Foto di repertorio. L’ospedale di Emergency di Kabul
in foto: Foto di repertorio. L’ospedale di Emergency di Kabul

E' di due morti e almeno una decina di feriti, alcuni dei quali gravi, il bilancio di un'esplosione avvenuta davanti a uno degli ingressi dell'università di Kabul, dove decine di studenti erano in attesa di poter sostenere degli esami; Wahid Mayar, portavoce del ministero della salute, ha confermato la notizia spiegando che tutte le vittime sono state trasportate in uno degli ospedali della capitale afgana. Non sembrano esserci dubbi sul fatto che si è trattato di un attentato: funzionari della polizia e medici hanno infatti reso noto che una potente bomba è esplosa davanti alle porte dell'ateneo. Resta da chiarire se l'attacco sia stato effettuato da un kamikaze o se gli ordigni siano stati attivati a distanza. Il campus universitario di Kabul ospita numerosi ostelli nei quali molti studenti soggiornano durante l'estate, frequentando corsi e conducendo ricerche. Nessuno ha ancora rivendicato la responsabilità dell'esplosione, ma sia i talebani che affiliati all'Isis sono attivi a Kabul. I primi, tuttavia, hanno di recente dichiarato l'intenzione di ridurre gli attacchi alla popolazione civile.

L'attentato all'università di Kabul giunge poche ore dopo la strage provocata da un kamikaze talebano contro caserma, dove almeno 12 persone sono morte e una novantina sono rimaste ferite dopo la deflagrazione di un'autobomba contro il quartier generale della polizia a Kandahar, nel sud dell'Afghanistan. Lo hanno reso noto fonti locali spiegando che, dopo l'esplosione, miliziani talebani hanno attaccato il dipartimento anti-droga della polizia di Kandahar. Gli agenti hanno risposto ingaggiando un conflitto a fuoco che si è concluso con l'uccisione degli otto assalitori, ha precisato Firoz Bashari, capo del servizio stampa del governo. I talebani hanno rivendicato la paternità dell'attacco affermando che sono stati uccisi numerosi membri delle forze di sicurezza.