17 Giugno 2022
16:39

L’Arabia Saudita sequestra giocattoli e vestiti arcobaleno: “Promuovono l’omosessualità”

In Arabia Saudita dei funzionari del ministero del Commercio hanno sequestrato migliaia di articoli arcobaleno per bambini – come astucci, t-shirt e cappellini – perché “promuovono l’omosessualità”.
A cura di Tommaso Coluzzi

Le autorità del ministero del Commercio dell'Arabia Saudita hanno compiuto un vero e proprio blitz in giro per i negozi che vendono giocattoli, vestiti e accessori per bambini. È successo pochi giorni fa. Il video, pubblicato sul profilo Twitter ufficiale, mostra dei funzionari delle istituzioni saudite al lavoro mentre sequestrano centinaia di oggetti colorati nei negozi della capitale Riyad. Il motivo? "Sono contrari alla fede islamica e alla morale pubblica e promuovono i colori omosessuali prendendo di mira le giovani generazioni", spiega uno dei funzionari coinvolti nell'operazione.

Tra gli oggetti sequestrati, come mostra il video, c'è veramente di tutto: dagli astucci alle t-shirt, dai fermagli per capelli ai cappellini. Tra l'altro per la maggior parte oscurati per non mostrare di cosa si tratti realmente. I negozi che vendevano questo tipo di merce, secondo quanto riporta la Bbc, dovrebbero anche essere sottoposti a una severa sanzione. Nel tweet si legge: "I nostri team di supervisione effettuano giri di controllo nei punti vendita, sequestrano e confiscano prodotti che contengono simboli anomali e che contraddicono il normale buon senso". Poi, confermano, "impongono sanzioni legali alle strutture che violano la regola".

Non si tratta di un caso isolato, visto che a dicembre scorso la stessa cosa è successa nel vicino Qatar. I funzionari locali, in quel caso, hanno sequestrato gli articoli arcobaleno perché "portavano avanti slogan contrari ai valori islamici". Insomma, per l'Arabia Saudita – che Renzi definì il centro del nuovo Rinascimento – si tratta dell'ennesima mossa illiberale, anche se di fatto non ci sono leggi ufficiali che vietano la vendita di oggetti arcobaleno. E la notizia arriva, tra l'altro, nei giorni in cui a Riyad è atteso in visita il presidente americano Joe Biden.

Il diplomatico Mohammad Fahad al-Qahtani morto durante l'intervento all'Arab-African Conference
Il diplomatico Mohammad Fahad al-Qahtani morto durante l'intervento all'Arab-African Conference
62.543 di antoizzo86
USA, adolescente lotta tra la vita e la morte dopo l'infezione da ameba mangia cervello
USA, adolescente lotta tra la vita e la morte dopo l'infezione da ameba mangia cervello
Archie Battersbee, Corte d’Appello conferma: “Domani va staccata la spina al dodicenne”
Archie Battersbee, Corte d’Appello conferma: “Domani va staccata la spina al dodicenne”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni