89 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Schianto in elicottero in Canada: morta anche la guida delle vittime italiane. Recuperate le salme

Si aggrava il bilancio dell’incidente in elicottero verificatosi in Canada il 22 gennaio durante un escursione di heliskiing: morta anche la guida del gruppo di imprenditori italiani in vacanza. Recuperate le salme delle vittime: i due altoatesini Heinzl Oberrauch e Andreas Widmann junior e il pilota del velivolo.
A cura di Ida Artiaco
89 CONDIVISIONI
Immagine

Sono state recuperate le salme delle tre vittime dell'incidente in elicottero verificatosi il 22 gennaio scorso in Canada durante un escursione di heliskiing. Tra di loro, i due altoatesini Heinzl Oberrauch, 29 anni, e Andreas Widmann junior, 35 anni, entrambi rampolli di famiglie note nel mondo dell'imprenditoria, il primo figlio del fondatore della catena Sportler e il secondo figlio del fondatore della ditta tessile Texmarket. Recuperato anche il corpo senza vita del pilota del velivolo, un uomo del posto.

Lunedì scorso, dopo aver portato in salvo i quattro feriti, le condizioni meteorologiche in British Columbia sono peggiorate e, fino domenica, non è stato possibile portare a valle le salme delle tre vittime, che ora, dopo sei operazioni durate ben sei giorni, potranno tornare a casa.

Immagine

Tuttavia, nel corso delle ultime ore il bilancio si è aggravato. Le condizioni di uno dei feriti si sono aggravate provocandone il decesso. Si tratta della guida del gruppo di imprenditori italiani, il neozelandese Lewis Ainsworth. Secondo quanto scrive il New Zealand Herald, il 35enne lavorava per la Northern Escape Heli-Ski, l'operatore turistico a cui gli amici provenienti da Trentino e Alto Adige per un vacanza si erano rivolti, e vantava una lunga esperienza professionale.

"Lewis è stato un membro molto rispettato della comunità alpinistica e sciistica neozelandese e internazionale. Amato da molti, mancherà a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di condividere la sua passione per la montagna", si legge.

Si attende invece nei prossimi giorni il rientro in Italia degli altri tre feriti: il trentino Emilio Zierock, della cantina Foradori, e degli altoatesini Jakob Oberrauch, fratello di Heinzl e amministratore delegato di Sportler, e Johannes Peer, responsabile finanze del gruppo.

89 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views