255 CONDIVISIONI

La collega 23enne rifiuta le sue avance, lui la perseguita e la uccide: “Era ossessionato”

La giovane inglese Gracie Spinks è morta per una coltellata al collo che si ritiene sia stata inflitta da Michael Sellers, un ex collega con cui si era rifiutata di intraprendere una relazione romantica e che aveva iniziato a perseguitarla. Lei aveva denunciato ma la polizia inglese non è riuscita a fermare l’aggressore.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Matteo Pelliccia
255 CONDIVISIONI
Immagine

Nella quiete della campagna inglese del Derbyshire, nelle Midlands orientali, un tragico caso di stalking ha portato alla morte di Gracie Spinks, una ragzza inglese di 23 anni che è stata pugnalata a morte da un uomo, suo collega.

Gracie Spinks, donna di ventitré anni, è deceduta in seguito a una coltellata al collo, che si sospetta sia stata inflitta da Michael Sellers, suo ex collega. La storia tragica di Gracie ha scosso la comunità locale e sollevato domande sull'efficacia delle leggi britanniche in materia di stalking.

Immagine

Il movente dietro questa tragica morte sembra essere stato il rifiuto di Gracie di intraprendere una relazione romantica con Sellers, che era ossessionato da lei. Questa situazione ha portato alla denuncia di stalking nei confronti di Sellers da parte di Gracie, purtroppo rivelatasi inutile.

Gli agenti di polizia, contattati da Gracie in risposta alla denuncia di stalking, non sono stati in grado di prevenire la tragedia. Ancora più inquietante è il fatto che alcuni passanti hanno scoperto un sacchetto di armi vicino alle scuderie dove la giovane è stata uccisa.

Immagine

Le indagini successive hanno portato all'apertura di un'inchiesta sull'operato di cinque agenti di polizia del Derbyshire da parte dell'Independent Office for Police Conduct  (IOPC). Questa mossa è stata presa per indagare su possibili negligenze o errori da parte delle forze dell'ordine nella gestione del caso di stalking di Gracie e nel recupero delle armi prima della tragica morte.

La famiglia di Gracie Spinks, rappresentata da Sajad Chaudhury, ha espresso il loro dolore e la loro rabbia, affermando: "Gracie ci è stata portata via da un codardo che non era disposto ad affrontare le conseguenze delle sue azioni sconsiderate".

L'indagine in corso fornirà una panoramica dettagliata di come e in quali circostanze Gracie è stata uccisa, esaminando gli eventi che hanno portato alla sua morte e l'interazione tra Gracie e la polizia durante la denuncia del suo stalker.

255 CONDIVISIONI
L'eredità degli Agnelli, l'accusa di John Elkann contro la madre: "Da 20 anni  perseguita i suoi figli"
L'eredità degli Agnelli, l'accusa di John Elkann contro la madre: "Da 20 anni perseguita i suoi figli"
L'ex portavoce di Salvini: "Sono tutti ossessionati dalla Russia. Navalny? Morte strumentalizzata"
L'ex portavoce di Salvini: "Sono tutti ossessionati dalla Russia. Navalny? Morte strumentalizzata"
Usa, procuratrice ammette relazione con collega che indaga su Trump. Il tycoon: "Processo è una truffa"
Usa, procuratrice ammette relazione con collega che indaga su Trump. Il tycoon: "Processo è una truffa"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni