All'ex pm palermitano Antonio Ingroia è stato impedito di imbarcarsi su un aereo: l'episodio, stando alle notizie riportate da vari quotidiani, si sarebbe verificato ieri, all'aeroporto parigino di Roissy. L'ex magistrato ed esponente politico sarebbe stato fermato dagli assistenti di volo poco prima che salisse sull'aeromobile diretto in Italia. Secondo ‘Repubblica.it' "Ingroia è stato così costretto a tornare indietro". Il personale della compagnia aerea ha avvisato gli agenti aeroportuali perché l’ex pm antimafia era "visibilmente in stato di ebbrezza".

Secondo fonti aeroportuali, come scrive il quotidiano, davanti al rifiuto Ingroia non avrebbe protestato e non avrebbe opposto resistenza: sarebbe stato poi accompagnato in una zona di Roissy non lontano dai gate. Il consolato italiano a Parigi è stato avvertito. Ingroia, fondatore del partito Rivoluzione Civile, nelle cui liste si è candidato a premier nel 2012, è stato autorizzato a partire qualche ora dopo, una volta ritenuto in grado di viaggiare per rientrare in Italia.