Conflitto in Ucraina
5 Ottobre 2022
08:59

L’Ucraina avanza nella regione di Kherson. Ue consegna a Kiev milioni di compresse di ioduro di potassio

Dopo la riconquista di Lyman, città strategica nella regione di Donetsk, gli uomini della 35a brigata marina ucraina hanno ripreso il controllo di Davydiv Brid e altri villaggi nell’oblast di Kherson.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Continua l'avanzata ucraina nelle regione meridionale di Kherson.

Dopo la riconquista di Lyman, città strategica nella regione di Donetsk, gli uomini della 35a brigata marina ucraina hanno ripreso il controllo di Davydiv Brid e altri villaggi nell'oblast di Kherson costringendo i soldati russi a una nuova ritirata.

L'ultima battuta d'arresto delle forze armate di Mosca è arrivata poche ore dopo il voto della camera alta del Parlamento russo – il Consiglio della Federazione – che proprio ieri ha approvato all'unanimità la decisione di annettere le regioni ucraine di Donetsk, Kherson, Luhansk e Zaporizhzhia in violazione del diritto internazionale. Lunedì anche i deputati della camera bassa avevano fatto lo stesso.

Biden a Zelensky: altri 625 milioni di dollari di aiuti militari

Mentre i parlamentari russi ratificavano l'annessione illegale delle quattro regioni ucraine il presidente degli Stati Uniti Joe Biden teneva nuovi colloqui telefonici con Zelensky assicurandogli che gli USA non avrebbero mai legittimato la mossa di Mosca, e garantendo altri 625 milioni di dollari di aiuti militari, inclusi i determinanti lanciarazzi Himars.

Non si è fatta attendere la replica del Cremlino, secondo cui la decisione degli Usa di inviare nuovi armamenti in Ucraina rappresenta una minaccia per gli interessi di Mosca aumentando il rischio di uno scontro militare tra Russia e Occidente. Lo ha detto l'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov. "Lo percepiamo come una minaccia immediata per gli interessi strategici del nostro paese", ha detto Antonov: "La forniture forniture militari da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati non solo comporta un lungo spargimento di sangue e nuove vittime, ma aumenta anche il pericolo di uno scontro militare diretto tra la Russia e i Paesi occidentali".

La Commissione UE consegna a Kiev 5 milioni di compresse di ioduro di potassio

In questo quadro, poche ore dopo il lancio di un missile balistico verso il Giappone da parte della Corea del Nord, la Commissione europea ha consegnato all'Ucraina cinque milioni di compresse di ioduro di potassio destinate alle persone che vivono vicino alle centrali nucleari del Paese: lo ha reso noto il commissario europeo per la gestione delle crisi, Janez Lenarcic, in un'intervista al gruppo dei media tedesco RND. Lo riporta Unian.

"Abbiamo già imparato durante la pandemia di coronavirus che non possiamo reagire solo in caso di crisi, e quindi ora stiamo cercando di prevedere le crisi future – ha detto Lenarcic -. E, devo dire, la nostra previsione ha avuto successo, perché già prima della guerra ci stavamo preparando emergenze chimiche, biologiche, radioattive e nucleari. Ora siamo stati in grado di consegnare cinque milioni di pastiglie di ioduro di potassio in Ucraina per i residenti delle centrali nucleari".

A fine agosto la Commissione europea aveva annunciato che avrebbe donato all'Ucraina 5,5 milioni di compresse di ioduro di potassio "come misura di sicurezza preventiva contro le radiazioni e per aumentare il livello di protezione intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia". Le dosi già consegnate provengono dalle riserve di emergenza di RescEu, mentre altre 500.000 dosi sono state offerte dall'Austria.

3147 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni