Una donna in Cina ha ucciso se stessa e i suoi due bambini piccoli, di sei e tre anni, in quello che gli inquirenti sono certi essere un caso di omicidio-suicidio. La 28enne Shi Chunmei ha pubblicato un messaggio sui social domenica sera dicendo che non poteva più far fronte ai suoi suoceri "fasulli". Nelle ultime ore è emerso un filmato di sorveglianza che mostra la madre che porta il figlio più giovane in braccio mentre tiene per la mano il maggiore, mentre camminavano lungo un fiume a Zhangzhou, nella provincia del Fujian. Tre giorni dopo, i loro corpi sono stati trovati in un torrente vicino a Shazhou, a circa 15 chilometri di distanza dalla loro casa nella città di Jiaomei.

Il marito di Shi, Huang Tianfa, ha riferito che lei e i loro figli era scomparsi dopo aver visto la nota della stessa donna su WeChat, secondo The Paper. "Tutto ciò è stato causato esclusivamente dai miei suoceri. Voglio mostrare a tutti che sono le persone più cattive che esistano", ha scritto Shi nel suo post, aggiungendo che non ha preso "questa decisione in maniera rapida". La 28enne ha accusato i suoi suoceri di aver trattato lei e i suoi figli in modo “insoddisfacente, insultandola costantemente” alle sue spalle negli ultimi sette anni. "Mi dispiace, sto portando i tuoi amati figli con me", ha scritto, scusandosi con suo marito. Huang ha detto ai giornalisti che il loro era un “matrimonio felice”, ma ha ammesso che sua moglie non aveva un buon rapporto con i suoi genitori. "Erano sempre a litigare", ha detto.

Una squadra di 160 persone è stata attivata per la ricerca della madre scomparsa e dei bambini dopo che un'indagine ha evidenziato che erano stati visti l'ultima volta vicino a un ponte in un cantiere nella città di Shazhou. Il corpo del bambino di sei anni è stato il primo ad essere scoperto. Erano le 8:35 di mercoledì, poi il corpo della donna è stato rinvenuto tre ore dopo. Il team ha quindi scoperto il figlio più piccolo alle 12:05. “La causa della morte rimane sotto inchiesta”, ha detto la polizia locale.