Ha capito che qualcosa non andava quando si è accorta di fare una immensa fatica anche nel leggere i messaggi di testo sul cellulare. Ma Charlotte Taylor, 19 enne inglese, studentessa di infermieristica, non pensava di certo che di lì a poco sarebbe arrivata quella devastante notizia: tumore cerebrale inoperabile. Inizialmente i medici non erano riusciti a fare una diagnosi precisa, ma quando un esperto ha scoperto che i suoi nervi ottici erano gonfi, è diventato chiaro che la giovane era gravemente malata. La sua famiglia e i suoi amici stanno disperatamente cercando di raccogliere fondi per trovare una cura che attualmente il servizio sanitario nazionale non ha disponibile.

Come riporta Birmingham Live, a Charlotte,  originaria di Bromsgrove, è stato diagnosticato un glioblastoma di 4° grado. "Abbiamo notato che qualcosa non andava quando si è accorta di non riuscire a leggere chiaramente i messaggi sul suo smartphone. L’abbiamo portata da un dottore, che però non ha riscontrato alcun problema” ha spiegato il papà di Charlotte, John Taylor, 52 anni, al Mirror. “Un ottico si è però accorto che i suoi nervi ottici erano gonfi. Così ci ha suggerito di portarla direttamente al Birmingham Eye Hospital dove è stata sottoposta ad una tomografia computerizzata. Il giorno dopo, il 7 febbraio, dopo il medico ci ha confermato che Charlotte è affetta da un tumore al cervello” ha aggiunto il signor Taylor.

"Poiché il tumore è inoperabile, tutto ciò che abbiamo a disposizione è la chemioterapia e la radioterapia. Sitiamo cercando comunque una cura. Ovunque, sia in Germania che negli Stati Uniti, abbiamo copie di tutti i suoi risultati di radioterapia e possiamo inviarli agli ospedali di tutto il mondo” dice ancora il padre di Charlotte. "Stiamo esaminando un trattamento chiamato TTF (Tumor Treating Fields) che viene fornito da una società chiamata Novocure. Costa circa € 21.000 al mese e ci sono solo 16 pazienti nel Regno Unito che ricevendo questa cura", aggiunge. Chiunque volesse contribuire alle donazioni a favore di Charlotte, può visitare il sito justgiving.com/crowdfunding/kate-cotterill.