Il corpo di una ricchissima donna d’affari thailandese è stato trovato all’interno del frigorifero nella sua abitazione, il corpo precedentemente sepolto nel cemento. Wannee Jiracharoenying aveva 58 anni e dal 18 ottobre, giorno in cui aveva visitato un tempio locale a Chiang Mai, nel nord del Paese, se n’erano perse le tracce. Il primo a segnalarne la scomparsa è stato suo fratello Woraphan Jiracharoenying, 59 anni, quando ha smesso di rispondere ai suoi messaggi. Nel frattempo i vicini di Wannee hanno iniziato a lamentarsi per il cattivo odore proveniente dall’abitazione della donna: a quel punto la polizia è entrato nella casa e ha fatto la scioccante scoperta. Mani e gambe della 58enne erano legate e una borsa di plastica le copriva la testa, riferisce il Thai Examiner.

Gli agenti stanno indagando per sospetto omicidio e sono alla ricerca di un “suo amico” che da allora è scomparso. Secondo quanto riferito, la coppia è stata vista insieme all'ospedale Suan Dok, una struttura provinciale di Chiang Mai, dove Wannee aveva precedentemente donato 19 milioni di baht, oltre 500mila euro. Numerosi prelievi sono stati effettuati dal conto della donna dalla sua scomparsa e le sue auto e le carte bancarie sono sparite. Le forze dell’ordine stanno controllando i punti di frontiera nel caso in cui l’amico cercasse di fuggire all’estero. “Il giorno in cui la famiglia ha perso i contatti con la vittima, il sospettato ha ritirato denaro da diversi bancomat per un totale di 1,2 milioni di baht (oltre 30mila euro)” ha spiegato il maggiore generale della polizia, Bundit Tungkhaseranee. Il corpo di Wannee si trova ora al Maharat Chiang Mai Hospital per l'identificazione formale e l'autopsia.