Un'imbarcazione gonfiabile si è rovesciata sul Reno, a Gerstheim, nell'est della Francia, a sud di Strasburgo, causando la morte di tre persone fra le quali una bambina. Lo ha reso noto la prefettura, aggiungendo che un'altra bambina risulta dispersa.

Per le ricerche sono state dispiegate squadre di soccorso francesi e tedesche, anche con elicotteri e sommozzatori.

Stando a quanto riferisce il quotidiano France Bleu le vittime erano turisti tedeschi e rumeni che si erano fermati insieme alle rispettive famiglie sulle rive del fiume Reno per fare un picnic e andare a pesca. Secondo il sindaco di Gerstheim Laurence Muller-Bronn, quattro di loro si sono imbarcati su una canoa gonfiabile che pochi minuti più tardi a causa della corrente si è rovesciata. In quel tratto sia la pesca, che il nuoto e la navigazione sono severamente vietati proprio per le condizioni di estremo pericolo.

I giornali francesi spiegano che sulla canoa c'erano quattro persone, due adulti e due bambini: un ventiseienne è morto dopo il rovesciamento della barca così come una bimba di 4 anni. L'altra vittima è un uomo di 35 anni che dalla riva si è tuffato in acqua per prestare soccorso ai naufraghi, ma è annegato. All'appello manca ancora una bambina sei sei anni, l'altra piccola occupante dell'imbarcazione. Nessuno dei naufraghi indossava il giubbotto salvagente: se l'avessero fatto sarebbero certamente riusciti a sopravvivere.