1.022 CONDIVISIONI
Cosa sappiamo sul Long Covid, gli effetti a lungo termine del Coronavirus
18 Ottobre 2022
15:00

Perché il Long Covid è un’emergenza sanitaria insidiosa secondo Anthony Fauci

Secondo Anthony Fauci, esperto a capo del team che ha aiutato l’amministrazione Usa nella gestione della pandemia, il Long Covid è una “emergenza di salute pubblica insidiosa, per la quale il Congresso deve mettere a disposizione nuovi fondi per studiarla e prevenirla”.
A cura di Ida Artiaco
1.022 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Cosa sappiamo sul Long Covid, gli effetti a lungo termine del Coronavirus

Il Long Covid rappresenta un'emergenza sanitaria pubblica "insidiosa" per milioni di persone. A dirlo è Anthony Fauci, massimo esperto americano di malattie infettive a capo del team che negli ultimi 2 anni ha aiutato l'amministrazione Usa nella gestione della pandemia.

In un'intervista al quotidiano inglese The Guardian, Fauci ha dichiarato che la vittoria contro il Covid è ancora lontana, nonostante al momento i numeri dei contagi risultino sotto controllo, esortando anche il Congresso a riprendere i finanziamenti per combattere il virus e il Long Covid, una malattia cronica e prolungata che continua a essere per lo più sconosciuta a scienziati e operatori sanitari.

"Non ci sono persone ricoverate in ospedale o che muoiono per questa sindrome – ha osservato -, ma le loro funzioni sono notevolmente compromesse. Per ragioni ovvie, ciò non attira l'attenzione tanto quanto il tasso di mortalità". L'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che tra il 10% e il 20% dei guariti dal Covid-19 siano rimasti con sintomi duraturi tra cui dispnea, affaticamento e disfunzioni cognitive che possono persistere molto tempo dopo la risoluzione dell'infezione acuta.

Solo negli Usa si stima che tra 7,5 milioni e 23 milioni di persone abbiano sviluppato il Long Covid. Più di 1 milione potrebbe rimanere fuori dalla forza lavoro in qualsiasi momento, con una perdita di reddito di oltre 50 miliardi di dollari.

"Una delle cose sfortunate, stimolanti e frustranti allo stesso tempo è che ci sono così tanti elementi che ancora non ci sono noti, stiamo camminando nel buio", ha detto Fauci. Se una persona è gravemente affaticata e incapace di lavorare, ad esempio, non ci sono test di laboratorio, raggi X, TAC o risonanza magnetica che indichino la causa scatenante di quella condizione.

Per questo, lo scorso anno il National Institutes of Health (NIH) ha lanciato un'iniziativa da 1,15 miliardi di dollari per aumentare la capacità di curare e prevenire il Long Covid. E anche i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) stanno conducendo un importante studio.

"Ci sono molti misteri che speriamo possano svelarsi in un futuro ragionevolmente prossimo, ma ci sono più domande senza risposta che domande con risposta. Se si dichiara vittoria contro il virus, si tratta di una vittoria immaginaria", ha concluso Fauci.

1.022 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni