Sono state tutte liberate le donne prese in ostaggio nel pomeriggio in un bar-tabacchi di Blagnac, nei pressi di Tolosa, nel sud della Francia. Almeno in quattro persone per ore sono state trattenute all'interno del negozio da un giovane armato di diciassette anni. La polizia è intervenuta sul posto e ha delimitato la zona delle operazioni. L'aggressore avrebbe chiesto l'intervento di un negoziatore e minacciato di uccidere uno degli ostaggi, se il perimetro di sicurezza non sarà rimosso. L’assalitore avrebbe anche aperto il fuoco contro la polizia. Nessuno al momento sarebbe rimasto ferito. In un messaggio postato sui social network la polizia invita la cittadinanza a evitare la zona. Tutto è iniziato intorno alle 16.20 di martedì pomeriggio.

La tabaccheria di Blagnac teatro dei fatti
in foto: La tabaccheria di Blagnac teatro dei fatti

Esclusa per il momento l'ipotesi terrorismo – Secondo Le Figaro, al momento non sarebbe presa in considerazione la pista terroristica. Anche secondo Bfm-Tv l'ipotesi terrorismo è al momento scartata. Secondo fonti degli inquirenti si tratterebbe invece di un tentativo di rapina. Il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, è atteso sul posto.

Il sequestratore ha 17 anni – Secondo quanto riportato alcuni media francesi, il sequestratore avrebbe diciassette anni e sarebbe noto alla polizia. Le persone sequestrate per ore nel negozio, scrive Le Figaro, sarebbero tutte donne. Il sequestratore avrebbe ammanettato gli ostaggi e, secondo un testimone, indosserebbe un casco e sarebbe equipaggiato con una telecamera GoPro. Un quinto ostaggio, l'unico uomo, sarebbe stato rilasciato per primo. Citato da ActuToulouse, l'uomo avrebbe confermato che quattro persone sono ancora all'interno dell'esercizio commerciale. "L'uomo – avrebbe detto – è entrato con un casco in testa, ma il volto non era coperto. Aveva anche una telecamera di tipo GoPro". "Ci ha detto che era per il nostro bene", avrebbe aggiunto. Dopo ore, verso le 19.30, sarebbe stata liberata anche una delle donne e infine tutte le altre.  Lo ha reso noto la tv BFM citando fonti sul posto.

Fermato in passato con i gilet gialli – Il diciassettenne, secondo quanto riportano alcuni media, era presente negli archivi della polizia perché fermato, a metà dicembre, durante una manifestazione dei gilet gialli a Tolosa. "Sono il braccio armato dei gilet gialli di Tolosa", avrebbe detto al negoziatore dei reparti speciali, stando alle tv francesi presenti sul posto.

Dopo aver liberato gli ostaggi il giovane è rimasto ancora all'interno del Bar-Tabac di Blagnac. In casa del diciassettenne, ha riferito il procuratore di Tolosa Dominique Alzeari, è stata trovata una sorta di lettera testamento in cui si mostra preoccupato per il suo stato di salute – forse legato a una forma di depressione – e dichiara di voler agire per il movimento dei gilet gialli.