UPDATE. "Siamo certi che la Lega fornirà ulteriori chiarimenti sul caso Centemero. E ci auguriamo che Salvini non minimizzi la vicenda. Una cosa è doverosa dirla: da sempre ci battiamo contro i finanziamenti illeciti ai partiti, perché in un Paese civile non devono esserci interessi esterni a influenzare l'attività delle forze politiche presenti in Parlamento". Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S di Camera e Senato, si esprimono sull'indagine della procura di Bergamo che coinvolge il tesoriere della Lega, Giulio Centemero. il Movimento ha chiesto chiarimenti sulla vicenda dei presunti finanziamenti all'associazione ‘Più Voci', su cui gli inquirenti indagano per finanziamento illecito dei partiti, con l'ipotesi di contributi finiti nelle casse del partito.

I parlamentari M5S aggiungono: "E per quanto riguarda le fondazioni legate ai partiti vogliamo quella trasparenza che per troppo tempo è mancata in Italia. Per questo motivo nello ‘spazzacorrotti', che approveremo nelle prossime settimane, prevediamo norme che garantiranno assoluta trasparenza sui finanziamenti di cui beneficeranno partiti, movimenti e fondazioni collegate". Questa mattina era già intervenuto il vicepremier Luigi Di Maio"Chiederò chiarimenti a Salvini, sono certo che non minimizzerà. Prima di dichiarare pubblicamente bisogna parlare con i nostri contraenti del contratto di governo, ma sicuramente Salvini non minimizzerà". Il vicepremier lo puntualizza da Gerusalemme: "Non minimizzo, chiedo solo che facciano in fretta, stanno cercando milioni di euro" che "non ci sono", mi auguro "che facciano bene e facciano in fretta, sono assolutamente sereno".

E il vicepremier pentastellato ribadisce: "Deve tornare da dove sta, incontrerò Salvini e gli chiederò chiarimenti nei prossimi giorni. Mi fa piacere che Salvini non minimizzi la vicenda, perché noi non la minimizziamo", conclude.

"Non replichiamo ai Cinque Stelle, no comment", ha detto in un primo momento all'AdnKronos Riccardo Molinari, capogruppo della Lega a Montecitorio, dopo le prese di posizione del M5S. Il ministro degli Interni Matteo Salvini ieri aveva commentato così: "Ognuno faccia il suo lavoro, non c'è nulla da cercare o da trovare, spero facciano in fretta". Ma Forza Italia attacca: "Dietro la falsa rappresentazione di unità, Lega e Cinquestelle se le cantano e se le suonano di santa ragione. I capigruppo ricordano a Salvini che il M5s in quanto a trasparenza è categorico e che non transigerà neppure con il partito con cui governano. Peccato che la trasparenza di cui parlano valga soprattutto per gli altri", afferma Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia.