humanitas): “Ci sono anche molti giovani in terapia intensiva”

"Quando arrivano così tanti malati insieme, anche i giovani in una piccola percentuale, ma con un numero che diventa grande in una pandemia, possono finire in terapia intensiva: infatti abbiamo molti giovani in questo momento nelle terapie intensive". Lo ha detto a Sky TG24 Maurizio Cecconi, direttore del Dipartimento Anestesia e Terapie Intensive di Humanitas e presidente della Società europea delle Terapie Intensive.

18 Novembre 15:54 Putin: “In Russia situazione complicata, aumentano i morti”

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha ammesso che la situazione nel suo Paese "non è semplice, ma sotto controllo. In alcune regioni della Russia la situazione è complessa", ha dichiarato intervenendo a un incontro in videoconferenza col governo, durante il quale ha chiesto ulteriori interventi alle autorità regionali. Putin ha poi ricordato che cresce il numero di nuovi casi giornalieri di Covid-19 e "purtroppo cresce il numero dei casi gravi". Per altro, ha concluso, "cosa ancora più allarmante è che il livello di mortalità sta aumentando". La Russia ha registrato 456 morti nelle ultime 24 ore, il numero più alto di morti per covid-19 in un giorno dall'inizio della pandemia.

18 Novembre 15:44 Zaia: “In Veneto superate le tremila vittime Covid da inizio emergenza”

"Speriamo di essere arrivati nella parte alta della curva dell'epidemia ma sul Natale, ad oggi, evitiamo previsioni". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia oggi nel corso del consueto punto stampa. Secondo il bollettino della Regione, aggiornato alle ore 8 di oggi il totale dei positivi è di 108.938, con 2.972 nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore, le persone in isolamento domiciliare sono salite a 32.807, i ricoverati nelle aree non critiche degli ospedali sono 2.192 (più 101 da ieri), mentre nelle terapie intensive sono saliti a 291 (più 11); il totale dei decessi dal 21 febbraio a oggi è salito a 3.019 (più 52 da ieri), mentre i dimessi sono in totale 5.943, 80 usciti ieri dagli ospedali.

18 Novembre 15:29 Burioni: “Se il vaccino funziona, il virus farà la fine della poliomielite”

"È appena arrivato il comunicato che annuncia che lo studio di fase 3 della Pfizer con risultati entusiasmanti. Se il vaccino mantiene le promesse e tutti ci vacciniamo, tra non molto Covid-19 avrà fatto la fine della poliomielite. Però dobbiamo vaccinarci tutti". Lo ha scritto su Facebook il virologo Roberto Burioni, docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, aggiungendo: "I dati in questione, insieme a quelli rilasciati ieri da Moderna, spingono al massimo ottimismo. Tuttavia voglio farvi notare una cosa: essere vaccinati non significa essere protetti al 100%, anzi, si rischia pure di ammalarsi gravemente. Per essere tutti al sicuro sarà indispensabile che tutti si vaccinino. In Italia l’atteggiamento della popolazione, inspiegabilmente, appare molto diffidente. Sarà indispensabile fare qualcosa e cominciare a pensarci finora".

18 Novembre 15:13 Task force Usa: “Rischio duemila morti giorno entro Natale senza restrizioni”

Senza misure restrittive più decise per arginare il contagio, gli Stati Uniti potrebbero arrivare a contare duemila morti di Covid al giorno entro Natale. Lo hanno hanno riferito i medici della task force contro il Coronavirus della Casa Bianca, secondo quanto rivela la Cbs. Non è noto quale sia stata la reazione dell'amministrazione Trump. Solo nella giornata di martedì gli Usa hanno riportato 1.565 morti, mentre i nuovi contagi sono stati 160.000.

18 Novembre 15:07 In Abruzzo 641 nuovi casi e 9 morti Covid nelle ultime 24 ore

Sono 641 i contagi da Coronavirus registrati in Abruzzo su 4.600 tamponi eseguiti, come riferisce il bollettino quotidiano diffuso dall'assessorato regionale alla Sanità, per un totale di 21.193 dall'inizio dell'emergenza. L'Aquila ancora una volta è la provincia più colpita. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 14.390 (+382 rispetto a ieri). I decessi di oggi sono 9 e portano il totale, da inizio emergenza, a 712. Si tratta di persone tra i 70 e i 90 anni. C'è un paziente in meno in terapia intensiva con il totale che si attesta a 65 ricoveri. In ospedale sono invece ricoverate 621 persone (+31 rispetto a ieri).

18 Novembre 14:24 Il Ministero delle Infrastrutture e quello della salute al lavoro per organizzare trasporto vaccini

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e quello della Salute incontreranno nelle prossime settimane gli esperti e le aziende che operano nel settore della logistica per il big pharma per stabilire norme e modalità relative alla logistica che servirà per far arrivare ai destinatari finali milioni di fiale con i vaccini Covid. Fra i convocati i maggiori esperti, aziende e associazioni del settore della temperatura controllata.

18 Novembre 14:04 Covid Campania, il direttore del Cotugno: “Impossibile un Natale come gli altri anni”

Parla a Fanpage.it Maurizio Di Mauro, direttore generale dell’Azienda dei Colli che comprende Cotugno, Monaldi e CTO: "Difficile pensare in questo momento al Natale, anche se manca solamente un mese soprattutto considerando anche il numero di persone che sono ricoverate e l'incidenza ancora alta di contagi". "Per quanto le cose possano migliorare con questo lockdown attuale", ha spiegato il dottor Di Mauro, "credo sia impossibile immaginare un Natale come quello degli altri anni. Sicuramente dovremo attenerci alle limitazioni che già abbiamo, come evitare troppe persone, evitare assembramenti e portare le mascherine. Penso che dovremo accontentarci, per così dire, di vivere il Natale con il nostro stretto nucleo familiare. Credo insomma che al momento sia inimmaginabile, secondo il mio punto di vista, trascorrere un Natale diverso da questo".

18 Novembre 13:54 Coronavirus Svizzera, esauriti i posti in terapia intensiva  

La Svizzera ha annunciato che gli 876 posti letto di terapia intensiva certificati e riconosciuti dalla Società svizzera di medicina intensiva sono "praticamente tutti occupati" a causa dell'emergenza coronavirus. Gli anestesisti precisano che "squadre sono al lavoro con il massimo impegno per aumentare la disponibilità" dei posti letto, ma intanto ricordano che è molto importante contenere la pandemia e rinviare interventi e cure non urgenti.

18 Novembre 13:42 Conte ai ristoratori: “So che siete delusi ma i protocolli non bastavano”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è intervenuto all'assemblea della Fipe(Federazione Italiana Pubblici Esercizi), associazione leader nei settori della ristorazione, dell’intrattenimento e del turismo, tra i più colpiti, a livello economico, dalla pandemia e dalle misure restrittive. Conte ha parlato direttamente agli esercenti: "Conosco la delusione del vostro settore, e so che dopo l’adozione dei protocolli sono arrivate le nuove misure restrittive, ma questa nuova ondata è stata così violenta che i protocolli non si sono rivelati sufficienti". A prescindere da tutte le misure di sicurezza messe in campo da ristoranti e bar, "saremmo comunque stati travolti".

18 Novembre 13:29 Consumi, nei primi nove mesi del 2020 le vendite non alimentari scese del 13,5%

Secondo l'Istat, nei primi nove mesi del 2020 le vendite non alimentari sono scese del 13,5% e la propensione al risparmio è diminuita di 10 punti rispetto al secondo trimestre 2019. "Dati shock. La diminuzione della propensione marginale al risparmio di ben 10 punti, attesta che manca la fiducia dei consumatori e che, anche quelli che se lo possono permettere, preferiscono risparmiare piuttosto che spendere, in attesa di tempi migliori. Insomma, meglio tenere i soldi sotto il materasso a fronte di un futuro incerto", il commento di Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. "L'incertezza dipende ovviamente e prioritariamente dall'andamento della pandemia, ma il Governo avrebbe potuto fare molti di più per migliorare la situazione. I vari bonus non sono bastati a ridare fiducia e a rassicurare gli italiani. Da marzo, ad esempio, denunciamo che la politica dei voucher va nella direzione esattamente opposta a quella che servirebbe. Nessuno prenota una vacanza di questi tempi se poi rischia, in caso di annullamento, di rivedere i suoi soldi solo dopo 1 anno e mezzo. È questa la ragione principale del fallimento del bonus vacanze. Il Governo deve cambiare rotta e prendere atto che con bonus a pioggia dati a casaccio non si va da nessuna parte", aggiunge Dona.

18 Novembre 13:07 Il vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech efficace al 95%

Il vaccino contro il coronavirus sviluppato da Pfizer e BioNTech è risultato efficace al 95%, quindi ancora di più di quello di Moderna, efficace al 94,5%. Lo comunicano le due aziende, illustrando i risultati del completamento della ‘Fase 3' dei test, dalla quale emerge quindi un'efficacia superiore a quella del 90% segnalata in precedenza. Pfizer e BioNTech hanno così comunicato che la richiesta di autorizzazione alla Food and Drugs Administration Usa sarà  depositata "a giorni".

18 Novembre 12:54 Puglia, Liguria e Basilicata rischiano di finire in zona rossa

La mappa dell'Italia, colorata a seconda dei livelli di rischio, potrebbe cambiare di nuovo a breve: gli ultimi dati sull’emergenza coronavirus ci dicono che altre regioni rischiano di cambiare colore. A rischio zona rossa sono Puglia, Liguria e Basilicata, tutte e tre al momento collocate nell’area arancione. Il Veneto invece potrebbe passare a quella arancione. Il governo, sulla base degli ultimi dati comunicati dall'Istituto superiore di sanità che tengono conto di diversi indicatori, come l'indice Rt sui territori o i posti letto disponibili negli ospedali e nelle terapie intensive, è al lavoro su eventuali nuove misure.

18 Novembre 12:44 Cos’è una panzoozia e perché andrebbe assolutamente evitata

Il coronavirus responsabile della pandemia di Covid-19 che stiamo vivendo circolava inizialmente nei pipistrelli, e probabilmente è passato all’uomo attraverso il pangolino. È ormai noto che le persone positive possono infettare altri animali, e qualora il virus iniziasse a diffondersi in varie specie potrebbe dar vita a una panzoozia. Qui spieghiamo di cosa si tratta e perché andrebbe assolutamente evitata.

18 Novembre 12:36 In Italia 4 morti Covid ogni 100 casi

Secondo la classifica elaborata dalla Johns Hopkins University di Baltimora, l’Italia si trova al terzo posto in tutto il mondo per indice di letalità da Coronavirus, che si ottiene calcolando il rapporto tra morti per Covid e il numero di casi positivi diagnosticati. Da noi ce ne sono 4 ogni 100 contagi, dietro solo a Messico (10 ogni 100) e Iran (5 ogni 100). In Italia sono circa quattro i morti ogni cento casi scoperti dall’inizio della pandemia, per la precisione 3,8, poco sopra il Regno Unito che ne registra 3,7%.

18 Novembre 12:23 Crisanti: “Morti di ieri si sono ammalati 3-4 settimane fa, vedremo questi numeri per altre 2-3 settimane”

Il virologo Andrea Crisanti intervenuto a L'aria che tira ha commentato gli ultimi dati dell'emergenza coronavirus in Italia e soprattutto quello tragico relativo ai decessi (ieri 731). "Stiamo vedendo un film già visto, la dinamica della crescita della trasmissione nelle ultime tre settimane è stata molto simile a quello che è accaduto a febbraio e agli inizi di marzo", ha spiegato il virologo aggiungendo che le vittime registrate ieri sono pazienti che si erano ammalati 3-4 settimane fa. "Vedremo gli stessi numeri per altre 2-3 settimane", ha spiegato Crisanti.

18 Novembre 12:10 Ricciardi: “L’Italia ha il tasso di letalità più alto al mondo dopo gli Stati Uniti”

Decessi sottostimati in Italia e un solo indice su cui valutare l'emergenza nel Paese, il tasso di mortalità. A parlarne è Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza per l'emergenza Covid-19, intervenuto al "Welfare Italia Forum 2020", sviluppato dal Gruppo Unipol in collaborazione con The European House-Ambrosetti e in corso online. "Si fanno molte discussioni sui dati. Invito a guardarne solo uno. Che non si può maneggiare: quello dei morti. I decessi – spiega Ricciardi – sono quelli. Anzi sono sottostimati. Nella pandemia possono essere solo di più". Ricciardi ha aggiunto che l'Italia ha il tasso di letalità più alto al mondo dopo gli Stati Uniti: "In Usa muoiono, in fase esponenzialmente crescente, mille persone; da noi ieri sarà più o meno il 60% degli Usa. Questo significa, e lo vedremo nei prossimi giorni, che l'indicatore più forte su cui noi dovremmo valutare l'urgenza e la necessità di lavorare e urgentemente agire".

18 Novembre 12:00 Coronavirus Alto Adige, 581 nuovi contagi e 11 morti

Sono 11 le persone morte nella giornata di ieri in Alto Adige, dove si segnalano 581 nuovi contagi su 3.468 tamponi esaminati. Il rapporto tamponi-nuovi casi è pari a 16,8%. In totale le persone morte che avevano contratto il Covid-19 salgono a 425. Delle 140.362 persone complessivamente sottoposte a tampone dall'inizio della pandemia, 18.685 sono risultate positive, la prima il 24 febbraio. Resta sempre molto forte, ma stabile, la pressione sugli ospedali.

18 Novembre 11:48 Covid Ungheria, lockdown parziale fino all’8 febbraio

L'Ungheria ha annunciato che prolungherà il lockdown parziale contro la diffusione del coronavirus almeno fino all'8 febbraio. I Paesi dell'area dell'Est che hanno registrato più nuovi decessi nell'ultima settimana sono stati Polonia (2409 contro i 2005 della settimana precedente), la Repubblica Ceca (1377 contro 1430), Germania (1196 contro 808), Ucraina (1153 contro 1144), Romania (1020 contro 825) e Ungheria (659 contro 619).

18 Novembre 11:35 Luzzara, vittima del Covid una ragazza di 21 anni

Martina Bonaretti, una ragazza di 21 anni di Luzzara, in provincia di Reggio Emilia, è morta martedì sera a causa di Covid. Dopo aver manifestato i sintomi della malattia, la giovane è stata trasferita sei giorni fa in ospedale e poi nel reparto di terapia intensiva dove si è verificato il decesso. L’ex sindaco Costa: “La malattia ha spezzato una vita che stava ancora germogliando. Usiamo meno leggerezza d’ora in avanti nel parlare del virus”.

18 Novembre 11:25 Il sottosegretario Zampa: “Faremo di tutto per un Natale tradizionale”

“Faremo di tutto perché il Natale sia reso più tradizionale possibile, ma è ovvio che non si potrà minimamente cedere alla tentazione di lasciare, che rivediamo il film che abbiamo già visto durante l’estate”. A dirlo Sandra Zampa, sottosegretario al Ministero della Salute, intervenuta ad Agorà Rai Tre, intervenendo sul prossimo Natale.

18 Novembre 11:15 Covid Campania, divieto di fumo a Benevento per evitare di abbassare la mascherina

A Benevento, in Campania, scatta una nuova misura presa per evitare che i fumatori si abbassino la mascherina all'aperto per fumare, magari in prossimità di altre persone. Lo ha deciso il sindaco Clemente Mastella, cheha firmato un'ordinanza che vieta di fumare praticamente ovunque nel territorio cittadino, almeno fino al 3 dicembre.

18 Novembre 11:07 L’immunità all’infezione da coronavirus potrebbe durare anni

Analizzando i campioni di sangue di circa 200 persone contagiate dal Covid, alcune da oltre sei mesi, un team di ricerca americano ha determinato che la protezione immunitaria prodotta dall’infezione potrebbe durare a lungo, per diversi anni. A determinare che l'infezione provocata dal patogeno possa innescare una protezione immunitaria a lungo termine è stato un team di ricerca guidato da scienziati del La Jolla Institute for Immunology, che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi dell'Università della California di San Diego e della Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York. Qui tutti i dettagli.

18 Novembre 10:52 Vaccino anti-Covid, solo un italiano su tre vorrebbe farlo subito

Secondo un sondaggio Ipsos per la trasmissione DiMartedì, gli italiani non hanno grande fiducia nel vaccino anti-Covid. Il 42% ha detto che se fosse disponibile a inizio 2021 aspetterebbe comunque a farlo, il 16% ha detto che non lo farebbe comunque, mentre solo un cittadino su tre vorrebbe vaccinarsi. Dal sondaggio emerge anche che secondo più della metà degli italiani nel 2021 non ci saranno vaccini per tutti.

18 Novembre 10:40 Regioni chiedono di rivedere criteri su zone gialle, arancioni e rosse, Toti: “Governo ci esclude”

Le Regioni chiedono di modificare i criteri secondo cui un territorio finisce in zona gialla, arancione o rossa. Si parla di 5 indicatori, che secondo i territori sarebbero più indicati per il monitoraggio attuale, al posto dei 21 indicati dalle autorità sanitarie. Le Regioni propongono di guardare alla percentuale di tamponi positivi sul totale di test effettuati (inserendo anche i test antigenici rapidi nei conteggi), all'indice Rt, alla situazione nelle terapie intensive e negli ospedali, in particolare ai posti letto occupati sul totale di quelli disponibili. Un ultimo criterio dovrebbe essere rappresentato dalla capacità di garantire adeguate risorse per il contact-tracing, per l'isolamento e la quarantena. "Abbiamo concordato con il ministro della Salute, Roberto Speranza, di fare una riunione nelle prossime ore per ragionare sulle proposte delle Regioni, ha detto il governatore della Liguria, Giovanni Toti, che ha anche puntato il dito contro il governo: "Le Regioni sono coinvolte molto marginale sulla base di un documento approvato lo scorso aprile. Le Regioni hanno dei propri governi, con delle proprie necessità e obblighi: vorremmo essere coinvolti. Una volta che saremo tutti lì non ci saranno più dubbi sul processo decisionale".

18 Novembre 10:29 Coronavirus Lombardia, Fontana: “Numeri da zona arancione, metterci in sicurezza per Natale in libertà”

"Noi abbiamo già iniziato una fase di leggero ma significativo miglioramento". Lo ha detto il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana aggiungendo che è ovvio che "una questione di cautela impone che quando si entra in una certa zona si debbano confermare i dati per due settimane, quindi noi fino al 27 novembre resteremo in zona rossa". Sul dato dell'indice di contagio Rt: "È sceso in maniera sostanziale, tanto che in base ai numeri noi rientreremmo oggi in una zona arancione". "Credo che sia meglio un po' di cautela all'inizio che dover poi rincorrere una ripartenza della corsa del virus. È meglio avere un po' di cautela iniziale e cercare di metterci in sicurezza. Anche perché dobbiamo fare il Natale e dobbiamo farlo con una certa libertà", ha aggiunto ancora il presidente della Lombardia.

18 Novembre 10:09 Galli: “Terapie intensive si svuotano per i decessi”

Il direttore di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli ad Agorà ha commentato gli ultimi dati sull’emergenza Coronavirus in Italia: “Purtroppo vedremo altri morti, le infezioni in cammino producono anche questo. Siamo vicini alla soglia dei 4000 pazienti in terapia intensiva: le rianimazioni, se si svuotano, hanno un ricambio più con i decessi che con le dimissioni".

18 Novembre 09:57 Presidente Medici: “Più zone rosse per evitare che la curva risalga a gennaio”

Aumentare il numero delle regioni in zona rossa per evitare che la curva epidemiologica risalga a gennaio. A dirlo a Fanpage.it è Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (FNOMCeO), rispondendo in merito alla richiesta avanzata qualche settimana fa di lockdown totale e generalizzato in tutto il Paese per evitare il collasso del sistema sanitario. Secondo Anelli, "l'aumento delle zone rosse ha aiutato il quadro che comunque non migliora in maniera repentina". A preoccupare i medici anche l'assistenza ai malati non Covid. "Sono sempre di più, basta dare uno sguardo alle liste d'attesa", ha sottolineato il presidente Anelli, che ha aggiunto: "Non possiamo permetterci di bloccare altri ricoveri e operazioni. La nostra richiesta di lockdown non era tanto legata all'espansione dell'infezione, quanto alla possibilità di garantire assistenza a tutti i malati, anche quelli non contagiati da Coronavirus. Servirebbe avere più regioni in zona rossa per evitare di arrivare a gennaio con una curva epidemiologica che cresce, quando bisognerà far fronte non solo al Covid ma anche al picco dell'influenza stagionale".

18 Novembre 09:40 Covid Usa, altri 161.934 casi e 1.707 morti in un giorno

Negli Stati Uniti sono stati segnalati altri 161.934 contagi da Coronavirus, con 1.707 decessi nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University. Il Paese ha ora un totale di almeno 11.357.322 casi e 248.672 morti.

18 Novembre 09:22 Boccia: “Oggi il lockdown non è riproponibile”

"Oggi il lockdown non è riproponibile, perché a marzo e aprile non c'erano le mascherine, i ventilatori per adeguare le terapie intensive, non c'era nulla". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, in commissione omonima alla Camera.

18 Novembre 09:09 La ministra Azzolina: “Esame di maturità? Decideremo coinvolgendo gli studenti”

"Io credo che la scuola sia molto ben organizzata, ha regole ferree preparate durante l’estate, i giovani sono stati molto responsabili e il personale ha fatto un grandissimo lavoro. Servirà un ritorno graduale, bisogna agire con prudenza, programmando": a parlare è la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, che torna a difendere quanto fatto durante l'estate in previsione della riapertura della scuola e inizia a parlare di un graduale ritorno in classe. "Le scuole al momento sono aperte, ma non per tutti i gradi di istruzione. Dobbiamo agire con molta prudenza, osservare bene quello che accadrà nei prossimi giorni alla curva. Serve programmare, sarà mio impegno, ma posso dire, in realtà, che sarà un impegno di tutto il governo fare in modo che ci sia un pronto ritorno in classe". Per il rientro in classe la ministra afferma anche che si introdurranno i test rapidi e un maggiore scaglionamento. Azzolina inizia a ragionare anche sul prossimo esame di maturità: "So che gli studenti pensano agli esami di maturità, vedremo nei prossimi mesi: posso dire che l'anno scorso, quando dovevamo decidere come fare l'esame di maturità, abbiamo coinvolto gli studenti, molte loro proposte, che erano molto mature, le abbiamo accolte; assicuro che non prenderemo alcuna decisione senza coinvolgerli", ha detto a Rtl.

18 Novembre 08:55 Il capo di gastroenterologia del Gemelli: “Coronavirus attacca anche l’intestino”

In un caso su tre il Coronavirus attacca l'intestino e può rimanere nell'apparato digerente fino a 10-12 settimane dopo che si è avuta l'infezione. Il Covid ha un recettore presente sia nell'apparato respiratorio sia nell'apparato gastrointestinale ed è proprio l'intestino l'ultimo organo ad eliminare il virus. "L'intestino è la sede del sistema immunitario. Ci sono persone che, dopo due o tre mesi dall'essere completamente guarite dal Covid, continuano ad avere disturbi gastrointestinali sviluppando una specie di intestino irritabile", è quanto ha spiegato Antonio Gasbarrini, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Medicina Interna e Gaestroenterologia al Policlinico Gemelli di Roma. Il nostro apparato digerente, ha spiegato l'esperto, è ricco di batteri che risiedono nel microbiota intestinale. Quando arriva il virus danneggia sia il microbiota sia la barriera intestinale, cioè dove arriva il cibo. Nel caso in cui si sviluppi una diarrea da Covid è necessario fare una dieta leggera, eliminando gli alcolici e i cibi grassi e prediligendo cibi ricchi di fibre come frutta, verdura e cereali integrali. "I pazienti hanno paura e questo li rende più fragili. Per questo motivo noi medici dobbiamo stargli vicino, non trascurare l'aspetto umano" ha detto Gasbarrini secondo cui la parte psicologica conta tantissimo.

18 Novembre 08:40 Covid Germania, altri 17.000 contagi e più di 300 morti in 24 ore

Secondo i dati forniti dall'istituto per le malattie infettive  Robert Koch, in Germania nelle ultime 24 si sono registrati 17.561 casi di coronavirus aggiornando il bilancio complessivo dei contagi a 833.307. Le vittime da martedì sono 305, per un totale di 13.119 decessi correlati al Covid-19 da inizio pandemia.

18 Novembre 08:27 Coronavirus Calabria, parte la collaborazione tra Protezione Civile ed Emergency di Gino Strada

Da oggi parte la collaborazione tra la Protezione civile ed Emergency in Calabria per la gestione dell’emergenza coronavirus nella Regione. Dopo settimane di polemiche, e senza aver trovato ancora alcun commissario alla Sanità, si cerca di riordinare la situazione: il primo passo è stato l’accordo raggiunto con l’organizzazione fondata da Gino Strada che supporterà la Protezione civile nell’assistenza socio-sanitaria ai calabresi.

18 Novembre 08:12 Coronavirus Giappone, nuovo record di contagi: timori per la terza ondata

Tokyo ha registrato nelle ultime 24 ore un nuovo record di casi di Coronavirus, confermando i dati che indicano l'arrivo di una terza ondata, che potrebbe convincere le autorità ad imporre nuove restrizioni. Secondo quanto riportato dalla catena pubblica NHK, nelle ultime 24 ore si sono registrati nella capitale 493 nuovi casi di contagio, un dato superiore al precedente record giornaliero (472), registrato l'1 agosto. A livello nazionale, il Giappone aveva registrato sabato scorso un nuovo record giornaliero con 1.736 nuove infezioni.

18 Novembre 07:53 Il vaccino sperimentale di Sinovac efficace nei test clinici

CoronaVac, il vaccino sperimentale sviluppato da Sinovac Biontech, ha innescato reazioni immunitarie rapide durante i test clinici, ma il livello di anticorpi prodotti è stato inferiore a quello delle persone immunizzatesi contraendo il virus. È quanto emerge dagli esiti dei test clinici preliminari presentati dall'azienda. I test preliminari sono concepiti per valutare l'efficacia del farmaco, e secondo gli esperti citati dal quotidiano "Stratis Times", il vaccino sperimentale pare in grado di fornire una protezione sufficiente. L'annuncio dei risultati segue di qualche giorno quelli di Pfizer e Moderna in merito all'efficacia dei loro vaccini, così come quelli del governo Russo in merito al loro vaccino sperimentale. CoronaVac e quattro altri vaccini sperimentali sviluppati in Cina sono sottoposti in questi giorni alle ultime fasi dei test clinici. I risultati dei test di fase 1 e 2 del vaccino CoronaVac sono stati sottoposti a peer reviev e pubblicati sul "The Lancet Infectious Diseases".

18 Novembre 07:43 Via libera Fda a primo test Usa fai-da-te: risultato si ottiene in 30 minuti

Via libera emergenziale della statunitense Food and Drug Administration (Fda) al primo test per la diagnosi del Coronavirus fai-da-te. Il disco verde al tampone che fornisce il risultato direttamente a casa, per chiunque ha più di 14 anni, è arrivato nella tarda serata americana. È prodotto dalla biotech Usa con quartier generale in California Lucira Health. Può essere usato anche in ospedale. L'Fda non ha rivelato il costo ma sul sito della società si parla di un prezzo inferiore ai 50 dollari. "Sebbene siano stati autorizzati test per la raccolta a casa, questo è il primo a poter essere fatto autonomamente e che fornisce risultati direttamente a casa", spiega il commissario dell'Fda Stephen Hahn in una nota. "Questa nuova opzione di test – aggiunge – rappresenta un importante sviluppo diagnostico per affrontare la pandemia e ridurre la trasmissione". Il risultato del nuovo tampone nasale fai-da-te Usa si ottiene in circa 30 minuti.

18 Novembre 07:32 Coronavirus in Italia, le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, mercoledì 18 novembre

Nel bollettino di ieri del ministero della Salutesono stati 32.191 i contagi su 208.458 tamponi e 731 i decessi. 120 i ricoveri in terapia intensiva in aumento rispetto al giorno precedente. Le cifre comunicate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +8.448

Piemonte: +2.606

Campania: +3.019

Veneto: +3.124

Emilia Romagna: +2.219

Lazio: +2.538

Toscana:  +2.361

Sicilia: +1.698

Liguria: +685

Puglia: +1.234

Marche: +357

Abruzzo: +729

Friuli Venezia Giulia: +536

Umbria: +351

P.A. Bolzano: +258

Sardegna: +502

P.A. Trento: +276

Calabria: +680

Valle d'Aosta: +154

Basilicata: +269

Molise: +147

Da oggi anche l'Abruzzo diventa zona rossa. La Conferenza delle regioni propone al governo l'uso di 5 indicatori per definire la fascia di rischio, contro gli attuali 21, ma Speranza e Iss chiudono. "Abbiamo un quadro stabile con una lieve diminuzione dei positivi, ma con indicatori sui ricoveri e i decessi che non sono buoni e che rappresentano la conseguenza dei casi cumulatisi in queste settimane. Al momento comunque non c'è una crescita dell"epidemia, ma forse una leggere diminuzione “, ha detto il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza alla conferenza stampa al ministero della Salute. "Il calo di Rt dalla metà di ottobre c'è sia guardando Rt dei sintomatici sia le ospedalizzazioni. L'Rt non è ancora sotto 1 , quindi l'epidemia è ancora in crescita. Ma c'è una decrescita”, ha detto Stefano Merler della fondazione Bruno Kessler. Nel mondo si registrano oltre 55 milioni di casi di Coronavirus: nuovo record di contagi a Tokyo, timori per una terza ondata. In Europa superati i 15 milioni di contagi.