240 CONDIVISIONI
La morte di George Floyd in Usa
16 Giugno 2020
16:03

“Si sono seduti in 4 su di lui”, lo shock dell’operatrice del 911 durante l’arresto di George Floyd

Nella breve telefonata, il cui audio è stato rilasciato dalle autorità della città di Minneapolis, si sente il dialogo tra l’operatrice del 911 che segue in diretta dai monitor cosa sta accadendo e un supervisore della polizia. La donna si preoccupa per le manovredegli agenti che poi hanno portato effettivamente alla morte di Floyd: “Si sono seduti tutti su di lui”
A cura di Antonio Palma
240 CONDIVISIONI
George Floyd
George Floyd
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di George Floyd in Usa

"Non vediamo spesso cose del genere e ci sembra un po' strano. Gli agenti hanno tirato fuori qualcosa dal retro dell'auto e tutti si sono seduti su quest'uomo", sono le parole di apprensione di una operatrice del numero di emergenza 911 durante una telefonata interna alla polizia e che descrive in diretta l'arresto di George Floyd, il 46enne afroamericano ucciso durante il fermo di polizia a Minneapolis. Nella breve telefonata, il cui audio è stato rilasciato dalle autorità della città di Minneapolis, si sente il dialogo tra l'operatrice del 911 che segue in diretta dai monitor cosa sta accadendo e un supervisore della polizia. La donna si preoccupa per le manovre coercitive  degli agenti che poi hanno portato effettivamente alla morte di Floyd, schiacciato a terra dall'agente Derek Chauvin che gli ha tenuto premuto il ginocchio sul collo per diversi minuti fino a soffocarlo.

"Abbiamo le telecamere attive per questa chiamata. Non so se hanno dovuto usare la forza o no, ma tutti si son seduti su quest'uomo, quindi non so se avessero bisogno di te o no, ma non mi hanno ancora detto niente", dice l'operatrice al supervisore della polizia riferendosi al fatto che, in caso di arresti in cui viene usata la forza, gli agenti dovrebbero informare il loro supervisore. Il supervisore in questo caso risponde che non è stato avvertito e che probabilmente si tratta solo di una tecnica per trascinare l'arrestato a terra e tenerlo sotto controllo. "Nessun problema, noi non vediamo mai queste cose quindi quando le vediamo siamo proprio come dire, beh, sembra un po' diverso" risponde l'operatrice.

Nonostante la chiamata, che è stata effettuata verso le 20:30 ora locale, ci è voluto circa un quarto d"ora perché il supervisore arrivasse sulla scena, come ha riferito il Minneapolis Star Tribune citando i registri del dipartimento di polizia. Per George Floyd ormai non c'era più nulla da fare. La registrazione è stata rilasciata insieme alle trascrizioni di due chiamate al 911 di passanti che raccontavano la stessa scena  con la stessa preoccupazione. "Abbiamo appena visto un agente uccidere un uomo di fronte a un negozio", ha riferito un testimone in una chiamata. Nella seconda chiamata, invece, un pompiere fuori servizio intervenuto sul posto ha riferito che gli agenti non avrebbero fatto nulla per soccorrere e Foyd quando era già privo di sensi. "Ho letteralmente visto gli agenti di polizia non prendere iniziativa e non fare nulla per salvare l'uomo" ha riferito nella chiamata.

240 CONDIVISIONI
173 contenuti su questa storia
Morte George Floyd, condannato a 22 anni e mezzo di carcere l'ex poliziotto Derek Chauvin
Morte George Floyd, condannato a 22 anni e mezzo di carcere l'ex poliziotto Derek Chauvin
George Floyd, chiesti 30 anni per Derek Chauvin. L'avvocato: "Processo compromesso dai media"
George Floyd, chiesti 30 anni per Derek Chauvin. L'avvocato: "Processo compromesso dai media"
Caso Floyd, incriminati Chauvin e altri tre poliziotti per violazione dei diritti costituzionali
Caso Floyd, incriminati Chauvin e altri tre poliziotti per violazione dei diritti costituzionali
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni