Dopo un periodo di relativa calma anche anche in Germania, come sta accadendo in Italia, i contagi sono tornati a crescere: nelle ultime 24 ore infatti sono stati individuati 4.122 nuovi casi di coronavirus e 13 persone sono morte a causa dell'epidemia. Gli ultimi dati dell'Istituto Robert Koch parlano di un totale di 329.453 contagi con 9.634 morti e circa 279.300 pazienti guariti dell'emergenza sanitaria. Secondo Angela Merkel "se il trend continuerà ad essere questo nel periodo di Natale avremo 19.200 nuovi contagi al giorno".

L'andamento dei contagi è dunque di nuovo in crescita e, a causa del primo freddo, è altamente probabile che nelle prossime settimane i casi possano aumentare di nuovo: sempre più persone infatti si concentreranno in ambienti chiusi e scarsamente ventilati come uffici e negozi, ma il problema principale potrebbe essere rappresentato dalle scuole. Per questa ragione alcuni membri del Bundestag, il parlamento tedesco, stanno proponendo al governo una significativa proroga delle vacanze di Natale: in questo modo milioni di studenti e insegnanti potranno rimanere a casa limitando la circolazione del virus. Secondo  Christoph Ploß, membro della CDU (partito di Angela Merkel), il governo dovrebbe prendere in seria considerazione un'estensione di due o tre settimane delle vacanze di Natale, per abbreviare poi la pausa estiva e consentire agli studenti di frequentare le lezioni anche a primavera inoltrata, quando la circolazione del virus potrebbe essere decisamente inferiore e potrebbe esserci anche un vaccino. Anche Stephan Pilsinger, deputato bavarese della CSU (Unione Cristiano-Sociale) nonché medico, ha suggerito un allungamento fino a un mese delle vacanze natalizie recuperando poi su quelle pasquali la prossima estate: "La salute di studenti e insegnanti deve essere la priorità assoluta", ha dichiarato in un'intervista a Bild.