Di fronte all'emergenza coronavirus in Irlanda, il premier Leo Varadkar non si è tirato indietro. Da ex medico ha deciso di rimettere il camice bianco e tornare sul campo.

Il medico Leo Varadkar lo ha fatto per sette anni prima di dedicarsi alla politica. Ora il leader irlandese coprirà un turno a settimana, effettuando valutazioni al telefono dei potenziali pazienti affetti da Covid-19. Figlio di un medico e di un'infermiera, Varadkar ha studiato medicina e ha praticato per diversi anni; anche il suo compagno Matthew Barrett lavora nel sistema sanitario, così come due sue sorelle e i rispettivi mariti.

A marzo, ha ricordato l'Irish Times, il premier si è nuovamente iscritto all'Albo dei medici, che aveva lasciato nel 2013 per entrare in politica, dopo che il Hse ha lanciato un appello rivolto ai professionisti non più operanti, di tutte le specialità mediche, chiedendo aiuto per affrontare la dura lotta al virus. In meno di tre giorni circa 50 mila si sono fatti avanti. E tra questi anche il 41enne leader irlandese. "Molti dei suoi cari e dei suoi amici lavorano nella sanità. Così ha deciso di dare una piccola mano", ha spiegato il suo portavoce.