292 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
4 Agosto 2022
14:28

Perché la centrale nucleare di Zaporizhzhia è di nuovo fuori controllo e cosa rischiamo

La centrale di Zaporizhzhia viene ancora gestita da tecnici ucraini ma sotto l’occupazione russa con immaginabili difficoltà. L’Aiea avverte: “Violato ogni principio di sicurezza nucleare”.
A cura di Antonio Palma
292 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

La centrale nucleare di Zaporizhzhia è di nuovo fuori controllo. Dai primi giorni dell’invasione russa dell’Ucraina e con la successiva occupazione da parte delle truppe di Mosca, nessuna autorità indipendente ha più avuto accesso alla più grande centrale nucleare europea mentre si assiste a continue violazioni del principio di sicurezza nucleare.

A lanciare l’allarme ancora una volta è Rafael Grossi, direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica. La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia è "completamente fuori controllo" ha detto il numero uno dell’Aiea, rivelando: “C'è un catalogo di cose che non dovrebbero mai accadere in nessun impianto nucleare ma qui la situazione è molto fragile".

"Ogni principio di sicurezza nucleare è stato violato in un modo o nell'altro e non possiamo permettere che questo continui" ha affermato Grossi all’Ap, ricordandoci che "la posta in gioco è estremamente grave, estremamente grave e pericolosa".

La centrale di Zaporizhzhia viene ancora gestita da tecnici ucraini ma sotto l’occupazione russa con immaginabili difficoltà e conseguenze. Parlando al quotidiano svizzero Tages-Anzeiger, Grossi ha spiegato che le comunicazioni non funzionavano tutti i giorni e questo per un impianto del genere è potenzialmente catastrofico: “Non possiamo permetterci una comunicazione errata con l'impianto nelle aree rilevanti per la sicurezza”.

“Siamo a conoscenza di accuse secondo cui le munizioni sono immagazzinate nell'impianto, che ci sono attacchi alla centrale elettrica", ha affermato ancora il direttore dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, spiegando però che “Ci sono contraddizioni tra i resoconti della parte russa e ucraina e non c’è modo di stabilire se corrispondano ai fatti”.

Secondo l’ISW, l’American Institute for the Study of War, la Russia sta sfruttando la situazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia per giocare sulle paure dell'Occidente. Le forze russe di base intorno alla centrale nucleare avrebbero sparato contro le posizioni ucraine nelle ultime settimane, mettendo deliberatamente l'Ucraina in una posizione difficile: rispondere al fuoco, rischiando un incidente nucleare oppure continuare a subire bombardamenti sulle loro posizioni.

Il segretario di stato americano Antony Blinken ha affermato che le forze ucraine non stanno sparando contro le forze russe "per timore che si verifichi un terribile incidente che coinvolga la centrale nucleare".

Per questo Grossi ha lanciato un appello urgente a Russia e Ucraina affinché consentano rapidamente agli esperti dell’Aiea di visitare il vasto complesso per stabilizzare la situazione ed evitare un incidente nucleare.

Per bocca del capo dell'amministrazione di occupazione russa di Zaporizhzhia, Yevgeny Balitsky, la Russia ha dichiarato di aver offerto all'AIEA di visitare l'impianto, ma l'Ucraina si sarebbe opposta. Da parte sua, l'Ucraina non vuole legittimare l'occupazione russa della struttura. Grossi ha affermato che le discussioni alle Nazioni Unite con le parti in conflitto hanno riguardato una proposta di accordo sulle zone di sicurezza intorno agli impianti nucleari, ma non ha visto alcuna volontà di concludere un accordo in questa fase.

292 CONDIVISIONI
2704 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni