Una veterinaria è stato licenziata dopo essersi portata a casa un cucciolo di bulldog francese. Il cagnolino, sottratto alla madre, è morto tre giorni dopo. La dottoressa Zahra Rafiq, 29 anni, ha ammesso di aver programmato con un collega di voler portarsi a casa uno (“a testa”) dei sei cuccioli nati al VetsNow di Huyton, Merseyside. Fortunatamente l’altro cagnolino è stato restituito ancora vivo dopo che un altro dipendente di VetsNow aveva manifestato preoccupazioni. Dopo il Royal College of Veterinary Surgeons ha valutato come disonesta la condotta della 29enne. Tuttavia, è stata autorizzata a riprendere il lavoro dopo sei mesi.

"Sto fumando dalla rabbia", ha detto al Daily Record il proprietario del cane, Safinah Mhagrh. "Quel veterinario ha rubato il mio cucciolo. Era una cosa terribile, senza cuore da fare. Non le dovrebbe consentito di praticare”. Durante l'udienza per i fatti avvenuti a dicembre, la Rafiq si era detta “piena di rimorso e non motivata da guadagni finanziari”. Il presidente della commissione Ian Arundel ha dichiarato: "Il comitato ha concluso che è molto improbabile che il dott. Rafiq possa rappresentare un rischio per gli animali in futuro."

La dottoressa Laura Playforth, responsabile degli standard veterinari di Vets Now, ha dichiarato: "Siamo estremamente dispiaciuti per ciò che è accaduto, in particolare per il nostro cliente e i suoi animali domestici. Siamo molto chiari sulla nostra posizione qui – queste persone non lavoreranno di nuovo con noi”. “Nei miei 20 anni come veterinario, non ho mai visto nulla di simile a questo caso. Voglio rassicurare i proprietari di animali domestici che si tratta di un incidente isolato” ha concluso.