Strage di pachidermi nel Parco Nazionale di Khao Yai, nel sud della Tailandia, dove ben undici elefanti sono morti tragicamente dopo essere precipitati nel vuoto da una scogliera. Dietro il macabro bilancio però questa volta non c'è l'opera di bracconieri e degli uomini in generale ma l'incredibile altruismo del gruppo di elefanti coinvolto nella tragedia. Gli esemplari adulti hanno cercato in tutti i modi di salvare un cucciolo di elefante che era scivolato nei pressi di una cascata ma sono precipitati a loro volta schiantandosi sul fondo. Secondo i funzionari le parco tailandese, infatti, tutto è iniziato quando un cucciolo si è avventurato un po' oltre scivolando mentre era sul bordo di una scogliera nei pressi di una cascata. Il resto del branco è corso in suo aiuto ma uno alla volta sono cascati tutti finendo nelle acque del torrente sottostante dopo un volo di decine di metri.

La prima ad accorrere sarebbe stata la mamma del cucciolo ma a anche lei è scivolata così sono arrivati gli altri che però hanno avuto la stessa sorte. Per ore i Ranger del parco hanno cercato di salvare gli elefanti che, secondo quanto riferito, sono caduti in acqua annegando nella cascata di Haew Narok. Il Dipartimento per la  conservazione della fauna selvatica e delle piante della Thailandia ha riferito che i funzionari sono stati chiamati sulla scena sabato intorno alle 3 ora locale dopo la segnalazione di un gruppo di elefanti in difficoltà vicino alla cascata. Il corpo di un elefante di tre anni è stato scoperto poco vicino alla base della cascata tre ore dopo. Altri cinque cadaveri di elefanti sono stati avvistati poco dopo nelle vicinanze. Solo due elefanti sono stati trovati ancora sul bordo della scogliera e sono stati salvati dalle autorità tailandesi.

In un primo momento si era parlato di sei elefanti morti ma purtroppo col passare delle ore le autorità thailandesi hanno dovuto aggiornare il già tragico bilancio dopo aver rinvenuto le carcasse di altri pachidermi annegati nel fiume sottostante. I corpi degli altri elefanti sono stati ritrovati grazie a un drone sempre nell'area della cascata di Haew Narok (‘Burrone dell'inferno') all'interno del Parco a tre ore di viaggio a nord di Bangkok.  Si tratta del più' grave incidente mai registrato nel parco, che ospita una popolazione di circa 300 elefanti.