Sarà stata forse la stanchezza dopo un lungo volo oppure semplicemente sbadataggine dovuta all'inesperienza, sta di fatto che un singolo passeggero con un solo gesto involontario è riuscito a bloccare un intero scalo aeroportuale per ore. È quanto caduto nella giornata di martedì al  Franz Josef Strauss International Airport, l'aeroporto di Monaco di Baviera, in Germania, dove migliaia di viaggiatori in attesa si sono ritrovati con voli cancellati o in ritardo. Come ricostruito dalle autorità locali, per scatenare il caos è bastato che un viaggiatore sbagliasse uscita passando per una porta di emergenza invece che per il varco del controllo passaporti.

Protagonista del gesto è un giovane turista spagnolo che era appena atterrato da Bangkok per uno scalo intermedio prima di ripartire alla volta di Madrid. Doveva dirigersi vero la zona partenze ma, per motivi ancora da chiarire nel dettaglio, si è ritrovato davanti a una porta di emergenza e, non rendendosi conto di quanto stava facendo, l'ha aperta facendo scattare immediatamente l'allarme generale. Ad aggravare la situazione il fatto che l'uomo era proveniente da un cosiddetto "Paese terzo non sicuro" e non si è fermato davanti alla porta ma ha proseguito verso l'area partenze credendo si trattasse di un allarme locale.

Gli addetti alla sicurezza non hanno potuto fare altro che applicare tutte le misure previste in questi casi compresa l'evacuazione totale dei terminal 1 e 2 che sono stati chiusi. "Il check-in nei terminal 2 e nelle aree B e e C del Terminal 1 è stato interrotto per ore, dalle 7.30 alle 10.45", ha riferito un portavoce dello scalo. Come conseguenza circa 130 voli sono stati cancellati lasciando a terra circa 5mila passeggeri. Tutti i viaggiatori che avevano già superato i varchi sono stati obbligati a tornare indietro e a sottoporsi a nuovi controlli mentre l'uomo responsabile dell'accaduto è stato fermato e interrogato anche se le autorità tedesche hanno confermato che il suo è stato solo uno sbaglio involontario