Dopo Ciara, un'altra tempesta sta mettendo in ginocchio il Nord Europa. Si tratta di Dennis, il super ciclone definito "potenzialmente mortale" che sta interessando con la sua pioggia incessante e violente raffiche di vento la Gran Bretagna dallo scorso weekend e che sta lentamente arrivando anche in Francia, con piccoli strascichi anche in Italia, dove saranno colpiti soprattutto i territori alpini e le regioni settentrionali fino all'Alta Toscana. Il bilancio nel solo Regno Unito è di tre morti, per non parlare degli allagamenti che si sono registrati in Galles e i disagi, ancora una volta, al traffico aereo e ferroviario, con decine di voli bloccati a terra, solo nella giornata di sabato ne sono stati fermati 234, e treni cancellati. Ma i problemi continuano anche all'inizio della settimana, con l'allerta che resta alta per tutta la giornata di oggi.

Dennis, disagi in Gran Bretagna: tre morti e allarme inondazioni

Allerta massima in Gran Bretagna, tra i paesi più colpiti dalla tempesta Dennis nel corso dello scorso weekend. Tre persone sono morte, tra cui un adolescente e un uomo di 60 anni. Una terza vittima è stata trovata dopo 7 ore di ricerche nel mare in tempesta: era caduto da una petroliera al largo delle coste di Margate. Nel Worcestershire manca ancora all'appello una donna di 20 anni che si teme sia stata trascinata dalla piena del fiume Teme vicino a Tenbury Wells. Le ricerche stanno continuando anche questa mattina. Le piogge torrenziali causate dalla tempesta Dennis sono state persistenti per tutto il fine settimane su molte aree del Regno Unito, con il Sud del Galles e le West Midlands interessate da precipitazioni molto abbondanti. Ben 116mm di pioggia sono stati registrati a Tredegar nel sud del Galles, nella notte fra sabato e domenica. I fiumi hanno rotto gli argini causando vaste alluvioni, con i corsi d'acqua che hanno inondato case ed esercizi commerciali. Sono attualmente 300 gli avvisi di alluvione ancora attivi in tutto il Paese. Oltre ai disagi al traffico aereo e ferroviario, che sta lentamente tornando alla normalità, anche la maggior parte dei servizi di traghetto per le isole del Regno Unito sono stati cancellati.

In Francia 60mila case senza elettricità per la tempesta Dennis

La tempesta Dennis sta raggiungendo anche la Francia, dove nei territori a Nord est sono già sono 60mila le famiglie rimaste senza elettricità a causa della pioggia abbondante e del forte vento, che ha superato i cento chilometri orari. Allerta arancione è stata diramata in particolare sulle regioni di Finistere e Morbihan. Disagi anche al traffico ferroviario, soprattutto quello dell'Alta velocità. L'Agenzia per l'Ambiente ha invitato i cittadini alla cautela. Tuttavia, la situazione sta lentamente tornando sotto controllo anche se continua a preoccupare il forte vento.

Tempesta Dennis, cosa succede in Italia

Così come per la tempesta Ciara, l'Italia sarà solo sfiorata dalla tempesta Dennis. Nel corso delle ultime ore, infatti, il lieve abbassamento di latitudine dei fronti perturbati collegati al super ciclone atlantico, ha favorito sul Mediterraneo centrale delle deboli infiltrazioni di correnti umide. Le conseguenze del suo passaggio saranno visibili soprattutto sulle regioni settentrionali. Già da lunedì 17 febbraio, masse d'aria più umida riusciranno a penetrare in forma più invasiva all'interno dello scudo anticiclonico portando nubi al Nord, fino alla Liguria e all'Alta Toscana e su alcuni tratti del Tirreno. Nel corso della giornata è prevista pioggia sparsa sulla fascia alpina e prealpina con possibilità di neve seppur a quote piuttosto alte per la stagione. Nebbia, invece, in val Padana mentre nel resto della Penisola il clima resterà soleggiato e mite per la media stagionale.