756 CONDIVISIONI
Coronavirus
26 Luglio 2021
17:18

“I medici dovrebbero essere impiccati come i nazisti a Norimberga”: parole di ex infermiera no vax

Kate Shemirani, ex infermiera del servizio sanitario nazionale inglese radiata per le sue teorie cospirazioniste sul Covid, ha dichiarato sabato a Londra – durante una manifestazione di complottisti britannici – che medici e infermieri in servizio durante la pandemia andrebbero processati e impiccati come i sanitari nazisti dopo Norimberga.
A cura di Davide Falcioni
756 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Kate Shemirani, ex infermiera del servizio sanitario nazionale inglese radiata per le sue teorie cospirazioniste sul Covid, ha dichiarato sabato in piazza – durante una manifestazione di complottisti britannici – che medici e infermieri in servizio durante la pandemia andrebbero processati e impiccati come i sanitari nazisti dopo Norimberga. Parlando a migliaia di persone a Trafalgar Square, Shemirani ha esplicitamente paragonato il personale sanitario a coloro che presero parte alle uccisioni di massa sotto il regime di Hitler. "Stiamo raccogliendo i loro nomi e le loro e-mail", ha detto minacciosamente.

Il suo intervento non è ovviamente passato inosservato alla polizia londinese, che ora sta valutando una denuncia nei confronti dell'infermiera. Migliaia di persone sabato scorso hanno partecipato alla manifestazione organizzata a Trafalgar Square, che gli organizzatori avevano presentato come un "dibattito dal vivo" sul Covid. Molti degli interventi hanno espresso posizioni esplicitamente anti-vacciniste, mettendo in dubbio l'utilità delle misure anti contagio come l'uso della mascherina e il distanziamento sociale e rifiutando anche l'impiego del green pass, ritenuto una minaccia alla libertà e alla democrazia.

Pat Cullen, segretario generale del Royal College of Nursing, ha criticato i toni e gli argomenti utilizzati Kate Shemirani, ex infermiera radiata per le sue teorie complottiste: "Molti infermieri e infermiere hanno dovuto subire comportamenti ripugnanti durante questa pandemia. Commenti come quelli della signora Shemirani sono riprovevoli e potrebbero mettere a rischio i lavoratori degli ospedali. Esortiamo il pubblico a continuare a sostenere i nostri laboriosi operatori sanitari".

756 CONDIVISIONI
27134 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni