12 Marzo 2022
11:26

In Russia e in Bielorussia non si può più giocare a Pokémon GO

“I giochi di Niantic non sono più disponibili per il download in Russia e Bielorussia e anche il gameplay sarà sospeso a breve” ha affermato la società tramite Twitter.
A cura di Lorena Rao

Sulla scia di Sony, Microsoft e Nintendo, anche Niantic, la società dietro lo sviluppo di Pokémon GO, ha deciso di ritirare i suoi prodotti dal territorio russo e bielorusso, oltre a sospenderne a breve pure l'accesso. Ciò vuol dire che i suoi titoli non saranno più disponibili per l'utenza di Russia e Bielorussia. "Siamo al fianco della comunità globale nella speranza della pace e di una rapida risoluzione della violenza e della sofferenza in Ucraina", ha scritto la società. "I giochi di Niantic non sono più disponibili per il download in Russia e Bielorussia e anche il gameplay sarà sospeso a breve". Di conseguenza, Pokémon GO, Pikmin Bloom e Ingress non saranno più scaricabili in Russia e in Bielorussia. Inoltre, chi ha già scaricato i tre giochi sopracitati, non potrà effettuare l'accesso fino a tempo indeterminato.

Non solo blocco dei servizi: tra le altre iniziative di Niantic vi sono anche donazioni a sostegno della popolazione ucraina. Il 3 marzo scorso, la società ha annunciato di aver raccolto 75.000 dollari tramite una campagna interna che ha visto il coinvolgimento dei dipendenti. A tutto questo si aggiungono i 200.000 dollari donati "direttamente alle organizzazioni umanitarie incentrate sul sostegno alle persone e ai rifugiati dell'Ucraina", ha affermato Niantic.

Dopo l'invito del vice primo ministro ucraino Mykhailo Fedorov, diverse aziende dal panorama videoludico hanno deciso di abbandonare il mercato russo e bielorusso. Non solo Sony, Microsoft e Nintendo, ma anche software house del calibro di Electronic Arts e CD Projekt RED  hanno deciso di sospendere le attività nei due paesi coinvolti dalla guerra in Ucraina. Tale fenomeno non è esclusiva dei videogiochi, però. Sul fronte delle Big Tech, Apple è stata tra le prime a interrompere i suoi servizi in Russia e in Bielorussia. Anche Netflix ha adottato la stessa politica.

Annunciati Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto, i nuovi capitoli per Nintendo Switch
Annunciati Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto, i nuovi capitoli per Nintendo Switch
Esiste un videogioco sparatutto dei Pokémon che Nintendo vuole far sparire
Esiste un videogioco sparatutto dei Pokémon che Nintendo vuole far sparire
Logan Paul ha indossato una carta Pokémon da 3,8 milioni di dollari
Logan Paul ha indossato una carta Pokémon da 3,8 milioni di dollari
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni