Con 38.598 contagi e 671 vittime a fronte di oltre 695mila tamponi nel Regno Unito si registra finalmente un lieve rallentamento. Negli ultimi 7 giorni i nuovi positivi sono diminuiti del 22% rispetto alla settimana precedente, mentre procede la campagna di vaccinazione e le persone a cui è stato somministrato il siero sono ormai quasi 4 milioni. La variante B.1.1.7. del Covid – cioè la cosiddetta variante inglese – ha avuto conseguenze drammatiche sulla vita di decine di migliaia di persone e sulla tenuta dl sistema sanitario, che mai come in questi giorni è in fortissimo affanno.

Ad ammetterlo è stato Simon Stevens, amministratore delegato del NHS, che nel corso di una conferenza stampa ha descritto lo stato di fortissimo stress degli ospedali e del personale sanitario, ormai esausto: "La situazione è molto chiara e non ho nessuna intenzione di indorare la pillola: strutture sanitarie, medici e infermieri sono sotto una pressione estrema", ha spiegato Stevens, per poi entrare maggiormente nel dettaglio e parlare di quello che è accaduto nelle ultime settimane, quando la variante inglese di Covid è dilagata nel paese: "Dal giorno di Natale abbiamo visto un  aumento di 15mila pazienti ricoverati negli ospedali di tutta l'Inghilterra. È l'equivalente di 30 ospedali pieni zeppi di pazienti affetti da coronavirus. Ogni 30 secondi in tutto il paese una persona viene ricoverato con il Covid-19". Il capo del Servizio Sanitario Nazionale inglese ha poi affermato che, senza dubbio, "non siamo mai stati in difficoltà come ora nei 72 anni della nostra storia".

Da oggi nuove restrizioni ai viaggi nel Regno Unito

Da questa mattina in tutto il Regno Unito sono state introdotte nuove restrizioni: il governo ha chiuso tutti i corridoi di viaggio finora rimasti aperti con i paesi che presentavano bassi numeri di contagio pertanto chi arriverà dovrà stare in isolamento per dieci giorni, o potrà ridurlo a cinque giorni se deciderà di fare un secondo tampone a sue spese che dovrà comunque risultare negativo. La decisione, ha detto Johnson durante una conferenza stampa, è stata presa per evitare il diffondersi di nuove varianti del coronavirus. Il primo ministro ha anche spiegato che la restrizione resterà in vigore per un mese, ma che potrebbe essere estesa anche oltre questo termine.