125 CONDIVISIONI
8 Ottobre 2021
09:35

Usa, diffonde su Facebook fake news sul Covid: condannato a 15 mesi di carcere

Ha scritto su Facebook di aver pagato un uomo positivo al Covid-19 per leccare tutti gli oggetti in vendita nei supermercati della zona, per questo un uomo è stato arrestato a San Antonio in Texas con l’accusa di aver diffuso false informazioni relative alle armi biologiche. Fake news sul Covid che la Task Force antifrode Covid-19 istituita negli Usa lo scorso maggio dal Dipartimento di Giustizia ha immediatamente individuato e punito.
A cura di Chiara Ammendola
125 CONDIVISIONI

È stato condannato a 15 mesi di carcere l'uomo che negli Usa ha diffuso sui social media fake news sul Covid-19 per spaventare le persone: secondo gli agenti dell'Fbi che hanno portato avanti le indagini e poi eseguito l'arresto, Christopher Charles Perez, alias Christopher Robbins, ha diffuso sui social false notizie sul virus con il solo intento di spaventare le persone. Un atteggiamento, il suo, reiterato per mesi diffondendo il panico in un momento in cui della pandemia si sapeva poco e il virus aveva iniziato a circolare ovunque negli Usa.

In particolare in un post condiviso sul proprio profilo Christopher Robbins ha scritto di aver pagato un uomo per leccare tutti gli oggetti nei negozi alimentari nella zona di San Antonio, in Texas. La notizia, che poi si è scoperta essere assolutamente falsa, ha fatto il giro dei social e in poco tempo le persone hanno iniziato a disertare i negozi di zona per paura. Intanto sulle sue tracce si sono messi gli agenti del Federal Bureau of Investigation a cui qualcuno ha denunciato l'accaduto: e così hanno scoperto che la minaccia paventata dall'uomo non era affatto credibile. Perez non aveva pagato nessuno per leccare gli articoli del negozio di alimentari, ma avendo anche solo affermato di averlo fatto ha infranto la legge contro la diffusione di informazioni false e bufale relative alle armi biologiche. Per questo è stato arrestato e condannato a 15 mesi di carcere oltre al pagamento di una multa di mille dollari.

"Cercare di spaventare le persone con minacciandole di diffondere malattie pericolose non è uno scherzo", ha spiegato il procuratore degli Stati Uniti Ashley C. Hoff, in una dichiarazione dell'ufficio del procuratore degli Stati Uniti. Purtroppo quello di Perez non è una caso isolato, sempre all'inizio della diffusione del Covid-19, un uomo è stato arrestato nel Missouri con l'accusa di minaccia terroristica dopo essersi filmato mentre leccava diversi prodotti in vendita in un superstore Walmart e pubblicava il video sui social. Lo scorso maggio è stata istituita negli Usa dal Dipartimento di Giustizia la Task Force antifrode Covid-19 il cui lavoro è proprio quello di controllare la diffusione di bufale.

125 CONDIVISIONI
Assalto a Congresso Usa, arriva la prima condanna: 41 mesi di carcere per violenza
Assalto a Congresso Usa, arriva la prima condanna: 41 mesi di carcere per violenza
Usa, Kevin Strickland l'uomo che dopo 43 anni di carcere potrebbe essere rilasciato perché innocente
Usa, Kevin Strickland l'uomo che dopo 43 anni di carcere potrebbe essere rilasciato perché innocente
Donato Carrisi: "Nei thriller cerchiamo la verità, non puoi metterci fake news"
Donato Carrisi: "Nei thriller cerchiamo la verità, non puoi metterci fake news"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni