35 CONDIVISIONI

Elon Musk vuole fare pagare X a tutti gli utenti: quanto costa l’iscrizione

Chi ha scelto la versione gratuita avrà un account con una sola lettera e non potrà commentare, mettere mi piace o rispondere sul social di Elon Musk.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Elisabetta Rosso
35 CONDIVISIONI
Immagine

Per i nuovi utenti non esisterà più una versione gratuita di X. Elon Musk infatti ha annunciato un nuovo esperimento, una sorta di tassa annuale per i "nuovi utenti non verificati", quindi quelli che non pagano 8 dollari per avere una spunta blu. Per pubblicare, mettere mi piace, ripostare, citare, rispondere e commentare si deve versare 1 dollaro. L'alternativa è ottenere un account fantasma di una sola lettera per guardare i post e seguire gli account.

Il test è già attivo in Nuova Zelanda e nelle Filippine. La società ha spiegato che il programma ha come obiettivo quello di ridurre lo spam: “Questo nuovo test è stato sviluppato per migliorare i nostri sforzi per ridurre lo spam, la manipolazione sulla nostra piattaforma e l’attività dei bot, bilanciando al contempo l’accessibilità su X con la piccola tariffa. Non è un driver di profitto. A partire da oggi testeremo un nuovo programma (Not A Bot) in Nuova Zelanda e Filippine. Gli account nuovi e non verificati dovranno sottoscrivere un abbonamento annuale da $ 1 per poter pubblicare e interagire con altri post. Il test non riguarda gli utenti già attivi." Ha poi aggiunto che i risultati del test verranno pubblicati sulla pagina di supporto, così gli utenti potranno controllare personalmente se la strategia contro lo spam funziona. Elon Musk in realtà aveva già annunciato “un piccolo pagamento mensile” per utilizzare X.

X ha bisogno di soldi e traffico

Nonostante la società abbia sottolineato che l'obiettivo dell'iniziativa non è guadagnare grazie all'abbonamento, X ha un problema con le sue entrate. Dopo che Musk ha licenziato gran parte del personale nel team di moderazione ha perso metà delle entrate pubblicitarie sul social. Gli inserzionisti, vedendo le loro sponsorizzazioni in mezzo a post antisemiti o razzisti, hanno preferito migrare altrove. Musk ha spiegato a luglio: “Siamo ancora generando un flusso di cassa negativo a causa di un calo del ~50% degli introiti pubblicitari, oltre che un pesante carico debitorio in eredità". Ha poi aggiunto: "Bisogna arrivare a un flusso di cassa positivo prima di poterci permettere il lusso di qualsiasi altra cosa”. Già nel periodo tra aprile e maggio gli introiti pubblicitari di X avevano toccato gli 88 milioni di dollari, in discesa del 59% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

In un rapporto, la società di market intelligence Simialrweb, ha mostrato che il traffico su X è diminuito un anno dopo l’acquisizione da 44 miliardi di dollari di Musk. L’azienda ha adottato misure drastiche per ridurre i costi. A settembre, l'amministratore delegato dell'azienda, Linda Yaccarino, ha annunciato che X sarà redditizio nel 2024. L'azienda attualmente ha solo un piano a pagamento da 8 dollari al mese. Tuttavia la società potrebbe introdurre tre livelli premium, tra questi un abbonamento senza pubblicità.

35 CONDIVISIONI
Perché Elon Musk vuole mettere X (Twitter) a pagamento per tutti
Perché Elon Musk vuole mettere X (Twitter) a pagamento per tutti
Da dove arriva l'ossessione di Elon Musk per la lettera X
Da dove arriva l'ossessione di Elon Musk per la lettera X
Elon Musk attacca Zuckerberg: "Threads è un'app finta per nascondere il dolore"
Elon Musk attacca Zuckerberg: "Threads è un'app finta per nascondere il dolore"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views