E' stata arrestata Halina Beskorvanyuk, 58 anni, autrice nel 2004 dell'omicidio di un pensionato. Per questo reato la donna, di nazionalità ucraina, era stata condannata il 17 ottobre del 2012 insieme a due complici ancora ricercati. Secondo le indagini svolte, la sera del 25 aprile del 2004, la donna era entrata furtuvamente, con due complici, Cherkutin V. e Kryvyi M., in un appartamento abitato da un anziano, Davidov O. Volevano ucciderlo per occuparne la casa. In quel momento però la vittima non era sola, ma in compagnia di una pronipote. Una presenza che non ha fatto desistere i tre dal loro intento. Halina Beskorvanyuk aveva distratto la giovane, mentre gli altri due si erano gettati come furie sull'anziano, uccidendolo a botte. Quindi avevano caricato il cadavere nel bagagliaio e si erano diretti fuori città per disfarsi del corpo. Giunti vicino ad un canale, lo avevano gettato in acqua.

Dopo l'omicidio la donna aveva pensato di fuggire in Italia per scampare alla cattura. Nel nostro paese aveva tentato di cambiare completamente vita arrangiandosi con lavori saltuari come badante a Motta Visconti e in altre località della provincia di Milano. Nel capoluogo andava solo per cercare di capire a che punto fossero le indagini sull'omicidio e, dopo aver appreso della condanna, Halina aveva deciso di cambiare spesso domicilio per far perdere le sue tracce. Tuttavia gli investigatori italiani con la collaborazione dell'Interpol sono riusciti a scovarla e arrestarla. La donna verrà estradata in Ucraina.